Jump to content
Melius Club

Search the Community

Showing results for tags 'cronaca e costume'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forum

  • Forum
    • Welcome on board!
    • Home Audio
    • Vintage Room
    • Listening in Headphones
    • DIY Do It Yourself
    • Video Home Theater
    • Music Room
    • Joe's Garage
    • Visual Arts Room
    • Lounge Bar
  • Circolo fan Silcable's Forum del Circolo Silcable
  • Circolo fan Pylon Audio's Forum del Circolo Pylon
  • Circolo fan Audiogears's Topics

Blogs

There are no results to display.

There are no results to display.

Product Groups

There are no results to display.

Categories

  • Number 43 - Year 2019
  • Number 42 - Year 2016
  • Number 41 - Year 2014
  • Number 40- Year 2014
  • Number 39 - Year 2013
  • Number 38 - Year 2013
  • Number 37 - Year 2013
  • Number 36 - Year 2012
  • Number 35 - Year 2012
  • Number 34- Year 2012
  • Number 33 - Year 2012
  • Number 32 - Year 2009
  • Number 31 - Year 2008
  • Number 30- Year 2008
  • Number 29 - Year 2008
  • Number 28 - Year 2007
  • Number 27 - Year 2007
  • Number 26 - Year 2007
  • Number 25 - Year 2007
  • Number 24 - Year 2007
  • Number 23 - Year 2006
  • Number 22 - Year 2006
    • Cavi di potenza
    • Cavi di segnale
  • Number 21 - Year 2006
  • Number 20 - Year 2006
  • Number 19 - Year 2006
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 18 - Year 2006
  • Number 17 - Year 2005
  • Number 16 - Year 2005
    • Interviste ai costruttori di cavi hifi
  • Number 15 - Year 2005
    • Sonic Impact T-Amp
  • Number 14 - Year 2005
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 13 - Year 2005
  • Number 12 - Year 2004
  • Number 11 - Year 2004
  • Number 10 - Year 2004
  • Number 09 - Year 2004
  • Number 08 - Year 2004
  • Number 07 - Year 2004
  • Number 06 - Year 2003
  • Number 05 - Year 2003
  • Number 04 - Year 2003
  • Number 03 - Year 2003
  • Number 02 - Year 2003
  • Number 01 - Year 2003
  • Number 00 - Year 2002

Categories

  • Audio, Video, Photo
  • Compact discs, vinyls, tapes

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 1065 results

  1. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2019/11/25/furto-da-un-mld-nel-castello-di-dresda_08d59434-6d5a-4b43-b3c4-c01db7343497.html Siamo nei dintorni della banda del buco.
  2. Volevo segnalare questa mostra che celebra il più famoso fenomeno satirico del dopoguerra (anche perché prima non si poteva satireggiare). Io mi sono divertito moltissimo, è stato un vero salto nel passato
  3. vizegraf

    cronaca e costume Censura

    Premessa: Avendo,per alcuni decenni, tenuto faticosamente un certo comportamento per far credere di essere una persona seria, ora da pensionato, grazie all'ospitalità di Melius, do libero sfogo alla mia vera natura frivola e disimpegnata proponendovi un gioco. Avete mai pensato a quanti brani musicali, pieces teatrali, sketch anche pubblicitari oggi verrebbero censurati per non offendere, irritare o comunque infastidire Religioni, Tradizioni o semplici usi e costumi diversi dai nostri? Vi propongo a titolo esemplificativo una canzonetta degli anni '50 (ma ce ne sono altre più note) che secondo me oggi sarebbero censurate sopratutto in RAI.
  4. Peggio: "Cari studenti, sono il prof. Giancarlo Talamini Bisi. A me la retorica fascistoide di Salvini piace, quindi vi dico che se vedrò qualcuno di voi tra le sardine, gli renderò la vita un inferno. Vedrete il 6 col binocolo e passerete la prossima estate sui libri." Questo ha scritto un professore di italiano e latino: . . che secondo me è addirittura peggio di quella gran p...rofessoressa che augurava la morte ai poliziotti . . Questa donna infatti se la prendeva con dei maggiorenni più grossi di lei, questo con dei minorenni subordinati al suo giudizio. La professoressa inoltre augurava, questo figuro promette. . Per il danno fatto secondo me non basta il licenziamento. . Sempre che sia vero, perché mi pare pazzesco che qualcuno abbia la sfrontatezza di pubblicare un simile messaggio in rete. Forse i tempi sono maturi per un nuovo uomo forte che possa fare polpette delle opinioni diverse dalla sua, facendo polpette di chi le abbia?
  5. Panurge

    cronaca e costume Biella ciao

    Biella sta sostituendo i carabinieri nelle barzellette ma, per amor di precisione, il soggetto che ha combinato il casino è un podestà forestiero, è di Cossato.
  6. Qualcuno se lo ricorda?
  7. alberto1954

    cronaca e costume Oh Venezia mia

    Sono vissuto tanti anni a Venezia ... Vederla ...affogare... mi stringe il cuore.. Ho vissuto anche io il dramma dell'acqua alta.. ma non ai livelli di questi giorni! Quello che mi fa imbufalire è il MOSE... ricordo le lunghe polemiche tra chi voleva e chi non voleva.. farlo... Alla fine vinse il gruppo del fare.. gli imprenditori che volevano salvare Venezia... ed infatti come tutti i grandi progetti italiani sono subito cominciati i giri di mazzette e le solite storiacce ed ora dopo 20 dico VENTI anni.. NULLA se non una sbaraccata di miliardi di euro spesi inutilmente... Le paratie stanno arruginendo ancora prima di cominciare a funzionare occorrono un centinaio di milioni di manutenzione!! E'inutile se prima non facciamo una legge FEROCE contro la corruzione .. in questo paese non si possono fare grandi opere... Scusatemi parlo di pancia.. ma vedere tanta acqua invadere le calli mi da una angoscia... terribile... "I lavori per la sua realizzazione sono cominciati nel 2003, quando era presidente del Consiglio Berlusconi, ma non sono ancora stati completati. Nel 2014, il Consorzio Venezia Nuova (Cvn) - concessionario del ministero delle Infrastrutture per la realizzazione dei lavori - è stato commissariato dallo Stato, visto che vari suoi membri erano stati coinvolti dalle indagini della magistratura per aver ricevuto fondi illeciti e avevano patteggiato la pena. Da allora si sono succeduti diversi commissari." ... Quando, Venezia mia, su le to case, una gloria de sol xe sparpagnada, lassime dir, se’l paragon te piase, che ti me par na tosa spensierada. Che ti me par; quando ti dormi in pase dai basi de la luna inarzentada, in mezo l’aqua del to mar che tase, la poesia che sogna inamorada. Che fra ‘l caligo, ti me par na fia che vogia far mistero del so incanto, de soto un velo de malinconia, e quando inveçe piove; dal dolor, na bela dona che se strusa in pianto dopo un contrasto avudo per amor. Eugenio Genero 1922
  8. Siamo alla frutta. https://www.huffingtonpost.it/entry/greta_it_5dd50e48e4b0e29d727c6087
  9. ...avesse preso la macchina, 6 persone a bordo invece delle 5 consentite, si fosse fatto beccare e ritirare la patente perché in possesso di hashish, fosse comunque andato in discoteca invece di riportare macchina e amici a casa, avesse bevuto (tanto: tasso sopra 0,7) nonostante neopatentato, avesse ammucchiato la macchina in un fosso e la sua ragazza avesse perso la vita nell'incidente... ...non so se riuscirei a difenderlo in questo modo. Sono un padre orribile? https://www.repubblica.it/cronaca/2019/11/03/news/padre_incidente_figlio_fidanzata_morta_salvatores-240105864/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P10-S1.8-T1 Alberto
  10. Alcool s'è sempre scritto con due o, perché adesso deve bastarne una sola? E del goal, ne vogliamo parlare? La a è sparita, anche dalla stampa sportiva... anzi, forse è stata proprio questa ad iniziare la semplificazione per paura che i più terra terra tra i suoi lettori considerassero una parola scritta correttamente una forma di snobismo. Torniamo sempre lì, dobbiamo adeguarci agli ignoranti e scendere sempre più o salvaguardare un livello minimo di decenza?
  11. Parrebbe di si, fra l'altro Lombroso qui fa cilecca piena. https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/11/14/news/tangenti_arrestata_l_ex_eurodeputata_lara_comi-241058944/?ref=RHPPLF-BH-I241058619-C8-P2-S1.8-T1
  12. https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/fermi-tutti-liliana-segre-non-riceveva-200-insulti-giorno-hellip-prima-218754.htm Per cercare di far dimenticare la batosta umbra, non hanno avuto problemi a farsi propaganda coinvolgendo una signora di 89 anni.
  13. E' un triste spettacolo e peggior metafora osservare il mio paese, la bella Italia così definita da una pelosa retorica, affondare letteralmente qui ed ora. Al Sud, a parte la criminalità organizzata che non fa nemmeno più notizia, l'Ilva di Taranto plastica rappresentazione del fallimento di classi dirigenti che si son succedute nel tempo, al Nord Venezia che affonda, altro fallimento di classi dirigenti e di popolo. E vorremmo governarci da soli e per di più fuori dall'Europa. Siamo incapaci come popolo e come cultura di farlo. Avremmo bisogno di più Europa, di sola Europa e non più di governi sempre più autarchici, che al più ci fanno rifuggire una realtà di declino che si respira da tanti, troppi anni. Deindustralizziamo, non facciamo manutenzione di nulla un po' per incapacità e un po' per cialtroneria, abbiamo un'idea del welfare singolare e non reagiamo mai mentre lo vediamo di anno in anno diminuire, divenire meno efficiente, riusciamo anche ormai immaginare e tacitamente accettare che sparirà. In questa nave che affonda, e affonda sul serio, ormai la criminalità organizzata la fa da padrona nell'economia depredando e corrompendo, gli evasori fiscali sono ormai la più potente lobby politica del paese ben rappresentati in tutti i giornali ed i telegiornali (quante volte si vedono benestanti piangere il morto dicendo che non possono pagare le tasse perché troppo alte? : me l'han ripetuto così tante volte che anch'io ci credo, salvo poi che i piangina non si sa come girano con il Suv, la doppia e tripla casa ed io no). Di fronte allo sfascio endogeno la reazione è chiudersi. Chiudersi in casa per farsi ancora più male e morire nell'insignificanza, nella decrescita (in)felice. RIP Venezia (prima molto prima della fine del secolo) e RIP Italia prossimo futuro giardino archeologico del mondo. Verranno a vedere le rovine come Goethe gli europei di domani e si commuoveranno tra selfie ed elemosina elargita a una folla di mendicanti.
  14. Per me la classifica è questa... 1° Classificato Riuscire a tenere libero da abusivi il proprio posto auto assegnato e numerato nonostante cartelli e ammonimenti vari 2° Classificato riuscire a smontare una cassetta del WC GEBERIT e ripararla senza lanciare qualche improperia 3° Classificato riuscire a sostituire la tavoletta del water con una uguale senza difficoltà
  15. Per tutti quelli che << pure l'insalata quando è colta ... soffre >> https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/11/14/news/gli_orrori_del_mattatoio_di_torino_tra_urla_strazianti_e_bestie_malate-241060600/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P14-S1.8-T1 << Quando si fanno male si incastrano lì, ho delle foto dove... incastravano la testa con le corna dentro le sbarre, urlavano dal dolore, le urla le sentivi anche da fuori e non riuscivi neanche... era da tapparsi le orecchie " tanto che i veterinari durante la macellazione hanno raccontato di aver usato tappi. >>
  16. Ricordo che erano molto fieri della loro "Barriera di protezione antifascista" Ormai si fanno scrivere i Tweeter da quelli di Lercio
  17. Ma cosa siamo diventati se una donna (non riesco a definirla signora..) impedisce ad una bimba nera di sedersi accanto a lei in un autobus della civile (?) Alessandria?? Ricorda al contrario quello che successe a Rosa Parks in Alabama: "... il primo dicembre del 1955, a Montgomery in Alabama, una 42enne afroamericana di nome Rosa Parks rifiutò di alzarsi dal suo posto sull'autobus numero 2857 e cederlo a una donna bianca. Iniziò quel giorno la caduta della segregazione razziale negli Stati Uniti." Solo che li iniziò il cammino verso la fine della segregazione razziale.. mentre noi iniziamo forse il cammino inverso verso la segregazione?? E' bastato un anno o poco piu di salvini al potere per sdoganare il buio che è in molti di noi... https://torino.corriere.it/cronaca/19_novembre_07/qui-non-ti-siedi-poggia-borsa-sedile-bus-lascia-bimba-africana-piedi-ef4ea5c2-0171-11ea-bfaf-9602a8f3f6c1.shtml Io in tutta sincerità avrei scagliato all'inferno la borsa e poi non so se avrei resistito al desiderio di schiaffeggiare con forza la iena... So che sarei passato dalla parte del torto... ma...mi è sempre piaciuto!! Ah... la Signora Rosa Parks fu arrestata...
  18. Mi sembra che giacca e cravatta stiano definitivamente tramontando. La vedo solo ad agenti immobiliari, Conte e Di Maio e qualche libero professionista ancora convinto che l'abito faccia il monaco. Prevale l'abbigliamento più minimal alla Marchionne, Zuckerberg o se preferite alla Salvini ante Conte 2. Ma più in generale per i comuni mortali pullover con o senza camicia o anche felpe con zip e t shirt.
  19. briandinazareth

    cronaca e costume Parlateci di Bibbiano

    dopo tutta la m.erda nel ventilatore e le strumentalizzazioni arrivano i primi riscontri reali: Tutto regolare, provvedimenti legittimi. È la verità dei giudici del Tribunale dei minori di Bologna sul cosiddetto “ Caso Bibbiano”. Su cento fascicoli esaminati non è stata riscontrata nessuna anomalia. C’è voluta tutta l’estate per passare allo scanner le richieste di provvedimenti per i minori della Val d’Enza. Mesi utilizzati dai magistrati bolognesi per controllare la regolarità degli allontanamenti dei bambini dalle loro famiglie. Quelle richieste erano arrivate sul tavolo dei giudici negli ultimi due anni su input dei pm della procura minorile. Ora c’è stato uno studio minuzioso di cui si è parlato a margine di una riunione voluta dal presidente Giuseppe Spadaro per fare il punto della situazione dopo l’indagine “Angeli e Demoni”. Spadaro ha poi detto che il “ sistema” ha dimostrato nel suo complesso di essere sano: « Voi servizi sociali svolgete un delicato e fondamentale ruolo nel nostro Paese di tutela dei minori, non mollate e continuate a lavorare con prudenza, professionalità e coraggio». https://bologna.repubblica.it/cronaca/2019/10/09/news/bibbiano_il_tribunale_dei_minori_il_sistema_e_sano_nessuna_anomalia_-238059284/?ref=fbpr&fbclid=IwAR1Wrkrdyw_mkkXF-fl-ZheasVzASW7SCvPJK7SmatZUjekHPiv1gcN--bI come ci sentiamo ad essere presi in giro dal mostro in prima pagina e a cascarci come polli?
  20. Altro caso emerso. Fra chissà quanti, fra tutti quelli mai venuti a galla, mai denunciati, mai creduti. Negli anni, nei decenni... Ma i difensori dei minori, i genitori non 1 e non 2, i cristiani urlatori e i baciatori di crocifissi e rosari, dove sono? che fanno? sarebbe da aspettarsi un sommovimento verso le curie coi forconi, una presa del vaticano, attacchi alle canoniche, linciaggi in sagrestia... Ostentatori di vangeli e infanti, scrittori di libri su bibbiano, tutto bene?
  21. ...negli anni 80 il decadimento dell industria discografica cominciava a farsi sentire..un precursore del declino,e stata la musicassetta c60...io ho passato la mia prima adolescenza verso metà degli anni 80. nell'87/88 ho cominciato ad interessarmi alla musica, e gia all'epoca nelle compagnie giravano solo musicassette fatte in casa...ma tutti avevamo in casa un bel impiantino hifi! tantè che a turno andavamo ad ascoltare i vari impianti stereo (io all epoca grazie anche a mio padre ero gia avanti!)poi negli anni 90 piano piano le cassette lasciavano il posto al cd,e li credo che l'industria comincio a risollevarsi,molti acquistavano i cd anche per "la novita"...(io nel decennio ho acquistato un numero imprecisato di cd!)..ma poi arrivarono i masterizzatori,e nuovamente l'industria comincio a perdere...fino alla "morte" con l avvento degli mp3 e company..,basti pensare che negli anni 60/70/80,tutti avevano in casa un sistema hifi,o comunque un giradischi e due casse! e che x ascoltare un brano,o lo compravi in negozio,o speravi che passasse in radio..oggi per la maggiorparte delle persone basta un cellulare un paio di cuffie e uno speaker senza fili... quindi il declino dell industria discografica si e portata dietro anche l industria hifi...non dico che all'epoca tutti avevano un sistema hi-hend,ma la qualita era sicuramente superiore ad oggi (apparte qualche eccezzione) oggi apparte noi appassionati,quasi piu nessuno ha impianti hifi in casa..(e quasi piu nessuno acquista musica)...un giorno al lavoro ho fatto una stima tra i miei colleghi(siamo piu di 50!),e il 90% non sa nemmeno cosa sia un sistema hifi!,(inteso come lo vediamo noi appassionati)la maggiorparte hanno un sistema 5.1 (o sound bar) e si accontentano di quello...e moltissimi non acquistano un cd da anni,ne tantomeno altri supporti musicali. apparte un paio che hanno l abbonamento a spotify.discorso diverso per i miei amici/parenti,che in un modo o nell altro li ho convinti ad avere un minimo di hifi in casa! e veramente un peccato vedere industrie che negli anni addietro producevano fior fiore di componenti,passare dall hifi,alle soundbar o speaker buetooth...(non tutte x fortuna) comunque,il mio non vuole essere un discorso nostalgico della seie "una volta era meglio",per me le industrie che lavorano con la musica in generale,dovrebbero contribuire a riabituare tutti all'ascolto...non "al sentire" la musica...dovrebbero in un certo senso rieducare tutti al buon ascolto..non dico che tutti devono possedere migliaia di euro di hifi...ma nemmeno ascoltare la musica da apparecchi citofonici. e di conseguenza costringono sempre piu spesso gli artisti a stampare master sempre piu scadenti (basta ascoltare molte produzioni moderne,che fanno master super compressi senza un minimo di sfumature o di ricerca! scusate il post,magari ho sfornato un sacco di cavolate..ma io sn quel tipo di appassionato,che ho regalato alla mia nipotina di 10 anni un sistemino hifi,cosi da insegnargli sin da giovane ad ascoltare la musica...
  22. https://www.ansa.it/lombardia/notizie/2019/11/08/maroni-in-appello-confermata-condanna-a-1-anno_d451d511-f5dc-4830-a2b1-b145ad8f8196.html Il tempo è un galantuomo, sempre.
  23. Ho trovato questo sito. E' in italiano . Qualcuno lo conosce? Vorrei fare un acquisto, ma mancando le misure del prodotto, ho provato a contattarli. Mi hanno risposto in inglese : come possiamo esservi utile?" poi più niente. Non hanno un referente italiano? ecco il link http://sedia.seasonorderss.com/ 🥴
  24. Schelefetris

    cronaca e costume "i morti" o halloween ?

    Fino al 1943, nella nottata che passava tra il primo e il due di novembre, ogni casa siciliana dove c’era un picciliddro si popolava di morti a lui familiari. Non fantasmi col linzòlo bianco e con lo scrùscio di catene, si badi bene, non quelli che fanno spavento, ma tali e quali si vedevano nelle fotografie esposte in salotto, consunti, il mezzo sorriso d’occasione stampato sulla faccia, il vestito buono stirato a regola d’arte, non facevano nessuna differenza coi vivi. Noi nicareddri, prima di andarci a coricare, mettevamo sotto il letto un cesto di vimini (la grandezza variava a seconda dei soldi che c’erano in famiglia) che nottetempo i cari morti avrebbero riempito di dolci e di regali che avremmo trovato il 2 mattina, al risveglio. Eccitati, sudatizzi, faticavamo a pigliare sonno: volevamo vederli, i nostri morti, mentre con passo leggero venivano al letto, ci facevano una carezza, si calavano a pigliare il cesto. Dopo un sonno agitato ci svegliavamo all’alba per andare alla cerca. Perché i morti avevano voglia di giocare con noi, di darci spasso, e perciò il cesto non lo rimettevano dove l’avevano trovato, ma andavano a nasconderlo accuratamente, bisognava cercarlo casa casa. Mai più riproverò il batticuore della trovatura quando sopra un armadio o darrè una porta scoprivo il cesto stracolmo. I giocattoli erano trenini di latta, automobiline di legno, bambole di pezza, cubi di legno che formavano paesaggi. Avevo 8 anni quando nonno Giuseppe, lungamente supplicato nelle mie preghiere, mi portò dall’aldilà il mitico Meccano e per la felicità mi scoppiò qualche linea di febbre. I dolci erano quelli rituali, detti “dei morti”: marzapane modellato e dipinto da sembrare frutta, “rami di meli” fatti di farina e miele, “mustazzola” di vino cotto e altre delizie come viscotti regina, tetù, carcagnette. Non mancava mai il “pupo di zucchero” che in genere raffigurava un bersagliere e con la tromba in bocca o una coloratissima ballerina in un passo di danza. A un certo momento della matinata, pettinati e col vestito in ordine, andavamo con la famiglia al camposanto a salutare e a ringraziare i morti. Per noi picciliddri era una festa, sciamavamo lungo i viottoli per incontrarci con gli amici, i compagni di scuola: «Che ti portarono quest’anno i morti?». Domanda che non facemmo a Tatuzzo Prestìa, che aveva la nostra età precisa, quel 2 novembre quando lo vedemmo ritto e composto davanti alla tomba di suo padre, scomparso l’anno prima, mentre reggeva il manubrio di uno sparluccicante triciclo. Insomma il 2 di novembre ricambiavamo la visita che i morti ci avevano fatto il giorno avanti: non era un rito, ma un’affettuosa consuetudine. Poi, nel 1943, con i soldati americani arrivò macari l’albero di Natale e lentamente, anno appresso anno, i morti persero la strada che li portava nelle case dove li aspettavano, felici e svegli fino allo spàsimo, i figli o i figli dei figli. Peccato. Avevamo perduto la possibilità di toccare con mano, materialmente, quel filo che lega la nostra storia personale a quella di chi ci aveva preceduto e “stampato”, come in questi ultimi anni ci hanno spiegato gli scienziati. Mentre oggi quel filo lo si può indovinare solo attraverso un microscopio fantascientifico. E così diventiamo più poveri: Montaigne ha scritto che la meditazione sulla morte è meditazione sulla libertà, perché chi ha appreso a morire ha disimparato a servire. (da Racconti quotidiani di Andrea Camilleri) . devo dire che da noi si usava mantenere questa tradizione almeno sino a quando noi eravamo bambini (25-30 anni dopo l'arrivo degli "americani" )

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy