Jump to content
Melius Club

Search the Community

Showing results for tags 'cultura generale'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forum

  • Forum
    • Welcome on board!
    • Home Audio
    • Vintage Room
    • Listening in Headphones
    • DIY Do It Yourself
    • Video Home Theater
    • Music Room
    • Joe's Garage
    • Visual Arts Room
    • Lounge Bar
  • Circolo fan Silcable's Forum del Circolo Silcable
  • Circolo fan Pylon Audio's Forum del Circolo Pylon
  • Circolo fan Audiogears's Topics

Blogs

There are no results to display.

There are no results to display.

Product Groups

There are no results to display.

Categories

  • Number 43 - Year 2019
  • Number 42 - Year 2016
  • Number 41 - Year 2014
  • Number 40- Year 2014
  • Number 39 - Year 2013
  • Number 38 - Year 2013
  • Number 37 - Year 2013
  • Number 36 - Year 2012
  • Number 35 - Year 2012
  • Number 34- Year 2012
  • Number 33 - Year 2012
  • Number 32 - Year 2009
  • Number 31 - Year 2008
  • Number 30- Year 2008
  • Number 29 - Year 2008
  • Number 28 - Year 2007
  • Number 27 - Year 2007
  • Number 26 - Year 2007
  • Number 25 - Year 2007
  • Number 24 - Year 2007
  • Number 23 - Year 2006
  • Number 22 - Year 2006
    • Cavi di potenza
    • Cavi di segnale
  • Number 21 - Year 2006
  • Number 20 - Year 2006
  • Number 19 - Year 2006
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 18 - Year 2006
  • Number 17 - Year 2005
  • Number 16 - Year 2005
    • Interviste ai costruttori di cavi hifi
  • Number 15 - Year 2005
    • Sonic Impact T-Amp
  • Number 14 - Year 2005
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 13 - Year 2005
  • Number 12 - Year 2004
  • Number 11 - Year 2004
  • Number 10 - Year 2004
  • Number 09 - Year 2004
  • Number 08 - Year 2004
  • Number 07 - Year 2004
  • Number 06 - Year 2003
  • Number 05 - Year 2003
  • Number 04 - Year 2003
  • Number 03 - Year 2003
  • Number 02 - Year 2003
  • Number 01 - Year 2003
  • Number 00 - Year 2002

Categories

  • Audio, Video, Photo
  • Compact discs, vinyls, tapes

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 425 results

  1. É, purtroppo, giunto all'ultimo traguardo Luciano De Crescenzo. Lui che ci ha lasciati ad una veneranda età ha espresso una Napoli che forse esisteva solo nella sua fantasia come la Vigata di Camilleri ma forse con gli stessi sentimenti si è espresso per descrivere con amore la sua terra d'origine.
  2. Schelefetris

    cultura generale RIP Andrea Camilleri

    arresto cardiocircolatorio, ripreso al pronto soccorso ma le condizioni sarebbero critiche. https://www.adnkronos.com/cultura/2019/06/17/camilleri-ricoverato_o82xFSP4yXBBcAkqzkrYbJ.html in bocca al lupo ad uno dei più arguti narratori degli ultimi decenni.
  3. L’insostenibile leggerezza delle élite meridionali (di Mario Caligiuri) ... Il Mezzogiorno è entrato nella storia d’Italia da sconfitto e da sconfitto è rimasto per oltre 150 anni. A causa, secondo me, principalmente delle sue classi dirigenti. Il problema della spesa storica, ben evidenziato da questo giornale [Il Quotidiano del Sud], penalizza le regioni meridionali. Questo è stato possibile per le scelte del Parlamento. Ma la Camera, dal 1861, e il Senato, dal 1948, sono stati, fino a oggi compreso, sempre a maggioranza centro-meridionale. Quindi risulta evidente come le classi politiche del Mezzogiorno non abbiano mai tutelato, se non a tratti e sporadicamente, sopratutto negli anni Sessanta, le ragioni degli elettori che rappresentano. ... Il contesto storico peraltro ci dimostra, nella sua interezza, che la politica nazionale non solo ha contribuito a creare una questione meridionale che, come dimostrano gli studi di Paolo Malanima e Vittorio Daniele, era inesistente al momento dell’Unità ma che è stata capace di fare nascere anche una questione settentrionale, lasciando in ombra la vera questione nazionale: quella romana. Infatti, risolta nel 1929 la vicenda con la Santa Sede, oggi consiste nell’assorbimento di risorse sempre più ingenti, in cambio di servizi sempre più scadenti alla comunità nazionale. Non siamo al “Roma ladrona” o “Roma padrona” ma poco ci manca poiché la Capitale vive esclusivamente di rendita di posizione e soffre della malattia della centralità. Se analizziamo lo studio di Domenico De Masi su Roma 2030 vengono indicati i problemi ai quali la città andrà incontro nei prossimi anni: emigrazione intellettuale, conseguenze delle opere pubbliche progettate male, difficoltà di integrazione soprattutto nelle periferie e con i rom. ... In uno scenario del genere, rivendicare le ragioni del Sud significa perseguire l’interesse nazionale che può essere realizzato solo da classi dirigenti responsabili verso il domani. È possibile questo con deputati e senatori nominati su liste bloccate e destinatari di consensi emotivi, indicati con centinaia di like o con la benevolenza del ristretto consiglio delle ombre che compone le liste? Infatti, capacità e merito per ricevere voti non sono requisiti necessari. Se poi notiamo che il corpo elettorale è composto da cittadini che al 75 per cento non comprendono una semplice frase in italiano oppure al 27 per cento risultano analfabeti funzionali, il quadro diventa più chiaro. In tale contesto, dimostrare con i numeri lo scippo del Sud, in definitiva non interessa a nessuno, a cominciare dalle élite meridionali, preoccupate solo della propria personale sopravvivenza, e neanche agli elettori del Sud, immersi nella disinformazione totale. C’è un modo per uscirne? I tempi lunghi della consapevolezza e dell’educazione confliggono con l’immediatezza della comunicazione e dei social, dove si realizza l’effetto sciame: le ondate di indignazione come rapidamente si innalzano così rapidamente si attenuano. Con una capacità di incidenza sulla realtà prossima allo zero, dando peraltro l’illusione della partecipazione. Per fare ripartire l’Italia occorre un progetto politico per il Sud, che non sia rappresentato da un Partito che agiti il vessillo del Mezzogiorno per raccogliere qualche deputato che una volta assiso sullo scranno tutto fa tranne che occuparsi di chi lo ha votato. Esattamente come fanno quasi tutti gli altri. Come parlare di Sud quando gli algoritmi indirizzano scelte e consumi in una frazione di secondo? Forse una possibilità sarebbe creare un’intelligenza artificiale a misura di Sud. Le Università meridionali sono chiamate a raccolta. Saremo capaci di percorrere questa strada? Intanto ragioniamoci subito. ...
  4. centurione

    cultura generale Angeli

    1. Vi è capitato di sognare un angelo oppure no. 2. Semmai vi ha parlato. 3.Semmai vi ha parlato, vi siete svegliati e ciò che vi ha detto è avvenuto all'istante. Com'era ? Grazie.
  5. Sto cercando un bel saggio da leggere sotto l'ombrellone. Non su politica italiana tipo libri Vespa o Travaglio, ma per il resto sono aperto a qualsiasi argomento! Cosa mi consigliate?
  6. spersanti276

    cultura generale Scossetta ORA a Roma

    Ahem, ci risiamo?
  7. eduardo

    cultura generale Ma ... le roi ?

    Sono sinceramente stupito. Da un forum cosi' reattivo mi sarei aspettato di leggere gia' da diverse ore qualche commento su questa "incresciosa" vicenda !! Fermo restando che e' ancora tutto al vaglio degli inquirenti, state per caso invecchiando ?
  8. mozarteum

    cultura generale Addio a Zeffirelli

    Un grande regista e’ scomparso. Non fra i miei preferiti ma lui e’ un gigante io un semplice osservatore
  9. Presente Amanda Knox, domani interverrà parlando del suo caso... Oggi è scappata a causa dei troppi flash... https://www.lastampa.it/2019/06/14/italia/laria-dimessa-poi-il-cocktail-con-chris-il-ritorno-da-diva-di-amanda-knox-in-italia-zoUtgzt8g0LLEzkU3r8ndL/pagina.html Personalmente ritengo la sua visita inopportuna, cosa ne pensate?
  10. Auspico che altri Comuni ne seguano l'esempio anche se noto una minoritaria presenza buddhista (visto l'argomento avrebbe dovuto essere più significativa) e l'assenza della componente cattolica del Cristianesimo. - A Milano arrivano le stanze del silenzio: luoghi di preghiera e meditazione per tutte le confessioni e per gli atei. Patto in Comune tra 19 organizzazione religiose di credenti e no. Le prime al Pio albergo Trivulzio e al Golgi-Radaelli, ma nasceranno anche in carceri, ospedali, stazioni. - Si chiamano 'stanze del silenzio', sono spazi dedicati alla meditazione, al raccoglimento e alla preghiera da mettere a disposizione di tutti i cittadini - atei o appartenenti a una confessione religiosa, qualsiasi essa sia - all'interno di ospedali, carceri, stazioni, aeroporti. E per diffonderle il Comune di Milano ha sottoscritto un patto di collaborazione con 19 organizzazioni religiose e di non credenti, tre associazioni e due aziende per i servizi alla persona (Istituti milanesi Martinitt-Pio Albergo Trivulzio e Golgi-Radaelli). Si sono riuniti per la prima volta a Palazzo Marino per avviare il percorso che segue una delibera dello scorso 23 dicembre con la quale la Giunta ha già approvato la promozione delle 'stanze del silenzio'. - Ora tutti i soggetti aderenti all'accordo saranno chiamati a collaborare nella predisposizione di un regolamento che normi l'utilizzo delle prime stanze, previste all'interno degli Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio e Golgi-Redaelli. - "Con il patto di collaborazione di oggi applichiamo i principi dell'amministrazione condivisa all'ambito dell'assistenza spirituale e religiosa, avviando un percorso che vede organizzazioni e comunità direttamente ingaggiate per la gestione condivisa di spazi e servizi - commentano gli assessori Lorenzo Lipparini (Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data) e Pierfrancesco Majorino (Politiche sociali, Salute e Diritti) - . Questo garantirà ai cittadini, di qualsiasi gruppo o credo religioso, spazi tutelati e assistenza. Ci auguriamo che questo modello possa diffondersi a diverse realtà e strutture aderendo a questo accordo, che è anche e soprattutto un segnale di inclusione e responsabilizzazione. Come istituzione ci siamo fatti garanti di questo procedimento, promuovendo un dialogo tra le diverse comunità attive sul territorio che oggi, a Palazzo Marino, iniziano un percorso comune a favore di tutti i cittadini, seguendo proprio le linee guida del Regolamento dei beni comuni recentemente approvato dal Consiglio Comunale". - Presenti alla sigla del patto, assieme al Comune di Milano, i rappresentanti delle Asp e molti gruppi, associazioni e comunità operanti sul territorio: la Chiesa Evangelica Valdese, la Chiesa Evangelista Metodista di Milano, la Chiesa Cristiana Evangelica Battista (via Pinamonte da Vimercate), la Chiesa Cristiana Evangelica Battista (via Jacopino da Tradate), l'Unione Italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo Giorno, l'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (U.A.A.R.), l'ArciAtea Rete per la Laicità Aps, la Comunità Ebraica di Milano, la Comunità Religiosa Islamica Italiana (CO.RE.IS.), l'Unione Induista Milano Dharma Seva, la Comunità culturale Islamica Milli Gorus (U.CO.I.) e Associazione Islamica di Milano Moschea Mariam (U.CO.I.), l'Associazione Islamica di Milano (U.CO.I.), la Federazione Islamica della Lombardia e federazione nazionale, l'Assemblea Spirituale locale Bahà'i di Milano, la Fondazione Maytreia, Indian Sikh Community of Italy, Brahma Kumaris, Zoe Pentecostal Mission, la Chiesa Russo Ortodossa, il Gruppo Nazionale di Lavoro per la "Stanza del Silenzio e/o dei Culti", le associazioni Manos Sin Fronteras, Opera Nomadi sezione di Milano, l'Associazione Medica Ebraica. Compito delle comunità coinvolte sarà fornire gli allestimenti necessari alle funzioni religiose e alla loro custodia e mantenimento e insieme alle Asp si lavorerà a un regolamento per l'accesso e la cura degli spazi. Il Gruppo Nazionale di Lavoro per la "Stanza del Silenzio e/o dei Culti" offrirà la sua opera come partner per la formazione del personale interno all'Asp. L'accordo permette in qualsiasi momento l'inserimento di nuove adesioni. - https://milano.repubblica.it/cronaca/2019/06/06/news/stanze_del_silenzio_ospedali_milano_accordo_comunita_religiose-228053648/
  11. Fabio Cottatellucci

    cultura generale Gestire più mailbox in Outlook 2016

    Ciao ragazzi, mi trovo ad installare Outlook 2016 venendo da Outlook 2013 su una macchina con Win10. Ho cinque account di posta/mailbox; su 2013 li avevo installati tutti. Uno era il principale ma questo non contava molto; in realtà, quando gli ordinavo "Scarica tutte le cartelle" Outlook tirava giù il contenuto di tutti i cinque account in "Posta in arrivo", e da lì una batteria di regole che avevo fissato ridistribuiva le mail su altre quattro cartelle che avevo predisposto, denominate come gli altri quattro account. Su 2016 non riesco a farlo: mentre per i messaggi Exchange è prevista l'aggiunta sull'account principale (chiamato da loro "delegato") di altre mailbox "deleganti", il cui contenuto viene invece scaricato, per la mail sia POP3 sia IMAPI questo non è possibile! Ho dovuto creare cinque account sparati di posta, indicarne uno come principale e preparare al suo interno cartelle e regole di distribuzione sulle medesime. Così impartisco "Invia / Ricevi in tutte le cartelle" e questo account master "si carica tutto" e poi smista in cartelle al proprio interno. Gli altri quattro account non vengono movimentati. Il problema è che ho comunque cinque account aperti in schermata (anche se ne guardo uno solo) e questo secondo me mi causerà prima o poi dei problemi, ma soprattutto: Outlook produce cinque distinti file .pst, ciascuno col nome di un account; per quanto sopra la gestione delle mailbox diventa problematica e, soprattutto, sono in discontinuità col vecchio file outlook.pst che prima conteneva tutto. Ovviamente da accurate ricerche in rete... non ho estratto nulla; la stessa Microsoft sembra concentrata solo su come risolvere questo problema in Exchange e sullo spiegare come gestire una cartella condivisa (che è il problema opposto). Mi date una mano? Grazie in anticipo a chi mi risponderà...
  12. http://aurorasito.altervista.org/wp-content/uploads/2019/05/flotta-inglese-ed-i-mille-1859-1861_43241.jpg
  13. spersanti276

    cultura generale Le storie di ieri

    Le accese discussioni di questi giorni mi hanno fatto pensare a questa stupenda canzone. Sempre attuale, a mio avviso. "Le storie di ieri" Mio padre ha una storia comune, condivisa dalla sua generazione. La mascella al cortile parlava, troppi morti lo hanno smentito, tutta gente che aveva capito. E il bambino nel cortile sta giocando tira sassi nel cielo e nel mare. Ogni volta che colpisce una stella, chiude gli occhi e comincia a sognare chiude gli occhi e comincia a volare. E i cavalli a Salò sono morti di noia, a giocare col nero perdi sempre. Mussolini ha scritto anche poesie, i poeti che brutte creature, ogni volta che parlano è una truffa. Ma mio padre è un ragazzo tranquillo, la mattina legge molti giornali. È convinto di avere delle idee e suo figlio è una nave pirata, e suo figlio è una nave pirata. E anche adesso è rimasta una scritta nera, sopra il muro davanti casa mia, dice che il movimento vincerà. I nuovi capi hanno facce serene e cravatte intonate alla camicia. Ma il bambino nel cortile si è fermato si è stancato di seguire aquiloni. Si è seduto tra i ricordi vicini, rumori lontani guarda il muro e si guarda le mani, guarda il muro e si guarda le mani guarda il muro e si guarda le mani
  14. Salve, a seguito di quanto riuscirò ad ottenere qui* mi ritroverò nella necessità di climatizzare casa. Nel 2019 quali sono i migliori marchi ed i migliori prodotti degli stessi? Al momento, ovviamente, sto ricevendo preventivi per Daikin. *
  15. Giusto per condividere la mia esperienza con una linea di prodotti dal rapporto prezzo/qualità incredibile. Giorni fa stavo cercando una soluzione per "domotizzare" le luci esterne della mia abitazione e mi imbatto nei prodotti Sonoff. Leggo in rete informazioni e recensioni e mi convinco ad acquistarne uno per provare, visto il modesto costo (29 euro), nella fattispecie uno scatolotto con 4 relè indipendenti comandati in wifi e gestiti , scopro solo successivamente, con una miriade di possibilità che va ben oltre il semplice in/off. Per farvela breve, ne ho acquistati svariati e montati: adesso comando accensioni luci sull'esterno divise in zone (con possibilità di programmazione oraria), luci piscina interne ed esterne, apertura cancello elettrico e varie prese in casa. Piccola chicca: compatibile con Google Home e quindi le accensioni e spegnimenti possono essere fatte con comando vocale, anche in remoto.
  16. Ho in progetto di prendere un desktop da collegare a un monitor Eizo di fascia alta per l'elaborazione di immagini, oltre a internet e programmazione. L'ultimo desktop lo acquistai intorno al 2004 e non mi interessai più di hw a pezzi, quindi sono ormai completamente ignorante delle offerte del mercato e della composizione. Per il momento non mi interessa l'elaborazione dei filmati, il gaming probabilmente non mi interesserà mai, il word processing lo fanno tutti i pc. Budget intorno a 1000 euro, scheda grafica esclusa e da prendere a parte. Pensavo a una macchina con 16 gb ram, un hdd a stato solido da 128-256 gb, un hdd da 1 tb, processore intel almeno i5 ottava generazione con motherboard adeguata, scheda grafica che possa trattare agevolmente i 10 bit per colore e Adobe RGB, usando anche files di grosse dimensioni con Photoshop, a cui farei un abbonamento annuale. Il monitor l'avrei già scelto, o quasi: Eizo CG 279 o CG 277 (ci sono 300 euro di differenza, il primo è più recente): sono oggetti da circa 2000 euro ma a mio parere sono una spanna sopra gli altri. S.O. Windows 10, per necessità. La struttura che dovrà ospitare la macchina dovrebbe essere un minitower, non più di 21 L x 40 P x 45 H. Ci vorrebbe anche un alimentatore adeguato, e un rumore il più basso possibile. Scheda wifi decente, con possibilità di usare collegamento wired per internet. Un po' di usb 3.0 mi permetterebbe di sfruttare lettori dvd esterni, quando necessario. . Non so a chi rivolgermi: i principali centri commerciali hanno macchine preassemblate con 8 gb di ram, non sanno dirmi se si possa aggiungerne altra, aprire il case è escluso. Avete qualche suggerimento?
  17. “Mi piace sentirmi parlare. E’ una delle cose che mi divertono di più. Spesso sostengo lunghe conversazioni con me stesso e sono così intelligente che a volte non capisco nemmeno una parola di quello che dico.” (Oscar Wilde) Succede in alcune stanze e, proprio per questo motivo, stanchi della prosopopea saccente dei soliti, alcuni forumer hanno abbandonato o se ne stanno andando. Tantissimi contributi non si postano più, si diradano gli interventi per evitare di sentirsi dare degli ignoranti, incompetenti eccetera. E non fanno più ridere le false faccine messe alla fine: sono ipocrite come chi le ha postate.Trovo che sia un vero peccato!
  18. nullo

    cultura generale Cefalonia

    <<assassinati dai nazisti a Cefalonia perché rimasti fedeli all'Italia. >> sposto qui questa frase per non inquinare e far deragliare una discussione dai soliti professionisti del genere. mi chiedo perché fare affermazioni imprecise e non raccontare la storia come la si dovrebbe. partirei con gli ordini del generale Vecchiarelli a seguito dell'armistizio di settembre, per poi fare considerazioni sulla somma di atteggiamenti da parte dei vari attori al limite della follia, anche se in parte ampiamente prevedibili, che hanno portato ad un eccidio assolutamente evitabile. Neanche l'unico in verità..
  19. 31canzoni

    cultura generale Buon 25 aprile

    Buon 25 aprile a tutti. 74 anni di libertà e democrazia. 74 anni senza guerra. Buon 25 aprile a tutti i democratici e anche a quelli che ancora non hanno capito e che probabilmente non capiranno mai.
  20. Dalla sua installazione ho problemi con la connessione al mio account di google... Avete idea di come risolvere? grazie, in rete non ho trovato nulla
  21. Spassosissimo racconto del professor Donti su come un cambiamento nella vita formativa possa influire nel futuro (in tutti i sensi) di un soggetto: Lucio, nello specifico. da guardare nel merito dal min. 16:45
  22. bluesman74

    cultura generale Il nazismo nel rock

    Non solo pacifismo e uguaglianza, il rock è stato anche veicolo di ideologie non proprio democratiche... Cosa ne pensate?

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy