Vai al contenuto
Melius Club

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'cuffie aperte'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum
    • Benvenuti a Bordo!
    • Riproduzione Audio
    • Vintage Room
    • Ascolto in Cuffia
    • DIY Do It Yourself
    • Video Home Theater
    • Music Room
    • Joe's Garage
    • Sala delle Arti visive
    • Lounge Bar

I Blog di Melius Club

Nessun risultato

Nessun risultato

Categorie

  • Numero 42 - Anno 2016
  • Numero 41 - Anno 2014
  • Numero 40 - Anno 2014
  • Numero 39 - Anno 2013
  • Numero 38 - Anno 2013
  • Numero 37 - Anno 2013
  • Numero 36 - Anno 2012
  • Numero 35 - Anno 2012
  • Numero 34 - Anno 2012
  • Numero 33 - Anno 2012
  • Numero 32 - Anno 2009
  • Numero 31 - Anno 2008
  • Numero 30 - Anno 2008
  • Numero 29 - Anno 2008
  • Numero 28 - Anno 2007
  • Numero 27 - Anno 2007
  • Numero 26 - Anno 2007
  • Numero 25 - Anno 2007
  • Numero 24 - Anno 2007
  • Numero 23 - Anno 2006
  • Numero 22 - Anno 2006
    • Cavi di potenza
    • Cavi di segnale
  • Numero 21 - Anno 2006
  • Numero 20 - Anno 2006
  • Numero 19 - Anno 2006
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Numero 18 - Anno 2006
  • Numero 17 - Anno 2005
  • Numero 16 - Anno 2005
    • Interviste ai costruttori di cavi hifi
  • Numero 15 - Anno 2005
    • Sonic Impact T-Amp
  • Numero 14 - Anno 2005
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Numero 13 - Anno 2005
  • Numero 12 - Anno 2004
  • Numero 11 - Anno 2004
  • Numero 10 - Anno 2004
  • Numero 09 - Anno 2004
  • Numero 08 - Anno 2004
  • Numero 07 - Anno 2004
  • Numero 06 - Anno 2003
  • Numero 05 - Anno 2003
  • Numero 04 - Anno 2003
  • Numero 03 - Anno 2003
  • Numero 02 - Anno 2003
  • Numero 01 - Anno 2003
  • Numero 00 - Anno 2002

Categorie

  • Audio, Video e Fotografia
  • Compact disc, vinili, nastri

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    Fine


Filtra per numero di...

Trovato 174 risultati

  1. Xabaras

    Beyerdynamic Amiron.

    Ho fatto l'errore di vendere le mie beyerdynamic dt880 dopo aver acquistato l'e sennheiser hd 700. Ora vorrei comprare di nuovo un modello beyerdynamic e mi orientavo sulle amiron. Qualcuno che le ha e che mi può dire come si posizionano dal punto vi vista della qualità audio? E se potete anche rispetto alle hd 700 che comunque vorrei mantenere. Grazie.
  2. KnifeEdge

    Hifiman Sundara, ascolti e confronti

    Ecco come promesso qualche impressione sulla Sundara. La cuffia si presenta in una confezione ben fatta e ben rifinita, ma senza un sacchetto o una custodia di trasporto. Dentro alla confezione ci sono oltre alla cuffia, il cavo da collegare tramite piccoli jack che si inseriscono in modo fisso e sicuro, il manuale/presentazione e dei sacchettini acchiapa umidità. La cuffia in sé si presenta molto solida e ben fatta (esternamente). I padiglioni sono regolabili in altezza ma non ruotano, l'adattamento è dato dagli ottimi pads, ampi, mordbidi ma non troppo, e decentemente freschi. Una volta trovata la misura giusta, per me la Sundara risulta molto comoda e stabile. La risposta misurata dal Tyll su Innerfidelity (una delle ultime), https://www.innerfidelity.com/images/HiFiMANSundara.pdf mostra un andamento estremamente lineare dall'estremo basso fino a 1 kHz, e oltre la risposta è lievemente discendente con delle incertezze tipiche delle ortodinamiche, ma di poca entità. Le risposte alle onde quadre e all'impulso mostrano uno smorzamento non fantastico delle risonanze della membrana. Le misure di Diyaudioheaven https://diyaudioheaven.wordpress.com/headphones/measurements/hifiman/sundara/ mostrano invece una risposta lievemente calante sul basso (utilizzano una pesatura diversa che tiene conto del basso percepito in cuffia, che personalmente non condivido perché le cuffie flat alla misura "pura" sul basso le sento perfette in questo senso) ed evidenziano maggiormente (troppo?) alcune indecisioni sopra i 2 kHz. Interessante la misure del decay spettrale che mostra quello che chiamano "ortho wall", una serie di modi di risonanza della membrana che non si smorzano troppo in fretta. Le Audeze più costose fanno in genere meglio su questo parametro, e le dinamiche decisamente meglio. Forse a questo è dovuta una sensazione su alcuni cori che ho sentito durante i confronti. Comunque delle misure che danno fiducia per l'ascolto, compresa la distorsione molto bassa. Premetto che è stato difficile scrivere delle impressioni sulla Sundara, è una cuffia così equilibrata e che incontra il mio gusto di equilibrio sonoro, al punto da trovare duro scrivere qualcosa che non sia "suona benissimo". Per cui ho utilizzato dei confronti con cuffie note per inquadrare la HifiMan. La timbrica delle cuffie è per impedenza di uscita dell'amplificazione bassa. . Confronti con Sennheiser HD800S e Stax L300: Sperando non disturbi, lascio le impressioni di ascolto più o meno come scritte a braccio, con punteggiatura e maiuscole allegre. . paul simon - graceland hd800s suono corposo, morbido, arioso, qualche accenno di acidino sui cembali e sulle sibilanti della voce, magnifico ascoltare, ma più di "aria" che di impatto, pur nella morbidezza generale. sundara suono più netto, leggermente più chiaro della hd800s, ma il basso contemporaneamente è più corposo e definito. meno acido sui cembali, ancora un leggero accenno sulle sibilanti. sembra comunque globalmente più corretta della hd800s nella transizione medio/medioalti. suono più in testa rispetto alla hd800s ma comunque ampio e separato. L300 splendidi medio e medioalti, tutto altrettanto chiaro rispetto alle altre cuffie ma senza acidificazioni o sibilanti. suono meno morbido che nella hd800s, ma comunque bel basso definito e rotondo, solo un po' meno presente rispetto alla Sundara. ma la correttezza timbrica della L300 è eccezionale carmina burana - chailly decca - uf dem anger: tanz etc. hd800s bel palcoscenico ampio, lancio degli ottoni chiaro definito ed espanso (ma con qualche accenno di acido), colpo di cassa profondo ma più arioso che di pancia, successivo passaggio danzante reso con grande eleganza. sempre un bellissimo suono "riposante" e appagante. Voci chiare e libere nel soundstage arioso e spostato in avanti. Bel senso di sala. sundara come prima, suono probabilmente un po' più chiaro rispetto alla hd800s, eppure più di impatto. qualche leggera "elettrificazione" del medioalto c'è, ma la trovo globalmente più corretta della hd800s nella zona medio-medioalto. Zona che risulta comunque un po' "fuzzy", ma piacevolissima. Minor senso di sala e spostamento in avanti del soundstage, ma comunque gran senso di "sCala", di sapere rendere la grandezza dell'orchestra. Grancassa ugualmente presente e profonda, ma con un po' più di fisicità. Senso di fisicità che permea anche il resto dello spettro. Grande eleganza anche qui nel gestire le scene più "cameristiche". Si percepisce una leggera miglior gestione delle note più profonde nella Uf Dem Anger, ma si tratta di piccole cose, seppure di discreto impatto nella resa di realismo dell'orchestra. L300 solito salto quantico di qualità sul medio medioalto, di trasparenza e pienezza armonica senza esaltare nessuna zona. davvero in questa gamma la vincitrice assoluta per mancanza di concorrenti (e non che le altre facciano male eh). suono più in testa e monitor rispetto alla hd800s, eppure grande ariosità e mai suono nelle orecchie. meno corposa rispetto alla sundara, eppure quel colpo di grancassa suona più realistico, forse per la resa del transiente. Grande entusiasmo ritmico e di contrasti armonici. In definitiva gran resa dell'orchestra e del coro, forse la migliore. alan parsons project - tales of mistery and imagination - the tell-tale heart hd800s suono corposo, anche se qui è più evidente la discontinuità medio-medioalta con un leggero effetto "conchiglia", che pure dà profondità a tutta la presentazione sonora, piatti leggermente acidini, attacco degli archi arioso e piacevolissimo, basso morbido ed espanso. sundara questo disco è tremendo come sempre nell'evidenziare le criticità delle cuffie. in questo caso è quel leggero andamento indeciso nella risposta e nel decadimento in frequenza in gamma medioalta che rende il tutto leggermente più chiaro del "dovuto" e un po' fuzzy, non timbricamente perfetto con qualche alleggerimento ed elettrificazione. In compenso lo stacco di archi è reso "armonicamente pieno", senza timbri svuotati, cosa che non avviene proprio con tutte le cuffie. Per il resto bilanciamento ottimo e basso bello esteso netto, presente e corretto. Comunque un gran bell'ascolto! L300 disco "difficile" anche per la L300, che fa evidenziare la sua correttezza in gamma medio e medioalta, ma anche una generale leggerezza di suono. Ma il timbro degli archi e dell'oboe... che meraviglia è? E il resto è comunque di ottima fattura. enya - the memory of trees hd800s qua è terreno perfetto per la 800s, ariosità, pienezza, soundstage, pads elettronici di gran delicatezza e morbidezza, effetti che si espandono attorno, decorazioni giustamente metalliche nella loro delicatezza, bassi profondi ed espansi. quasi in surround. che genialata di cuffia. sundara la sundara risponde con un suono più in testa ma comunque ben espanso e con un senso di intimità, corposità e presenza fisica maggiore. basso meno espanso in dimensioni e presente (forse) rispetto alla 800s, ma ben profondo e più fisico e sostanzialmente perfetto nel bilanciamento generale. meno spettacolarmente surround della 800s ma forse più onesta. ma in questa traccia paga di più la spettacolarità della 800s. L300 la delicatezza e correttezza timbrica della Stax anche qui paga molto, il suono pur essendo più in testa rispetto alla 800s è altrettanto appagante nella resa "poetica" di questo (per me) splendido brano. rispetto alla tre come al solito il basso è il meno presente, ma ha comunque impatto e rotondità. biber - battalia a 10 - die schlacht, requiem A 15, jordie savall hd800s bellissima, davvero meraviglisoa resa, calda e lucida, solo lievemente inficiata dalla leggera discontinuità medi-medioalti, gran resa del palco e dei riverberi, voci nel requiem sonore ed espanse. fantastico servizio a questi capolavori infiniti. sundara più impatto nello schlacht rispetto alla 800s. voci leggermente più nasali e meno "belle in aria" nel requiem rispetto alla 800s, minor senso del palco e della sala comunque. non vorrei sembrassero impressioni troppo negative, è che in dischi come questi la 800s fa cose splendide, quasi iperrealistiche e "più belle del vero". l'ascolto con la sundara è comunque ottimo, solo le voci mi sembrano effettivamente un pochino "risonanti", ma è comunque un gran bell'ascoltare, lo scrivo per completezza di confronto. L300 ecco arrivare il meraviglioso realismo della Stax sui medi e medioalti. forse manca un pizzico di corposità ma è tutto già splendido così. bella resa dei pizzicati. le voci nel requiem, pur non avendo l'espansione della hd800s, sono così belle e armonicamente dense nella loro "verità" da risultare forse altreattanto commoventi pur nella loro diversità rispetto alla dolce poesia della 800s. eppure la 800s forse trasporta ancora meglio il senso di sacro di queste pagine. che paroloni lo so, ma avete presente di che musica si tratta? pat metheny group - minuano hd800s gran resa di morbida espansa delicatezza. solo i piatti mi sembrano un po' troppo in avanti rispetto al resto e non perfettamente resi nel timbro. un attimo di corpo in più al contrabbasso non guasterebbe, ma è anche una registrazione non esattamente calda. sundara anche la sundara si destreggia amabilmente nella delicatezza delle note iniziali. tutto è un po' più fisico e "pieno" rispetto alla 800s, anche se forse leggermente più chiaro nel bilanciamento generale. i piatti anche se altrettanto presenti hanno un timbro un po' meno acido che li fa ascoltare più volentieri. il contrabbaso è effettivamente tenuto tranquillo nel mix, ma la sundara lo scontorna un po' meglio. L300 che bella la Stax anche qui, la solita correttezza sul medio medioalto porta alla resa più equilibrata fra le tre nel bilanciamento generale. splendida la resa armonica dei piatti. e qui la resa del contrabbasso lo rende comunque presente nel suo pizzicato, anche se leggermente meno profondo rispetto alla sundara e forse anche alla 800s. . Altri confronti: vs Sennheiser HD660S Dal punto di vista dell'equilibrio sonoro la 660S è un po' più "scura", con un medioalto più contenuto (c'è un avvallamento, leggero, ben visibile nella risposta in frequenza), che nasconde un po' alcuni contrasti armonici o sfumature timbriche, in particolare su ottoni, cori, archi. Il basso in generale è un po' più presente ma scende meno, e più "mediobassoso". La pasta sonora, la pienezza armonica, la resa dei pizzicati e dei transienti, sono a favore della Sundara, la 660S in confronto sfuma e slava un po'. La Sundara sembra in generale appartenere a una fascia superiore. A favore della 660S possiamo comunque concedere un suono mai aggressivo (forse anche quando servirebbe), forse un senso di sala leggermente superiore (a causa del medioalto un po' contenuto), e una affidabilità e assistenze certe e durature. Rimane comunque a mio gusto una delle cuffie dinamiche più equilibrate e gradevoli, pur senza eccellere in specifici parametri. Ma in confronto alla Sundara sembra di "perdere" musica. vs Audeze LcdX Questo è un confronto a memoria, ma credo di poter affermare con certezza un paio di cose. La LcdX ha un timbro un po' più "competente" dal medio in su, senza le leggere elettrificazioni della Sundara, ma al contempo questa porzione di musica è tenuta indietro nella risposta, portando ad un leggero oscuramento che non mi ha mai convinto del tutto. Credo che preferirei comunque la Sundara, per il maggior equilibrio generale, anche se il "timbro", la pasta sonora della LcdX sono migliori (ma dovrei ascoltarle a confronto diretto per essere sicuro di questa superiorità timbrica). E poi la Audeze pesa quasi il doppio. . Mie conclusioni generali Aaaahhh finalmente! Una cuffia sui 500 euro ben equilibrata e timbricamente competente, senza i medioalti fantasiosi di Hd700 o T90. A dirla tutta secondo me una risposta in frequenza del genere (estesissima, lineare, con una sfumatura calda, ma comunque ben presente e "sonora" su tutto lo spettro, anche con una punta di frizzante lucidità in alto, sempre con gusto) fino a non molto tempo fa (prima della rinascita ortodinamica) la trovavamo solo su Stax di fascia alta. Come resa globale una delle migliori cuffie che io abbia mai avuto, capace di ricamare sui momenti più rarefatti della 2a di Mahler, e al contempo di picchiare anche sulla disco anni 70 di un Born To Be Alive, sempre in modo pieno, lucido, sonoro, appagante all'orecchio, con gusto musicale. Efficienza non troppo alta, resa ancora minore dalla bassa impedenza (eh sì, Innerfidelity dà circa 0.2 V per 90 dB, ma gli amplificatori di norma erogano meno Volt per impedenze basse rispetto alle alte impedenze). Insomma da divertirsi con l'amplificazione, ma senza patemi d'animo grazie all'equilibrio della Sundara, va amplificata, non corretta. E poi l'impedenza piatta non ne modifica la risposta al variare dell'impedenza di uscita (integrati da provare insomma). Unico dubbio l'affidabilità visto quanto si legge, la mia per ora funziona, incrociamo le dita! A parte questo, a mio parere gran cuffia davvero, un bel servizio alla musica, anche con le esperienze della Hd800S e della Stax L300, potrei convivere con la Sundara come unica cuffia (e non pensavo l'avrei più detto!).
  3. lucacassasenny

    koss ksc 75

    che sorpresa positiva le pulci...le ho scoperte dopo 3 anni di ascolto in cuffia tutto con sennheiser . fantastiche . per me migliori delle px100ìì
  4. crazywipe

    Sennheiser hd58x arrivate!

    Salve a tutti, Ho ricevuto le Sennheiser 58x e volevo condividere delle primissime impressioni con Voi. In passato ho avuto le Sennheiser hd600 (grande fan) e Sennheiser hd650 (meno fan) quindi sarà interessante capire come si inseriscono queste 58x ultime arrivate nella famiglia. Un altra comparativa interessante è con la Hifiman 4xx, che ho avuto ma purtroppo si è rotta l’headband. Ottimo il servizio di Massdrop che mi ha prontamente rimborsato Ascolto quasi tutto, ma prediligo rock, indie-rock, math-rock, metal, elettronica e folk. Sulla costruzione devo dire che le prime impressioni sono positive, non credo che sia inferiore alla 600 e 650 (come qualcuno sosteneva su qualche forum) solita costruzione Senneheiser made in Ireland molto affidabile e con plastiche di qualità. Esteticamente la cuffia è davvero bella. Dalle foto non mi piaceva lo schema di colore nero opaco e nero lucido. Ma dal vivo devo dire che il look è molto moderno ed elegante. Total black, yes ci piace Il cavo è lungo 1,8 metri e adatto per uso portatile. A dispetto dei 150 ohm la cuffia ha un ottima pilotabilità, già suona bene con il mio Iphone6, meglio con il Dragonfly Red. Ho anche il VHF-N e O2 come ampli ma credo che non siano necessari vista la facilità di pilotazione. Dai primi ascolti la 58x ha un suono familiare, sicuramente molto vicino alla hd600 e 650. Tra le due mi ricorda più la 600. La prima differenza che salta all’orecchio è la presentazione leggermente diversa, la 58x suona più fresca e divertente. Complice un estensione maggiore agli estremi di banda, ha perso quel velo e quel suono più mediocentrico delle sorelle che suonano decisamente più intime e romantiche. Il basso della 58x è decisamente più esteso e d’impatto rimanendo assolutamente fedele all’incisione. La 600 in comparativa suona troppo leggera, la 650 esagera nel medio-basso rendendo il suono troppo caldo. Il basso della 58x è davvero ottimo e superiore ad entrambe le sorelle. Davvero notevole! Sulla resa della batteria la 58x è la più realistica, la doppia cassa metal è resa perfettamente con autorità, impatto e velocità. Sulla gamma media la 58x cede qualcosa. La 600 suona più trasparente e anche la 650. Chiaramente la 650 ha anche come suon vantaggio la famosa ‘scalabilità’. Su un brano folk, chitarra e voce, la 600 rende meglio per le voci rese più realistiche ed emotive. La 58x ha comunque una resa ottima perdendo una piccola percentuale in trasparenza ed intellegibilità. Un altra differenza è sul medio alto e estremo alto. La 58x è più ‘smooth’ sul medio alto e ha l’estremo alto più in evidenza. La 600 fa esattamente il contrario, medio-alte più avanzate e estremo alto più controllato. La percezione è che la 600 suoni più aperta e brillante ma leggermente più nasale. La 58x ha sembra più naturale ma con un leggero ‘tizz’ in gamma più alta probabilmente dovuto a qualche picco tra 5 e 8khz. Niente di particolarmente fastidioso. Un altra cosa interessante è che la 58x si può facilmente moddare rimuovendo il foam esterno delle cups e dalle misurazioni suona quasi identica alla 660s. Dopotutto, il drive della 58x da ammissione Sennheiser è direttamente imparentato con quello della 660s che a sua volta è simile a quello della 700. Concludendo le prime impressioni, posso dire che questa 58x sembra essere davvero favolosa per il prezzo proposto (circa 130 euro) sicuramente non un modello inferiore alla serie 600, ma che anzi, a mio giudizio, ha una firma sonora che funziona decisamente meglio con la maggior parte della musica in commercio. Gli amanti della 650 continueranno a preferirla per il suono caldo, raffinato e inoffensivo. Gli amanti della 600 che cercano più impatto sul basso, dinamica, e un suono più divertente ameranno questa 58x. Per i fans Sennheiser, posso dire che la 58x è una sorta di mix ben riuscito tra la hd600 e hd25. Rispetto alla 4xx, preferisco la 58x. La 4xx è valida, ma suona ovattata a mio giudizio con alti un po' fastidiosi. La 58x è il miglior acquisto tra le due. Se vi interessa prendere un modello della serie 600, tenete in alta considerazione la 58x. Io procedo con gli ascolti, saluti! Fabio. ps: oggi è stato il mio giorno fortunato, la dogana mi ha anche graziato!
  5. mouse

    Grado Prestige SR325e

    Tempo Rimasto: 2 mesi e 18 giorni

    • VENDO
    • Usato

    Le uso poco, quindi le vendo. Ottimo stato, complete di imballaggio originale, adattatore originale per jack da 6,3 mm., coppia extra di pads non originali che avvicinano l'orecchio al trasduttore, custodia Eekria per il trasporto (non riprodotta nella foto, ma c'è). Ho ancora lo scontrino d'acquisto. Il prezzo non comprende l'eventuale spedizione. Ho ribassato il prezzo di 20€. In precedenza era 250€.

    € 230,00

    Milano

  6. orsettopeloso

    Fiio M9 + Beyerdynamic 990 Pro 250 ohm

    Oggi approfittando di un po' di tempo libero mi sono recato presso un negozio di strumenti musicali, rivenditore Beyerdunamic, per la prova delle cuffie. Ho già un paio di DTX 501p, ottime per l'ascolto in mobilità ma volevo qualcosa di meglio per l'ascolto casalingo. Il gentile commesso mi ha messo a disposizione le 770, le 880 e le 990 pro e mi ha lasciato tutto il tempo necessario per la scelta. Avevo con me il Fiio M9 usato come player e brani straconosciuti. Alla fine la scelta è caduta sulle 990, oltre ad essere le più comode come calzata sono risultate le più equilibrate, forse e dico forse un pelino sbilanciate sui bassi ma quel tanto che basta per renderli più piacevoli, senza essere invasivi. Medi e alti ottimi e mai affaticanti. Che dire, scrivo ascoltando questa accoppiata ormai da ore e i dischi si succedono l'uno dopo l'altro senza interruzione e senza fatica d'ascolto con un suono coinvolgente e pulito. Consiglio l'accoppiata e se posso anche il negozio, di fronte al centro Aura a Roma, zona baldo degli ubaldi, molto gentili e competenti, con prezzi uguali alla rete, quindi per me promossi a pieni voti.
  7. maxnalesso

    Cuffia a bassa impedenza: consigli?

    Ciao a tutti, ho scoperto quasi casualmente che dal mio cellulare, utilizzando Tidal con ottimi auricolari, la musica si sente molto bene, non me lo sarei aspettato... Mi è venuto perciò lo sfizio di comprarmi una cuffia adatta per essere pilotata dal cell (un Samsung A5) senza però limiti di spesa, be'... diciamo massimo 500 euro. Ovviamente dovrà essere a bassa impedenza (giusto? chiedo agli esperti del settore...) e piuttosto facile da pilotare per evitare che non si possano raggiungere adeguati volumi di ascolto. Ulima indicazione: io ascolto al 90% musica classica. Grazie a chiunque voglia darmi un suggerimento in tal senso. Ciao, Max ps: se c'è roba buona anche a 100 euro, ben venga ovviamente!
  8. MARCUSMELIUS

    Klipsch Heritage HP-3

    Ma qualcuno ha avuto modo di ascoltare queste cuffie che esteticamente per me sono le più belle in assoluto sul mercato? Nelle prove che ho letto si dice che riflettono la filosofia Klipsch ,ovvero suoni reali e non falsamente "vellutati" o "ammaestrati". Incredibile che non se ne parla quasi...è vero che costano tanto ma di altre cuffie anche più costose se ne è parlato su questi lidi.... https://www.dday.it/redazione/25806/klipsch-heritage-hp-3-le-cuffie-di-riferimento-con-membrana-biologica
  9. forestitalia

    Stax L300 limited

    Tempo Rimasto: 2 mesi e 12 giorni

    • VENDO
    • Usato

    Condizioni pari al nuovo, usate poche ore per mancanza di tempo. Ottime cuffie e molto comode, hanno gli stessi driver delle L700 ma diverso housing che io preferisco. 600 eur spedite in Italia ed Europa, posso scambiare in zona Lazio a 550 eur. Imballaggio originale e manuale compresi.

    € 600,00

  10. cirodts

    Hifiman ananda

    Qualcuno ha avuto occasione di ascoltare l Hifiman ananda, impressioni?
  11. Neuro

    Fidelio x2 sibilanti

    Da qualche mese ho comprato le philips fidelio x2 perché cercavo qualcosa che avesse dei bassi più spinti rispetto alle beyer dt880 e le grado sr60. Dopo averle ascoltate con ogni genere devo dire che sul basso ci siamo, è quello che cercavo, ma sugli alti non riesco a farmele piacere, troppe sibilanti, molte volte devo togliere e tornare alle dt880. Premetto che la mia catena musicale non è chissà quale stratosferico impianto, ma per quel che mi serve suona bene, soprattutto con le beyerdynamic. È composto: raspberry con hifi dac, volumio e schiit vali 2 con valvola jj tesla e88cc di produzione corrente. Visto che le philips le ho relegate alla tv e alla console da gioco, vorrei capire se le sibilanti sono una loro caratteristica o se posso eliminarle sostituendo qualcosa nella catena. Grazie.
  12. floyder

    Ampli / cuffie

    Tempo Rimasto: 2 mesi e 11 giorni

    • VENDO
    • Usato

    Sennhehiser hd 650 praticamente inusata unico proprietario completa più cavo aftermarket Portento Audio, euro 200,00 . Sony MDR 1R euro 80,00 . Bundle AKG Q701 Quincy Jones completa dei suoi cavi più cavo Aftermarket Portento Audio. Più Ampli Cuffia Dociet Cuffia Amp Web Edition con Power Supply 1,5 Amp. euro 250,00 . Il tutto in perfette condizioni estetiche e funzionali, spedizione esclusa. . in blocco euro 450.00 spedito.

    € 450,00

    Foggia

  13. ciao a tutti, devo comprare una cuffia a mia figlia che studia piano e chitarra acustica, come prima scelta ho visto le AKG K271, le Shure SRH440 e le Beyerdynamic DT 240 pro (tutte sotto i 100 € su un noto sito web), purtroppo a bologna ho poche occasioni per andarle ad ascoltare, mi dite cosa ne pensate?? vorrei che fosse neutra ma non piatta, se mi spiego...per il resto ascolta prevalentemente pop-rock, un po' di fusion. Che ne pensate?
  14. sbriglio

    Massdrop Hifi Man 4xx

    Vorrei sapere se qualcuno dei forumers ha avuto occasione di acquistarla (direttamente dal sito Massdrop); se hanno dovuto pagare dazi di importazione; se hanno riscontrato problemi (difetti di fabbricazione, ecc); quali sono stati i tempi di consegna in Italia. Mi incuriosisce soprattutto per l'imbarazzante differenza di prezzo con il modello originale Hifi Man (400i), che costa oggi circa il doppio. Salvatore
  15. frank00

    Focal Clear a Milano

    Ciao, vorrei sapere a Milano città dove poter ascoltare le Focal Clear. Grazie per i suggerimenti.
  16. medio

    .

    post sbagliato, scusate
  17. appecundria

    Cuffia ortodinamica vintage

    THIS ADVERT HAS EXPIRED!

    • SCAMBIO
    • Usato

    Yamaha HP-50A Cuffia ortodinamica vintage vendo/scambio. Vendo/scambio un raro esemplare di cuffie Yamaha HP-50A. Funzionamento senza difetti, cuscinetti originali in pelle da restaurare o sostituire. Valuto scambi con altre cuffie, vinili, cavi anche xlr, proponete senza problemi. Se invece preferite acquistare fate pure l'offerta che ritenete congrua. NOTA: la foto è presa da internet. Caratteristiche tecniche Superb high quality mono orthodynamic headphones. Product: Yamaha HP­50A Impedance: 300 ohms, since the drivers are wired in series Frequency response: 20-­20000 Hz Diaphragm: 12 micron polyester Magnet: Sintered Ferrites, 46mm diameter Rated input: 2W Sensitivity: 93 dB/mW Peso: 245 g Yamaha HP-50 - Overview The Yamaha HP-50 is one of a subfamily of three headphones all derived from, and similar but not identical to, Yamaha's HP/YH-3. As with the HP/YH-3, the frame was not designed by Mario Bellini but the essential design is the same as the HP/YH-2 models-- an undamped 46mm dipole orthodynamic driver in a closed earcup with vents around the cup's circumference. The HP-50 has a dual entry straight cable and a plain plastic headband. The HP-50, along with the other models in the family, was designed to be used with Yamaha's Electone line of electronic organs, so it has an enhanced bass response.

    NO VALUE SPECIFIED

    - IT

  18. Mich2147

    Quali cuffie sui 500€?

    Salve, vorrei acquistate delle cuffie presumo aperte da pilotare con un Teac NT-503. Il budget è sui 500 euro flessibili, più che altro perché penso che questa cifra basti per acquistare una cuffia di buon livello. Mi piacerebbe utilizzarle per visioni di film ma ascolterei anche principalmente jazz e rock progressivo 70/80. Per ora pensavo alle Beyerdynamic DT 1990 PRO, farei bene? Cordialmente ringrazio
  19. cirodts

    hifiman sundara

    Qualcuno ha la sundara ? Come suona?
  20. wow

    Primo sistema ascolto in cuffia

    Ciao a tutti, sto accarezzando l'idea di crearmi un sistemino per ascoltare Tidal/Roon in cuffia "on ear" lontano dal mio impianto principale, ma non necessariamente in mobilità. Attualmente la musica liquida nel mio impianto è gestita con un Nuc (sul quale è installato Roon Rock) e con un Pro-Ject S2 del quale sono ampiamente soddisfatto. Vorrei evitare di utilizzare il pro-ject come ampli per cuffia a) perché voglio evitare di montare/smontare e portare in giro il piccoletto b) perché ho letto pareri discordanti sul suo funzionamento come ampli per cuffia. L'idea sarebbe quella di accedere a tidal/roon con un notebook o con lo smartphone dopodiché le mie conoscenze diventano lacunose: sto "studiando" ma è per me è un mondo che a parte. Vorrei quindi qualche suggerimento su come organizzare questo sistema. Il budget è limitato a più o meno a 500 600 euro senza grossi sforamenti per cuffia, dac/ampli perché è il mio primo approccio all'ascolto in cuffia e non so se poi il presepe mi piace. Si parla del mojo, degli Schiit, Lake People come di macchine dall'ottimo rapporto q/p (la filosofia dovrebbe essere questa), non mi dispiacerebbe eventualmente un minimale a valvole. Non ho invece idea delle cuffie da abbinare, anche perché dipende da ampli e dac. Mi piace un suono eufonico nel senso positivo del termine. Sbizzarritevi... (e grazie)
  21. aemme

    Consiglio o differenze HD 599 > HD 600

    Super indeciso tra le due... 160 contro 330 € Suoni, qualità?
  22. aemme

    Consiglio o differenze HD 599 > HD 600

    Super indeciso tra le due... 160 contro 330 € Suoni, qualità?
  23. francerex

    Combo Dac/Amp "Mobile?" Grace M900

    Ciao a tutti, Vorrei avere se possibile l'opinione di qualcuno piu esperto di me riguardo l'acquisto di un Dac/Amp "mobile" per l'ascolto con HD600, HE4XX, DT990Pro (+ Sony wh-1000xm3) da Tidal su PC/Iphone/FiioX1. Al momento sto sfruttando il piccolo Fiio E10K, ma ho sempre l'impressione non renda giustizia alle cuffie che posseggo. Mi confermate? Ho letto tantissimo sull'argomento ma piu leggo, meno ho le idee chiare, soprattutto perche credo di star cercando un prodotto non esistente. Le caratteristiche che vorrei sono: Abbia misure ottime Sia un end game? Un Dac/amp da usare negli anni a venire, magari provando e comprando cuffie migliori. Abbia la possibilita di essere usato come dac/pre amp per monitor da studio. Sia affidabile e possibilmente con qualche anno di garanzia, idealmente che mi duri 10 anni Poterlo usare sia a casa che in ufficio, quindi sia velocemente trasferibile Non abbia la batteria, vorrei evitare l´effetto mattone dopo un paio d´anni Idealmente spendere sotto i 500, sotto i 300 ancor meglio Al momento sto considerando 3 opzioni: Grace M900 che avrebbe come pecca la mancanza di XLR output, e soprattutto il prezzo elevato https://www.audiosciencereview.com/forum/index.php?threads/review-and-measurements-of-grace-design-m900-dac-amp.6470/ Topping Dx3 Pro, ma sto anche aspettando di capire come si evolve la situazione visto che a quanto pare da spesso problemi https://www.audiosciencereview.com/forum/index.php?threads/review-and-measurements-of-topping-dx3pro-dac-and-headphone-amp.4967/ Atom Amp: potrei averlo dagli states senza tasse doganali, magari da abbinare a un modi3, o al Fiio E10K stesso. Secondo voi sto cercando qualcosa di irrealistico? Qualcuno ha testato il Grace M900? Grazie Mille per qualsiasi genere d'aiuto, Sto uscendo pazzo Francesco
  24. aemme

    Dopo Sr125 grado

    Dopo questa cuffia ed una Sr60 mi è venuta l' idea di prenderne una più comoda e soprattutto più moderna. A volte le iem mi danno fastidio e vorrei qualcosa che sia buona e con migliore musicalità e spazialità.. Su Nait5si vorrei anche usarla oltre al DAP hiby-r3 (che ho ora e che vorrei anche andare avanti per qualità e funzionalità) Mi piacerebbe che non debba molto alzare la manopola del volume... Anche per evitare nel toglierla dallo spinotto sobbalzi di volume. Stavo pensando ad una sennheiser hd 599. Che ne dite?
  25. mister x

    Beyerdinamic dt 880 pro 250 ohm

    This advert is COMPLETED!

    • VENDO
    • Usato

    Cuffie poco usate assolutamente pari al nuovo, tenute sempre coperte e lontano dalla polvere, no fumatore. Leggere comode e soprattutto bensuonanti, suono da purista. Complete di custodia e imballo originali.

    € 120,00

    Pesaro, Pesaro e Urbino - IT

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy