Jump to content
Melius Club

Search the Community

Showing results for tags 'cultura generale'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forum

  • Forum
    • Welcome on board!
    • Home Audio
    • Vintage Room
    • Listening in Headphones
    • DIY Do It Yourself
    • Video Home Theater
    • Music Room
    • Joe's Garage
    • Visual Arts Room
    • Lounge Bar
  • Circolo fan Silcable's Forum del Circolo Silcable
  • Circolo fan Pylon Audio's Forum del Circolo Pylon
  • Circolo fan Audiogears's Topics

Blogs

There are no results to display.

There are no results to display.

Product Groups

There are no results to display.

Categories

  • Number 43 - Year 2019
  • Number 42 - Year 2016
  • Number 41 - Year 2014
  • Number 40- Year 2014
  • Number 39 - Year 2013
  • Number 38 - Year 2013
  • Number 37 - Year 2013
  • Number 36 - Year 2012
  • Number 35 - Year 2012
  • Number 34- Year 2012
  • Number 33 - Year 2012
  • Number 32 - Year 2009
  • Number 31 - Year 2008
  • Number 30- Year 2008
  • Number 29 - Year 2008
  • Number 28 - Year 2007
  • Number 27 - Year 2007
  • Number 26 - Year 2007
  • Number 25 - Year 2007
  • Number 24 - Year 2007
  • Number 23 - Year 2006
  • Number 22 - Year 2006
    • Cavi di potenza
    • Cavi di segnale
  • Number 21 - Year 2006
  • Number 20 - Year 2006
  • Number 19 - Year 2006
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 18 - Year 2006
  • Number 17 - Year 2005
  • Number 16 - Year 2005
    • Interviste ai costruttori di cavi hifi
  • Number 15 - Year 2005
    • Sonic Impact T-Amp
  • Number 14 - Year 2005
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 13 - Year 2005
  • Number 12 - Year 2004
  • Number 11 - Year 2004
  • Number 10 - Year 2004
  • Number 09 - Year 2004
  • Number 08 - Year 2004
  • Number 07 - Year 2004
  • Number 06 - Year 2003
  • Number 05 - Year 2003
  • Number 04 - Year 2003
  • Number 03 - Year 2003
  • Number 02 - Year 2003
  • Number 01 - Year 2003
  • Number 00 - Year 2002

Categories

  • Audio, Video, Photo
  • Compact discs, vinyls, tapes

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 365 results

  1. https://www.repubblica.it/politica/2019/07/23/news/il_mandato_zero_che_stravolge_l_aritmetica-231792697/ Fino a che punto si possono manipolare la persone? Fino a che punto si possono prendere per il ...? Di questo passo non ci saranno nemmeno problemi per le prossime manovre finanziarie. La via grillina della riforma dell'aritmetica è grottesca ma la truffa rischia di funzionare.
  2. https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/07/08/insomma-sulla-luna-ci-siamo-stati-o-no/5308567/#cComments sembra che i dubbi siano tuttora tantissimi e mai sopiti... Ps. Tema estivo, da prendere alla leggera... ma non troppo...
  3. Re_Frain

    cultura generale Tweet del giorno

    riconoscete l'avvocato nella foto???
  4. Istat, ragazzini promossi ma ignoranti. Il 34% alla fine della terza media non ha competenze sufficienti - Repubblica.it https://www.repubblica.it/scuola/2019/05/03/news/istat_-225387947/ Lo studio condotto sulla base delle prove Invalsi: le conoscenze rimangono a livello superficiale Torna la lezione di educazione civica. Con voto Abolite note sul registro alle elementari Istat, ragazzini promossi ma ignoranti. Il 34% alla fine della terza media non ha competenze sufficienti Promossi a giugno, e magari con una buona media, ma in difficoltà nella lettura e nella comprensione di un semplice brano o di fronte ai calcoli, anche elementari. È quello che emerge dall’ultimo report dell’Istat sugli Obiettivi per uno sviluppo sostenibile. Il rapporto 2019, diffuso qualche giorno fa dall’Istituto italiano di statistica, scandaglia tutti gli aspetti della vita economica e sociale del sistema Italia, mettendo al quarto posto, su 17 obiettivi, “l’istruzione di qualità per tutti”. Un aspetto che figura soltanto dopo la lotta alla povertà, la lotta alla fame e al benessere e alla salute. Scorrendo i dati sul livello effettivo di istruzione dei ragazzi italiani, calcolati in base all’Invalsi, si scopre che oltre un terzo non raggiunge una competenza alfabetica neppure sufficiente. Inondati dal linguaggio iper veloce e spesso sgrammaticato, zeppo di xché, però e di emoticon, gli studenti del terzo anno della scuola media entrano sovente in crisi al momento di decodificare il contenuto di un brano scritto, che riescono a comprendere solo superficialmente. Secondo il Rapporto SDG (Sustainable Development Goals), il 34,4% degli studenti italiani che frequentano il terzo anno della scuola media “non raggiungono un livello sufficiente di competenza alfabetica”. Riescono cioè a decodificare solo brani semplici e con informazioni esplicite. Appena il testo richiede di riconoscere e ricostruire autonomamente significati complessi, anche impliciti, le cose si complicano. Ed un terzo dei nostri ragazzini entra in difficoltà. Stesso discorso per la competenza numerica, quella che rende capaci i ragazzi di risolvere problemi anche di una certa complessità, come quelli che si presentano quotidianamente sulle questioni economiche o statistiche. In questo caso, la quota di adolescenti carenti, che si troverà in difficoltà a decifrare il mondo che li circonda, sale al 40%: quattro su dieci. I dati come detto sono dell’Invalsi e relativi al 2018. Ed è al Sud che questi valori crescono e oltrepassano sovente il 50%. E cambia poco se si analizzano i dati relativi ai ragazzi del secondo anno della scuola superiore. La quota di studenti che, nonostante le promozioni a scuola, incontra difficoltà in italiano e matematica resta praticamente invariata, descrivendo una situazione che la scuola, da sola, non riesce a fronteggiare. Oggi, spiegano gli insegnanti, gli studenti fanno fatica a concentrarsi nello studio perché immersi in un mondo iper connesso in cui tutte le operazioni si svolgono a velocità sostenuta. E per gli approfondimenti c’è sempre meno tempo. “Il concetto di sviluppo sostenibile è introdotto per la prima volta - si legge nel dossier - nel Rapporto our common future rilasciato nel 1987 dalla Commissione mondiale per l’ambiente e lo sviluppo del programma delle Nazioni unite per l’ambiente. Nel documento è definito sostenibile quello sviluppo che soddisfi i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri”. Un concetto che proprio in questi giorni è tornato ad essere di estrema attualità. Con la studentessa svedese Greta Thunberg che, in difesa dell’ambiente e contro la produzione selvaggia che danneggia la Terra, ha sollevato le coscienze dei giovani di mezzo mondo. Paolo Mazzoli è direttore dell’Invalsi e non si sorprende troppo di questi dati. “Probabilmente, il nostro insegnamento è ancora troppo scolastico. Mentre le prove Invalsi non sono prove propriamente scolastiche, scandagliano competenze durevoli, profonde. Ecco perché, probabilmente, i ragazzi entrano in difficoltà appena si trovano di fronte alla risoluzione di problemi di realtà o nel decodificare i significati più profondi di un testo scritto”
  5. https://www.lastampa.it/cronaca/2019/07/19/news/sea-watch-carola-rackete-e-tornata-in-germania-1.37130906 ma può parlare così irrispettosamente di una persona? le ha dato della zecca, e tutti gli insulti via web dei suoi seguaci, povera dignitosa italia e ancora una voce che si spegne su un novecento tormentato dai totalitarismi https://www.repubblica.it/robinson/2019/07/19/news/morta_agnes_heller_filosofa_ungherese_intellettuale_tra_le_piu_influenti_del_novecento-231601138/?ref=RHPPLF-BH-I0-C8-P2-S1.8-T1
  6. Schelefetris

    cultura generale RIP Andrea Camilleri

    arresto cardiocircolatorio, ripreso al pronto soccorso ma le condizioni sarebbero critiche. https://www.adnkronos.com/cultura/2019/06/17/camilleri-ricoverato_o82xFSP4yXBBcAkqzkrYbJ.html in bocca al lupo ad uno dei più arguti narratori degli ultimi decenni.
  7. Non sapevo se classificarlo 'cultura generale' o 'salute' Si sta leggendo di tutto e di più a (s)proposito di questa nuova rete La caratteristiche tecnologiche e prestazionali sono chiare, quello che non capisco è quanto siano fondati i timori di inquinamento dell'etere e quanto siano reali i pericoli per la salute. Sappiamo che ci sono dietro fortissime motivazioni politico-strategiche (di fatto è il sorpasso della tecnologia Cinese su quella Occidentale) che potrebbero aver generato movimenti di opinione 'pilotati' pro e contro questa tecnologia con relativa proliferazione di fake news e teorie basate su mezze verità scelte ad-hoc. Ma cercando di parlare sul serio, qual è la fotografia reale basata sui fatti conosciuti?
  8. Mi capita spesso ( l'ultima volta è successa ieri ) di fare da consulente ad amici che vogliono ascoltare bene la musica ed/o i film, l'approccio che hanno è solitamente: "dimmi cosa comprare con 100-200 euro", la mia risposta è secca: compra la sound bar che si avvicina di più a quel prezzo … e ci rimangono male come se sminuissi la loro richiesta, quindi ci perdo tempo e spiego: che probabilmente seve duplicare il budget e/o per stare bassi è meglio prendere roba usata, gli spiego che poi, se le cose che compri con criterio quando le rivendi riesci a spuntare buoni prezzi, che se spendi magari 1000 euro quando dismetti l'impianto 500 euro ce li fai … ma inorridiscono e vanno al media world a prendere la sound bar che si avvicina al prezzo del loro budget. Qual è l'approccio giusto per non fare scappare la gente comune dall'hi-fi ?
  9. É, purtroppo, giunto all'ultimo traguardo Luciano De Crescenzo. Lui che ci ha lasciati ad una veneranda età ha espresso una Napoli che forse esisteva solo nella sua fantasia come la Vigata di Camilleri ma forse con gli stessi sentimenti si è espresso per descrivere con amore la sua terra d'origine.
  10. marino 29

    cultura generale Casa in legno

    Ciao a tutti, in previsione di demolire e ristrutturare la dependance di una casa in versilia mi è stato proposto di realizzarla in legno anziché muratura, benefici dal lato economico ed energetico ma... I lati negativi???? Qualcuno ha esperienze dirette????
  11. L’insostenibile leggerezza delle élite meridionali (di Mario Caligiuri) ... Il Mezzogiorno è entrato nella storia d’Italia da sconfitto e da sconfitto è rimasto per oltre 150 anni. A causa, secondo me, principalmente delle sue classi dirigenti. Il problema della spesa storica, ben evidenziato da questo giornale [Il Quotidiano del Sud], penalizza le regioni meridionali. Questo è stato possibile per le scelte del Parlamento. Ma la Camera, dal 1861, e il Senato, dal 1948, sono stati, fino a oggi compreso, sempre a maggioranza centro-meridionale. Quindi risulta evidente come le classi politiche del Mezzogiorno non abbiano mai tutelato, se non a tratti e sporadicamente, sopratutto negli anni Sessanta, le ragioni degli elettori che rappresentano. ... Il contesto storico peraltro ci dimostra, nella sua interezza, che la politica nazionale non solo ha contribuito a creare una questione meridionale che, come dimostrano gli studi di Paolo Malanima e Vittorio Daniele, era inesistente al momento dell’Unità ma che è stata capace di fare nascere anche una questione settentrionale, lasciando in ombra la vera questione nazionale: quella romana. Infatti, risolta nel 1929 la vicenda con la Santa Sede, oggi consiste nell’assorbimento di risorse sempre più ingenti, in cambio di servizi sempre più scadenti alla comunità nazionale. Non siamo al “Roma ladrona” o “Roma padrona” ma poco ci manca poiché la Capitale vive esclusivamente di rendita di posizione e soffre della malattia della centralità. Se analizziamo lo studio di Domenico De Masi su Roma 2030 vengono indicati i problemi ai quali la città andrà incontro nei prossimi anni: emigrazione intellettuale, conseguenze delle opere pubbliche progettate male, difficoltà di integrazione soprattutto nelle periferie e con i rom. ... In uno scenario del genere, rivendicare le ragioni del Sud significa perseguire l’interesse nazionale che può essere realizzato solo da classi dirigenti responsabili verso il domani. È possibile questo con deputati e senatori nominati su liste bloccate e destinatari di consensi emotivi, indicati con centinaia di like o con la benevolenza del ristretto consiglio delle ombre che compone le liste? Infatti, capacità e merito per ricevere voti non sono requisiti necessari. Se poi notiamo che il corpo elettorale è composto da cittadini che al 75 per cento non comprendono una semplice frase in italiano oppure al 27 per cento risultano analfabeti funzionali, il quadro diventa più chiaro. In tale contesto, dimostrare con i numeri lo scippo del Sud, in definitiva non interessa a nessuno, a cominciare dalle élite meridionali, preoccupate solo della propria personale sopravvivenza, e neanche agli elettori del Sud, immersi nella disinformazione totale. C’è un modo per uscirne? I tempi lunghi della consapevolezza e dell’educazione confliggono con l’immediatezza della comunicazione e dei social, dove si realizza l’effetto sciame: le ondate di indignazione come rapidamente si innalzano così rapidamente si attenuano. Con una capacità di incidenza sulla realtà prossima allo zero, dando peraltro l’illusione della partecipazione. Per fare ripartire l’Italia occorre un progetto politico per il Sud, che non sia rappresentato da un Partito che agiti il vessillo del Mezzogiorno per raccogliere qualche deputato che una volta assiso sullo scranno tutto fa tranne che occuparsi di chi lo ha votato. Esattamente come fanno quasi tutti gli altri. Come parlare di Sud quando gli algoritmi indirizzano scelte e consumi in una frazione di secondo? Forse una possibilità sarebbe creare un’intelligenza artificiale a misura di Sud. Le Università meridionali sono chiamate a raccolta. Saremo capaci di percorrere questa strada? Intanto ragioniamoci subito. ...
  12. Almeno nelle intenzioni. Credo che pochi di voi ricorderanno una trasmissione televisiva andata in onda negli anni 1957/58 intitolata TELEMATCH. Era condotta da: Enzo Tortora Silvio Noto Renato Tagliani Quest'ultimo, nell'ambito della trasmissione, girava le piazze italiane presentando un oggetto (misterioso) chiedendo cosa fosse ed a cosa servisse. Vorrei riproporre questo gioco in "Lounge"come fosse un angolino in cui rilassarsi magari scherzando e rivedendo attrezzi dei nostri vecchi. Comincio io proponendovi un calibro un po' particolare, ma conto sulla vostra (entusiastica) partecipazione con altri oggetti. Grazie
  13. Avanti, ho voglia di leggere qualche buon libro una volta finito quello attuale: Amabili resti di Alice Sebold. In realtà l'ho appena iniziato e non sono ancora in grado di farvi una recensione ma forza, non siate tirchi, consigliate pure.
  14. Si chiama Jorit, ha origini olandesi ma considera Napoli la sua città "in assoluto". Firma le sue opere "Agoch", uno pseudonimo che ha già fatto il giro del mondo, dall'Africa agli Stati Uniti, assieme alla sua arte. Dipinge volti umani, rappresentati tutti con delle cicatrici che spiccano su quei tratti più realistici che mai: cicatrici che per Jorit Agoch sono un simbolo di quella "umanità" che accomuna i suoi soggetti. Era stato sequestrato dagli israeliani, un artista "degenerato", ieri è tornato in libertà, l'arte non si può tenere in catene.
  15. Mi piacerebbe che in questa discussione ci scambiassimo consigli su quei piccoli gesti che possiamo fare per salvaguardare, unendo i nostri sforzi, il nostro amato pianeta. Personalmente non posso dire di avere una coscienza realmente ecologica, ma qualcosa faccio: - Utilizzo esclusivamente sfondi neri su PC e telefoni. Sui PC utilizzo lo schermo nero come screensaver, con avvio dopo due minuti di inutilizzo. - Sono tornato alla saponetta. - Mangio carne molto raramente, e per le esigenze quotidiane preferisco il pesce di allevamento. - A casa bevo l'acqua del rubinetto. - Utilizzo borse per la spesa pluriuso. - Evito di tenere luci accese inutilmente a casa, e le spengo negli uffici che mi capita di trovare temporaneamente abbandonati dal titolare. - Utilizzo esclusivamente orologi meccanici. Continuate voi.
  16. centurione

    cultura generale Angeli

    1. Vi è capitato di sognare un angelo oppure no. 2. Semmai vi ha parlato. 3.Semmai vi ha parlato, vi siete svegliati e ciò che vi ha detto è avvenuto all'istante. Com'era ? Grazie.
  17. Sto cercando un bel saggio da leggere sotto l'ombrellone. Non su politica italiana tipo libri Vespa o Travaglio, ma per il resto sono aperto a qualsiasi argomento! Cosa mi consigliate?
  18. spersanti276

    cultura generale Scossetta ORA a Roma

    Ahem, ci risiamo?
  19. eduardo

    cultura generale Ma ... le roi ?

    Sono sinceramente stupito. Da un forum cosi' reattivo mi sarei aspettato di leggere gia' da diverse ore qualche commento su questa "incresciosa" vicenda !! Fermo restando che e' ancora tutto al vaglio degli inquirenti, state per caso invecchiando ?
  20. mozarteum

    cultura generale Addio a Zeffirelli

    Un grande regista e’ scomparso. Non fra i miei preferiti ma lui e’ un gigante io un semplice osservatore
  21. Presente Amanda Knox, domani interverrà parlando del suo caso... Oggi è scappata a causa dei troppi flash... https://www.lastampa.it/2019/06/14/italia/laria-dimessa-poi-il-cocktail-con-chris-il-ritorno-da-diva-di-amanda-knox-in-italia-zoUtgzt8g0LLEzkU3r8ndL/pagina.html Personalmente ritengo la sua visita inopportuna, cosa ne pensate?
  22. Auspico che altri Comuni ne seguano l'esempio anche se noto una minoritaria presenza buddhista (visto l'argomento avrebbe dovuto essere più significativa) e l'assenza della componente cattolica del Cristianesimo. - A Milano arrivano le stanze del silenzio: luoghi di preghiera e meditazione per tutte le confessioni e per gli atei. Patto in Comune tra 19 organizzazione religiose di credenti e no. Le prime al Pio albergo Trivulzio e al Golgi-Radaelli, ma nasceranno anche in carceri, ospedali, stazioni. - Si chiamano 'stanze del silenzio', sono spazi dedicati alla meditazione, al raccoglimento e alla preghiera da mettere a disposizione di tutti i cittadini - atei o appartenenti a una confessione religiosa, qualsiasi essa sia - all'interno di ospedali, carceri, stazioni, aeroporti. E per diffonderle il Comune di Milano ha sottoscritto un patto di collaborazione con 19 organizzazioni religiose e di non credenti, tre associazioni e due aziende per i servizi alla persona (Istituti milanesi Martinitt-Pio Albergo Trivulzio e Golgi-Radaelli). Si sono riuniti per la prima volta a Palazzo Marino per avviare il percorso che segue una delibera dello scorso 23 dicembre con la quale la Giunta ha già approvato la promozione delle 'stanze del silenzio'. - Ora tutti i soggetti aderenti all'accordo saranno chiamati a collaborare nella predisposizione di un regolamento che normi l'utilizzo delle prime stanze, previste all'interno degli Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio e Golgi-Redaelli. - "Con il patto di collaborazione di oggi applichiamo i principi dell'amministrazione condivisa all'ambito dell'assistenza spirituale e religiosa, avviando un percorso che vede organizzazioni e comunità direttamente ingaggiate per la gestione condivisa di spazi e servizi - commentano gli assessori Lorenzo Lipparini (Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data) e Pierfrancesco Majorino (Politiche sociali, Salute e Diritti) - . Questo garantirà ai cittadini, di qualsiasi gruppo o credo religioso, spazi tutelati e assistenza. Ci auguriamo che questo modello possa diffondersi a diverse realtà e strutture aderendo a questo accordo, che è anche e soprattutto un segnale di inclusione e responsabilizzazione. Come istituzione ci siamo fatti garanti di questo procedimento, promuovendo un dialogo tra le diverse comunità attive sul territorio che oggi, a Palazzo Marino, iniziano un percorso comune a favore di tutti i cittadini, seguendo proprio le linee guida del Regolamento dei beni comuni recentemente approvato dal Consiglio Comunale". - Presenti alla sigla del patto, assieme al Comune di Milano, i rappresentanti delle Asp e molti gruppi, associazioni e comunità operanti sul territorio: la Chiesa Evangelica Valdese, la Chiesa Evangelista Metodista di Milano, la Chiesa Cristiana Evangelica Battista (via Pinamonte da Vimercate), la Chiesa Cristiana Evangelica Battista (via Jacopino da Tradate), l'Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo Giorno, l'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (U.A.A.R.), l'ArciAtea Rete per la Laicità Aps, la Comunità Ebraica di Milano, la Comunità Religiosa Islamica Italiana (CO.RE.IS.), l'Unione Induista Milano Dharma Seva, la Comunità culturale Islamica Milli Gorus (U.CO.I.) e Associazione Islamica di Milano Moschea Mariam (U.CO.I.), l'Associazione Islamica di Milano (U.CO.I.), la Federazione Islamica della Lombardia e federazione nazionale, l'Assemblea Spirituale locale Bahà'i di Milano, la Fondazione Maytreia, Indian Sikh Community of Italy, Brahma Kumaris, Zoe Pentecostal Mission, la Chiesa Russo Ortodossa, il Gruppo Nazionale di Lavoro per la "Stanza del Silenzio e/o dei Culti", le associazioni Manos Sin Fronteras, Opera Nomadi sezione di Milano, l'Associazione Medica Ebraica. Compito delle comunità coinvolte sarà fornire gli allestimenti necessari alle funzioni religiose e alla loro custodia e mantenimento e insieme alle Asp si lavorerà a un regolamento per l'accesso e la cura degli spazi. Il Gruppo Nazionale di Lavoro per la "Stanza del Silenzio e/o dei Culti" offrirà la sua opera come partner per la formazione del personale interno all'Asp. L'accordo permette in qualsiasi momento l'inserimento di nuove adesioni. - https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/06/06/news/stanze_del_silenzio_ospedali_milano_accordo_comunita_religiose-228053648/
  23. Fabio Cottatellucci

    cultura generale Gestire più mailbox in Outlook 2016

    Ciao ragazzi, mi trovo ad installare Outlook 2016 venendo da Outlook 2013 su una macchina con Win10. Ho cinque account di posta/mailbox; su 2013 li avevo installati tutti. Uno era il principale ma questo non contava molto; in realtà, quando gli ordinavo "Scarica tutte le cartelle" Outlook tirava giù il contenuto di tutti i cinque account in "Posta in arrivo", e da lì una batteria di regole che avevo fissato ridistribuiva le mail su altre quattro cartelle che avevo predisposto, denominate come gli altri quattro account. Su 2016 non riesco a farlo: mentre per i messaggi Exchange è prevista l'aggiunta sull'account principale (chiamato da loro "delegato") di altre mailbox "deleganti", il cui contenuto viene invece scaricato, per la mail sia POP3 sia IMAPI questo non è possibile! Ho dovuto creare cinque account sparati di posta, indicarne uno come principale e preparare al suo interno cartelle e regole di distribuzione sulle medesime. Così impartisco "Invia / Ricevi in tutte le cartelle" e questo account master "si carica tutto" e poi smista in cartelle al proprio interno. Gli altri quattro account non vengono movimentati. Il problema è che ho comunque cinque account aperti in schermata (anche se ne guardo uno solo) e questo secondo me mi causerà prima o poi dei problemi, ma soprattutto: Outlook produce cinque distinti file .pst, ciascuno col nome di un account; per quanto sopra la gestione delle mailbox diventa problematica e, soprattutto, sono in discontinuità col vecchio file outlook.pst che prima conteneva tutto. Ovviamente da accurate ricerche in rete... non ho estratto nulla; la stessa Microsoft sembra concentrata solo su come risolvere questo problema in Exchange e sullo spiegare come gestire una cartella condivisa (che è il problema opposto). Mi date una mano? Grazie in anticipo a chi mi risponderà...

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy