Vai al contenuto

Classifica Utenti


Contenuti Popolari

Visualizzazione di contenuti con la più alta reputazione 20/09/2018 in tutte le aree

  1. alessandrodp9

    i quadri di Mussorsgky - Richter

    @aggelos puoi toglierci il dubbio che si tratti del recital di Sofia '58? É una pietra miliare del pianoforte in verità, nel caso lo fosse. Il genio interpretativo supera la dattiloscrittura, per citare un 'vecchio' utente che mi rammarico di non vedere più sul forum. Certo non é detto che debba piacere a forza. Se stiamo parlando del medesimo live, analogico ha già sottolineato il punto d'interpretazione veramente trascendentale rispetto alle altre registrazioni. Tuttavia come spesso accade in Richter é da vedere l'insieme più che il dettaglio o la singola porzione. Alcune promenade da 'soldato incalzato' prendono senso nell'insieme dell'esecuzione. Certo si rimane nell'arbitro puro, ma é una registrazione indimenticabile, tanto é vero che hai deciso di aprire una discussione su di essa... Anche se non ti piace, o se non hai capito se ti piace o meno. Saluti a tutti Alessandro
  2. Supertramp

    sport Champions League 2018/2019

    Hai un bidone dell'immondizia al posto del cuore
  3. I 49 milioni spariti di cui la Lega deve rispondere sono un chiaro esempio del totale relativismo che caratterizza il populismo, per cui le dissonanze non influiscono che marginalmente sulla percezione che la maggioranza degli elettori ha del governo Lega–M5S. La questione è particolarmente delicata e non può essere affrontata con gli strumenti della logica o delle posizioni ideologiche. Entrambi hanno costruito e continuano a basare il loro consenso affermando di essere l’espressione della volontà popolare contro le élite o l'establishment. Cosa intendano con questi termini non è mai dato a sapere, i due termini indicano il nemico, colui che detiene il potere, che per definizione è negativo se a detenerlo sono altri. Non vi una rappresentazione ideologica che renda coerente tutto ciò. Il populismo non ha dei valori alla base, che potrebbe essere l’uguaglianza a sinistra o la libera iniziativa a destra. In assenza di valori la narrazione è semplificata all’estremo in un solo criterio, fare il “bene del popolo o dei cittadini” contro i potenti. Che poi non si sappia quali siano i criteri con cui individuare cosa sia il bene o il male, è un altro degli elementi della loro incoerenza. Al pari la élite o establishment non è definita, non è la borghesia, il padronato, ma sono rappresentate in modo da cogliere gli istinti del loro elettorato. E’ privo di senso cercare di evidenziare le incoerenze su soggetti politici fondati sulla incoerenza. Ne consegue inoltre che non si coglie alcun vantaggio nel cercare di mettere in difficoltà quello che è il governo Di Maio-Salvini attraverso i media, anzi si ottiene il risultato opposto poiché atteggiamenti percepiti come ostili danno al loro elettorato che sia un complotto delle élite con i rappresentanti del popolo, che hanno la conseguenza di avvicinare ulteriormente il “popolo” ai due leader. Ogni critica, anche la più fondata e coerente, rischia di essere letta in questo modo. Ancor peggiore è la strategia della demonizzazione dell’avversario. La demonizzazione conduce ad una visione che divide la società in buoni e cattivi, una forma di manicheismo semplificazionista che alimenta ulteriormente il populismo. Sono tutti contro “loro” perché loro sono il “popolo”. Per quanto possa apparire paradossale una strategia efficace è quella dei “popcorn” di Renzi. O meglio del proverbio cinese che dice: Siediti lungo la riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico. Le strategie che ritengo debbano essere seguite devono far leva sulle contraddizioni inevitabili della ipersemplificazione del “popolo” contro le élite. Ad esempio la Lega in Veneto e Lombardia ha raccolto molti voti ed è piuttosto sensibile alle richieste dei ceti più abbienti. Al pari al Sud il M5S ha raccolto molti voti fra i dipendenti della pubblica amministrazione, che sono visti con il fumo negli occhi dagli elettori leghisti, soprattutto la classe operaia. Diversi altri esempi si potrebbero fare. La strategia è di gettare nei media e soprattutto in Parlamento dei “bocconi avvelenati” che facciano emergere quanto sia ben poco monolitica e coerente la rappresentazione dei populisti del “popolo”. Il fronte populista va analizzato con cura e le proposte devono essere mirate a far emergere le naturali divisioni che attraversano il “popolo”.
  4. soundview

    vinta asta su ebay ma ho cambiato idea...consigli

    Era @martin
  5. soundview

    vinta asta su ebay ma ho cambiato idea...consigli

    @ grazie alla tua sensibilità ed a quella di tutti. Dovrei farlo anche per il Melius ma lì devo documentarmi @simo
  6. JohnLee

    politica ed economia Non si era mai visto

    In realtà penso che RobertoM sia nel team di sviluppo della 'controbestia', il software segreto che la sinistra mondiale sta mettendo a punto per contrastare quello di salvini. Con quello che scrive e come lo scrive, se si escludono quelli che hanno abbracciato una Fede, i lettori neutrali o moderatamente simpatizzanti per lega/5s non possono non provare una antipatia viscerale per coloro che lui esalta con magistrale piaggeria!
  7. Panurge

    politica ed economia Non si era mai visto

    Prudenzialmente non postulo mai superiorità in genere, parziale eccezione astemi e vegani.
  8. medio

    Ryan Adams. Altri simili che conoscete?

    be',,,,, come vedi sono un suo fan di lunga data (vedi mia immagine profilo,,,, è lui, sì, in concerto sul lago di garda) se già non li hai ti consiglio sicuramente i suoi album con i Whiskeytown, sua band prima di diventare solista. Su quel filone chiamato "alternative country", "roots rock" o "no depression" (dall'album che iniziò quel genere con gli Uncle Tupelo) ci sono ovviamente gli Uncle Tupelo e le due band nate dalla sue ceneri, i Wilco e i Son Volt. Poi molte altre validissime band, ognuna con un'inclinazione particolare (16 horsepower, Handsome Family, Willard Grant Conspiracy e tante altre...). Però... però... con quella vena rock'n'roll melodica, la produzione di Ryan solista è piuttosto caratteristica e non sempre riscontrabile nei gruppi sopra citati, più vicini alla sua anima roots. Comunque, per fortuna, la produzione di è talmente vasta e di buon/alto livello che ne hai da ascoltare...
Questa classifica è impostata su Roma/GMT+02:00


Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy