Jump to content
Melius Club

Search the Community

Showing results for tags 'cuffie aperte'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forum

  • Forum
    • Welcome on board!
    • Home Audio
    • Vintage Room
    • Listening in Headphones
    • DIY Do It Yourself
    • Video Home Theater
    • Music Room
    • Joe's Garage
    • Visual Arts Room
    • Lounge Bar
  • Circolo fan Silcable's Forum del Circolo Silcable
  • Circolo fan Pylon Audio's Forum del Circolo Pylon
  • Circolo fan Audiogears's Topics

Blogs

There are no results to display.

There are no results to display.

Product Groups

There are no results to display.

Categories

  • Number 43 - Year 2019
  • Number 42 - Year 2016
  • Number 41 - Year 2014
  • Number 40- Year 2014
  • Number 39 - Year 2013
  • Number 38 - Year 2013
  • Number 37 - Year 2013
  • Number 36 - Year 2012
  • Number 35 - Year 2012
  • Number 34- Year 2012
  • Number 33 - Year 2012
  • Number 32 - Year 2009
  • Number 31 - Year 2008
  • Number 30- Year 2008
  • Number 29 - Year 2008
  • Number 28 - Year 2007
  • Number 27 - Year 2007
  • Number 26 - Year 2007
  • Number 25 - Year 2007
  • Number 24 - Year 2007
  • Number 23 - Year 2006
  • Number 22 - Year 2006
    • Cavi di potenza
    • Cavi di segnale
  • Number 21 - Year 2006
  • Number 20 - Year 2006
  • Number 19 - Year 2006
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 18 - Year 2006
  • Number 17 - Year 2005
  • Number 16 - Year 2005
    • Interviste ai costruttori di cavi hifi
  • Number 15 - Year 2005
    • Sonic Impact T-Amp
  • Number 14 - Year 2005
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 13 - Year 2005
  • Number 12 - Year 2004
  • Number 11 - Year 2004
  • Number 10 - Year 2004
  • Number 09 - Year 2004
  • Number 08 - Year 2004
  • Number 07 - Year 2004
  • Number 06 - Year 2003
  • Number 05 - Year 2003
  • Number 04 - Year 2003
  • Number 03 - Year 2003
  • Number 02 - Year 2003
  • Number 01 - Year 2003
  • Number 00 - Year 2002

Categories

  • Audio, Video, Photo
  • Compact discs, vinyls, tapes

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 213 results

  1. Ciao, ho un lettore mp3 Philips go Gear ariaz (che magari prossimamente pensiono), attualmente ho delle Sony xb500, mi piacciono i bassi belli presenti e nel complesso un buon sound stage. Ho un budget di 150-200€, che cuffie mi consigliate? Ho sentito parlare bene delle Marshall monitor studio dj 100€, Sony mdr-1a, Sony mdr-am2, Sony mdr-7506. Ce ne sono moltissime, considerate che non ci collego alcun amplificatore x cuffie.. ..cosa mi consigliate?
  2. Time Left: 2 months and 6 days

    • VENDO
    • Usato

    Vendo cuffie aperte Focal Elex Si tratta di un modello prodotto da Focal in esclusiva per Massdrop e venduto solo sul mercato americano (non è stato semplice, nè economico, procurarsene un paio 🙄) Sostanzialmente sono le Elear ma con componenti delle Clear (le Elear costano, da noi, 900€ e le Clear 1500) A questo link la pagina prodotto e varie recensioni/opinioni Altra review delle Elex e un confronto tra Elex e Utopia Dopo aver provato varie cuffie (tutti i "soliti sospetti" in una fascia di prezzo dai 750 ai 1500€ e oltre)... sono state la mia scelta assoluta (a scatola chiusa o quasi: tra le Focal avevo potuto provare solo Elear, Clear e Utopia, e le Clear sono quelle che più mi erano piaciute). Il suono delle Elex è molto simile, quasi identico, a quello delle Clear ma... alla metà del costo di queste ultime. Vendo solo perché un amico mi ha offerto le sue Clear a un prezzo irresistibile e, in un confronto diretto con le Elex, trovo le Clear *leggermente* più... "chiare" 😛 e *forse* appena un filo più "ariose". Ma quanto a dettaglio, timbrica e accuratezza sono pressochè indistinguibili. E perché il grigio delle Clear mi è sempre piaciuto più del total-black. Acquistate ai primi di Marzo Usate davvero molto poco (c'è stato un trasloco di mezzo e... solo da un paio di settimane ho potuto rimettere in marcia il mio impianto) Condizioni pari al nuovo Complete di tutti gli imballi e accessori (cavi) originali Richiesta €650 €600 non trattabili Consegna a mano preferibile, così stiamo tutti più tranquilli (ma nel caso posso spedire)

    600.00 EUR

    Milano

  3. Time Left: 29 days and 15 hours

    • VENDO
    • Usato

    Cuffie semi-aperte dall'incredibile rapporto qualità/prezzo Versione "Manufaktur" (colore/materiale delle singole componenti scelte a piacere) da 600ohm Archetto in pelle Pochissime ore di utilizzo, condizioni perfette, "valigetta" originale inclusa Preferisco consegna a mano, così siamo tutti più tranquilli (ma se richiesto posso spedire)

    120.00 EUR

    Milano

  4. Buonasera, premettendo che non è una richiesta "audiofila" quella che stò per fare, procedo alla domanda: sapreste indicarmi un paio di cuffie on ear, possibilmente comode e dal suono diciamo degno ? cifra massima 100-120. sono per la mia ragazza, io interessandomi di cuffie di tutt'altro genere poco so su questi modelli e non so aiutarla nella scelta. Sperando che qualcuno qui sappia consigliarmi, vi ringrazio e vi auguro buona serata. Cordialmente, Marco
  5. mimmo69

    Cuffia "small"

    Ben ritrovati tutti Dopo aver usato per lungo tempo delle in-ear cinesi, per la precisione TrnV80 e Tin Audio T2 ho deciso, se non proprio di buttare la spugna, di dare un po' di conforto alle mie orecchie che le in-ear proprio non le digeriscono bene. Stare lì sempre a dover premere per farle stare su, nonostante i tips in foam, mi sta facendo sclerare. D'inverno uso la mia fidata ATH MSR7, ma d'estate è impossibile, specie in spiaggia. Così ho riesumato la Jays V-jays e devo dire che avevo un ricordo peggiore del suo suono. L'unico problema è che i pads, così come sono fatti, isolano e avvolgono poco. Li trovo piuttosto "ballerini" sulle orecchie, non ben piantati come una buona on ear. Per di più la scimmia, lasciata a dormire per lungo tempo, si è svegliata. Mi piacerebbe una on ear che suoni come la mia ATH (lo so, chiedo troppo :-)) e che magari sia anche pieghevole da poter portare in giro, ma che una volta indossata stia li ferma fino a "quaaaando lo dico iooooo" (Lo ricordate?? ). Datemi qualche idea, grazie
  6. Un'amica mi ha chiesto in consiglio su un paio di cuffie Bluetooth per il figlio undicenne per uso vario, musica col cell e qualche gioco offline. Vorrebbe rimanere sul centone. Io non sono ferrato in materia quindi chiedo numi a voi .
  7. ... budget massimo 600 euro, e di facile reperibilità. Al momento l'unico candidato interessante pare essere lo Schiit Valhalla 2. Qualche alternativa?
  8. Jazzlover

    Focal Clear

    Di questa cuffia qui si parla poco o nulla, sulla rete è invece molto apprezzata, si arriva a paragonarla alla Utopia, alla quale, per alcuni, sarebbe molto vicina come prestazioni globali, ad un terzo del prezzo di listino, o poco più. Inoltre, viene venduta con un seti di accessori veramente completo, di gran lunga superiore a quello della stessa Utopia. Qualcuno la conosce bene e ne vuole parlare?
  9. Sto valutando l'acquisto di un lettore cd di buona qualità e ho notato che non costano poco, non si trova granché (a prezzi decenti) e se dovessi avere problemi con qualche componente molto probabilmente la spesa di riparazione sarebbe molto alta visto che se fanno sempre meno. Inoltre ho alcuni CD audio, ma la mia collezione non è così grande da giustificare una spesa elevata per il lettore. Quindi dopo tutte queste considerazioni mi è balenata un'idea che forse è strampalata, vista la mia poca conoscenza. Se collego un lettore cd di medio/basso livello (tipo xbox360 che possiedo) ad un dac esterno decisamente migliore di quello interno del lettore (ad esempio fiio taishan che possiedo), la qualità sonora può arrivare ad essere paragonata a dei lettori di maggiore pregio e costo? In poche parole, considerando solo la qualità audio (no meccanica, durata, materiali ecc), aumentando la qualità del dac esterno potrei arrivare ad un buon compromesso audio "hifi"? Poi ovviamente passerei per ampli dedicato e cuffie.
  10. Buongiorno a tutti, causa aumento del nucleo familiare e poco tempo da dedicare agli ascolti, ho deciso di dedicarmi per un po' all'ascolto in cuffia, così da potermici dedicare nel poco tempo libero la sera, senza disturbare la famiglia. Ho acquistato su amazon, complice la possibilità di provarle ed eventualmente rispedirle indietro entro un mese, un paio di Sennheiser hd660s, che in primissima battuta utilizzerò con il teac ud-501 già in mio possesso, consapevole dell'accoppiamento non proprio felice. Mi piacerebbe poterle collegare al Cayin a55t già in mio possesso, perché il suo suono in modalità triodo mi piace parecchio, e stavo indagando la soluzione di un partitore resistivo. Pareri a riguardo, ed eventualmente uno schema di riferimento da farmi realizzare da qualche autocostruttore? In alternativa un amplificatore low budget da utilizzare ed eventualmente sostituire più avanti con qualcosa più performante, qualora l'ascolto in cuffia mi conquisti? Grazie per l'eventuale supporto
  11. Nomzamo

    Sennheiser hd 599

    Qualche tempo addietro ero alla ricerca di una cuffia aperta che mi soddisfacesse a 360 gradi,dato che la mia esperienza si limitava quasi esclusivamente alle in ear, e poche altre over ear, così mi è capitato di leggere delle buone cose da parte di KnifeEdge(che ringrazio) sulle cuffie in oggetto;le ho comprate e ...che dire, sono rimasto folgorato. Leggere, non scaldano per niente i padiglioni auricolari,suonano in modo molto equilibrato,valide con tutti i generi musicali più o meno... Le ho trovate migliori delle poche che conosco come ad esempio le Beyerdynamic dt 880 o le fidelio x2 e le Beyer aventho ...o le sennheiser serie px. o portapro. Nel ringraziare ancora KnifeEdge per avermele fatte conoscere chiedo a voi tutti:che ne pensate di queste cuffie? Saluti
  12. Salute a tutti, vorrei che mi consigliate una cuffia (aperta/chiusa) per ampli integrato stereo. Mi piacerebbe che fosse leggera che non stringa in quanto porto gli occhiali e non vorrei mi dasse fastidio e che non faccia sudare. Inoltre che si adatti un po' a tutti i generi musicali e per finire il budget sui 100 - 120 € conun cavo di circa 2 - 2.5 m. Grazie dei consigli.
  13. Buongiorno a tutti. Mi rivolgo agli esperti di cuffie Stax per chiedere una piccola consulenza: ho l'occasione di venire in possesso di una Lambda Pro vintage, ma il venditore segnala un problema del quale - non essendo un grande esperto - non riesco a comprendere l'effettiva gravità. In uno dei due canali la cella elettrostatica impiega un po' di tempo a caricarsi, per cui il suono raggiunge il volume pieno soltanto dopo alcuni minuti, dopo di che non esistono problemi di sbilanciamento dei canali. Vorrei sapere se tale difetto è grave... se, ad esempio, è il segnale di un deterioramento del driver, che potrebbe "ammutolirsi" definitivamente nel giro di poco tempo. Ringrazio anticipatamente chi vorrà venirmi in aiuto. Giuseppe
  14. Perche' con tutto il ciarpame vintage di cui gia' dispongo, mi sono messo in casa anche la K500? Semplice, perche' e' la mamma della K501, e io sono un grande fan della K501! Era da tempo che ne cercavo una, il problema era trovarla. Se reperire oggi una K501 in buone condizioni non e' propriamente banale, trovare una K500 ben conservata comincia ad essere una discreta impresa. Dopo aver cercato a lungo una buona occasione, inaspettatamente si e' finalmente presentata la possibilita' di acquistarne una ben messa, tra l'altro, a un prezzo ridicolo. Ovviamente i pads erano un po' cotti, ancora utilizzabili volendo, ma ho preferito sostituirli. E altrettanto ovviamente, gli elastici di sospensione dell'archetto erano ormai totalmente snervati. Poco male, la sostituzione, contrariamente al caso che interessa la K701, non comporta difficolta' e rischi particolari, infatti in 20 minuti la cuffia era operativa. La parentela tra le due cuffie e' palese gia' a colpo d'occhio, ed e' molto stretta. Da un punto di vista esteriore, la K500 si presenta semplicemente come una K501 coi colori invertiti. Padiglioni grigi e archetto in pelle nera per la K501, padiglioni neri e archetto (sempre in pelle) grigio per la K500. Molto simili anche i cuscinetti, entrambi in tessuto (piu' "traspiranti" della media e relativamente freschi d'estate), grigio chiaro nella K500, tendente al nero per la K501. Gli originali per la K500 non sono piu' disponibili da molto tempo, ma quelli della K501 li sostituiscono senza alcun problema, la stessa AKG li offre infatti come ricambio dedicato anche a K400/401 e K500. Anche i dati tecnici dichiarati sono pressoche' identici, le due cuffie sono caratterizzate entrambe da un impedenza di 120 ohm, e la sensibilita' si assesta in entrambi i casi a 94 miseri dB/mW. La K701, definita da molti "difficile da pilotare", in realta' e' sensibilmente meno energivora delle due vecchiette e al confronto sembra una cuffia per l'iPod. Anche sotto il vestito le differenze non sono eclatanti. Ma era prevedibile, perche' di fatto la K501 voleva semplicemente essere una rifinitura del progetto K500 che risale ai primissimi anni '90, e le rifiniture si attuano agendo sui dettagli. Fermo restando che per entrambe le cuffie ci sono state piccole modifiche in corso d'opera che hanno modificato qualche particolare costruttivo nell'arco degli anni in cui sono state prodotte, restano comunque evidenti a un occhio attento delle piccole differenze nel driver e nel baffleplate, che le rendono facilmente riconoscibili. La differenza tecnica piu' importante, e' pero' quella meno visibile. La K501 infatti, come le altre della serie "x01" adotta un diaframma a spessore variabile (Varimotion), piu' sottile in periferia, quindi sulla sospensione, piu' spesso nella parte centrale, ed e' questo il vero elemento di innovazione. Ma come suonano queste K500? Indovinate un po', in maniera molto simile alla K501! Attenzione, cuffie simili ma comunque a loro modo diverse! E' qualche giorno che le ascolto, e volutamente ho ridotto ai minimi termini i confronti A-B. La conclusione cui sono arrivato e' che la K500 potrebbe essere definita come una sorta di K501 estremizzata. I punti forti della 501, nella 500 sembrano a tratti ancor piu' forti, quelli deboli, ancora piu' deboli. Quindi anche nella K500 ritroviamo la stessa ricostruzione ariosa, delicata e dettagliata della K501, la stessa naturalezza dei timbri, la stessa ricostruzione ad ampio respiro dell'headstage. Ma la K500 sembra avere persino un leggero vantaggio in termini di trasparenza. Meglio quindi della 501? Non necessariamente, dipende. Eh si, perche' come gia' detto, se la 500 riesce ad andare qua e la anche oltre la 501 nei suoi punti di forza, lo fa purtroppo anche nelle criticita'. In particolare, le capacita' dinamiche della progenitrice, sono un po' inferiori a quelle della sua evoluzione, che gia' di suo in quel parametro non esibisce certo una prestazione da urlo. Credo comunque di poter affermare con sicurezza che chi gradisce il suono della K501, sicuramente gradira' anche quello della K500. Il DNA e' pressoche' lo stesso della 501, ed e' sintetizzabile in poche righe. Un suono arioso e gentile, dettagliato ma non in maniera pedante e appariscente. Resa dei timbri naturale e realistica, equilibrio delle gamme che tende al "light" per via di una gamma bassa non propriamente esuberante. E' un suono molto diretto, che arriva direttamente al cuore e disimpegna il cervello. La K501 non e' una cuffia universale, ci si puo' ascoltare di tutto ma per le sue caratteristiche, e' una cuffia che offre il meglio di se con la musica acustica in genere, in particolare la classica, ma anche il jazz ad esempio. In questi contesti, le limitazioni risultano meno ovvie e le sue doti musicali vengono esaltate. Anche la gamma bassa, oggettivamente sotto la media in termini di presenza, estensione e sopratutto impatto, col programma musicale giusto, non appare cosi' limitante, e brilla persino per compostezza e nettezza. La K500 e' nel macro molto simile alla K501 ma con qualche differenza. Partendo proprio dal basso, devo dire di essere un po' in disaccordo con quello che a volte ho letto nel web. Il mio esemplare perlomeno, non sembra esibire una gamma bassa realmente inferiore alla K501. A volte, basso e sopratutto mediobasso della 500, sembrano avere consistenza e spessore addirittura leggermente superiori alla 501, altre volte la situazione si capovolge, dipende dalla natura dei suoni. Certo, resta una prestazione che a molti potrebbe risultare insufficiente, ma torno a ripetermi, queste sono cuffie che vanno inquadrate e valorizzate per quello che sono. Chi ascolta solo musica barocca, ad esempio, potrebbe tranquillamente vivere felice anche con la sola K500/501. Non potrebbe pero' farlo chi ascolta anche pop/rock e certa elettronica. Tornando alle differenze, parliamo di headstage. Quello della 501 e' uno dei tratti distintivi della cuffia. Molto ampio e ossigenato, gli strumenti sono disposti nello spazio con un tangibile senso di aria. Quello della K500, e' ugualmente ampio e arioso, ma gli strumenti appaiono un po' piu' avanzati e densi nel centro immagine. Questo comporta una resa forse un filino meno "wow!", ma un ascolto un po' piu' intimo, che qualcuno potrebbe trovare addirittura preferibile. L'equilibrio tonale e' simile, ma la K500 e' un pochino piu' "mediosa", meno "bright" della K501. Sempre in gamma media, la K501 ha un leggero vantaggio in termini di purezza timbrica, la K500 in certi passaggi puo' tendere a indurirsi un po' di piu', ma parliamo di differenze, si apprezzabili, ma comunque abbastanza sfumate. In entrambi i casi la leggibilita' dei suoni e' veramente ottima. I fiati sono vibranti e definiti, e gli archi non sono solo crine, ma anche casse di risonanza che appunto risuonano. Piccole differenze anche in gamma alta. La K501 e' piu' contrastata e puo' dare l'impressione di fornire una resa piu' dettagliata nel transiente di un pizzicato ad esempio. Ma non e' esattamente cosi. La K500 e' piu' fine e delicata, meno scintillante e piu' sottile, diciamo che ha un approcio un po' piu' rilassato. La trasparenza, considerata la classe delle cuffie in oggetto, e' veramente ottima in entrambi i casi. Qualcuno ha definito la K501 "l'elettrostatica dei poveri", ovviamente esagerando, ma non si puo' dire che l'affermazione sia definitivamente una fesseria. Viene piuttosto da chiedersi quanto realmente si sia avanzati col progresso nel tempo. Certo, sono sicuro che oggigiorno siano disponibili cuffie piu' competenti tecnicamente, sicuramente migliori in termini di capacita' dinamiche, di estensione, pulizia e impatto in gamma bassa. Ma la musica?, ne fruisce sempre? Personalmente non ne sono convintissimo. In conclusione, dovete cestinare le vostre HD800, Utopia, SR-009 et similia? Assolutamente no! K500 e K501 oggi sono cuffie da amatore, oggetti da collezionare. L'eccezionalita' sta nel fatto che riescono tuttora a farsi apprezzare anche all'ascolto. Offrono una resa particolare, sintonizzata su stilemi diversi da quelli attuali. Non sono cuffie da emozioni forti, anche se emozionano, a modo loro. Sono cuffie per animi gentili, forse un po' demodé. E io sono sicuramente demodé. Concludo con un pensiero triste. La AKG di quegli anni, non esiste piu'. E' rimasto un brand, e dietro di questo, le multinazionali. Purtroppo, ma anche per fortuna, tutto ha una fine.
  15. olographicsound

    Consiglio cuffia bassa impedenza

    Ciao a tutti, ho un iMac con un piccolo amp/dac con un’uscita bassina. Mi servirebbe una cuffia molto comoda perché la indosso per diverse ore al giorno (va bene anche aperta) con una impedenza bassa così da poter essere ben gestita dal mio piccolo amp/dac. Al momento ho delle Sennheiser Momentum 2.0 ma vorrei provare una cuffia con uno soundstage più ampio e in generale salire di qualità. Grazie!
  16. pink-panther

    Cuffia comoda per ufficio

    Salve a tutti, chiedo consigli per una cuffia comoda per sedute di ascolto in ufficio. Come sorgente tidal altri servizi di web streaming. Preferirei evitare cuffie bluetooth visto l'utilizzo prolungato. Pensavo a Bose Quiet Confort 25 (di facile reperibilità) o qualcosa di similare, l'importante è che sia una cuffia comoda per uso prolungato e non stridente. Ringrazio e tutti
  17. Salve a tutti, Ho ricevuto le Sennheiser 58x e volevo condividere delle primissime impressioni con Voi. In passato ho avuto le Sennheiser hd600 (grande fan) e Sennheiser hd650 (meno fan) quindi sarà interessante capire come si inseriscono queste 58x ultime arrivate nella famiglia. Un altra comparativa interessante è con la Hifiman 4xx, che ho avuto ma purtroppo si è rotta l’headband. Ottimo il servizio di Massdrop che mi ha prontamente rimborsato Ascolto quasi tutto, ma prediligo rock, indie-rock, math-rock, metal, elettronica e folk. Sulla costruzione devo dire che le prime impressioni sono positive, non credo che sia inferiore alla 600 e 650 (come qualcuno sosteneva su qualche forum) solita costruzione Senneheiser made in Ireland molto affidabile e con plastiche di qualità. Esteticamente la cuffia è davvero bella. Dalle foto non mi piaceva lo schema di colore nero opaco e nero lucido. Ma dal vivo devo dire che il look è molto moderno ed elegante. Total black, yes ci piace Il cavo è lungo 1,8 metri e adatto per uso portatile. A dispetto dei 150 ohm la cuffia ha un ottima pilotabilità, già suona bene con il mio Iphone6, meglio con il Dragonfly Red. Ho anche il VHF-N e O2 come ampli ma credo che non siano necessari vista la facilità di pilotazione. Dai primi ascolti la 58x ha un suono familiare, sicuramente molto vicino alla hd600 e 650. Tra le due mi ricorda più la 600. La prima differenza che salta all’orecchio è la presentazione leggermente diversa, la 58x suona più fresca e divertente. Complice un estensione maggiore agli estremi di banda, ha perso quel velo e quel suono più mediocentrico delle sorelle che suonano decisamente più intime e romantiche. Il basso della 58x è decisamente più esteso e d’impatto rimanendo assolutamente fedele all’incisione. La 600 in comparativa suona troppo leggera, la 650 esagera nel medio-basso rendendo il suono troppo caldo. Il basso della 58x è davvero ottimo e superiore ad entrambe le sorelle. Davvero notevole! Sulla resa della batteria la 58x è la più realistica, la doppia cassa metal è resa perfettamente con autorità, impatto e velocità. Sulla gamma media la 58x cede qualcosa. La 600 suona più trasparente e anche la 650. Chiaramente la 650 ha anche come suon vantaggio la famosa ‘scalabilità’. Su un brano folk, chitarra e voce, la 600 rende meglio per le voci rese più realistiche ed emotive. La 58x ha comunque una resa ottima perdendo una piccola percentuale in trasparenza ed intellegibilità. Un altra differenza è sul medio alto e estremo alto. La 58x è più ‘smooth’ sul medio alto e ha l’estremo alto più in evidenza. La 600 fa esattamente il contrario, medio-alte più avanzate e estremo alto più controllato. La percezione è che la 600 suoni più aperta e brillante ma leggermente più nasale. La 58x ha sembra più naturale ma con un leggero ‘tizz’ in gamma più alta probabilmente dovuto a qualche picco tra 5 e 8khz. Niente di particolarmente fastidioso. Un altra cosa interessante è che la 58x si può facilmente moddare rimuovendo il foam esterno delle cups e dalle misurazioni suona quasi identica alla 660s. Dopotutto, il drive della 58x da ammissione Sennheiser è direttamente imparentato con quello della 660s che a sua volta è simile a quello della 700. Concludendo le prime impressioni, posso dire che questa 58x sembra essere davvero favolosa per il prezzo proposto (circa 130 euro) sicuramente non un modello inferiore alla serie 600, ma che anzi, a mio giudizio, ha una firma sonora che funziona decisamente meglio con la maggior parte della musica in commercio. Gli amanti della 650 continueranno a preferirla per il suono caldo, raffinato e inoffensivo. Gli amanti della 600 che cercano più impatto sul basso, dinamica, e un suono più divertente ameranno questa 58x. Per i fans Sennheiser, posso dire che la 58x è una sorta di mix ben riuscito tra la hd600 e hd25. Rispetto alla 4xx, preferisco la 58x. La 4xx è valida, ma suona ovattata a mio giudizio con alti un po' fastidiosi. La 58x è il miglior acquisto tra le due. Se vi interessa prendere un modello della serie 600, tenete in alta considerazione la 58x. Io procedo con gli ascolti, saluti! Fabio. ps: oggi è stato il mio giorno fortunato, la dogana mi ha anche graziato!
  18. Ciao a tutti, anche se da tempo uso cuffie non molto costose, solo da poco mi sto dedicando ad ascolti "seri". Attualmente ho una Sennheiser HD 518, acquistata e usata pochissimo (credo 4 ore al massimo). Era una cuffia da 150€ di listino, poi venduta a meno, quindi senza pretese Hi-End, e la sto facendo rodare, ma non mi fa impazzire in alto e nemmeno sulle medie. Il classico "velo" Sennheiser, che ho scoperto da poco, mi pare sia presente, eccome. Non so se è un problema di rodaggio, ma sono troppo ovattate per i miei gusti, e non sono il tipo a cui piace il suono eccessivamente aperto. Le ascolto con un DAC/amplificatore cuffia Pro-Ject S2 Digital, e siccome il piccolo Pro-Ject mi pare abbastanza aperto sull'impianto, credo che questa chiusura sia dovuta proprio alle cuffie. Adesso, ipotizzando un budget di massimo 300€ o meno, ci potrebbe essere qualcosa di più aperto e dettagliato, con medie sontuose e bellissime voci, mantenendo un basso esteso e corposo, senza essere troppo invadente? Non mi interessa che siano cuffie aperte o chiuse, solo che suonino molto bene. Come amplificatore posso tenere il Pro-Ject, che tra l'altro legge anche i files MQA, o posso fare un salto spendendo qualcosa in più con un amplificatore dedicato per cuffie? Grazie
  19. Un saluto a tutti, è qualche tempo che non scrivo, e lurko anche poco o nulla, anche per altri interessi che sto cercando di coltivare il più possibile nel poco tempo "libero", ma l'ascolto in cuffia è sempre presente tutti i giorni. Per lavorare ai miei progettini musicali elettronici ho preso da poco la Beyer DT880pro, per avere un ascolto ragionevolmente accurato ma rivelatore, di facile e pratico uso, e di grande comodità per utilizzi di molte ore di ascolto attento. Ho avuto più volte e in diverse versioni la "normale", ma la Pro mi mancava. A memoria, anche se dovrebbero essere identiche a parte un archetto un po' più stringente, mi pare (ma la memoria è labile) che la Pro riesca a "risuonare" e riempire un pelo meglio sul basso (ma può essere solamente suggestione). Ma a parte questo, mi ha sorpreso, nonostante l'abitudine a Senn HD800S e Stax L300, quanto caspita suoni bene questa cuffia ormai economica! Chiara, ariosa, eppure compatta e rotonda, nonostante l'impostazione sia tendenzialmente luminosa sento in fondo sempre un piacevole calore. Collegata a un banale mixerino Behringer è impressionante l'analisi anche sul basso profondo e la capacità di scendere, oltre al fatto che (almeno a me) non affatica mai neanche dopo molte ore di ascolto magari a volumi non proprio ridottissimi, niente acufeni o fatica. be', niente di nuovo, ma volevo citarla ancora sul forum. Buoni ascolti a tutti! Andrea
  20. Molto interessante questa nuova cuffia. La dichiarano l'erede della gloriosa 650. https://en-us.sennheiser.com/headphones-audiophile-high-end-hd-660-s
  21. madmax

    Hifiman Ananda

    Time Left: 11 days and 16 hours

    • VENDO
    • Usato

    Vendo Hifiman Ananda in condizioni perfette Dicembre 2018,acquistata da PlayStereo e quindi garanzia italiana Completa di imballo originale

    670.00 EUR

    Cerignola, Foggia - IT

  22. This advert is COMPLETED!

    • VENDO
    • Usato

    Salve, vendo cuffie come da oggetto. Queste Sundara hanno un mese di vita, sono state acquistate solo per alcune prove e confronti e probabilmente devono ancora terminare il rodaggio. Trattate con la massima cura, perfette come estetica e funzionamento, sono state acquistate su noto webstore italiano e godono di tutta la garanzia residua. Disponibile per altre foto se necessario, comunque sono pari al nuovo con tutta la documentazione e il corredo presenti al momento dell'acquisto. Le propongo a 250 €, se richiesto spedisco tramite corriere 24/48 h con piccola spesa. Contatti tramite MP, grazie per l'attenzione, un saluto.

    250.00 EUR

    Viareggio, Toscana - IT

  23. Time Left: 9 days and 19 hours

    • VENDO
    • Usato

    Usate ma in ottime condizioni ... Akg con cavo proprietario + cavo Portento Audio 1,5 metri, no imballo Sony completa. Akg euro 130,00 spedita. Sony euro 75,00 spedita

    130.00 EUR

  24. floyder

    FG - Sennheiser HD650

    Time Left: 9 days and 18 hours

    • VENDO
    • Usato

    In perfette condizioni, uniproprietario acquistata da Thomann, regalo cavo afternarket 1,6 metri, prezzo intrattabile, euro 200,00 inclusa spedizione tracciabile. Antonio

    200.00 EUR

  25. Ieri sera, avendo un po' di tempo libero, mi ha colto la curiosita' di misurare alcune delle cuffie che possiedo. Mancano le elettrostatiche, ma piu' avanti misurero' anche loro. Sono misurazioni senza troppe pretese, non vogliono essere un vero riferimento, direi piu' un ulteriore mezzo di comparazione. La SPL NON e' calibrata, nel senso che ogni cuffia e' stata messa si nelle condizioni di emettere piu' o meno la stessa pressione sonora, ma se leggete 90 dB a 1 kHz, sappiate che potrebbero essere in realta' 93 o 87! Anche la misura della distorsione va presa con le molle, semplicemente perche' effettuata a bassi livelli di SPL, grosso modo quelli cui ascolto normalmente. Piu' avanti, se mi girera' di farlo, ripetero' la misura con segnali di maggiore ampiezza. Grado SR60i: Beyerdynamic DT880 2003 Edition: Beyerdynamic DT880 (produzione corrente): Qui ho avuto conferma sul perche' preferisco abbastanza nettamente la versione piu' anziana, piu' estesa in alto e al contempo un pochino piu' rapida nel decadimento in gamma medioalta. Sennheiser HD565:

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy