Jump to content
Melius Club

Membri


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 06/11/20 in all areas

  1. Ryo

    salute benessere Il mangiar sano

    Dopo attenta analisi e ponderata riflessione, anni fa decisi di seguire un preciso schema alimentare basato su un solo e inflessibile principio: magno quello che caz** me pare, come me pare e quando me pare senza dar retta a nessuno assumendomi la piena responsabilità per le eventuali conseguenze.
  2. BEST-GROOVE

    Michell Gyrodec / Gyro SE ancora attuale?

    @cesare eccomi qua...allora i Gyrodec Mk1 avevano la predisposizione per due bracci spostando il motore anteriormente a sx , non che sui nuovi non si possa fare ma i vecchi avevano una colata di fusione più spessa dove le viti vanno ad avvitarsi mentre i nuovi hanno il telaio spesso in egual misura quindi metterci delle viti si rischia la spanatura a meno che non si ovvia al problema con dei dadi sottostanti. Il kit di perni e molle è un upgrading aftermarket che presi anni fa e solo adesso ho deciso di applicare avendo smontato il giradischi per una ordinaria manutenzione visto che erano anni che non la eseguivo; la modifica permette di avere come punto di contatto per ogni piede una sfera invece che un perno unico, questo risolve 2 piccoli problemi ossia la regolazione delle molle evitando che tutto il telaio si sposti eccentricamente alla regolazione di ognuna ed un isolamento ancora più marcato del telaio rispetto al piano di appoggio...se il tutto migliora anche sonicamente (e non ho dubbi) meglio ancora. Delle foto valgono più di mille parole Perno originale (la molla è stata omessa dalla foto) un perno del kit..all'apparenza sembra normale a parte una cromatura più lucida e un passo filettato più corto di quello fornito di serie ma ... ecco l'idea geniale quanto semplice anni addietro come scrissi in altri 3ads apportai ulteriori modifiche in seguito all'applicazione di due bracci dovendo spostare anteriormente il motore, feci fare una camicia in alluminio per contenerlo più alta di quella fornita di serie in quanto non mi piaceva esteticamente come si presentava vista l'esiguità dello stesso (ancora non era disponibile la base motore come quella di serie adottata per il gyrodec mk3, nel tempo sarebbe stata disponibile aftermarket) oltretutto l'originale andava ancorato alla base in plexy e a me non andava affatto a genio per il motivo che avrebbe potuto trasmettere ogni vibrazione invece io desideravo andasse appoggiata al tavolino scaricandoogni deleteria vibrazione il più lontano possibile. Prima Dopo Per far questo siccome non volevo intaccare l'originale sia la base che lo schienale in plexy (che tutt'ora conservo inutilizzati) feci fare una ex novo presso un laboratorio una di spessore maggiorato dopo aver effettuato i dovuti calcoli su quanto spessore potevo ancora maggiorare senza compromettere nulla, forandola per alloggiare il motore nella sua nuova destinazione più i fori necessari per tutto il resto; in questo modo ho adattato la base alle mie necessità migliorando l'isolamento dovuto al maggior spessore ed in più ho risparmiato una discreta somma rispetto ad aver acquistato una base originale ugualmente da forare. Si noti lo spessore maggiorato dello schienale e della base ...confrontabile solamente da chi possiede una base originale Inoltre la targhetta è stata rifatta come da originale per applicarla al nuovo plexy Ulteriore modifica apportata da una mia idea ...due supporti sempre in plexy per poter utilizzare qualsiasi cavo di segnale braccio pre phono al posto dei fissi evitando tutte le complicazioni del caso nell'eventualità desiderassi collegarci degli altri; così è estremamente e maledettamente semplificato. A seguito apportai altri piccoli upgrading tutto completamente reversibile come da mia ferma convinzione ..ma questa è un'altra storia.
  3. Robbie

    Il nostro Hi-Fi... visto con l'occhio

    Riposto un paio di foto anche io a seguito dell'ultima mandata di aggiornamenti un po' estetici e un po' funzionali: nuova illuminazione per il giradischi (e un po' per tutto l'impianto) poi c'è il piccoletto Sony CDP X3000 che si è inserito nel team sorgenti Devo ammettere che avevo un po' dimenticato il piacere che si prova a riprodurre un CD. Ovviamente diverso dal vinile, ma anche (molto) diverso dallo streaming. Ecco l'oggettino. Bellino eh! Ovviamente 3 oggetti champagne... Ce ne fosse uno dello stesso colore!
  4. boga

    Ho provato i cavi Duelund

    Ho usato identiche parole, ricevendone la risposta che è questione di stile. Non sentendomi all'altezza di cotale e pieno di rimorso per aver dubitato sull'onore di uno sconosciuto, ho subito provveduto a restituire l'importo. A questo punto direi che le chiacchiere stanno a zero, soprattutto in un thread come questo nel quale ci si scambia opinioni su cavi e non su una bega privata della quale mai mi sognerei di tediare il prossimo, solo non fossi stato tirato in ballo pubblicamente. Chiedo venia.. Ma non c'è un moderatore qui? Chiederei di chiudere questa digressione, grazie. PS. Grazie anche a chi mi ha dato dell'idiota, in effetti c'è sempre da imparare anche dai passanti, rileggeremo Dostoevskij.
  5. diego_g

    I prezzi fanno la qualità?

    Giuro che faccio una fatica tremenda a comprendere il senso di questa missione, che da qualche mese qualcuno si é dato e cui indefessamente si dedica con impegno degno di ben altra causa, di spiegare a tutti come ci siano oggetti troppo costosi, alla luce della qualità che sa (o che suppone) abbiano. Ma perché vi importa così tanto di come ciascuno dispone del proprio denaro? Questo continuo voler instillare sensi di colpa, quando non diventa direttamente un velato insulto alla capacità di giudizio degli altri appassionati, é comunque fuori luogo in un ambiente come un Forum di alta fedeltà. In ogni passione ci sono eccessi, a volte giustificati altre volte meno, ma questi sono anche il "motore" di questo mondo. Se poi ci si accorgesse che, agli occhi di chi é fuori dal nostro ambiente, quelle che qualcuno ritiene "spese moderate" sono reputate vere e proprie follie, ecco allora ci si renderebbe conto che tutto é relativo. Personalmente cerco di fare il passo della lunghezza della gamba e comunque ho un chiaro senso delle priorità, che mi guida nelle mie scelte in rapporto ai costi che voglio sostenere. Ma se qualcuno ha la gamba più lunga della mia o ha differenti priorità, mai mi sognerei di criticarlo pubblicamente, né con osservazioni ad personam, né parlando in generale. Sono scelta legittime, vivaddio, e che ognuno le possa fare in piena libertà, senza doversi sentire continuamente criticato. Specie qui, dove la passione e la tensione alla bellezza sono la ragione d'essere di questo ambiente. Ovviamente vale anche il contrario: quelli che cercano di estremizzare il rapporto qualità/ prezzo hanno tutto il diritto di farlo e di raccontarci quali soddisfazioni ci si possa togliere con investimenti oculati. Io stesso potrei iscrivermi idealmente a questo partito. Ma vi prego: basta disprezzo per chi ha un approccio eterogeneo, diverso dal nostro. Parlare di soldi e solo di soldi é avvilente e poco elegante.
  6. ediate

    E se lascio sempre tutto acceso?

    @Belloriccofamoso A me sembrano fisime da hi-end... ho spento e acceso apparecchi da quasi cinquant'anni a questa parte e funzionano e riproducono tutti perfettamente. Ah, dimenticavo, i miei sono apparecchi vintage (quindi, per definizione, abbastanza robusti); non so con le carabattole moderne come ci si debba comportare... ma il televisore, che è abbastanza nuovo, lo spengo, altro che! E poi, detto fra noi, l'unica che gioisce di queste fisime è l'ENEL.
  7. 31canzoni

    cronaca e costume Imagine: una canzone di John Lenin

    Lennon ha scritto di meglio, è vero. Poi teniamo conto che qui mediamente al netto delle differenti opinioni politiche, siam tutti più che smaliziati da un punto di vista musicale, la maggior parte di noi possiede discoteche di svariate migliaia di dischi, CD e files e ascolta musica da almeno 30/40 anni. E però non facciamo i finti ingenui. A nessuno di noi sfugge il genio di scrivere un inno mondiale che ha raggiunto ogni angolo del pianeta. Miliardi di persone l'hanno ascoltata. Pretendere avesse il testo di un'analisi kantiana magari in due tomi e la complessità della musica dodecafonica o è malafede o è ciurlare nel manico. La sindaca ha detto una boiata o ignorante o volutamente ignorante e difenderla è un insulto all'intelligenza ma ancora prima al buon gusto ed al criterio di tutti. La scrivesse lei o la scrivessimo noi una canzonetta che diventa "più famosa di Gesù". Di genio ce ne vuole parecchio.
  8. Questa mattina Pink Floyd 1971
  9. stel1963

    Alta efficienza, perplessità

    @domenico80 @c10m @Vmorrison una domanda e una riflessione. Ho conosciuto molti audiofili che si sono avvicinati spesso per caso alle trombe. Molti di questi hanno continuato in una escalation verso impianti di dimensioni enormi, con trombe a parete, in legno, trombe a pavimento. E tutti questi ultimi sono pian piano scomparsi dai forum, dai negozi, dalla ricerca della “vera hifi” Spesso capita di trovarli su subito che vendono apparcchi molto belli e sullo sfondo capeggiano le grandi trombe. Quando hanko venduto tutto spariscono definitivamente, e i pochi che ho ancora sentito mi hanno spesso risposto con un “no l’hifi non mi interessa più, adesso ascolto musica, e bellissimo, vienimi a trovare”. Per poi sparire definitivamente (cito amario di Napoli, Alberto di Milano e decine di altri “scomparsi” nei loro ascolti infiniti). A me è accaduto con le La Scala. Non mi interessa più comprare nulla ne cambiare nulla, dopo 40 anni di ricerche frenetiche, guardo con sufficienza i miei migliori amici e le loro ricerche degli “affari” o dell’iltimo dac, e se proprio mi viene voglia di portarmi a casa le kef105.2 o le imf l50, o un cello d’occasione, accendo l’impianto, e la musica mi trascina lontano, in un mondo senza esigenze, appagante e completonper la prima volta in 40 anni. Ma non escludo che un giorno, forse a breve, comprerò le 300b we originali, o le 2a3 emission labs, o una benz ruby. O forse... mi avventurerò in un full horn custom, relegando le la scala in un impianto secondario o forse vendendole. Ma non adesso... ora ho da fare..: devo ascoltare tutti i miei dischi e sono migliaia, errditati anche da mio nonno, come il garrard 301, tutti i miei cd, e tutta la musica liquida di tidal e spotify. E troppo bello sentire musica dopo 40 anni passqti a sentire impianti! Ma anche molto impegnativo (quanta musica che mi ero perso ascoltando i brani test tutto il tempo! Quanto è immenso il panorama di scoperte che sto facendo?)
  10. one4seven

    Cosa state ascoltando?

  11. maximo

    cronaca e costume Cucina gatto per strada

    I Vicentini hanno espresso solidarietà all'immigrato
  12. Ma che ci avrà poi tanta gente contro la riviera romagnola... è vero che è un grande circo, però tutto considerato dopo una settimana di fare un k-z-z, ammirare lati A e B al vento e rancio ottimo und abbondanten (cit.Sturmtruppen) torno sempre a casa soddisfatto. Magari due settimane mi renderebbero idrofobo, ma una va benissimo. Inoltre - a differenza di altri luoghi dove sono capitato - gli autoctoni sono sempre operosi, gentili e si fanno in 4 per far sì che uno resti contento del soggiorno e gli venga voglia di tornare pure l'anno successivo. Spesso ci riescono, il che non è poco.
  13. landrupp

    ...E 1000 (pagine)

    @78 giri il segreto é raggiungere la pace dei sensi sonori e cancellarsi da Questa sezione... . . . Ma é più facile a dirsi che a farsi, soprattutto abbandonare questa sezione: purtroppo é frequentata da persone gradevoli - con cui ci si trova come tra vecchi amici - che hanno il brutto viziaccio di parlare di cose interessanti e sempre nuove seppur "vintage" e che spesso si prodigano in prima persona per darti una mano concreta se ne hai bisogno. Colgo quindi l'occasione per ringraziare tutti di essere come siete...come faccio a non amarvi? . PS: tranquilli, non è un coming-out ma solo un mio (raro) momento di umanità.🤣🤣🤣
  14. 31canzoni

    cronaca e costume Bolsonaro

    Bolsonaro e Trump e anche altri, ma loro due in specie sono i simboli e i fantocci del vecchio mondo, un vecchio mondo "fordista" che capisce ma non accetta che con questo virus le cose sono cambiate di fatto e non vi è più possibilità di tornare al prima. Qui si fa fatica ad accettare che il livello di sfruttamento del pianeta è arrivato ad un punto insostenibile. Stentiamo a capacitarci che nel giro di pochi mesi è cambiata la prospettiva e cambierà la storia. Noi ci pensavamo una società "invincibile" ormai libera per sempre dalle grandi pandemie, ma ahimè non abbiamo fatto i conti con le inesorabili leggi della termodinamica. Siamo ad un livello di cambiamento climatico e ad un livello di sfruttamento delle foreste che inesorabilmente ci sta portando a liberare virus che giacevano sepolti in luoghi della foresta vergini, nel permafrost da millenni, virus con i quali gli umani non sono mai venuti a contatto ed i virus una volta liberati faranno il loro sporco lavoro come sempre hanno fatto. Quanto ci metteremo a capirlo questo? La velocità di comprensione di questo cambio di scenario sarà direttamente proporzionale alla nostra possibilità di sopravvivenza come specie che progredisce nella conoscenza scientifica e sviluppo sociale. Questo Covid passerà e poi ancora penseremo "bene riprende tutto come prima", ma gli scienziati, la logica, e le terribili leggi della termodinamica ci stanno dicendo che fra cinque anni? dieci anni? di più di meno? ma in tempi biologici ne vedremo ancora di queste pandemie e non c'è scritto da nessuna parte che saranno come questa o meno o più gravi. Quanto tempo per reagire e cambiare produzioni e mentalità? Per ora i fantocci del vecchio modello di profitto sono a capo dei grandi paesi del mondo e delle grandi economie. Chi saprà immaginare un vero nuovo modello di sviluppo salverà il mondo. E qui ci sarebbero praterie per una nuova politica e una nuova economia. Discorso ingenuo e idealista? Sì, ma o si cambia o si muore o , se si sopravvive, si ritorna indietro ad un mondo primitivo e inaccettabile per la specie sapiens.
  15. fabbe

    Alta efficienza, perplessità

    Ho la netta sensazione che per tanti audiofili dettaglio e trasparenza sia sinonimo di scarsa musicalità. Quando vado ad un concerto, di qualsiasi genere musicale di tratti, vengo travolto da valangate di dettagli che non vorrei assolutamente perdere a casa. Penso di possedere un impianto neutrale, trasparente e per i miei gusti, molto musicale e coinvolgente. È fattibilissimo combinare i due elementi. Premetto che non posseggo diffusori ad alta efficienza.
  16. medusa

    cronaca e costume Imagine: una canzone di John Lenin

    La canzone è anche Kantiana: No hell below us above us only sky è una semplificazione di il cielo stellato sopra di me la legge morale dentro di me. Canzone sicuramente anarchica. Marx poverino c'entra poco. Non mi stupisco comunque che la giovane leghista non apprezzi. Aprirei qui un dibattito spin-off: quale canzone le suggeriamo in alternativa? Io proporrei un bel testo che semmai promuova e valorizzi le differenze sociali. Che ne dite di semo gente de borgata? un sorriso enzo
  17. one4seven

    Cosa state ascoltando?

  18. lofuoco

    Il disco in vinile che state ascoltando ora!

    Eagles - The long run - 1979
  19. Premessa: il mio impianto non è niente di che, budget limitato. Appositamente limitato: lo scopo è risparmiare risorse per spenderle in musica. L'obiettivo era quello di raggiungere un risultato soddisfacente, possibilmente definitivo, almeno sulla parte digitale. Mi piace giocare di più con il software che con l'hardware. La difficoltà era quella di raggiungere il risultato desiderato con le poche risorse a disposizione. Per cui, avendo già a in casa ampli e girapadelle, il lavoro si è concentrato su diffusori e sorgente digitale. Diffusori scelti con convinzione senza troppi patemi a valle di alcune prove di ascolto (dopo aver verificato che l'ampli fosse idoneo al pilotaggio, e che gli stessi fossero idonei alla stanza). Idem la sorgente digitale, sulla quale puntavo con maggiore importanza. Punti fermi: riproduzione di CD e File. Nessun interesse per lo streaming (che ho comunque disponibile al'occorrenza). Porto tutto a casa, installo, attacco a suonare e... è fatta? No, niente affatto. Il risultato non c'era. Si ok, la strada era giusta, però... però... mancava qualcosa, più di qualcosa. Panico! Ho sbagliato componenti! E adesso? Fermo! Mi fa il negoziante. Il lavoro vero e proprio è ancora tutto da fare. Siediti sul punto di ascolto ed io lavoro. Poi tu mano a mano mi dici se ti piace, se ci stiamo avvicinando o allontanando dall'obiettivo, e stiamo qui finché non l'abbiamo raggiunto. Tutto in cieco. Io non ho visto nulla, ho solo dato un budget di massima, e mi sono messo seduto all'ascolto. Attacca e stacca, prova e riprova, sempre con la stessa sorgente e gli stessi pezzi, ho passato tutto il pomeriggio così. E le differenze c'erano. Porca vacca se c'erano. Ma io non sapevo cosa stesse mettendo e levando. E non lo so tutt'ora. So che siamo partiti con i cavi di alimentazione forniti in dotazione con le elettroniche, e i miei già presenti cavi di potenza supra classic. Il resto dei cavi provati li ignoro, tranne quelli che alla fine ho scelto ovviamente. Però non ho scelto dei cavi in realtà, ho scelto un suono. E, prova e riprova, alla fine è venuto fuori esattamente quello che mi piaceva. Obbiettivo pienamente raggiunto. Il tanto desiderato risultato è stato raggiunto. Ora l'impianto suona quasi h24. Premere stop e spegnerlo mi costa fatica, vorrei continuare e continuare a metter su dischi. Questa la mia esperienza. Se volete in seguito vi spiego più in dettaglio quello che ho capito da questa esperienza, e quali passaggi sonori "ho attraversato" per raggiungere il suono desiderato.
  20. appecundria

    cultura generale Indro Montanelli

    Fu genuinamente fascista, non solo "come lo erano tutti", lo fu tanto da negare per trent'anni crimini della guerra in Abissinia che pure aveva visto coi suoi occhi, come l'uso dei gas, le deportazioni, le fucilazioni in massa. Dopo la guerra si riconvertì in liberale, conservatore e monarchico, un pensiero politico che in Italia non esiste prova ne è il fallimento sistematico delle sue iniziative editoriali per cronica mancanza di lettori. Adesso sono tutti pro Montanelli ma all'epoca nessuno andava in edicola a comprare i suoi giornali. Tuttavia personificava l'anticomunismo, il che nella guerra fredda era un titolo di merito supremo: da qui le interviste da Churchill a Giovanni Paolo II. Quanto al madamato, era una logica conseguenza del razzismo alla base del fascismo, nonché conseguenza del suo (del fascismo) non riconoscimento dell'universalità dei diritti umani. E' vero che da quelle parti, a quell'epoca, era costume diffuso, ma se io ho il valore del rispetto dell'infanzia non posso fare eccezioni basate sull'etnia della bambina con la quale vado a giacere. Questa è proprio l'architrave del fascismo, e la difesa da parte sua di tale costume ci parla di lui più di mille giornali che nessuno ha comprato mai. Oggi, i suoi allievi prediletti, Gomez e Travaglio, perpetuano la sua visione di giornalista con la schiena dritta.
  21. extermination

    I prezzi fanno la qualità?

    Propongo di aprire una sezione titolata " ok il prezzo è giusto" ! Gioco a premi con tanto di regolamento tassativamente da rispettare e ricchi cotillons!
  22. Bazza

    E se lascio sempre tutto acceso?

  23. captainsensible

    Alta efficienza, perplessità

    Io ho ascoltato diversi impianti alta efficienza costruiti con approccio "razionale" da appassionati, usando altoparlanti moderni e caricamenti progettati da loro. Impianti molto complessi con crossover attivi e drivers allineati temporalmente, che richiedono studio e messa a punto. Ho ascoltato anche sistemi alta efficienza "vecchia scuola", con lunghe trombe Altec e Fostex. Gli impianti moderni sono decisamente più performanti dal punto di vista timbrico delle "vecchie glorie", anche se queste ultime hanno un certo fascino e diversi difetti. L'ascolto è sempre emozionante, soprattutto nel primo caso. A casa ho diffusori RD, ma se qualcuno mi invita ad ascoltare un impianto ad alta efficienza ci vado sempre volentieri. CS
  24. Decoy

    Il disco in vinile che state ascoltando ora!

    Roxy Music - For your pleasure
  25. cactus_atomo

    Audioscience review

    le misure sono imortanti, ma occorre sapere cosa misurare, come misurare e come leggere le misure. Ricordo le misure di distorsione degli amli jap anni '80, quelli che avevan lo 9,0000000001% di distorsione armonica ma a 1 watt e a 1000 hz. O quelle di potenza su 8 ohm e carico resistivo puro (poi su carico reale un rota da 100watt misurati in modo classic9 erogava 7 watt ed un modesto NAD 3020 30) Il prblema delle misure in hifi è che manca una correloazione misure ascolto (nei primi cdp si misurava anche il wow e flutter, comse se fossero giradischi), in genere le misure sono effettuate in regime statico e con toni puri, la realtà è diversa. Le misure le leggo, danno molte informazioni, ma non tutte, però nessun sceglie un vino basandosi solo sulla gradazione alcolica Certo, un set di misure fatto bene, bene interpretato e ben spiegato dice molto e l leggo sempre volentieri, ma come si mette a punto il set di misure e come queste si scelgono è importante (e siccome ho lavorato 35 anni in un ente di ricerca, qualcosa di misure scientificamente attendibili credo di saperlo)
  26. Sonicrage

    Cosa state ascoltando?

    "Air" - "Moon Safari" (1998) CD
  27. JureAR

    Mercedes C 200 Kompressor, consigli acquisto

    Figurati che alla fine degli anni '80 con mio fratello a bordo del nostro VW211 (un transporter del '70) abbiamo fatto un viaggio fino ad Hamburg e ogni dove abbiamo trovato un accoglienza cordiale, con addirittura un "complimenti per l'italiano" al ritorno da parte del finanziere al confine nazionale: eravamo stati presi per turisti estivi tedeschi! La foto sotto (della carta d'identità mia dell'epoca e rinnovata proprio in occasione di quel viaggio per giustificare i miei baffi) chiarisce l'equivoco e l'ottima accoglienza avuta in Germania... Chiaramente anch'io indossavo degli adeguati sandali in pelle e calzino bianco d'ordinanza.
  28. gabel

    Il disco in vinile che state ascoltando ora!

    Scontro fra titani! 😳
  29. ibasso dx220 - violectric hpa v90 - beyer amiron home
  30. gianventu

    cultura generale Nuovo gioco di società: Epurazione

    ...l'impotente che diventa "non trombante" ..."Amici Miei" è stato un gran precursore dei tempi.
  31. maxnalesso

    Per chi vuole avvicinarsi alla Classica ...

    Per dare un piccolo esempio del "contraltare", questo si suonava per le strade come musica strumentale, anche se il brano è del XIV secolo, ma è utile per inquadrare il genere: Se qualcuno volesse un unico disco ben fatto e ben inciso con la musica strumentale di quel periodo, consiglio questo: https://www.amazon.it/Street-Music-13th-16th-Century/dp/B000009CXK/ref=sr_1_9?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&dchild=1&keywords=street+music&qid=1592631093&rnid=1640607031&s=music&sr=1-9
  32. gianventu

    cultura generale Indro Montanelli

    @briandinazareth In primis, abbassa i toni. Il maestrino che bacchetta le mani, fallo con chi te lo consente e evita di dare dello stupido a chi non la pensa come te. Non mi pare che gli ebrei, prima del nazismo, si dilettassero ad infilarsi nei forni. Dare in sposa o come si voglia definire una ragazzina, era una normale consuetudine in quelle culture, probabile lo possa essere ancora. In Iran e in altri paesi islamici, in India, tutt'oggi è pratica comune per bambine di tredici anni. Non era tenuto a fare pubblica ammenda. Lo ha raccontato come lo ha vissuto nel momento in cui lo ha vissuto.
  33. meridian

    Finale che suona dopo spento

    Esatto , alcuni finali, pur da spenti, fino a che non si scaricano sono in grado di suonare musica ancora qualche secondo, a volume via via decrescente, nessun problema e nessun difetto . . . E no, avevi scritto benissimo fino a qui e poi mi cadi sulla sequenza di accensione / spegnimento ??? Sempre prima si spegne il finale, poi il pre, poi la sorgente, esattamente il contrario della sequenza di accensione . . . ! saluti , Dario
  34. azn131

    Il disco in vinile che state ascoltando ora!

    Carino questo disco, una buona stampa tedesca del '78 quasi perfettamente silenziosa nonostante gli anni (Per quasi intendo qualche tic, forse 5-6, e lieve Surface noise che non si sente e o comunque nei passaggi silenziosi) tra l'altro tracciatura impeccabile del disco, 0 distorsioni e 0 sibilanti 😄
  35. Jackhomo

    Cosa state ascoltando?

  36. SimoTocca

    Mahler Sinfonia n. 9

    Eccoti le immagini delle versioni della nona che io amo di più, dal punto di vista artistico (ma anche in formato 16/44 l’audio è comunque molto molto buono...), le colloco in ordine decrescente...ma decrescente è solo un modo di dire perché sono quattro versioni superbe che potrebbero essere ciascuna la numero Uno... Ecco Abbado a Vienna...una direzione in cui razionalismo e decadentismo si bilanciano in maniera così perfetta che ...forse è per questo inarrivabile... e i Wiener sono l’orchestra di Mahler, in tutti i sensi... La copertina non è quella originale... speriamo che in HiRes la DG la pubblichi in versione originale... E poi al secondo posto ancora Abbado a Berlino, con una interpretazione dal taglio molto più “razionale” ma mai fredda o distaccata..semplicemente perfetta.. E poi, ma ribadisco che è un “poi” relativo, ecco Karajan, un interprete che in Mahler fino a questo album aveva convinto a metà, ma in questa registrazione live riesce a “sparigliare le carte”. Forse perché Karajan dopo la “tempestosa” separazione con i Berliner a fine anni ‘70, nel riavvicinarsi alla sua orchestra ha cambiato modo di vedere il mondo, è invecchiato ed ha intravisto il “final curtain” rischiando di morire e quindi forse è per questo che Karajan questa volta riesce a cogliere l’addio alla vita di Mahler, scritto in questa sinfonia, in maniera personale e vissuta... E poi Karajan si è impegnato al massimo per giocarsi la “rivincita” con Bernstein...vedi più sotto il racconto più dettagliato della vicenda... Fatto sta che questa nona live per qualcuno è il Top assoluto...e io sono d’accordo... E infine Bernstein, indiscusso interprete di Mahler, per molti “il più grande” di sempre... Con la nona Bernstein lascia due interpretazioni magistrali, quella live a Berlino e quella con l’Orchestra si Amsterdam. È questa sua ultima interpretazione quella più “bilanciata”, con meno personalismi rispetto a quella di Berlino, e con l’orchestra più “mahleriana” dopo Vienna, una orchestra in forma smagliante...
  37. one4seven

    Cosa state ascoltando?

  38. Da ieri è iniziata un'altra avventura con questi diffusori ascoltati alcuni anni fa ma mai passati per casa mia, frutto di una permuta parziale con le mie ex Opera Callas Diva ieri sera li ho montati facendo un fugace ascolto ma intravedendone il loro carattere specie confronto alle Opera. I diffusori si presentano in una silhoutte molto elegante e ottimamente rifiniti, non siamo ai livelli maniacali di Opera ma comunque ad alti livelli. Posizionati quasi nella stessa posizione dei precedenti dopo qualche minuto li ho allontanati di altri 10 cm dalla parete post in quanto già generosi in gamma medio bassa dove le Opera erano più deficitarie o lineari dipende dal punto di vista almeno per il mio ambiente, distanza dalle pareti laterali rispettivamente 3 e 4 metri. Ma veniamo al suono, ripeto primissime impressioni...amplificatore Denon PMA2020, a livello di potenza nessun problema riesce a garantire un buon messaggio ricco e armonico a bassi volumi e sa spingere quando serve senza scomporsi, credo che però il carattere caldo e corposo del Denon poco si adatti al suono delle Vienna, provate anche con il Primare i30 è uscito fuori un po' di dettaglio in più a scapito però di una riduzione della scena e una leggera musicalità in meno...bazzecole comunque. I cavi titolari AQ Castle Rock non li avevo a casa e ho usato cavi di fortuna, mi riservo un ascolto a breve con i miei. A dire la verità sono rimasto un po' spiazzato dal suono, molto diverso da quello neutro e rivelatore delle Opera così come è rimasto spiazzato il nuovo proprietario cui ho consegnato le Opera...sarà che entrambi dovremmo rieducare l'orecchio a queste nuove sonorità A questo punto chiedo ai maggiori conoscitori del brand come poterle valorizzare al meglio, che cavi prediligono, posizionamento, toe-in, amplificazione ecc., ogni consiglio è utile per farle rendere al meglio per il periodo breve o lungo che mi faranno compagnia. @TopHi-Endgradirei pubblicamente anche un tuo parere anche se mi farebbe più comodo la tua amplificazione ma chissà...tu già sai. Grazie a tutti
  39. Adriano79

    Cosa state ascoltando?

    bellissima esecuzione della tedesca NDR Radiophilarmonie, registrazione super!
  40. cactus_atomo

    cultura generale Indro Montanelli

    è troppo facile sparare su un morto, una vita va giudicata nella sua interezza, uno scheletro nell'armadio lo abbiamo quasi tutti. certo, con la logica e la sensibilità di oggi, quell'episodio non ha attenuanti o scusanti,e mi sarei aspettato da montanelli una presa di distanza, un atto di pentimento. Ma avrebbe potuto ugualmente non parlarne e nessuno ne sarebbe venuto a conoscenza. Se ha fatto outing, ed a distanza di quasi mezzo secolo, un motivo ci sarà stato. Montanelli è stato un grande giornalista, di grande rigore morale e rettitudine personale, ma non è sttao un santo, come tutti i suoi peccati li ha commessi. Negli annii '30 c'erano i bordelli ee non tutte le signorine che vi lavoravano erano maggiorenni, ma nessuno dei nostri padri e nonni, che pure sicuramente li hanno frequentati, hanno mai fatto atto di pentimento, semplicemente hanno rimosso
  41. FabioSabbatini

    I prezzi fanno la qualità?

    La vedrei così: Offendersi è l'unica reazione che gli dà la sensazione di uscirne bene, quella del: mammaaa lo vedi a lui!!! Rifiutare la realtà oggettiva Appellarsi a scoperte scientifiche del futuro che chiariranno il tutto Ammantare di inimmaginabili intricatezze anche le cose più ovvie e stracollaudate 'nzomma la lingua batte dove il dente duole Si legge spesso: "dac di qualità" "cavo di qualità" " meccanica di qualità" usati come sinonimo di alto prezzo: cioè se costa tanto, può essere "di qualità", altrimenti nisba (eccezioni sono permesse solo a vantaggio di oggetti cheap ma forgiati da mani mistiche guru supportate) (Stesso discorso, non necessariamente sul piano economico ma concettualmente simile per i formati digitali... "24 bit suona meglio di 16 e si sente eccome se si sente") ecc... Poi se gli fai notare che la spiegazione più razionale e' la suggestione, molti "si offendono" Perché? Perché una parte razionale di loro lo sa che moolto probabilmente è così Poi magari, paradossalmente, se gli parli di scansione dei piani sonori al variare del verso del gingillo mistico, in questo caso si sentono molto rispettati Perché questo ribaltamento? La mia risposta è sempre quella, fai merenda con girella...decenni di intortamento a partire dalle geniali intuizioni di Mr Methinks che per primo capi' che, una volta conquistata la patente da santoneguru ci si poteva pasturare e bene per tutta la vita, con il "di qualità!" Ah! Bravo Figaro, bravo bravissimo!! Methinks
  42. cactus_atomo

    Magico M9- Nuovo Diffusore

    @maxnalesso francamente non ti capisco, io se una cosa non mi interessa, non ne parlo, se ne parlo tutti i giorni forse mi interessa un po troppo. Non mi piacciono le Tannoy, mi hai mai visto aprire una discussione sulle tannoy o intervenire dovunque se ne parli per suggerire di buttarle nel caminetto? A me che esistano prodotti troppo costosi troppo grossi e troppo pesanti non interessa e neppure mi disturba, non è un probema mio. Ne parlerei se inconsciamente li desiderassi, preferisco discutere ed approfondire di quello che posso ragionevolmente permettermi o magari un domani raggiungere nel'usato per un colo di fortuna. Se poi come dici c'è roba che costa una frazione e va pure meglio, a maggior ragione non me ne farei un cruccio, comprerei quello che costa meno e va meglio, discuterei di quello, di come ottimizzarlo. Certi prodotti hanno un mercato, sono fatti per quel mercato (che evidentemente non è n il mio e neppure il tuo), ma chi produce lo fa per vendere e guadagnare, non per coprire le spese, se certa roba si vende, ha ragione chi la mette sul mercato. Vuoi una legge che impedisca di produrre, vendere e comprare quello che per te è sbagliato? Vorresti dirmi che se dove lavori ti offrono un aumento di stipendio lo rifiuti perché le stesse cose le facevi con lo stipendio vecchio? a me non interessano questi diffusori, mi interessa assai di più vedere qello di buono che c'è sul mrcato alla portata di noi appassionati
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy