Jump to content
Melius Club

Search the Community

Showing results for tags 'cultura generale'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forum

  • Forum
    • Welcome on board!
    • Home Audio
    • Vintage Room
    • Listening in Headphones
    • DIY Do It Yourself
    • Video Home Theater
    • Music Room
    • Joe's Garage
    • Visual Arts Room
    • Lounge Bar
    • From the Melius Market now
  • Circolo fan Silcable's Forum del Circolo Silcable
  • Circolo fan Pylon Audio's Forum del Circolo Pylon
  • Circolo fan Audiogears's Topics
  • Giardino letterario Melius's Conversazioni
  • Giardino letterario Melius's Divertimenti letterari

Blogs

There are no results to display.

There are no results to display.

Categories

  • Number 32 - Year 2009
  • Number 31 - Year 2008
  • Number 30- Year 2008
  • Number 29 - Year 2008
  • Number 28 - Year 2007
  • Number 27 - Year 2007
  • Number 26 - Year 2007
  • Number 25 - Year 2007
  • Number 24 - Year 2007
  • Number 23 - Year 2006
  • Number 22 - Year 2006
    • Cavi di potenza
    • Cavi di segnale
  • Number 21 - Year 2006
  • Number 20 - Year 2006
  • Number 19 - Year 2006
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 18 - Year 2006
  • Number 17 - Year 2005
  • Number 16 - Year 2005
    • Interviste ai costruttori di cavi hifi
  • Number 15 - Year 2005
    • Sonic Impact T-Amp
  • Number 14 - Year 2005
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 13 - Year 2005
  • Number 12 - Year 2004
  • Number 11 - Year 2004
  • Number 10 - Year 2004
  • Number 09 - Year 2004
  • Number 08 - Year 2004
  • Number 07 - Year 2004
  • Number 06 - Year 2003
  • Number 05 - Year 2003
  • Number 04 - Year 2003
  • Number 03 - Year 2003
  • Number 02 - Year 2003
  • Number 01 - Year 2003
  • Number 00 - Year 2002

Categories

  • Audio, Video, Photo
  • Compact discs, vinyls, tapes

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 485 results

  1. Panurge

    cultura generale Vicino a casa

    Ogni tanto si fanno scoperte notevoli, basta guardarsi intorno. La più grande sequoia sempervirens con tronco unico in Italia, oltre 10 metri di circonferenza alla base, scoperta una settimana fa.
  2. Guardando alla triste vicenda del povero Floyd, negli USA, sta emergendo proprio un difetto di costituzione della polizia americana, che a ben pensarci emerge anche dalla infinite serie tv polizieshe americane. Nei serial americani, il nemico vero, a parte il delinquente sempre vinto dell'episodio, è la temuta e notoria indagine da parte degli affari interni: di solito una coppia di carogne senza precedenti, cattivi e corrotti che in tutti i modi cercano di incastrare l'eroe (bello e tormentato dall'infinità di casini che ha a casa, dalla relazione finita male con la collega assassinata da una gang di neri, di ispano americani, o da mafiosi russi). Spesso si scoprirà poi che quelli della commissione interna sono i veri cattivi e in combutta con i cattivi. Deregulation, che nella realtà significa i George Floyd di turno.
  3. Musicale, intendo. Ovviamente per il diretto interessato, non sempre per i poveri familiari e gli incolpevoli vicini. Chi di voi suona uno strumento musicale e sa leggere la musica? Io la trovo una delle attività più belle e ritempranti che si possano fare da soli o in compagnia. Anche ad una certa età è un vaccino per il rincoglionimento precoce, o almeno così mi piace credere. A vous
  4. Mio figlio, assieme ad altri due suoi colleghi, ha affittato un appartamento a Roma Monti per poter completare il corso magistrale di Ingegneria. Per i motivi che ben conosciamo mio figlio e i suoi coinquilini non stanno abitando la casa e, per inciso hanno ricevuto un diniego dalla padrona di casa alla richiesta di poter ridurre l'affitto. Ma il non è questo il problema. È successo che questa signora e il marito, contravvenendo le norme contrattuali, si sono introdotti in casa dei ragazzi senza richiedere nessuna autorizzazione preventiva e senza alcun preavviso, così come documentato da una web cam che I ragazzi avevano precedentemente installato nell'ingresso. La signora è ragionevolmente riconoscibile nonostante la mascherina leggermente abbassata in viso. Per il momento mio figlio, che ha lasciato libri, documenti ed effetti personali in casa ha segnalato, nella immediatezza dell'accaduto, l'ingresso di estranei in casa ai Carabinieri. Adesso sporgeranno denuncia ed ho consigliato di dichiarare che due individui a volto coperto si sono introdotti in casa e che hanno buone ragioni di riconoscere nella donna le sembianze della padrona di casa. Voi come la vedete e cosa consigliate?
  5. Cosa ne pensate? Da decenni facciamo le giratine nella stratosfera con computer sempre più potenti ed a fine anni '60 con elaboratori tipo il Commodore64 siamo andati sulla Luna?
  6. Premetto che credo che la terra sia rotonda, non appartengo ad alcuna categoria di complottisti o mercanzia del genere, però mi stanno capitando strane coincidenze. I fatti: Stavo ri/leggendo "La pista della volpe" biografia di Erwin Rommel di David Irving e andando su Youtube a scopo ludico (musica anni '50 e '60) e mi vengono proposti filmati appunto su Rommel che non apro. Vabe' penso io guarda la combinazione e morta li. Terminato di leggere, mi viene in mente di rivedere alcuni capitoli di "La prima guerra mondiale" di Basil H. Liddell Hart. Riapro Youtube che tengo aperto in contemporanea con Melius per distrarmi in attesa di post, discussioni ecc. e cosa mi propone? Filmati sulla Prima G.M. da Cadorna a Diaz a Ludendorff a Jellicoe e compagnia cantante. Giuro che non ho consultato il webb sugli argomenti suddetti. Mi domando: E' una strana combinazione o ci leggono nel pensiero?
  7. Il secondo mestiere più antico del mondo. Quelli di Morandi sembrano davvero ben fatti!! Ma è possibile che ancora qualcuno ci caschi? https://www.bolognaindiretta.it/bologna-sgominato-traffico-opere-darte-false-un-giro-10-milioni-video/
  8. 31canzoni

    cultura generale Mezzo virus

    I trabocchetti della matematica https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/05/24/coronavirus-lerrore-di-gallera-in-conferenza-stampa-diventa-un-caso-lui-ci-vogliono-due-positivi-per-infettarmi-detto-per-semplificare/5811918/
  9. ... Partiamo, quindi, dall’analizzare il ruolo e la posizione dell’obiettivo principe della più notoria spedizione dell’avventuriero nizzardo: la Sicilia. La Sicilia, granaio e giardino del Regno di Napoli (o delle Due Sicilie), oltre ad avere una economia agricola abbastanza sviluppata, almeno nella sua parte orientale, ovvero una agrumicoltura sostenuta e avanzata, necessaria ad affrontare il mercato internazionale, sbocco principale di tale tipo di coltura; possedeva una forte marineria, assieme a quella di Napoli, tanto da essere stata una nave siciliana la prima ad inaugurare la linea diretta dall’Italia con New York e gli Stati Uniti d’America. Marineria avanzata per sostenere una avanzata produzione agrumicola, accompagnata anche da una produzione di canapa nella pianura di Catania, produzioni necessarie ai traffici del commercio estero, come si è appena detto. Ciò era capitalismo, altro che gramsciana ‘arretratezza feudale’. Ma il fiore all’occhiello dell’economia siciliana era rappresentata da una risorsa strategica, all’epoca, ovvero lo zolfo. Lo zolfo e i prodotti solfiferi, erano estremamente necessari per il nascente processo di industrializzazione. Lo zolfo veniva utilizzato per la produzione di sostanze chimiche, come conservanti, esplosivi, fertilizzanti, insetticidi; oltre che per produrre beni di uso quotidiano, come i fiammiferi. Era insomma il lubrificante del motore dell’imperialismo, soprattutto di quello inglese. Con la rivoluzione nella tecnologia navale, ovvero la nascita della corazzata, e la diffusione delle ferrovie in Europa, e non solo, ne montò la domanda, quindi, per la necessità di sempre maggiori quantità di acciaio, ferro e ghisa. Perciò, i processi produttivi connessi richiesero sempre più ampie quantità di zolfo; cosi come la richiedono l’economia moderna tutta, industriale e commerciale. Tipo appunto quella dell’impero britannico. La Sicilia, alla luce dei mutamenti epocali che si vivevano alla metà dell’800, diventa un importante obiettivo strategico, un asset geopoliticamente e geoeconomicamente cruciale. Difatti l’Isola possedeva 400 miniere di zolfo che, all’epoca, coprivano circa il 90% della produzione mondiale di zolfo e prodotti affini. Come poteva, l’Isola, essere ignorata dai centri strategici dell’“Impero di Sua Maestà”? Come potevano l’Ammiragliato e la City trascurare la posizione della Sicilia, al centro geografico del Mediterraneo, proprio mentre si stava lavorando per realizzare il Canale di Suez? La nuova via sarebbe divenuta l’arteria principale dei traffici commerciali e marittimi dell’impero britannico. Come potevano ignorare tutto ciò i Premier e i Lord, gli imperialisti conservatori e gli imperialisti liberali, i massoni e i missionari d’Albione? Come? E come potevano dimenticare che, all’epoca, il Regno di Napoli e le marinerie di Sicilia e della Campania, marinerie mediterranee, fossero dei temibili concorrenti per la flotta commerciale inglese? Come potevano? ... http://aurorasito.altervista.org/?p=12100 http://aurorasito.altervista.org/wp-content/uploads/2020/05/78191d8f9b5dfa4d85bcb363e5322e1f-320x240.jpg
  10. L'abbiamo detto un po' tutti che questa pandemia cambierà molte cose e molti nostri atteggiamenti rispetto solo a qualche mese fà. Però paradossalmente qualche effetto positivo l'ho colto e spero che perduri nel tempo. Per esempio: la diminuzione dei reati dovuto sia alla raccomandazione di stare a casa e sia per l'aumentato controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine e quindi dello stato; la chiusura di discoteche, locali ed altri tuguri simili quasi sempre solo zona di spaccio e ritrovo malavitoso; la chiusura di negozi, negozietti, spacci, ecc. adibiti a vendita di stracciume cinese di infima qualità e a volte commercializzato da note aziende italiane ed internazionali; la chiusura di pizzerie, ristoranti, osterie, ecc. dove solo in rari casi si cucina e si mangia bene. Il più delle volte si paga molto, si cucinano alimenti di cui non si conosce provenienza e stato di conservazione e quasi sempre i sapori sono ugualmente simili e sciapiti a tutti gli altri ristoranti; la notevole riduzione di sfruttamento ed inquinamento della natura con un conseguente miglioramento della vivibilità delle nostre città e borghi (era da tempo che non riuscivo a distinguere nitidamente il garrito). Purtroppo già in questi giorni molti di questi effetti benefici non si notano più. E' evidente che la nostra società abbisogna che i cittadini lavorino e producano reddito in modo che alcune multinazionali possano riprendere a mietere risorse finanziarie. Il guaio è che anche la malavita organizzata deve riprendere ad accumulare risorse monetarie da poi poter riciclare. Molti ristoratori e commercianti stigmatizzano che difficilmente riapriranno anche a causa del mancato sostegno economico da parte dello stato, senza dire con la stessa animosità il reddito dichiarato negli anni. Così come molti fantomatici ristoratori si disperano che non potranno riaprire a causa delle condizioni imposte dalle autorità sanitarie. Ma quanti di questi fino a qualche mese fà non avevano alcun rispetto dei clienti quando li costringeva ad ammassarsi e consumare le portate in ambienti ristretti, con poca attenzione all'igiene e producendo le varie portate in ambienti che definire cucine sarebbe un'offesa. Io spero che si possa imporre finalmente un criterio igienico-sanitario che possa essere applicato a tutti quelli che intendono aprire un ristorante, pizzeria, ecc. in modo tale che non ci si arricchisca sfruttando un piccolo locale in una zona di pregio senza offrire le garanzie indispensabili, riducendo spazi, igiene e sfruttando a nero il personale.
  11. Sollecitato a suo tempo da @mom e colto da improvviso raptus masochistico ho deciso di sottoporvi (tanto per condividere responsabilità e probabili insulti) questo giochino: A quale animale associate i forumers di Melius? Comincio io con me stesso e dato che da sempre mia moglie dice che sono tardo ed ostinato, inevitabilmente ... (mulo) Proseguo con @lufranz che vedo come un cavallo da battaglia Quindi @Martin che associo ad un topo di biblioteca (non wikipardo) data la vasta cultura Ovviamente non può mancare l già citato @ferrocsm per ultimo (per ora) @bluesman74 anche lui cavallo da guerra, ma per altre battaglie. Spero che nessuno si offenda e mi auguro una larga partecipazione.
  12. Persona di grande cultura, l'ho conosciuto e, anni fa, ho pure, orgogliosamente, collaborato con lui e anche con la figlia Claudia. https://www.adnkronos.com/cultura/2020/05/21/morto-vincenzo-cappelletti-storico-direttore-della-treccani_dsLFaZdTWFMNzSKPZSJhrM.html
  13. Il moltiplicarsi del numero delle persone che ritengono di vedere complotti orditi ai loro danni dappertutto pone il problema di comprendere la genesi di un fenomeno che fino a pochi anni fa era molto marginale. La paranoia, che secondo il Diagnostic and statistical manual of mental disorders (DSM IV Text Revision, 2000) è: psicosi caratterizzata da «diffidenza e sospettosità pervasive nei confronti degli altri, tanto che le loro intenzioni vengono interpretate come malevole, che iniziano nella prima età adulta e sono presenti in una varietà di contesti» e una forma di schizofrenia caratterizzata dalla «presenza di uno o più deliri o di frequenti allucinazioni uditive». I sintomi del delirio (interpretazioni, illusioni, percezioni deliranti, fabulazioni, intuizioni) sono ampiamente riconducibili a una patologia della convinzione, patologia che si realizza con una polarizzazione di tutte le forze affettive nel senso di una costruzione delirante che subordina tutta l’attività psichica ai propri fini. Sono deliri relativamente coerenti, logici nella loro illogicità, relativamente plausibili. Di qui la loro forza di convinzione e anche di induzione (delirio a due). Il quadro sopra descritto è propriamente patologico, ma si ritrovano non pochi dei comportamenti che contraddistinguono i complottisti. Vi è uno stretto legame fra paranoia e narcisismo e l’idea propria di quest’ultimo per cui il narcisista pensa di essere il centro del mondo. Il narcisismo è uno dei caratteri della rappresentazione borghese del mondo. Esemplare in tal senso è il pensiero di Cartesio. Egli, nel sottoporre a critica il sapere del proprio tempo, introduce il dubbio, che inizia dall’essere metodico e giunge ad essere iperbolico, fino ad ipotizzare un "genio maligno", preposto a ingannare sistematicamente gli uomini. (Non è difficile accostare il genio maligno cartesiano al complottismo dei nostri giorni.) Il dubbio si dissolve ponendo il proprio “io” quale unica realtà sostanziale, che diviene il centro di tutto. Il pensiero di Cartesio manifesta l’idea del borghese che si rappresenta come soggetto singolo separato dalla comunità di cui fa parte. L’aspetto narcisistico emerge nel rappresentarsi come la sola realtà indubitabile e concreta. Ciò che salva il borghese Cartesio dal morire affogato nel lago in cui si rispecchia la propria immagine (come narra il mito), è la solidità della cultura e della razionalità borghese (il famoso metodo cartesiano), il senso della misura e la necessità che ha il borghese di essere il più possibile attento al principio di realtà nella pratica dei propri affari. Il mercato non perdona coloro che non sono attenti ed aderenti al principio di realtà. La società al tempo di Cartesio ed anche per i secoli a venire non ha avuto quale riferimento l’individuo, bensì la comunità. Mentre il mondo borghese, quello dei nostri giorni, poggia su relazioni di tipo contrattuale, nella comunità l’ordine è assicurato dall’integrazione del singolo nella stessa comunità. Identificazione, dedizione, abnegazione e altruismo sono considerati atteggiamenti tipici e positivi, funzionali al perseguimento di interessi e fini collettivi, cui subordinare gli interessi e i fini individuali. E’ evidente che questa idea di appartenenza alla comunità si è dissolto, la nostra società è composta da singoli che si pongono nei confronti del mondo nello stesso modo in cui si poneva Cartesio, ciascuno pensa in cuor suo di essere il centro del mondo. Il problema è che mancano i limiti alla deriva narcisistica del borghese di Cartesio, ossia solidità della cultura e della razionalità borghese, il senso della misura e la necessità che ha il borghese di essere il più possibile attento al principio di realtà per i propri affari. La gratificazione narcisistica del borghese non può allargarsi all’intera società, per la gran parte degli uomini e delle donne il proprio narcisismo è ferito dalla constatazione di essere alla base della gerarchia sociale, di non essere affatto il centro del mondo. Il passaggio alla paranoia complottista avviene in questo momento, uno dei fattori che ad essa danno origine sono le umiliazioni e le sconfitte sociali. Non è un caso che i gruppi sociali che hanno subito in questi anni un processo di proletarizzazione sono i più inclini al complottismo. Inoltre non è difficile trovare nei soggetti che svolgono il ruolo di persecutore un residuo di una identificazione del passato con il desiderio di essere quel soggetto e di rivestire il suo ruolo. Non è un caso che nel complottista vi sia il rifiuto di meccanismi impersonali, devono essere dei soggetti che tramano per fargli del male. Non solo, il pensare di essere oggetto di persecuzione da parte di soggetti tanto potenti indirettamente gratifica il suo narcisismo, egli è una personalità eccezionale ed è per questa ragione che quei soggetti tanto potenti tramano contro di lui. Il rifiuto dello stato delle cose conduce il paranoico a rifiutare il mondo e a regredire nel narcisismo: “io non amo nessuno” ossia “io amo solo me stesso”. Il narcisismo è un assetto originario della psiche, per osservarlo prestate attenzione ai comportamenti dei bambini, che mostrano manifestazioni estremamente simili al delirio di grandezza, come la sopravvalutazione del potere dei propri desideri, la persuasione della “onnipotenza dei pensieri” nel mutare il corso delle cose, l’idea che il mondo viva in funzione loro. Nei paranoici si manifesta quasi sempre un delirio di grandezza. Il problema sociale e politico è che avendo perso in principio di realtà il paranoico/complottista è un soggetto facilmente manipolabile al pari di un bambino, ancora di più se gli manca la cultura e la razionalità borghese. Così come rifiuta le rappresentazioni delle cose di quel mondo che non lo “apprezza”, è pronto e disponibile ad accettare tutte le rappresentazioni, le “narrazioni” contro quel mondo. Chi opera attraverso le manipolazioni dei social ha compreso che questi soggetti sono particolarmente fragili e manipolabili ed è in grado di offrire loro la gratificazione narcisistica che cercano. Inoltre nei social la gerarchia sociale scompare, tutti sembrano uguali e i manipolatori sono particolarmente attenti nel lessico e nella sintassi ad evitare di far emergere differenze. Dal punto di vista politico rappresenta un problema di tenuta della democrazia, che opera sul principio dei corpi intermedi e presuppone la razionalità degli attori sociali.
  14. Chi di voi possiede o ha posseduto un cane di queste razze? Quale é la vostra esperienza? Grazie
  15. vizegraf

    cultura generale Sono invidioso

    Sono invidioso. Una breve premessa e mi spiego: Io sono nato nel '44, conseguentemente il mio "Cursus studiorum" si è sviluppato interamente sotto la "Riforma Gentile" dalle scuole Elementari fino al Liceo (Classico). Poi 5 anni di università fino alla laurea in Ingegneria Civile. Naturalmente, come tutti, ho sviluppato nel tempo vari interessi coltivati alcuni più altri meno assiduamente cumulando tuttavia, nel tempo, conoscenze sempre maggiori si, ma che non hanno fatto di me un'esperto in nessuno di quelli. Da circa 5 anni frequento abbastanza assiduamente Melius (prima HiFi) ed in particolare Lounge bar (prima OT) seguendo un po' tutti i 3ds anche quelli il cui argomento mi è assolutamente ignoto. Spesso,in alcune circostanze, mi è capitato di leggere interventi di alcuni forumers improntati non alla semplice espressione di un'opinione come legittimo e fondamentale per lo sviluppo e l'approfondimento dell'argomento, ma assolutamente categorici (con annessi insulti a corollario nei confronti di chi non la pensasse come loro). Dapprima ho pensato che tale atteggiamento fosse conseguenza di studi specifici e/o esperienze di lavoro, ma nel prosieguo ho potuto verificare che la loro formazione culturale e professionale riguardava settori totalmente diversi. Mi sono perciò domandato se io fossi un "minusdotato" o se la colpa fosse di una formazione culturale di vecchio stampo e pertanto obsoleta, senza sapermi dare una risposta. Ecco perché sono invidioso.
  16. Buonasera. È da stamattina che il l’iPhone mi manda strane notifiche, dovrei bloccare non so cosa dal calendario. Boh Ma gli iPhone possono prendere i virus?
  17. Apro questo 3d con lo scopo di far notare una possibile similitudine fra politica e arte illusionistica, e perché no, intrattenervi un pochino con una disciplina forse poco apprezzata e credo poco studiata nei suoi aspetti psicologici. Come forse giustamente sosteneva @appecundria nel 3d "L'Unione Europea e la crisi economica", il contrasto fra sostenitori e detrattori del MES "si riduce solo ad un problema di polemica politicante." be', a volte ammetto, la sensazione è che l'informazione di natura politica (e con essa le polemiche che si innescano) sia gestita in modo tale che, parlando di facezie, si voglia distogliere l'attenzione da quello che in realtà ha un grande peso specifico. Come se attirando l'attenzione verso la mano destra, si volesse distoglierla da quello che fa (o non fa) la sinistra. Sfruttando un semplice principio naturale, cioè che la mente non riesce a "seguire" nitidamente due cose che accadono contemporaneamente. E qui entriamo nel vivo della similitudine. La misdirection è conosciuta come uno degli elementi più importanti dell'illusionismo, forse il fondamento per eccellenza che distingue un grande prestigiatore da un prestigiatore della domenica. Per il mago amatoriale, tuttavia, non c'è chiarezza su cosa significhi usare la misdirection: non è possibile spiegare a parole una serie di gesti che la creino a colpo sicuro, essendo essa un insieme di tecniche, gesti, parole, timing ed altri aspetti psicologici. Tutte cose che dovrebbero accompagnare, oltre che un buon mago, anche un buon leader politico, per la capacità di direzionare l'attenzione del suo elettorato dove meglio crede, nascondendo (e questo è il lato oscuro di questa arte) nel frattempo la polvere sotto il tappeto. Sono giunto a distinguere almeno due tipi di misdirection, ognuno con delle caratteristiche fondamentali. Possono coesistere, certo, ma più spesso ne vedremo all'opera una forma alla volta. Tipo 1: La misdirection aggressiva Essa è rappresentata dal ladruncolo di galline che prima di rubare grida all'interlocutore "Guarda! Un asino che vola!". È lo stile più naïf di misdirection e per quanto possa sembrare molto sfacciata, in certi contesti ha un effetto molto potente. La si può vedere all'opera per esempio nel pickpocketing: la "vittima" si ritrova bombardata da domande, deve costantemente deviare la sua attenzione. In un qualche modo, si rende conto che qualcosa non quadra, ma non riesce a capire cosa. Qui di seguito un video di Apollo Robbins che mostra questa tipologia di tecnica all'opera. be', credo che molti politici attuali ne facciano ampiamente uso (magari dite la vostra in merito..) Tipo 2: la misdirection passiva. È la misdirection più difficile da usare, anche perché è quella che richiede più talento. È quella che più usa la psicologia per funzionare, e richiede un approfondita comprensione delle aspettative di uno spettatore. In maniera generale, il performer compie dei gesti che vengono interpretati in maniera errata da chi osserva: questo richiede per esempio la simulazione di un gesto (se possibile un gesto naturale, ma non è una conditio sine qua non) per coprire un gesto reale. Fa uso tra le altre cose della tendenza nell'essere umano a completare ciò che capita, o per dirla in modo diverso, a fare assunti su ciò che il cervello non vede direttamente. Ora, so bene che questa è una spiegazione riduttiva della misdirection passiva: il problema è che questa tecnica è talmente complessa da usare e perfino da osservare che mi risulta difficile cercare di spiegarla meglio. È molto usata nelle branche "manipolative" (monetomagia, magia con le sigarette, etc) che consistono in sparizioni e riapparizioni. Slydini (probabilmente il più grande prestigiatore italiano di sempre) era il maestro incontrastato di questo tipo di misdirection. E noto relazioni con alcuni grandi politici italiani di qualche lustro fa, e forse solo qualcuno del contesto attuale.. Godetevi, se vi va, questi pochi minuti di arte del grande mago foggiano. Spero che vi strappi almeno un sorriso.
  18. appecundria

    cultura generale Il 7 maggio di 75 anni fa

    Il 7 maggio di 75 anni fa si concludeva il secondo conflitto mondiale.
  19. Dal sito: "Giovedì 26 marzo 2020 l’Ermitage vi offre una visita delle sale museali online. Sarà un evento molto importante per noi. Vorremmo dare una mano ai cittadini dell’Italia che vive adesso un periodo non facile. Non possiamo prestarvi un aiuto medico o finanziario, ma speriamo di fare almeno qualcosa per abbellire questo momento duro attenuandolo con la bellezza infinita dell’arte. Sono le nostre parole di sostegno morale a tutti gli amici dell’Ermitage in Italia, ai nostri collaboratori del Centro Ermitage-Italia a Venezia e assolutamente a tutti i cittadini italiani. È il nostro modo per dirvi che siamo insieme a voi, anche se virtualmente. La Dott.ssa Olga Macho, capo del settore per l’Educazione pubblica al Museo statale Ermitage, farà questa visita speciale in lingua italiana." Ecco il link al sito dell'Ermitage (dove c'è icona del canale Youtube): https://www.hermitagemuseum.org E questo è il link diretto a Youtube:
  20. OLIVER10

    cultura generale Rai vergognosa

    Rai vergognosa. Interviste e spiegazioni del premier le ho dovute vedere su Sky tg24...per far posto ad Amadeus registrato Ma chi la dirige ?
  21. magicaroma

    cultura generale Morto Giulietto Chiesa

    Anche se condividevo ben poco delle sue teorie, sono dispiaciuto. Il suo impegno contro tutte le guerre aveva qualcosa di commovente. Che la terra ti sia lieve
  22. °Guru°

    cultura generale Buon 25 APRILE 2020!

    Perché il fascismo non è un ventennio ma un concetto, che si esprime adattandosi al contesto. Ora e sempre RESISTENZA.
  23. Vorrei intendere questa ricorrenza sotto il profilo socio-culturale, umanistico, civile, quindi politico ma non partitico... Come se il 25 Aprile non fosse, e di fatto non lo è, una data commemorativa da celebrare come si celebrano i monumenti, lontana dall'oggi così divero e così uguale a certe dinamiche socio-politiche, culturali ed umanistiche del passato. Un passato che non è solo memoria, bensì specchio del presente. Ne parlavo in Arte Visive, https://melius.club/topic/306073-the-forgotten-front/?do=findComment&comment=6803818 a proposito di un bellissimo documentario sulla resistenza bolognese visibile sul sito della Cineteca di Bilogna che mi ha lasciato una profonda impressione. Riporto anche qui quanto scritto nell'altro topic, nel caso dovessere nascere una discussione che andrebbe credo convenientemente condotta in questa sezione. Commovente la lettura a fine film della lettera dell'eroico partigiano Giovanni "Gianni" Palmieri, Brigata Garibalsi, medaglia d'oro al valor militare all'amico di lotta Luciano Bergonzini. Un messagio lucido, lungimirante, profetico, realistico e poetico, di estrema attualità culturale, umanistica e socio-politica. Di questa pasta era fatta la gente che sacrificò la propria vita per liberare la nostra nazione dall'ombra criminale del nazifascismo. L'ho trovata nel web, per chi voglia leggere questa esemplare "lezione" di civiltà http://www.ultimelettere.it/?page_id=52&ricerca=119&doc=501&fbclid=IwAR1rENHyACYgRpsXtewFVw_TIzpJCMltya7NycXaNLk_FELbltUXn5ndJR0

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy