Jump to content
Melius Club

All Activity

Aggiornamento stream in automatico     

  1. Past hour
  2. Secondo un articolo pubblicato su Le scienze la diffusione del corona virus in particolare in Europa e in Nord America avrebbe abbassato la speranza di almeno un anno. https://www.lescienze.it/news/2020/09/18/news/covid-19_coronavirus_speranza_vita-4798583/
  3. Io ho due cavi di alimentazione GC Audio, e devo dire che mi hanno fatto fare un saltino sulla seggiola.. 🤓
  4. maxnalesso

    Per chi vuole avvicinarsi alla Classica ...

    Ma sicuramente ora si passa ad un altro grande genio della musica del XX secolo, il mitico Béla Bartok (1881 - 1945). Grande didatta ed etnomusicologo, ha lasciato una traccia indelebile nella musica del nostro secolo. In particolare vorrei ricordarlo per la sua splendida raccolta "educativa" per pianoforte, ovvero il MIKROKOSMOS, che permette di avviarsi allo studio del pianoforte partendo da zero e, aumentando via via di difficoltà, affrontare una innumerevole varietà di combinazioni ritimiche, armoniche, formali ... davvero un metodo innovativo e che non può mancare nella preparazione di qualsiasi pianista. Vi linko, per farvi capire, il Volume 1 completo, che si studia tutto nel primo anno di pianoforte, molto semplice ma... con dentro "tanta roba!" E poi, alcuni brani tratti dai volumi successivi, di difficoltà nettamente superiore, ma raggiungibili appunto seguendo passo-passo le evoluzioni dei 6 volumi: .-.-.-.-. .-.-.-.-.-.-. .-.-.-.-.-.-.-.
  5. maxnalesso

    Per chi vuole avvicinarsi alla Classica ...

    Dopo tutte queste splendide citazioni del nostro grande Respighi, permettetimi una piccola regressione di un paio d'anni, citando un musicista (da annoverare tra "i minori") che ha scritto parecchia musica per organo e soprattutto per Harmonium, cosa abbastanza rara fra tutti i compositori. Si tratta di Sigfrid Karg-Elert ( 1877 - 1933 ) , di cui linko un paio di brani proprio per capirne lo stile, "influenzato" alle volte da Debussy, Grieg, Scriabin e (dicono) perfino da Schonberg ... Avendolo studiato anni e anni fa al Conservatorio, ci tenevo a non dimenticarlo in questa sintetica "storia della Musica". Grazie, Max .-.-.-.-. .-.-.-.-.-.-. .-.-.-.-.-.
  6. antonellocaroli11

    GentooPlayer

    @m_b se hai teamviewer o anydesk ci possiamo riprovare... se vede il dac sicuro con qualche impostazione si risolve...
  7. Today
  8. TreCalzini

    Diffusori elettrostatici

    @nexus6 Dipende in che contesto, dopo quasi 3 anni di pannelli non cercavo il bum bum, ma un qualcosa di delicato che mi facesse stare bene. Amo la musica per rilassarmi, ma mi piace anche stare in silenzio per me la musica e un passatempo, non e una ragione di vita Mi ricordo in quel periodo 95--98 tra i tanti un cd di musica celtica di Enya = Shepherd Moons,- in un passaggio di un pezzo sentivi un temporale e alla fine la pioggia che cadeva, la sensazione era talmente reale che ti veniva l'istinto di allungare le braccia per toccarla e alzavi la testa al soffitto con tutti i diffusori avuti dopo, questo tipo di magia mai piu avuta--
  9. Ieri
  10. jedi

    Wilson Audio - New DAW e.. Wilson Audio

    Sinceramente non sono d'accordo a definirle brutte le Wilson Daw. A meno che non piacciano quei bei parallelepipedi stile ProAc (parlo dell'estetica) o Spendor. A chi piace il design futurista, senza stranezze (stile Montagna) ,non può' che apprezzarle. Invece il colore bianco a me non fa impazzire, un po stile ospedale
  11. maverick

    l'adagio più bello(musica classica)

    recentemente ho riscoperto questa perla mozartiana, la sinfonia concertantein MibM, ch e ha un movimento centrale da brividi. dal minuto 13, preparate la pelle all'accapponamento ... strepitosa l'esecuzione di Grumiaux, uno dei più formidabili interpreti mozartiani di tutti i tempi, affiancato da Arrigo Pelliccia https://www.youtube.com/watch?v=J0NGhf_yRxA
  12. Brando88

    Ultimo disco comprato? (Con foto)

    @iBan69 Ho la versione classic records disco meraviglioso! Gli analogue production mi danno l'impressione di un dettaglio minore rispetto ai classic records. Dovrei fare confronti più approfonditi...
  13. Karl Kraus

    Sylvania 6SN7

    @Bill @alexis @aldina Una curiosità: quante ore le fate andare le valvole per provarle?
  14. lufranz

    Cassette test

    E' normale; essendo le curve di equalizzazione rec/play diverse tra una macchina e l'altra la risposta in frequenza era completamente alterata. Come accennato sopra, le Akai attenuavano di circa -5dB a 10KHz in play, e di conseguenza esaltavano +5dB in rec. Quindi un nastro "corretto" riprodotto sull'Akai suonava chiuso (e il Dolby peggiorava la situazione); mentre un nastro registrato sull'Akai suonava troppo aperto se riprodotto su altra macchina. Ma un nastro registrato con una Akai e riprodotto su una Akai suonava correttamente. Poi con l'introduzione dell'equalizzazione-1981, il problema dell'interscambio tra gli Akai e gli altri deck è scomparso. La maggiore distorsione era dovuta al maggior livello di magnetizzazione richiesto dalla curva di equalizzazione alle alte frequenze, che portava ben presto ai limiti di saturazione del nastro. In sintesi: Eq di playback "pesante" -> minore soffio -> maggiore esaltazione HF in REC -> maggiore distorsione. Eq di playback leggera -> maggiore soffio -> minore esaltazione HF in REC -> minore distorsione. E' il discorso dei pasti gratis che non esistono: se guadagni qualcosa da una parte, alla fine la paghi da un'altra. In seguito il miglioramento delle testine, dei nastri e dell'elettronica ha consentito di trovare un compromesso tra le due necessità migliore, ottenendo rapporti s/n più elevati e con bassa distorsione. Un ottimo pranzo offerto dall'evoluzione tecnologica, non gratis. P.S. Ho avuto la 730D, in origine era tarata sui nastri di metà anni 70 che richiedevano un bias molto basso, con i nastri più moderni necessita di un ritocco delle regolazioni interne altrimenti lavora malissimo.
  15. Huxley_A

    Fattore di smorzamento: miti, leggende e realtà

    molto interessante questa discussione! tra l'altro in passato esistevano anche alcuni diffusori che permettevano di regolare il loro fattore di smorzamento; ad esempio, tratto da wikipedia, :"La Cizek One presentava inoltre, come anche i modelli minori 2 e 3, un interruttore che permetteva di scegliere il fattore di smorzamento o fattore di merito (Q) delle basse frequenze fra 0.6 e 1.0; questo permetteva di decidere se ascoltare con bassi più secchi e frenati (Q = 0.6), oppure con bassi lievemente enfatizzati (Q = 1.0) [4].". Trattandosi di casse passive, mi chiedevo anche come agisse questo comando (variava forse la forza e/o la distanza dei magneti dei woofer? oppure interveniva sul cross-over?). Ad ogni buon conto, questa regolazione poteva forse consentire anche un migliore interfacciamento delle casse in questione con l'ambiente di ascolto e/o con l'amplificatore (all'epoca dei cavi... non se ne parlava!). Invece, nei modelli di produzione attuale, non mi risultano, per quanto a mia conoscenza, apparecchi (diffusori o anche amplificazioni) che dispongano di tale regolazione; se qualche utente ne conosce qualcuno che lo segnali pure! Visti i progressi tecnici nella componentistica elettronica, trattasi di un'opzione superata? (che magari tale fattore è ormai più che buono in tutti glia apparecchi?) o è la moda "audiophile" che prevede il meno possibile di regolazioni? Forse in teoria una regolazione del fattore di smorzamento potrebbe però ancora servire, ad esempio per meglio interfacciare i diffusori con gli amplificatori (se valvole oppure se stato solido). Mentre per l'adattamento delle casse con l'ambiente piuttosto che un comando del fattore di merito vedrei meglio la possibilità di variazione della risposta in frequenza possibilità questa variamente prevista (mediante ponticelli, switch, componenti elettronici inseriti nei morsetti, comodi rotativi, ecc.) in vari casi anche nei diffusori di odierna realizzazione. saluti
  16. milani_elek

    Diffusori elettrostatici

    ..qualche nome di "saldatrice"? 😅
  17. Brando88

    Sylvania 6SN7

    @Bill Di Marconi B65 ne avevo 4 coppie poi vendute a prezzi umani senza rimpianti alcuni anni fa. Adesso vedo qualche volpone che di tanto in tanto ne tira fuori qualcuna a prezzi folli! Non era una valvola molto migliore delle altre, forse la rarità ha contribuito a creare un falso mito... Trovavo più equilibrata la vt231 tungsol round plate. La B65 per i miei gusti era troppo asciuttina e con bassi poco presenti. Per me le migliori sono le sylvania 6sn7W anni 50, molto buone trovo anche le brimar 6sn7gt round plate e le fivre 6sn7gt black plate a base marrone con il marchio delle poste italiane anni 50, le trovo equilibrate e musicali, con una buona estensione in alto e in basso. Le Vt231 sylvania anni 50 sono simili alle 6sn7W con base nera o in metallo ma hanno una minore estensione in basso con un medio leggermente meno ricco. Le Kenrad vt231 sono esattamente l'opposto delle vt231 sylvania grande estensione in basso ma con roll off sugli alti.
  18. Leopardino

    salute benessere Il mangiar sano

    Confermo tutto. La costanza è una bella incognita🤔😅 Non mi è mai piaciuto sudare gratis ma è lo scotto da pagare per non finire flacidi, deboli, ingrassati anzitempo. Se qualcuno sta facendo un pensierino ad iscriversi in palestra, consiglio di farlo dove lavora Federico. Alla mia primissima esperienza mi sto trovando bene sotto il suo aiuto. Inoltre dove lo trovate un personal trainer audiofilo con cui parlare di hi-fi mentre vi allenate?😎😉 Penso che in questo 3D sia evidente che il suo lavoro è anche una grande passione. Il lungo elenco di informazioni utili postate sta a dimostrarlo. Francesco
  19. Se hai pazienza di cercare in rete, troverai persino gente che dopo 30 anni e passa dall'obbligo di usarle sostiene che le cinture di sicurezza sono un limite alla libertà personale. O che rimpiange le auto che pesavano la metà di quelle attuali perché il peso limita le prestazioni (sappiamo bene che ci sono tanti piccoli Hamilton che aspettano solo di svelarsi al mondo...), dimenticando che al primo incidente si accartocciavano come lattine e il motore entrava nell'abitacolo schiacciando gli occupanti dei sedili anteriori, e via discorrendo. Come ho detto più volte, mai e poi mai vorrei oggi una macchina degli anni 70-80, se non per motivi storici / collezionistici. Per sicurezza, comodità, praticità d'uso, consumi, preferisco un'utilitaria moderna a una vecchia ammiraglia.
  20. Pilgrims

    Update Ampli Sansui

    Il D9 ce l'ho anch'io. Davvero ottimo: setoso, direi. Ma 150€ non credo proprio...
  21. Jackhomo

    Bruce Springsteen - Letter to you

    Meglio essere cauti, che chi ha avuto la fortuna di ascoltarlo, parla di un grande album, il migliore dagli anni '80. Personalmente non mi esprimo e mi acconteterei anche di qualcosa al livello di "The Rising", album che pochi hanno compreso fino in fondo...
  22. ediate

    Bruce Springsteen - Letter to you

    Il brano è bello e gradevole, nel pieno stile di Bruce. Da questo punto di vista, niente di nuovo sotto il sole. Purtroppo negli ultimi tempi, sentito un disco di Bruce, li hai sentiti tutti. I tempi dei suoi primi album (per me, su tutti, "The River") sono passatissimi. E lo dico da vecchio fan.
  23. Jackhomo

    sport Calcio - Serie A 2020-21

    la gazza porta Barella, Gagliardini, Sensi
  24. Jackhomo

    Topping D90 Mqa - dac

    Se decidi di buttarlo, fammi sapere che me ne serve un altro in ufficio 😁
  25. franz159

    Moode - mini guida alla configurazione (PARTE 2)

    @Nacchero Io non ho Android, magari sbaglio, ma secondo me una volta messa la password sull'app dovrebbe funzionare. Tieni presente che quando ho scritto questa guida, era ancora possibile fare streaming da Qobuz usando semplicemente il modulo upmpdcli integrato in Moode, ed in quella situazione era ovviamente necessario inserire le credenziali del servizio di streaming (Qobuz o Tidal che fosse) proprio perché le utilizzasse upmpdcli. Adesso invece upmpdcli fa solo da "ponte" verso mpd, mentre lo stream dal Qobuz/Tidal gli deve arrivare "per altre vie" (esempio da BubbleUpnP) https://www.lesbonscomptes.com/upmpdcli/
  26. ediate

    Roger Waters US + Them docu-film

    Già "Animals" con i Floyd al completo non mi fece (e non mi fa) impazzire, figuriamoci se me lo ricompro in versione "rimaneggiata" (con un solo ex-Floyd per di più...) 😂
  27. Jackhomo

    Cosa state ascoltando?

  28. spersanti276

    Magneplanar Vs. Avalon

    Come ho già spiegato approfonditamente in altri thread diffusori planari molto sviluppati in altezza non vanno ascoltati da meno di 2,50/3m. La piacevole sensazione di immersione nel campo sonoro la si pagherebbe con la perdita di quella coerenza che ne è una delle caratteristiche più appaganti.
  1. Carica altri contenuti

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy