Vai al contenuto

Classifica Utenti


Contenuti Popolari

Visualizzazione di contenuti con la più alta reputazione da 20/05/2018 in tutte le aree

  1. Il popolo turco ha liberamente votato di mettersi nelle mani di un dittatore che in pochissimo tempo li ha riportati indietro di 100 anni passando dall’incarcerazione di 50.000 civili... lo stesso dittatore che qui viene citato per le sue illuminate posizioni su Israele. peccato per la Turchia. comunque non è diverso da mettere il destino del paese nella mani di due cretinetti votati da milioni di analfabeti funzionali e qualche migliaio di eccentrici in nome del “vediamo l’effetto che fa”. prima i turchi prima gli americani prima gli italiani liberi tutti e vaffanculo a decenni di progresso social democratico vediamo l’effetto che fa... poi ne riparliamo.
  2. Ma siamo sicuri non sia un agente Tecnocasa?
  3. eduardo

    sport Calcio: esiste nel forum una funzione ..... ?

    Ma sei sicuro che siano lucchetti ?
  4. Anche perché a rivoltare quelli di Di Maio e Salvini hanno finito prima del previsto.
  5. ipoci

    Help per scelta dac! Conviene spenderci tanti €?

    C'é confusione perché non si vuole studiare e si tratta la materia digitale su basi "meccaniche" e non elettroniche ... Lo chassis deve pesare almeno 22Kg ... metti il cavo usb XYZ ... aggiungi le punte per focalizzare il suono. Il digitale se ne sbatte di tutte queste fregnacce, se cambiando cavo usb cambia il suono, vuole dire che c'e' un problema tra sorgente e ricevitore e bisogna studiare come risolverlo. Oggi l'innovazione digitale di qualità per il consumer ... sta nel DIY Un cordiale saluto, Massimiliano
  6. Non butterei mai la moglie dalla finestra: ci parcheggio sotto la macchina.
  7. alexis

    La bellezza dei giradischi

    Sinceramente tutta ‘sta spocchia nei commenti comincia a darmi fastidio. Chiedo sempre sommessamente cosa avete fatto nella vostra vita di significativo nel settore? forse montato un playmobile del bimbo e vi sentite progettisti meccanici? io sono progettista davvero e conosco oltre alla gioia anche le infinite fatiche che stanno dietro al progetto, so che la vil materia é inerte e refrattaria a qualsiasi tentativo di ordine, insito nel progetto.. in qualsiasi progetto. riuscire ad arrivare in fondo a un progetto, e all’esemplare funzionante e suonante richiede migliaia di ore di rifinitura, ottimizzazione, prototipi, tentativi e dubbi. beati voi che questi dubbi e difficoltà non li avete, ma evitate please di parlare di fuffa e marketing, almeno fino a quel giorno in cui potrete dimostrare con i fatti di saper far meglio dei milioni di C.T. del lunedì, con un gomito ovviamente sul bancone del bar. Ps. simpateticamente, of course
  8. Xabaras

    cronaca e costume Calcio Italiano

    La falange Juventumeridionale all'opera... sono organizzatissimi, incazzatissimi e arrivano sempre all'unisono. Il terrore delle discussioni sul calcio
  9. MCnerone

    FPP Food Porn Photo

    Una semplice linguina co’i ricci.
  10. 3 punti
    Le cartoline di oggi vi parlano di un lago affascinante, di un ottimo pranzetto, di un’antica leggenda, di un’isola incantevole, e di un percorso mistico. Orta, che sorge sulle rive del lago omonimo, è classificato tra i 100 borghi più belli d’Italia. Il lago si è formato dal ghiacciaio del Sempione ed è separato dal lago Maggiore dalla cima del Mottarone. Siamo in Piemonte, nella provincia di Novara. Sono tante le camminate e le attività che si possono fare attorno a questo piccolo specchio d’acqua circondato da una vegetazione lussureggiante e cangiante a seconda della stagione. Gozzano, ad esempio, offre piccole spiagge attrezzate e, nei dintorni, scuole di vela e circoli di canottaggio. Orta, invece, propone soprattutto passeggiate spettacolari e, tra queste, quella al Sacro Monte attraverso una via costellata da 20 cappelle affrescate, dedicate a episodi della vita di San Francesco. Arrivando alla minuscola cittadina, si è attratti da una strana costruzione in stile moresco che svetta e domina il lago: si tratta di Villa Pia Crespi, costruita nel 1879, su incarico di un ricco imprenditore tessile, indigeno, che voleva farne dono alla diletta moglie, Pia. Del progetto si occupò uno dei più famosi architetti dell’epoca, Angelo Colla, e, soprattutto nel periodo tra le due guerre, ospitò, oltre al re Umberto I, molte personalità di spicco in ambito letterario e religioso. Ceduta successivamente, finì per diventare un hotel negli anni ‘80. Oggi è reputata una sorta di tempio per i gourmet poichè il suo ristorante è diretto dallo chef Antonino Cannavacciuolo. La Villa è molto bella, ha interni stupendi e preziosi, un magnifico giardino e una bella piscina ma, personalmente, non mi sembra in armonia con il contesto: la maestosità silenziosa e raccolta del panorama lacustre era già perfetta e, a mio avviso, non necessitava di “intrusi”. Lasciata l’auto in uno dei parcheggi posti fuori dal borgo, si scende verso il lago attraverso un dedalo di vicoli molto suggestivi, ricchi di affreschi, antichi lavatoi, balconi fioriti, ristorantini e negozietti, fino ad arrivare alla piazza Motta, dove si trova il centro del paese e il piccolo imbarcadero. Da notare il palazzetto detto il Broletto, datato 1572. IL BROLETTO La chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta Le specialità della valle sono tante ma i formaggi sono il top. E’ ora di pranzo e, prima di imbarcarci per l’isola, anche noi ci sediamo in un ammiccante e già sperimentato ristorante proprio a bordo acqua, di fronte all’imbarcadero e all'isola. Ecco il nostro goloso menu: Sformatino di patata e porro, fonduta al maccagno Gnocchi di segale, grasso di Formazza, pistilli di zafferano e pancetta nostrana Sottofiletto di manzo, scalogno confit e salsa al marsala Crema bruciata alla nocciola IGP del Piemonte Caffè e piccola pasticceria della casa Tutto ottimo! E ora parliamo della leggenda che ha dato il nome all'isola e del miracolo di San Giulio e anche dei mostri... Giulio e Giuliano erano due fratelli religiosi, che, nel IV secolo, sotto l'imperatore Teodosio, si misero in viaggio con l'obiettivo di convertire i pagani e di fondare 100 chiese. Lungo era stato il cammino e anche faticoso ma la loro fede li aveva sempre aiutati a superare i pericoli e le avversità incontrate ed erano quasi alla fine della loro missione dopo aver fondato ben 99 chiese quando giunsero alle rive del lago! Giulio era anche un esorcista e, decise che la centesima l’avrebbe fondata proprio su quell’isola “maledetta”! Si diceva infatti che l’isola fosse infestata da draghi e serpenti feroci che si cibavano, in un solo boccone, di capre selvatiche, di buoi e anche di quei malcapitati che, in barca, osavano avvicinarsi. I barcaioli infatti si limitavano a pescare poco distanti dalla riva e lontano dall’isola ma raccontavano di avvistamenti spaventosi e descrivevano i mostri arricchendoli con particolari agghiaccianti. Nessuno mai si sarebbe arrischiato a trasportare i due monaci, anzi, gli abitanti tutti li supplicarono di lasciar perdere e di abbandonare quella idea così folle. Giulio non si lasciò convincere e, inginocchiatosi sulla riva, iniziò a pregare chiedendo l’aiuto del Signore. E avvenne il miracolo! Il suo mantello si trasformò magicamente in una sorta di barca resistente alle onde create dai draghi e lo portò sano e salvo sull’isola dove, non solo sconfisse le forze del male ma riuscì anche,con l'aiuto di tutti i borghigiani, sedotti e convertiti dal miracolo, a fondare la sua centesima chiesa!! Ora nella sacristia della chiesa è conservato un lungo osso, forse una vertebra, del drago ucciso dal Santo che, a sua volta, è sepolto nella cripta sottostante. Sì, ho raccontato una bella fiaba che, di vero, pare abbia solo qualche radice:in realtà, forse, sull’isola abitavano dei pagani irriducibili e crudeli. Per quanto riguarda l’osso pare, invece, sia un fossile di una balenottera spiaggiatasi e defunta in epoca glaciale! Sotto la chiesa, poi, si sono trovati anche i resti di un’altra chiesa costruita in epoca precedente. Da segnalare, comunque, che ancora oggi, alcuni barcaioli sostengono di avvistare, a volte, degli strani mostri, simili a coccodrilli che sbucano dall’acqua e, con fare aggressivo, li spaventano. Insomma, anche in Piemonte abbiamo il nostro Lochness!! Adesso torniamo seri, abbandoniamo le fantasie e imbarchiamoci alla volta dell’isola. San Giulio domina dall'alto del Palazzo Vescovile Già dal lago, mentre ci avviciniamo, ci rendiamo conto di quanto possa essere bella, romantica e ricca di fascino: L’isola, molto piccola, detta anche isola del Silenzio, ha soltanto una via perimetrale dotata di una particolarità: se si intraprende il cammino in un verso si percorre la via del silenzio, se ci si incammina nell'altro senso, la via della meditazione. In certi periodi, lungo la via, si possono leggere dei cartelli fronte/retro, multilingue, con frasi diverse scritte a seconda del percorso: questi pensieri sono quelli di una badessa, Madre Anna Maria Canopi. Lungo la via si incontra anche una passerella celata che serve alle suore di clausura per accedere direttamente dal convento alla chiesa senza passare dalla stradina pubblica. La popolazione dell'isola non arriva a 100 abitanti, di questi, almeno 70, sono suore di clausura benedettine dedite allo studio di testi sacri, alla preghiera e alla meditazione. Non si può non restare immersi in questa atmosfera così tranquilla e serena e neppure non riflettere su quanto si legge camminando, istintivamente, a passo lento e con rispetto. Ed ecco l'interno della basilica di san Giulio che ha il fronte direttamente sul lago: è ricca di dipinti di epoche diverse ed è impreziosita dall'ambone in serpentino d'Oira, una pietra verde estratta nella zona. Una cosa è certa, anche se non si tratta di un miracolo, dopo questa passeggiata, tornando a casa, ci si sente davvero più sereni, leggeri e rilassati!
  11. homesick

    cultura generale Addio a Philip Roth

    con la sua morte se ne va un grandissimo pezzo di storia della letteratura del XX secolo , tra i più grandi sicuramente , sicuramente uno dei miei preferiti , capace di mantenersi su altissimi livelli a distanza di decenni se penso che il lamento di Portnoy è del 69 e la Macchia Umana del 2000 con in mezzo quell'altra pietra miliare di Pastorale Americana. come poi non abbiano mai avuto il buon senso di premiarlo con un Nobel , lo sanno solo in quel di Stoccolma...
  12. Fai il bravo... se ti attacco perché porti i calzini azzurri sono un fascista, ma se ti critico perché hai barato sulle tue qualifiche, sarò magari bacchettone, ma esercito un legittimo diritto di pernacchio. eppoi finiamola con ‘sto popolo... la volontà popolare è ampiamente sopravvalutata e al massimo va bene per determinare il compenso di Maria De Filippi.
  13. Io tutta questa ricerca nel h-ifi di cui parlate, assolutamente non la vedo, credo come ho già scritto, che la ricerca in questo settore e molto limitata perché non ci sono più interessi economici che rendono appetibile questo settore agli investitori, a chi ha capitali da investire, mentre sino agli anni ‘90 ancora si investiva molto in ricerca, basta sfogliare una rivista di quegli anni per rendersene conto, quante proposte nuove e quanto fermento c’era in questo settore….. Per fare un esempio di un settore dove veramente si fa ricerca, basta guardare a quello dei cellulari, prendete un telefono di inizio anni 2000, e poi prendete un iphone 10, qui si che si è investito in ricerca e chiunque se ne accorge, se avessero investito gli stessi capitali in sviluppo e ricerca nel hi-fi avremmo notato anche in questo settore uno sviluppo simile, cosa che è evidente non esserci stata. Con questo non voglio dire che oggi non ci siano prodotti migliori di quelli di 20 anni fa, alcuni lo saranno magari, ma parliamo di differenze infinitesimali, non c’è certo la differenza di un progresso che invece c’è stato in questi venti anni, ad esempio, tra un Motorola startac ed un Iphone 10, e questo semplicemente perché, si investono capitali per la ricerca, in settori che tirano e producono reddito, non e questo, purtroppo, il settore che ci interessa. Io credo eccome nella ricerca, però è evidente che, per quanto scritto prima, in questo settore se ne fa ormai pochissima.
  14. Comunque alcuni scritti non mi sorprendono E' un approccio Italiano il non credere alla ricerca - infatti le altre nazioni ci fanno il c... bravi bene bis!!
  15. 2slow4u

    Consiglio Cuffia Entry Level

    Occhio anche alla componente induttiva. In certe cuffie, il modulo di impedenza "sale" gradualmente alle frequenze piu' elevate, proprio perche' la bobina mobile costituisce un induttore. E con un pilotaggio ad "alta" impedenza, oltre alle storture in gamma bassa, si verifichera' anche un enfasi in gamma alta, proporzionale all'andamento del modulo dell'impedenza. Con sorgenti ad "alta" impedenza interna, e' sempre meglio utilizzare cuffie con modulo tendenzialmente "piatto", o meglio, privo di eccessive irregolarita'. Le IEM multivia, prevedendo un cross over all'interno, presentanoi un carico piu' reattivo e irregolare del solito, ecco perche' per questa categoria di "cuffie", la bassa impedenza di uscita e' un must. Poi ci sarebbe da parlare anche di fattore di smorzamento, ma questa e' un altra storia.
  16. Una persona normale non diventa improvvisamente "pazzo",ci sarà stato un disagio mentale provocato da qualcosa,e in molti casi le persone vanno aiutate prima che scatti l'irrimediabile.Provo profonda pena per tutti e tre.
  17. Otto von Ubert Steiner

    cronaca e costume Lo stage della capra

    @stefanino be', i cicli li hanno ribaltati ben bene. Ciascun insegnante può inserire fino a 15 preferenze di scuola: la maestra di Trapani viene sbattuta a Cuneo, quella di Cuneo a Macerata, quella di Macerata a Sassari, quella di Sassari a Pordenone. Corollario: si mettono in malattia in attesa di nuova chiamata. Alle elementari oggi è NORMALE che un bambino cambi anche 3-4 insegnanti all'anno, e i genitori rassegnati sperano che almeno non capiti quella che scrive zebbra con due b. Da direttiva ministeriale, alle elementari è vietato dare voti negativi (e bocciare) perché influiscono negativamente sull'autostima dello studente (invece cambiare insegnanti come calzini giova enormemente all'equilibrio di bambini di 6 anni...). Alle medie, si può bocciare solo in casi di gravi deficit comportamentali, con il parere unanime di tutti i docenti, e l'avallo dei genitori: della serie, avanti tutti, meritevoli, cani e delinquenti. Alle superiori si presenta il primo scoglio. I genitori vengono finalmente messi di fronte alle bestie che hanno generato. E qui scatta la difesa della famiglia italica: mio figlio è un genio, prendeva sempre 9 alle elementari e 8 alle medie, lei l'ha preso di mira. E a volte, giù botte (quando non ci hanno già pensato direttamente i pargoli). Per ora l'università non è ancora stata distrutta, ma mi aspetto grandi cose da questo nuovo Governo: iniziamo a vedere chi sarà il ministro... o la ministressa.
  18. Non e’ facile resistere alla lusinga di fare il pdc
  19. Panurge

    politica ed economia Il contratto di governo

    Ma lasciali divertire.
  20. melos62

    FPP Food Porn Photo

    Viva la semplicità! Incontro ecumenico tra Roma, Agerola e Friuli Venezia Giulia
  21. transaminasi

    Help per scelta dac! Conviene spenderci tanti €?

    Ho deciso di tenermelo...
  22. Roberto M

    politica ed economia Il contratto di governo

    Il giornale ora si sta scatenando. Hanno già scritto sul colore dei calzini di Conte ? E comunque essere amici stretti della Boschi non è per niente un'infamia, vorrei anche io essere suo amico stretto, anzi strettissimo, più stretto è meglio è.
  23. Re_Frain

    sport Lazio Inter la sfida Champions

  24. analogico_09

    Il disco in vinile che state ascoltando ora!

    La prestigiosa antologia della canzone napoletana, 12 LP, interpretata dal grande Roberto Murolo, 'na voce, 'na chitarra e tanta bellissima musica!
Questa classifica è impostata su Roma/GMT+02:00


Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×