Jump to content

Gici HV

Members
  • Content Count

    7,214
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

143 Excellent

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Rifare il mobile e il crossover e utilizzare gli altoparlanti originali sarebbe stata una operazione perfettamente reversibile,visto che mobile e crossover originali non sarebbero stati toccati.
  2. @rossano92 belle le Navis,il resto dell'impianto? @goldeye sapevo che con quella affermazione avrei provocato un vespaio,io non parlavo di finiture ma di tipologia di costruzione. I ripiani,a parte la "polvere di ghisa di nuova concezione" 🤔 e qui preferisco non commentare,sono costruttivamente identici a molti prodotti Ikea. Il nido d'ape,che per chi non lo sapesse è semplice cartone,viene utilizzato per i ripiani per la sua economicità,leggerezza e capacità di sostenere pesi senza incurvarsi,non è certo una invenzione di Taoc,lo utilizzavano già negli anni
  3. Più o meno ho fatto io,ascoltavo fino a 5 anni fa con diffusori presi nei primi anni ottanta e un ampli HT,in stereo, Pioneer top di gamma con una quindicina di anni sul groppone,poi un cinesino da 20$ mi ha fatto ripartire la passione e lo stravolgimento di tutto l'impianto. Come ho detto più volte,pur avendo tutte le sorgenti classiche,ascolto quasi esclusivamente Tidal con un Nad c658,preso proprio con l'intenzione di passare agli attivi,il primo pensiero erano degli Elac Navis,per me ottimi,ma adesso,con calma,sto alzando il tiro.😉
  4. Non preoccuparti,col tempo si può guarire..😉😁😁
  5. @arcdb anche l'MDF e il più pregiato e costoso HDF sono derivati del legno...
  6. Questi hanno 6 ampli da 250w,uno per ogni altoparlante... https://www.kiiaudio.com/electronics.php ..se poi aggiungi il sub bxt (se si può chiamare sub) sono solo altri 4kw..😉
  7. Di questo non sono convinto, più probabilmente multistrato. Il legno è un materiale vivo e altamente sconsigliato per certi usi,tipo i diffusori.
  8. Pensa che i portaelettroniche Tao utilizzano lo stesso, economicissimo,sistema a nido d'ape per i ripiani,lo descrivono con una serie di paroloni e puff... ..il prezzo lievita e diventano hiend.🤦😲😁😁
  9. Penso che non sei il solo... ...ma restano inguardabili.😁😁
  10. @Nerodavola62 @GianGastone II condivido il pensiero che non bisognerebbe vedere cosa suona e poi dare una valutazione,anche economica, dell'oggetto in questione. Parlando di design e costo come giudicare questo diffusore unanimamente considerato bensuonante? Ci sarà sicuramente chi lo trova bellissimo,per me è un anonimo parallelepipedo inguardabile senza griglia, sembra mitragliato con tutte quelle viti a vista 🤭,per la cifra a cui lo vendono avrebbero potuto curare meglio il frontale,altro che una targhetta quasi nascosta.
  11. Come azzerare il valore di un diffusore in un attimo...🤦 Ma,dico io,non avrebbe avuto più senso rifare anche un mobile nuovo? La prima cosa da fare sarebbe quella di garantire la reversibilità di ogni intervento "migliorativo". 🤔
  12. I motivi sono più di uno,estetico,niente apparizioni mistiche ad ogni cambio di cavo, impegno economico, per molti importante,non potendo procedere per step (prima cambio i diffusori, poi l'amplificatore,poi ancora i diffusori e via di questo passo) e ovviamente la fine dei giochi...😉
  13. Lo stesso vale per me. Stessa cosa faccio io quella rara volta che entra un nuovo oggetto.😉
  14. @senna certo, era per dire che magari hanno sviluppato i 2 prodotti in sinergia.
×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.