Jump to content
Melius Club

Search the Community

Showing results for tags 'politica ed economia'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forum

  • Forum
    • Welcome on board!
    • Home Audio
    • Vintage Room
    • Listening in Headphones
    • DIY Do It Yourself
    • Video Home Theater
    • Music Room
    • Joe's Garage
    • Visual Arts Room
    • Lounge Bar
    • From the Melius Market now
  • Circolo fan Silcable's Forum del Circolo Silcable
  • Circolo fan Pylon Audio's Forum del Circolo Pylon
  • Circolo fan Audiogears's Topics
  • Giardino letterario Melius's Conversazioni
  • Giardino letterario Melius's Divertimenti letterari

Blogs

There are no results to display.

There are no results to display.

Categories

  • Number 32 - Year 2009
  • Number 31 - Year 2008
  • Number 30- Year 2008
  • Number 29 - Year 2008
  • Number 28 - Year 2007
  • Number 27 - Year 2007
  • Number 26 - Year 2007
  • Number 25 - Year 2007
  • Number 24 - Year 2007
  • Number 23 - Year 2006
  • Number 22 - Year 2006
    • Cavi di potenza
    • Cavi di segnale
  • Number 21 - Year 2006
  • Number 20 - Year 2006
  • Number 19 - Year 2006
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 18 - Year 2006
  • Number 17 - Year 2005
  • Number 16 - Year 2005
    • Interviste ai costruttori di cavi hifi
  • Number 15 - Year 2005
    • Sonic Impact T-Amp
  • Number 14 - Year 2005
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 13 - Year 2005
  • Number 12 - Year 2004
  • Number 11 - Year 2004
  • Number 10 - Year 2004
  • Number 09 - Year 2004
  • Number 08 - Year 2004
  • Number 07 - Year 2004
  • Number 06 - Year 2003
  • Number 05 - Year 2003
  • Number 04 - Year 2003
  • Number 03 - Year 2003
  • Number 02 - Year 2003
  • Number 01 - Year 2003
  • Number 00 - Year 2002

Categories

  • Audio, Video, Photo
  • Compact discs, vinyls, tapes

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 1298 results

  1. oggi dando l'autolettura Gas, ho scoperto che il "Servizio Tutela " non esiste più . Telefonata al N° verde. L'operatrice proponendomi sconti vari (Gas a 22 cent al m3 e Luce a 7,20 cent al Kw. Il tutto per un anno) insisteva per fare contratto con registrazione vocale. Ho rifiutato dicendo che piuttosto vado in un punto Enel. Lei mi dice che in ogi caso non avrei avuto gli sconti come on line. A stò punto non so, vorrei guardarmi in giro. Alla Coop propongono il pacchetto Luce-Gas (credo sia Terna il gestore). Ricordo che l'argomento era stato trattato e uno qui scriveva : "Servizio Tutela , tutta la vita"...e adesso?
  2. Qualche giorno fa ho ricevuto da Matteo Renzi la proposta di candidarmi come indipendente nelle liste del PD alle prossime elezioni politiche. Me l’ha fatta con le parole giuste: “vorrei rovinarle la vita proponendole di dare una mano al suo Paese in Parlamento”. Parole giuste perché io sento il dovere di fare qualcosa per migliorare la Nazione dove vivo e dove crescerà mia figlia; insomma di mettere a disposizione degli altri quello che so e quello che so fare. Ricevere questa proposta è stato per me un grande onore: come sapete ho profondissima stima di Matteo Renzi, che con coraggio e decisione ha preso senza tentennamenti la parte della scienza in questa Italia talvolta oscillante tra viltà, opportunismo e superstizione. Molti mi hanno detto “stai lontano dalla politica, è uno schifo”. Ma io non la penso così: la politica è per me la forma più alta di impegno civile e l’ho sempre considerata come il traguardo più prestigioso per un Cittadino. D’altra parte, sto già facendo politica. Quando vi racconto che il vaccino contro il morbillo è sicuro ed efficace al 98% vi riporto dati scientifici, ma nel momento in cui dico che la vaccinazione dovrebbe essere obbligatoria per lavorare in ospedale, o che chi racconta la bugia del legame tra questo vaccino e l’autismo non dovrebbe avere spazio nei programmi televisivi e sui giornali non sto parlando più di scienza: parlo di politica. Ormai politica e scienza camminano appaiate: il tema dei vaccini si accompagna a quello della gestione dei malati gravi, della disponibilità delle cure più innovative; è vicino alla necessità di contrastare gli avvoltoi che sfruttano il dolore dei malati instillandogli false speranze. Infine, scienza e politica dovranno allearsi nel riuscire a mantenere intatto il livello della nostra sanità pubblica in modo da potere continuare a curare tutti nel migliore dei modi, ma senza sprechi. Quando dovremo fare queste scelte ci saranno bugiardi che - come e più di quanto non abbiano fatto per i vaccini - vi racconteranno delle menzogne per sviarvi e confondervi. In tutto questo io non solo ho la volontà di esserci, ma anche il dovere di fare sentire la voce della scienza contro le frottole propinate da chi penserà di trarre da esse vantaggi politici. Posto che faccio già politica, che sono felice e onorato di fare politica e che voglio continuare a fare politica, mi sono però chiesto quale possa essere per me in questo preciso momento il modo più efficace e produttivo di farla. A questa domanda non è stato facile rispondere, ma alla fine ho ritenuto che la cosa migliore sia rimanere al di fuori del Parlamento, mettendo i miei studi scientifici e la mia capacità di comunicare a servizio di chiunque combatte per la verità contro le bugie. Spero di avere fatto la scelta giusta, e spero che anche tutti voi sappiate farla, privilegiando nel prossimo voto chi combatte perché il nostro Paese non diventi la culla dell’oscurantismo e della superstizione. La mia scelta è stata molto difficile, la vostra al contrario è molto facile: i cialtroni che vogliono farci rimpiombare in un nuovo medioevo sono molto facili da riconoscere, e da evitare.
  3. Campagna elettorale. Comizio finale di Berlusconi a Napoli. Folla oceanica. - L'Italia ha mille problemi! Applausi. - Io vi prometto che uno alla volta li risolverò tutti! Ovazione. - Cominciando da subito! Folla in delirio. - Tutti voi nelle prime file: domani andrete a lavorare! Gelo. Dalle prime file: cavalie' e con tutti 'sti problemi, voi proprio dalla disoccupazione volete incominciare???
  4. Roberto M

    politica ed economia I deliri di Soros

    Ce l’ha con tutti ! Putin e Trump (due mafiosi), Bitcoin (una bolla speculativa, e qui sovviene in dubbio che rosichi per non averci pensato prima) Facebook e Google e i social network (monopolisti pericolosi pericoli per la democrazia). Tutto nero ? Ma no ! C’e’ l’Unione Europea che ci salva ! (e questo spiega tutto). http://www.lastampa.it/2018/01/26/economia/soros-attacca-bitcoin-trump-putin-e-i-social-network-sono-monopoli-sempre-pi-potenti-YS4Opj0gmj0gOI9vLhd1aL/pagina.html
  5. °Guru°

    politica ed economia Liberi e uguali

    Domanda che rivolgo a chi si sente di sinistra: cosa ne pensate di questo partito? Al di là della presenza di alcuni personaggi difficilmente non antipatici, può essere una valida alternativa per gli elettori che non si riconoscono nella politica di Renzi?
  6. sentito da vespa ieri sera 100mld tra flat tax al 23% e 1000 euro le pensioni minime...coperti da maggiori introiti fiscali (non conviene evadere dice lui) e altre amenità. vince a mani basse anche stavolta poi però falliamo...ma questo è un dettaglio
  7. La cartuccia non va.... mancano i soldi, mancano gli stimoli fiscali, manca una politica lineare...Dai tempi del grande genio montiano gli oneri collegati continuano a moltiplicarsi mentre i redditi non seguono di conseguenza. Sono geni al lavoro e non capiamo noi, o sono deficienti e non capiscono loro?
  8. Dopo il "grande" Obama, quelle che metteva dazi, senza che nessuno avesse da ridire, si rilancia ancora la politica dei dazi negli states... Sui pannelli solari contro il dumping di stato cinese, ma anche su lavatrici, e poi acciaio e alluminio nel mirino. noi intanto continuiamo ad espostare fabbriche.
  9. nullo

    politica ed economia Tassi e bce

    Oggi abbiamo la comunicazione ufficiale che i tassi rimarranno allo stato attuale ben oltre la fine del QE. ....ma va!? Chi l'avrebbe mai pensato?
  10. Il commento di Mario Seminerio, curatore del blog Phastidio.net Il sociologo del lavoro Domenico De Masi(nella foto) sta da tempo elaborando originali proposte per affrontare i rischi di disoccupazione tecnologica. Fatale che il suo percorso incrociasse quello del M5S, alla ricerca dell’utopia perfetta da declinare in proposte di legge. In una recente intervista a La Stampa, De Masi spiega come ridurre la disoccupazione, non solo quella tecnologica. Ed è subito “momento peyote”. La proposta è molto semplice: servono 36 ore di lavoro settimanali per eliminare la disoccupazione. Senza lasciare alone. Nel Rapporto 2025, l’opus magnum demasiano di oltre 300 pagine commissionato dai grillini, il simpatico sociologo molisano ci informa che la tecnologia distruggerà più lavori di quanti riuscirà a crearne, ma che sarà comunque “un nuovo Rinascimento”, perché la gente avrà molto più tempo libero per crescere spiritualmente e culturalmente, realizzandosi. Riusciranno a sopravvivere, spiega De Masi, “i lavori in cui siano centrali empatia e creatività”. Veniamo al nucleo della proposta di De Masi: “Se chi lavora 40 ore settimanali riducesse il proprio orario a 36 ore, la disoccupazione si azzererebbe. Il punto, quindi è riuscire a convincere un occupato a cedere le sue ore a un disoccupato”. Questo lo sostiene da tempo anche Grillo, ma come si fa? “Lo spiego nel mio prossimo libro “Lavorare gratis, lavorare tutti”. Serve una piattaforma online alla quale i disoccupati possano iscriversi per mettere a disposizione le proprie competenze, dall’idraulico al designer, gratuitamente. Se su 3 milioni di disoccupati 1 milione lavorasse gratuitamente, si spaccherebbe il mercato, costringendo chi lavora di più a lavorare di meno”. E perché un disoccupato dovrebbe lavorare gratis? “Per fare la rivoluzione. E poi, il vero dramma del disoccupato è non fare nulla tutto il giorno. Se iniziassero tutti a lavorare gratuitamente, nel giro di poco tempo troverebbero un lavoro pagato”. Per convincere a lavorare meno gli asociali che hanno un lavoro, occorre quindi convincere i disoccupati a fare quello che l’economia postula da sempre: concorrenza. Serve anche avere prezzi che si formino in assenza di attrito, cioè servirebbe abolire i compensi minimi stabiliti per legge. Non solo: in una prima fase servirebbe anche abolire il principio costituzionale (a sua volta vagamente mutuato dalla dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo, alla voce schiavitù) che richiede che ogni prestazione lavorativa abbia una controprestazione, altrimenti detta “compenso”. Per essere sicuri di non sbagliare, serve che i disoccupati entrino sul mercato del lavoro a costo zero. In quel modo, chi lavora vedrebbe crollare il proprio reddito. Questo in caso si tratti di autonomi. I dipendenti, invece, verrebbero rapidamente sottoposti ad arbitraggio di manodopera da parte dei datori di lavoro, che assumerebbero a costo zero licenziando chi è sopra quel livello. Il costo zero serve per compensare le diseconomie legate a licenziare gente formata in impresa, è chiaro. Alla fine del giro di giostra, col rilancio a costo zero, tutte le imprese si troverebbero in casa lavoratori gratis. Anzi, le prime ad aver licenziato, al termine dell’aggiustamento, potrebbero anche riprendersi i dipendenti originari, per non perdere il loro capitale umano formatosi on the job. Non temete, però: alla base di tutto c’è il reddito di cittadinanza. Non ditemi che non lo avevate capito? Quindi, l’invito di De Masi ai disoccupati è “guagliò, spaccate il mercato e il **** a quelli che lavorano, fatelo gratis, e vedrete che prima o poi vi pagheranno pure”. Parole e musica di uno dei “più stimati accademici italiani in materia di occupazione”. D’acchito, leggendo tali elaborazioni, a noi verrebbe da pensare che viviamo in un’era di transizione: la chiameremmo “l’Era delle Grandi Stronzate”. Ma forse il pensiero di De Masi è stato male interpretato dall’intervistatore. In quel caso dovremmo leggere il suo ultimo libro. Che tuttavia non si capisce perché dovrebbe essere a pagamento, viste le premesse metodologiche dell’autore. Ah, già, scordavamo: riusciranno a sopravvivere (e quindi ad avere un prezzo maggiore di zero) “i lavori in cui siano centrali empatia e creatività”. Ecco perché De Masi ha accettato che al suo libro venisse apposto il cartellino del prezzo. Tutto si tiene, alla fine. A noi Escher ci fa una pippa. (Estratto di un articolo pubblicato su Phastidio.net)
  11. Ivo Perelman

    politica ed economia L'aria che tira

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/01/24/castelfrigo-il-distretto-delle-carni-finte-coop-stranieri-sotto-ricatto-e-limprenditore-dice-scegliete-il-sindacato-giusto-reportage/4107733/ Basta leggere i post in risposta all'articolo per capire l'aria che tira. Per lo meno non se la prendono con chi ci lavora, considerate delle vittime. E c'è ancora chi parla dei " lavori che gli italiani non vogliono fare".
  12. Maria Elena Boschi candidata all’uninomimale in Trentino Alto Adige ! http://www.ilgiornale.it/news/politica/pd-boschi-sar-candidata-bolzano-1486309.html
  13. una domanda semplice semplice: ma per non dare il voto a nessuno dei partiti presenti come bisogna fare?
  14. Dopo l'uscita di Salvini della scorsa settimana, ora è il turno di Di Maio che si spende per la raccomandazione al posto dell'obbligatorietà. Adilà del merito di cui si è ampiamente discusso su queste pagine vorrei fare un piccolo sondaggio su quanto queste esternazioni elettorali siano paganti. In sostanza quanti voti fanno guadagnare e quanti perdere. A mio parere il saldo è negativo..vanno forse a consolidare aree di voto già proprie ma allontanano quanti, e questa volta potrebbero essere ancora più del solito, stanno pensando a un voto di ''rottura'' per raggiunto limite di ''rottura''
  15. Spd spaccato quasi a metà, entrambi temono le nuove elezioni e ci provano, mah... i numeri traballano comunque e il programma è scritto sulla sabbia., ri-mah.... nessuno ha niente da dire o da aggiungere? Eh si, che vedere il gigante Germania vacillare qualcosa dovrebbe significare...
  16. piodegliulivi

    politica ed economia +Europa

    Dopo la discussione su Liberi e Uguali e quella satirica di Roberto M ,non volevo che mancasse il terzo elemento. +Europa ,quella formazione che non ti saresti mai aspettato,il compagno Tabarich con emma bonino,e Della Vedova, Uniti per l'europa ,posizione legittima ,peccato che esiste pure tutto il resto ...
  17. Parla troppo, troppo poco, a sproposito?.. cosi, per sapere la vostra.
  18. Roberto M

    politica ed economia Homeland

    Kirstjen Nielsen a capo della Homeland Security e’ una delle donne piu’ potenti del mondo.
  19. Di Maio ha detto che alle "parlametarie" si son candidati in 10000. Tutto bello, tutto al popolo ma...di questi 10000 in quanti saranno come me ovvero senza alcuna preparazione specifica su nulla ? In quanti l'avranno fatto per sperare di trovarsi dentro il palazzo con una manciata di voti ? Ma soprattutto secondo voi ha senso ? http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2018/01/18/m5s-di-maio-alle-parlamentarie-10-mila-candidati_86353409-a0bc-49b9-b9d7-835973c426ab.html
  20. L'Italia avrebbe bisogno di politiche lungimiranti e di sistema e invece e' tutto un venghino siori venghino
  21. Ottima iniziativa di Mattarella, indicativa la prossimità al giorno della memoria. un sorriso enzo
  22. Mi riferisco a questi qua: http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/notizie/2013-02-15/chiesa-2mila-miliardi-immobili-082813.shtml?uuid=Ab3cTeUH&refresh_ce=1 Si stima che il 20 % del patrimonio immobiliare italiano sia in mano loro, Bisognerebbe rifare quel che fu fatto: https://it.m.wikiversity.org/wiki/Eversione_del_patrimonio_ecclesiastico
  23. qui stamattina pensavo di trovare il putiferio ed invece è tutto sopito. solo io le ho trovate molto opportunistiche e pure rozze ? voi che ne dite ?
  24. ...che le la prima e seconda carica dello stato fondino un partito , facciano campagna elettorale a pochi mesi dalle elezioni pur restando in carica? A 'sto punto manca solo che Mattarella fondi anche lui un partito...PS: se se ne è già discusso, cancellate pure, deve essermi sfuggito...
  25. Si salvi chi può! La razza bianca è in pericolo, parola di Attilio Fontana. Il candidato in Lombardia del centrodestra tenta di entrare nel guinness dei primati del bestiario politico: http://www.ilgiorno.it/milano/politica/fontana-1.3663967

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy