Jump to content

karnak

Members
  • Content Count

    1,931
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

43 Excellent

Recent Profile Visitors

45 profile views
  1. Non volevo bacchettare, ci manca, quanto esprimere un mio personale e opinabilissimo punto di vista.
  2. Ma qui non stiamo a discernere sul nuovo corso, che per altro non conosco. Si parla della filosofia di proporre degli apparecchi che presentano dei sicuri upgrade aggiungendo gli alimentatori. Per mia esperienza, se aggiungi un flat o un Hi ad un qualunque apparecchio lo renda possibile, il risultato è certo e tangibile, cosa che non sempre è scontata upgradando un intero apparecchio di altre case. Nella sua fascia di prezzo, posto che ti piaccia, Naim è una casa seria con uno storico altrettanto serio. Poi c'è altro, indubbiamente.
  3. No, permettimi : guardala da un'altra angolazione : Naim ti da l' opportunità di incrementare prestazioni e valore dell' apparecchio che hai acquistato in maniera sicura e certa. Poi tu puoi scegliere. L' ampli l'hai ascoltato prima di comprarlo, l'hai ascoltato con o senza super alimentatore. Se con, ne sarai stato cosciente. Per me, in un mondo pieno di uffa, Naim lavora in modo serio.
  4. Ma non si parlava di HiCap? Il mio lo avevo pagato un paio di migliaia di Euro.
  5. I costi nel nostro hobby sono insensati 9 volte su 10. Naim ti da la certezza di un upgrade sicuro e tangibile a prezzi accettabili e senza avventure che spesso si traducono in delusioni. Non è poco.
  6. Però lq differenza e tangibile e l'upgrade sicuro sotto ogni aspetto.
  7. Andava già bene il 550 ( o era il 600? ), se la cavava con le mie 907R in ambiente piccolino. Certo che 30w sempre 30 rimangono. Se i 50 sono della stessa forza, ma in scala, deve essere una bella macchina.
  8. Comunque io credo di essere immune da quando accadde un'episodio increscioso anni e anni fa : ero un ragazzino. Con la mia vespetta 50 special, dopo abbondante pioggia primaverile, percorrevamo Strada del Gerbido verso Piazza Omero, guidava il mio amico. La vespetta montava un 100 DR e bobina maggiorata, i rapporti erano originali perchè aspettavo di fare cassa per montare frizione e campana della Pinasco, il numero di giri era altissimo, ma in compenso aveva una ripresa da paura. Con la marmittina ad espansione svuotata tanto in voga al tempo, faceva un casino d'inferno e aumentava la sensaz
  9. Qui siamo d'accordo. Il 480 è un bellissimo ampli, piace molto anche a me.
  10. Sub, quando ti ho scritto che non avevo capito, era vero, non scherzavo. Stai sbagliando persona : io ho avuto talmente tante di quegli apparecchi, che non sono fan di niente e se scorri nei miei interventi, mi pare abbastanza palese, quindi se ti piace o meno Burmester full o parziale, credimi, me ne frega proprio zero meno meno.
  11. Tu scherzi : io ho il garage adiacente alla sala d'ascolto. Delle volte ho la macchina in carica e l' impianto mi si accende da solo. Oltre tutto, è da quando l' ho ritirata che ho delle continue, violentissime e lunghissime erezioni. Non vorrei che i campi magnetici mi facessero litigare con mia moglie che, ha tre anni in più e già pativa la mia esuberanza pre elettrica....👅
  12. Mi sorprendo perchè sei voce fuori dal coro. In ogni caso, sono un convinto sostenitore del fatto che ciascuno debba ascoltare nel modo che gli da più piacere. Sono molti i brand che percolano facendo finta di innovare . Io preferisco affidarmi a chi persegue un suo ideale di buon suono, che piaccia o meno, senza andare dietro ad ogni cambiar di brezza. Chi cambia troppo spesso direzione, non mi da l' idea di aver le idee tanto chiare e, come consumatore ed estimatore, mi lascerebbe un po spiazzato. Ma, guarda, francamente, che tu possa apprezzare Burmester, mi i
  13. Bho, direi che rimane un tuo personalissimo ( e singolare ) parere.
  14. Ottimo : il listino, da OZ al Tempio era cresciuto in maniera sensibile.
×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.