Jump to content

maxnalesso

Members
  • Content Count

    8,713
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

255 Excellent

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Argh!! Mi ero fermato a pagina 21 ed ora siamo a 126 !!!!!!!!!!!! Qualcuno può farmi un riassuntino? 😵
  2. Attenzione... Sul fatto che la tonalità, nelle diverse epoche, assuma un "peso espressivo" diverso, non ci piove: dalla tonalità "quasi modalità" del cinquecento, alla tonalità "cromatica" Wagneriana di fine 800 ci sta di mezzo una bella differenza.... Ma il discorso mi pareva vertere più sul fatto della tonalità in sè, nel suo valore assoluto legato alla frequenza fisica dei suoni ad essa correlati, non al rapporto tra di essi e alla tecnica sottesa allo sviluppo tematico ed armonico dell'impianto tonale stesso. In questo senso, studiando i grandi autori "tonali", fra
  3. Non direi.... la tonalità in sè ha una importanza FONDAMENTALE sul risultato espressivo. E' un discorso legato anche all'altezza assoluta delle note, alla loro frequenza: c'è una relazione fra "suono fisico" ed espressione: un preludio e fuga per organo in DO maggiore, già trasportato solo un tono sopra o sotto, cambia nella resa espressiva ... Vedi sopra: c'è molta più relazione di quanto pensi! Non è solo una questione di "architetture matematiche", ma esiste una vera e propria correlazione fra la tonalità ed il risultato che l'autore vuole ottenere. Il discorso è as
  4. Concordo! La serie 3 anche per me è stata una sorpresa (ascoltate 804, 803 e 802), e quindi sono assai curioso di vedere cosa esce fuori da questa nuova serie 4. Anche se, mi conoscete, sul prezzo della serie 3 sono sempre stato mooolto critico, perchè i 9k euro per la 804 mi paiono davvero eccessivi, e a quelle cifre io (per i miei gusti ma anche per "caratteristiche complessive") mi sarei portato a casa senza dubbio una Maggies 3.7 😉 Ciao, Max
  5. Ecco, perfetto: ma se un produttore riuscisse a vendertelo a 7.000 euro, significa automaticamente che suonerebbe peggio? Mi viene in mente quando negli anni 90 si paragonavano i prodotti in base al prezzo di listino in Italia, e naturalmente le riviste davano sempre per vincitore quello più costoso... ma .... che strano poi andare a vedere che negli usa, con il prezzo originale in dollari, il prodotto costava 1/3 e quindi era "merceologicamente" inferiore al "perdente"... In sintesi: la logica del prezzo non stà in piedi dal punto di vista sonoro, se non in rarissimi casi.
  6. Ovvio che il male fatto non si cancella, ma può cambiare la persona e quindi, se esiste piena consapevolezza del male fatto e sincero pentimento, la salvezza in senso teologico è assolutamente concessa. Dal punto di vista umano ciò potrebbe non essere possibile, ma esistono casi di assassini che, dopo anni di carcere, sono cambiati e diventano perfino brave persone, sia restando in carcere che dopo esserne usciti. Purtroppo la cosa più complessa non è "inquadrare" il male, ma gestire il perdono: quante volte abbiamo sentito persone colpite nei propri affetti che perdonano il carn
  7. Però... che strano ... sempre gli svizzeri: FmAcoustics, ChPrecision, ora Holborne: ma solo loro hanno trovato la ricetta per i veri amplificatori, che ovviamente devono costare esageratamente altrimenti non suonano ? ... Chissà... magari avranno circuitazioni top secret 😎
  8. Altro impiantino con roba nuova (presa qualche anno fa in negozio) ascoltato da un amico musicista "non impallinato" di HiEnd come noi altri 😇 Lettore cd Marantz 6006 Ampli Denon pma800 Diffusori Indiana Line Diva 255 Ciao, Max
  9. Guarda che qui ti sbagli di grosso, insieme ad altri "estremisti" dell' hiend (la fazione opposta ai righellisti .. 😋 ). I buoni microfoni costano un botto, e il progresso in campo "audio stereofonico" è pressochè fermo da decenni in questo settore (pensa ai mitici Neumann a valvole), ed anche tu lo hai sostenuto più volte riferendoti persino ai diffusori. Certo, l'ascolto è al primo posto quando voglio dare un giudizio soggettivo su cosa mi piace (ed avevo fatto l'esempio che io ho preferito le Dq10 alle Aida, che te devo dì...), ma le misure elettroacustiche (ed elettroniche
  10. E tu inviti certa gente ad ascoltare l'impianto? Se non sono audiofili cosa vuoi che possano capire di suono riprodotto? Eddaiii Fabbbiooo !!! Non cadermi sui fondamentali ! 😁
  11. @Silver La riga nera mostra l'impedenza in ohm, che va da poco meno di 6ohm a 10hz fino ad arrivare oltre 20ohm a 20khz, con un minino di impedenza di circa 5ohm intorno a 150hz. La riga tratteggiata indica la fase (sfasamento fra corrente e tensione, dato che qualsiasi diffusore non è una resistenza pura), che ha un picco massimo positivo a circa 500hz di circa 35/40 ° (non si capisce bene dalla scala), ed un picco minimo negativo a circa 60hz di -20° Dal grafico, si evince una carico abbastanza facile, con il punto più critico di pilotaggio tra i 50 e i 100 Hz (ma nient
  12. Questa è la domanda del secolo (scorso): è nato prima l'uovo o la gallina?
  13. @Grancolauro Già, vero: lo avevi citato tu 🧐 https://marcotrombetti.com/disaccordo
  14. Mi pare che vi siete "incartati" solo sull'aspetto "orario di lavoro" / "smartworking" L'articolo mi pare molto più interessante, in particolare mi piacerebbe discutere di questa frase ivi citata: << In sintesi, non è detto che scelte umane siano economiche, anzi: molto spesso l’umanità appare come la scelta meno “conveniente”. >> Qui si tratta di rimettere al centro l' Uomo e non il profitto fine a se stesso: è un cambiamento di mentalità radicale che dovrebbe essere valutato con attenzione dai cosiddetti "manager". Ma temo che, soprattutto in Italia, sarà b
×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.