Jump to content
Melius Club

La pubblicazione di inserzioni è riservata a membri con almeno 50 post all'attivo.
You need to be logged in to see additionnal information and be able to contact the advertiser!
THIS ADVERT HAS EXPIRED!

Ampli / cuffie

450.00 EUR


  • Advertiser
    floyder
  • Type of Advert VENDO
  • Item Condition Usato
  • Time Left THIS ADVERT HAS EXPIRED!
  • Quantity 1
  • Price 450.00 EUR
0 Offers
2 Questions
444 views

Description

Sennhehiser hd 650 praticamente inusata unico proprietario completa più cavo aftermarket Portento Audio, euro 200,00

.

Sony MDR 1R euro 80,00

.

Bundle

AKG Q701 Quincy Jones completa dei suoi cavi più cavo Aftermarket Portento Audio.

Più

Ampli Cuffia Dociet 

Cuffia Amp Web Edition con Power Supply 1,5 Amp. euro 250,00

.

Il tutto in perfette condizioni estetiche e funzionali, spedizione esclusa.

.

in blocco euro 450.00 spedito.

 

EB8822DE-72AB-445A-A26C-354E4B644ACD.jpeg

AA177512-5BB8-415D-A850-AA4D625ADD6A.png

Specs

  • Marca
    sennheiser Akg Sony
  • Modello
    Hd650 Q701 MDR 1R
  • Imballaggio
    Imballaggio originale
  • Spedizione
    Costi di spedizione esclusi
Sign in to follow this  


Foggia



Recommended Questions

Ciao il prezzo per l’ampli Docet e cuffia hd 650?

floyder

Posted


350 spedizione compresa tracciabile.

Share this comment


Link to comment

buonasera scusami se ti disturbo ancora ma sto cercando di risparmiare anche perché sarebbe il mio primo impianto per cuffia e non so se mi potrà piacere!! per l'ampli ho risolto la cuffia hd 650 in che condizioni è? con il Docet come va?dai fammi l'ultimo prezzo perché sono indeciso tra la tua Sennheiser e una Hifiman 400i !! scusami ancora io sono a Roma. Buona serata Sandro

floyder

Posted


Mi spiace ma la cuffia è nuova e non mi và di svenderla, la dó insieme ad un cavo pagato 60 euro e regalo anche un cavo bilanciato che peró è da sistemare (falso contatto) che non ho messo nell’annuncio, spedita 220 euro.

Share this comment


Link to comment

Guest
This advert is now closed to further questions.

Other adverts from floyder


Other adverts from audio-video-e-fotografia




  • Cerca nel Market per tag

  • Similar Content

    • Hoya
      By Hoya
      Salute a tutti, vorrei che mi consigliate una cuffia (aperta/chiusa) per ampli integrato stereo. Mi piacerebbe che fosse leggera che non stringa in quanto porto gli occhiali e non vorrei mi dasse fastidio e che non faccia sudare. Inoltre che si adatti un po' a tutti i generi musicali e per finire il budget sui 100 - 120 € conun cavo di circa 2 - 2.5 m. 
      Grazie dei consigli. 
    • Don Giuseppe
      By Don Giuseppe
      Buongiorno a tutti.
      Mi rivolgo agli esperti di cuffie Stax per chiedere una piccola consulenza:
      ho l'occasione di venire in possesso di una Lambda Pro vintage, ma il venditore segnala un problema del quale - non essendo un grande esperto - non riesco a comprendere l'effettiva gravità.
      In uno dei due canali la cella elettrostatica impiega un po' di tempo a caricarsi, per cui il suono raggiunge il volume pieno soltanto dopo alcuni minuti, dopo di che non esistono problemi di sbilanciamento dei canali. Vorrei sapere se tale difetto è grave... se, ad esempio, è il segnale di un deterioramento del driver, che potrebbe "ammutolirsi" definitivamente nel giro di poco tempo.
      Ringrazio anticipatamente chi vorrà venirmi in aiuto.
      Giuseppe
    • hiroshi976
      By hiroshi976
      qualcuno possiede o ha avuto modo di ascoltare questo dap?
      Mi interessava sapere qualcuna sulla qualità di riproduzione e sull'affidabilità nella gestione delle sd.
      Altra cosa, se avete avuto modo di testare anche la line-out.
      il dap è questo.

    • cirodts
      By cirodts
      Ho comprato un mini amp fosi t20 https://www.amazon.it/gp/product/B07Q26T5N7/ref=ppx_yo_dt_b_asin_title_o02_s00?ie=UTF8&psc=1
      principalmente  per farlo suonare con le mie klipsch r51m e suona benissimo, mi sono accorto che anche l uscita cuffia di questo giocattolino suona molto molto bene , qualcuno ha avuto modo di provarlo?
    • afbevi
      By afbevi
      Da qualche tempo ero alla ricerca di una soluzione per ascoltare in mobilità migliorando la qualità audio dello smartphone. Cercando informazioni per capire quale tra le varie opzioni fosse più adatta alle mie necessità (DAP, DAC/Ampli esterni, Dragonfly ecc.) mi sono imbattuto nell' ACTIVO CT10, un progetto sviluppato da Astell&Kern e iRiver distribuito, al momento, in Giappone, Cina, USA e UK. 
      Mi è capitata un'occasione sull'usato e l'ho preso, ormai da circa un mese.

      L'ACTIVO CT10 rappresenta una delle prime applicazioni pratiche del progetto Astell&Kern’s Teraton TM200, un circuito unico su cui risiedono il DAC (Cirrus Logic CS4398), l'amplificatore cuffia, l'alimentazione ed il clock.
      Dispone di diverse funzioni: sistema operativo basato su android, pertanto è possibile installare applicazioni di terze parti; compatibile con QOBUZ e TIDAL (testati entrambi personalmente senza alcun problema anche off line); WIFI; collegato ad un PC può essere utilizzato come dac esterno (riconosciuto immediatamente sia da Windows 10 che da Daphile); legge FLAC, ALAC, DSD, e WAV fino a 24-bit/192kHz; memoria interna di 16GB espandibile fino a 400GB (microSD); per chi è interessato supporta aptX HD e MQA (vedi foto sotto). Non è dotato di uscite bilanciate.
      Qui sotto la scheda completa delle caratteristiche:

      Veniamo al punto: come suona? Premetto che la mia esperienza in campo di DAP è molto limitata. Negli anni ho avuto, oltre a Smartphone iPhone e Samsung Galaxy (che utilizzo attualmente) Sony, HTC ecc, iPod ed alcuni altri dispositivi economici che non mi hanno mai entusiasmato.
      L'ACTIVO CT10 suona bene, migliora la qualità dell'ascolto da tutti i punti di vista (dettaglio, estensione in alto e in basso, dinamica) rispetto ad ogni altro dispositivo da me fin qui posseduto.
      Con le IEM KZ SZ6 il risultato è molto soddisfacente e mi permette di avere un sistema davvero portatile da tenere sempre a disposizione in mobilità. Con le Fidelio X2 migliorano ovviamente un po' tutti i parametri ma  non è utilizzabile per lo scopo per cui l'ho acquistato: ascolto in mobilità.
      Il confronto è improponibile ma per completa informazione, rispetto ai due impianti fissi che utilizzo normalmente in casa (Auralic Aries, rme adi-2 dac, Fidelio X2 - Arualic Aries Mini, Matrix x-spdif 2, Little dot 1+ modddato, Fidelio X2) l'ACTIVO CT10 resta inferiore da tutti i punti di vista: dinamica, ampiezza della scena e trasparenza sono le caratteristiche più evidenti.
      In conclusione posso dire di essere molto soddisfatto dell'acquisto, risponde perfettamente alle mie esigenze e, al netto del fatto che non è ancora distribuito ufficialmente in Italia, mi sento di consigliarlo senza riserve a chi desidera ascolti di ottimo livello in mobilità senza svenarsi.

      Ho cercato di sintetizzare al massimo le mie impressioni dando risposte alle domande che io per primo mi ero posto quando ero alla ricerca di un DAP. In ogni caso per ogni ulteriore informazione chiedetemi pure.
    • SimoTocca
      By SimoTocca
      Da alcuni mesi, in seguito all’acquisto di cuffiette iem, prima le “cinesine” di cui abbiamo parlato in un altro Thread, poi le Campfire Andromeda, sono alla ricerca di amplificatori che facciano suonare bene queste cuffie.
      Non é cosa da poco...perché sono tutte cuffie molto sensibili, progettate per suonare bene con Smart Phone, con Tablets e DAP, quindi hanno bisogno di bassissima potenza...
      Io invece mi sono “incaponito” nel volere ascoltare le cuffie iem a casa mia, proprio  dalla stessa catena audio dalla quale ascolto le mie Stax...cercando di non spendere un patrimonio nell’acquistare amplificatorini e amplificatoroni... 
      Ho così trovato, e provato, diversi piccoli ampli cinesi, di cui mi piacerebbe parlare qui sopra...se ovviamente siete d’accordo e anche voi date un vostro contributo...
    • il picchio
      By il picchio
      Vendo modulo Poly per Mojo Chord. Acquistato il 28/02/2018 da Videosell a 599€.
      Chiedo 350 € inclusa spedizione, non trattabili. L'oggetto è come nuovo trattandosi di un cubetto di piccole dimensioni e quindi senza segni di usura, essendo stato usato sempre nel suo case col Mojo. 
      Ovviamente bisogna già possedere il Mojo. 
      Compreso nel prezzo il case-custodia per mojo+poly. Il Poly è già aggiornato all'ultimo firmware 2.03
      Per chi non conosce il prodotto (la migliore qualità audio rispetto a un qualsiasi dap, ideale con Roon e Tidal o con una microsd interna) :
      https://www.head-fi.org/threads/chord-electronics-%E2%98%86-poly-%E2%98%86-wireless-microsd-module-for-mojo-%E2%98%86%E2%98%85%E2%96%BAuseful-info-on-1st-page-%E2%97%84%E2%98%85%E2%98%86.831347/

      In vendita anche altrove
      contattare maxcorv4@gmail.com
      foto su whatsapp per gli interessati 3288734061 (anche se non c'è un granchè da vedere)
    • M.B.
      By M.B.
      Buongiorno!🙋‍♂️
      Vorrei acquistare un tablet da 10" per navigare in rete e, all'occorrenza, usarlo in contemporanea con alcune delle mie cuffie (Grado SR60, AKG K422, Koss K75, etc) per ascoltare musica in streaming.
      Cosa mi consigliate che abbia OS android, che sia "veloce" e che non costi oltre 200 euro?
    • zetaste
      By zetaste
      Salve, possiedo una Hifiman He1000. A volte, quando sono costretto a causa dei figli a cercare rifugio nelle stanze più impensate, mi capita di collegarla ad un Chord Mojo (con il telefonino), e, incredibile ma vero, suona in modo tutto sommato soddisfacente. Chiaro, non è al massimo delle possibilità, ma, collegata a quello bizzarro scatolino nero, se la cava sorprendentemente bene. Mi chiedo allora se non possa rendere anche meglio collegata ad uno Hugo 2. C'è per caso qualcuno che ha avuto la possibilità di ascoltarla collegata direttamente a questo ampli-dac? Gradirei molto leggere le vostre impressioni di ascolto. Grazie
    • 2slow4u
      By 2slow4u
      Perche' con tutto il ciarpame vintage di cui gia' dispongo, mi sono messo in casa anche la K500?
      Semplice, perche' e' la mamma della K501, e io sono un grande fan della K501! 😍
      Era da tempo che ne cercavo una, il problema era trovarla.
      Se reperire oggi una K501 in buone condizioni non e' propriamente banale, trovare una K500 ben conservata comincia ad essere una discreta impresa.
      Dopo aver cercato a lungo una buona occasione, inaspettatamente si e' finalmente presentata la possibilita' di acquistarne una ben messa, tra l'altro, a un prezzo ridicolo.
      Ovviamente i pads erano un po' cotti, ancora utilizzabili volendo, ma ho preferito sostituirli.
      E altrettanto ovviamente, gli elastici di sospensione dell'archetto erano ormai totalmente snervati.
      Poco male, la sostituzione, contrariamente al caso che interessa la K701, non comporta difficolta' e rischi particolari, infatti in 20 minuti la cuffia era operativa.
      La parentela tra le due cuffie e' palese gia' a colpo d'occhio, ed e' molto stretta.



      Da un punto di vista esteriore, la K500 si presenta semplicemente come una K501 coi colori invertiti.
      Padiglioni grigi e archetto in pelle nera per la K501, padiglioni neri e archetto (sempre in pelle) grigio per la K500.
      Molto simili anche i cuscinetti, entrambi in tessuto (piu' "traspiranti" della media e relativamente freschi d'estate), grigio chiaro nella K500, tendente al nero per la K501.
      Gli originali per la K500 non sono piu' disponibili da molto tempo, ma quelli della K501 li sostituiscono senza alcun problema, la stessa AKG li offre infatti come ricambio dedicato anche a K400/401 e K500.
      Anche i dati tecnici dichiarati sono pressoche' identici, le due cuffie sono caratterizzate entrambe da un impedenza di 120 ohm, e la sensibilita' si assesta in entrambi i casi a 94 miseri dB/mW.
      La K701, definita da molti "difficile da pilotare", in realta' e' sensibilmente meno energivora delle due vecchiette e al confronto sembra una cuffia per l'iPod.
      Anche sotto il vestito le differenze non sono eclatanti.
      Ma era prevedibile, perche' di fatto la K501 voleva semplicemente essere una rifinitura del progetto K500 che risale ai primissimi anni '90, e le rifiniture si attuano agendo sui dettagli.
      Fermo restando che per entrambe le cuffie ci sono state piccole modifiche in corso d'opera che hanno modificato qualche particolare costruttivo nell'arco degli anni in cui sono state prodotte, restano comunque evidenti a un occhio attento delle piccole differenze nel driver e nel baffleplate, che le rendono facilmente riconoscibili.
      La differenza tecnica piu' importante, e' pero' quella meno visibile.
      La K501 infatti, come le altre della serie "x01" adotta un diaframma a spessore variabile (Varimotion), piu' sottile in periferia, quindi sulla sospensione, piu' spesso nella parte centrale, ed e' questo il vero elemento di innovazione.
      Ma come suonano queste K500?
      Indovinate un po', in maniera molto simile alla K501! 😋
      Attenzione, cuffie simili ma comunque a loro modo diverse!
      E' qualche giorno che le ascolto, e volutamente ho ridotto ai minimi termini i confronti A-B.
      La conclusione cui sono arrivato e' che la K500 potrebbe essere definita come una sorta di K501 estremizzata.
      I punti forti della 501, nella 500 sembrano a tratti ancor piu' forti, quelli deboli, ancora piu' deboli.
      Quindi anche nella K500 ritroviamo la stessa ricostruzione ariosa, delicata e dettagliata della K501, la stessa naturalezza dei timbri, la stessa ricostruzione ad ampio respiro dell'headstage.
      Ma la K500 sembra avere persino un leggero vantaggio in termini di trasparenza.
      Meglio quindi della 501?
      Non necessariamente, dipende.
      Eh si, perche' come gia' detto, se la 500 riesce ad andare qua e la anche oltre la 501 nei suoi punti di forza, lo fa purtroppo anche nelle criticita'.
      In particolare, le capacita' dinamiche della progenitrice, sono un po' inferiori a quelle della sua evoluzione, che gia' di suo in quel parametro non esibisce certo una prestazione da urlo.
      Credo comunque di poter affermare con sicurezza che chi gradisce il suono della K501, sicuramente gradira' anche quello della K500.
      Il DNA e' pressoche' lo stesso della 501, ed e' sintetizzabile in poche righe.
      Un suono arioso e gentile, dettagliato ma non in maniera pedante e appariscente.
      Resa dei timbri naturale e realistica, equilibrio delle gamme che tende al "light" per via di una gamma bassa non propriamente esuberante.
      E' un suono molto diretto, che arriva direttamente al cuore e disimpegna il cervello.
      La K501 non e' una cuffia universale, ci si puo' ascoltare di tutto ma per le sue caratteristiche, e' una cuffia che offre il meglio di se con la musica acustica in genere, in particolare la classica, ma anche il jazz ad esempio.
      In questi contesti, le limitazioni risultano meno ovvie e le sue doti musicali vengono esaltate.
      Anche la gamma bassa, oggettivamente sotto la media in termini di presenza, estensione e sopratutto impatto, col programma musicale giusto, non appare cosi' limitante, e brilla persino per compostezza e nettezza.
      La K500 e' nel macro molto simile alla K501 ma con qualche differenza.
      Partendo proprio dal basso, devo dire di essere un po' in disaccordo con quello che a volte ho letto nel web.
      Il mio esemplare perlomeno, non sembra esibire una gamma bassa realmente inferiore alla K501.
      A volte, basso e sopratutto mediobasso della 500, sembrano avere consistenza e spessore addirittura leggermente superiori alla 501, altre volte la situazione si capovolge, dipende dalla natura dei suoni.
      Certo, resta una prestazione che a molti potrebbe risultare insufficiente, ma torno a ripetermi, queste sono cuffie che vanno inquadrate e valorizzate per quello che sono.
      Chi ascolta solo musica barocca, ad esempio, potrebbe tranquillamente vivere felice anche con la sola K500/501.
      Non potrebbe pero' farlo chi ascolta anche pop/rock e certa elettronica.
      Tornando alle differenze, parliamo di headstage.
      Quello della 501 e' uno dei tratti distintivi della cuffia.
      Molto ampio e ossigenato, gli strumenti sono disposti nello spazio con un tangibile senso di aria.
      Quello della K500, e' ugualmente ampio e arioso, ma gli strumenti appaiono un po' piu' avanzati e densi nel centro immagine.
      Questo comporta una resa forse un filino meno "wow!", ma un ascolto un po' piu' intimo, che qualcuno potrebbe trovare addirittura preferibile.
      L'equilibrio tonale e' simile, ma la K500 e' un pochino piu' "mediosa", meno "bright" della K501.
      Sempre in gamma media, la K501 ha un leggero vantaggio in termini di purezza timbrica, la K500 in certi passaggi puo' tendere a indurirsi un po' di piu', ma parliamo di differenze, si apprezzabili, ma comunque abbastanza sfumate.
      In entrambi i casi la leggibilita' dei suoni e' veramente ottima. I fiati sono vibranti e definiti, e gli archi non sono solo crine, ma anche casse di risonanza che appunto risuonano.
      Piccole differenze anche in gamma alta.
      La K501 e' piu' contrastata e puo' dare l'impressione di fornire una resa piu' dettagliata nel transiente di un pizzicato ad esempio.
      Ma non e' esattamente cosi.
      La K500 e' piu' fine e delicata, meno scintillante e piu' sottile, diciamo che ha un approcio un po' piu' rilassato.
      La trasparenza, considerata la classe delle cuffie in oggetto, e' veramente ottima in entrambi i casi.
      Qualcuno ha definito la K501 "l'elettrostatica dei poveri", ovviamente esagerando, ma non si puo' dire che l'affermazione sia definitivamente una fesseria.
      Viene piuttosto da chiedersi quanto realmente si sia avanzati col progresso nel tempo.
      Certo, sono sicuro che oggigiorno siano disponibili cuffie piu' competenti tecnicamente, sicuramente migliori in termini di capacita' dinamiche, di estensione, pulizia e impatto in gamma bassa.
      Ma la musica?, ne fruisce sempre?
      Personalmente non ne sono convintissimo.
      In conclusione, dovete cestinare le vostre HD800, Utopia, SR-009 et similia?
      Assolutamente no!
      K500 e K501 oggi sono cuffie da amatore, oggetti da collezionare.
      L'eccezionalita' sta nel fatto che riescono tuttora a farsi apprezzare anche all'ascolto.
      Offrono una resa particolare, sintonizzata su stilemi diversi da quelli attuali.
      Non sono cuffie da emozioni forti, anche se emozionano, a modo loro.
      Sono cuffie per animi gentili, forse un po' demodé.
      E io sono sicuramente demodé.
      Concludo con un pensiero triste.
      La AKG di quegli anni, non esiste piu'.
      E' rimasto un brand, e dietro di questo, le multinazionali.
      Purtroppo, ma anche per fortuna, tutto ha una fine.

       

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy