Jump to content
Melius Club

Search the Community

Showing results for tags 'politica ed economia'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forum

  • Forum
    • Welcome on board!
    • Home Audio
    • Vintage Room
    • Listening in Headphones
    • DIY Do It Yourself
    • Video Home Theater
    • Music Room
    • Joe's Garage
    • Visual Arts Room
    • Lounge Bar
  • Circolo fan Silcable's Forum del Circolo Silcable
  • Circolo fan Pylon Audio's Forum del Circolo Pylon
  • Circolo fan Audiogears's Topics

Blogs

There are no results to display.

There are no results to display.

Product Groups

There are no results to display.

Categories

  • Number 43 - Year 2019
  • Number 42 - Year 2016
  • Number 41 - Year 2014
  • Number 40- Year 2014
  • Number 39 - Year 2013
  • Number 38 - Year 2013
  • Number 37 - Year 2013
  • Number 36 - Year 2012
  • Number 35 - Year 2012
  • Number 34- Year 2012
  • Number 33 - Year 2012
  • Number 32 - Year 2009
  • Number 31 - Year 2008
  • Number 30- Year 2008
  • Number 29 - Year 2008
  • Number 28 - Year 2007
  • Number 27 - Year 2007
  • Number 26 - Year 2007
  • Number 25 - Year 2007
  • Number 24 - Year 2007
  • Number 23 - Year 2006
  • Number 22 - Year 2006
    • Cavi di potenza
    • Cavi di segnale
  • Number 21 - Year 2006
  • Number 20 - Year 2006
  • Number 19 - Year 2006
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 18 - Year 2006
  • Number 17 - Year 2005
  • Number 16 - Year 2005
    • Interviste ai costruttori di cavi hifi
  • Number 15 - Year 2005
    • Sonic Impact T-Amp
  • Number 14 - Year 2005
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Number 13 - Year 2005
  • Number 12 - Year 2004
  • Number 11 - Year 2004
  • Number 10 - Year 2004
  • Number 09 - Year 2004
  • Number 08 - Year 2004
  • Number 07 - Year 2004
  • Number 06 - Year 2003
  • Number 05 - Year 2003
  • Number 04 - Year 2003
  • Number 03 - Year 2003
  • Number 02 - Year 2003
  • Number 01 - Year 2003
  • Number 00 - Year 2002

Categories

  • Audio, Video, Photo
  • Compact discs, vinyls, tapes

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Found 895 results

  1. Ora i confini si attestano nell'Umbria
  2. Leggo sul supplemento Buone Notizie del Corriere della Sera, in un articolo che parla dell' attività degli avvocati di strada, che i clochard, e generalmente chi non ha fissa dimora e vive della carità del prossimo, non avendo una residenza non ha titolo nè per essere iscritto nelle liste elettorali, nè a ricevere il reddito di cittadinanza. Forse sono stato distratto, ma non mi sembrava che nessuno ne abbia mai parlato. Sono davvero indignato, forse l' unica cosa che poteva farmi accettare un provvedimento di questo genere era la possibilità di intervenire a favore degli ultimi, che invece restano a carico delle organizzazioni di buona volontà come Caritas, OSF ed altri benemeriti.
  3. Non ci credo. Sembra che la logica sia, più siamo fetenti e più ci voteranno. Ma cosa dobbiamo fare?
  4. Come mi auspicavo sta per partire un nuovo governo con Conte presidente del Consiglio con l'appoggio del Movimento 5 stelle e del PD. La personalità del prof. Conte mi è apparsa da subito lucida, intelligente, propositiva, collaborativa, ecc. Quasi tutti hanno individuato in Conte il mero prestanome del M5S e della Lega, ma nel corso del tempo sono emerse le sue doti e capacità che secondo me potrebbero incanalare nel giusta direzione e con pacatezza ed equilibrio la ripresa della nostra nazione.
  5. perché solo quegli antipatici dei sudtirolesi?? Qualche parola di tedesco la so... E ai viennesi potrtemmo concedere il protettorato del Gennargentu... A parte le battute trovo che sia veramente delirante che questi vengano e rompere i maroni alle nostre frontiere... io gli manderei un po di carriarmati.. altroche... https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2019/09/20/alto-adige-laustria-rilancia-il-doppio-passaporto_f6e2756c-9fd8-4806-a4d6-5eaef7c9c930.html
  6. Interessante articolo, c'è da rifletterci https://www.pmi.it/economia/mercati/313185/fisco-gli-sprechi-superano-levasione.html?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=Newsletter%3A PMI.it&utm_content=fisco-gli-sprechi-superano-levasione
  7. https://www.lastampa.it/economia/2019/09/20/news/clima-sfida-verde-di-bezos-amazon-entro-il-2040-sara-a-emissioni-zero-1.37486693 INVIATO A WASHINGTON. Zero emissioni di carbonio entro il 2040; 100% di energia rinnovabile entro il 2030; 100.000 veicoli elettrici già ordinati, da mettere sulle strade per fare le consegne entro il 2030; e 100 milioni di dollari investiti nella riforestazione. Sono le principali misure concrete annunciate ieri da Jeff Bezos, lanciando l’ambiziosa sfida per Amazon di centrare con dieci anni di anticipo gli obiettivi dell’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici... ...Bezos ha cominciato dipingendo una situazione d’emergenza: «Gli scienziati sono sorpresi, perché le previsioni che avevano fatto solo cinque anni fa sono sbagliate. I ghiacci dell’Antartico si stanno sciogliendo ad una velocità superiore del 70% rispetto a quella preventivata, e gli oceani si innalzano con una rapidità superiore del 40%. In Alaska, questo è stato l’anno più caldo nella storia della città di Anchorage». Tutto ciò ha spinto Bezos a cofondare «The Climate Plegde», allo scopo di spingere la sua azienda e le altre ad accelerare le iniziative necessarie a salvare la Terra. «E’ il più bel pianeta del sistema solare, e anche l’unico abitabile. Dobbiamo conservalo per le generazioni future. Abbiamo smesso di stare nel gregge su questo tema: abbiamo deciso di utilizzare le nostre dimensioni e scala per fare la differenza»... ... mentre il biondo ha giustificato l’uscita dall’accordo di Parigi dicendo che non si può proteggere l’ambiente a scapito della crescita economica Ottima Amazon
  8. ne sentiamo di affermazioni cretine... ma come quelle del presidente degli stati uniti è difficile... WASHINGTON - Nella notte del dibattito democratico, la luce è lo stesso tutta per il presidente americano Donald Trump. I titoli online sono tutti per lui. Trump infatti durante la cena di ritiro dei membri della Conferenza repubblicana della Camera, non ha parlato di candidati in corsa per la nomina, ma di lampadine. "Che succede con le lampadine, la gente lo sa? Ecco che succede, ve lo dico io. In primo luogo per me, soprattutto per me, quelle che siamo costretti a usare fanno una luce che non va bene. Io sembro sempre arancione ". Non è la prima volta che il presidente, tra capelli e abbronzatura, viene descritto tendente all'ocra. Ma Trump ha incalzato. "Non succede solo a me, anche voi assumete un tono arancione sotto queste luci". Non è stata una dichiarazione a caso. La scorsa settimana Trump ha dichiarato che avrebbe cambiato le regole sui requisiti delle lampadine a risparmio energetico tornando di fatto indietro di due amministrazioni e cancellando le politiche ambientali portate avanti da Bush prima e da Obama subito dopo. L'amministrazione Trump ha infatti bloccato l'entrata in vigore, prevista per gennaio 2020, di criteri di efficienza più elevati che avrebbero eliminato dal commercio le lampadine alogene anche negli Stati Uniti dove, al contrario che in Europa, questi dispositivi tanto inefficienti dal punto di vista energetico quanto economici, sono ancora in commercio. Il presidente ha ceduto alle pressioni della lobby delle lampadine e deciso di eliminare i nuovi standard per quelle a risparmio energetico che erano stati fissati da una legge bipartisan passata nel 2007, sotto l'amministrazione Bush. "Questo tipo di luce è la peggiore" ha detto Trump alla cena, "inoltre è molto più costosa. La vecchia lampadina alogena invece funzionava molto bene". In ogni caso "le venderemo, ma venderemo anche quelle alogene". Secondo il Dipartimento dell'energia di Washington, la regolamentazione non sarebbe economicamente giustificata. Il maggior prezzo al consumatore delle lampadine LED, non varrebbe insomma il risparmio sulla fattura della corrente elettrica. Secondo gli esperti però grazie alle attuali lampadine a risparmio energetico i consumi energetici delle famiglie americane sono calati del 6% dal 2010 e le lampadine led grazie a una lunga vita possono portare a un risparmio tra i 50 e i 100 dollari nell'arco di diversi anni, con un costo oramai anche inferiore ai due dollari a lampadina. I gruppi ambientalisti sono incandescenti, anche loro, tendenti all'arancione. Sostengono che la fine delle normative in atto comporteranno bollette più alte e la produzione di più elettricità da parte delle centrali elettriche a emissione di gas serra. "Bisogna fermare Donald Trump perché i suoi piani sul clima sono un incubo" ha commentato la senatrice democratica alla Casa Bianca, Elizabeth Warren.
  9. Attenzione che quando si rispolverano simboli religiosi in nome di un'identità e per definire un nemico, non va mai a finire bene. I capibastone truci o meno sanno bene che certi simboli sono propedeutici alla violenza politica, al sovvertimento delle democrazie, alle guerre; necessario cappello ideologico per giustificare la violenza e atti a deresponsabilizzare i violenti (in fondo lo vuole pur sempre Dio). https://www.repubblica.it/politica/2019/09/15/news/salvini_pontida_raduno_lega-236046282/?ref=RHPPLF-BL-I236015387-C8-P1-S1.8-T1 L'odio delle bestie ferite è sempre pericoloso che può scappar di mano anche ai truci caporali volessero solo scherzare con il fuoco. L'aggressione contro il giornalista di Repubblica spero non faccia di per sé primavera e sia un episodio...certo non si può più dire isolato che l'intolleranza verso il nero ed il diverso è ormai sdoganata da tempo e giustificata "Gott mit uns".
  10. Il presidente del mio ordine locale, somellier diplomato tra l'altro quindi affidabile, si esposto in una intervista ad un quotidiano locale dandola per assai probabile, modulandola con una soglia opportuna può essere venduta come misura "equa", ma la componente renziana, secondo me, piuttosto farà saltare il banco.
  11. Mancanza di cibo, medicinali, possibilità di proliferazione di malattie, violenze per le strade... Ovvero di come Boris Johnson e il suo progetto No Deal, considerino le persone meno di zero e in tempi moderni carne da cannone. Se ne era già parlato dei possibili scenari, ma questi sono documenti e proiezioni recenti, prodotte quando già Johnson era al governo. https://www.repubblica.it/esteri/2019/09/12/news/londra_svela_il_piano_yellowhammer_paese_non_pronto_alla_brexit-235803485/?ref=RHPPLF-BH-I235803799-C8-P6-S1.8-T1 https://it.euronews.com/2019/09/12/brexit-sta-per-scattare-l-operazione-yellowhammer Un piano criminale per togliere libertà e assumere potere: l'ossimoro della democrazia autoritaria anche nel Regno Unito?
  12. cactus_atomo

    politica ed economia di maio agli esteri

    di questo governo la scelta che mi suscita maggiore perplessità è quella di di maio agli esteri. da un lato è vero che la farnesina è un mondo molto strutturato e che poi la politica estera la fa il presidente del consiglio, ma le perplessità restano. gli esteri sono un ministero molto <"militare<2 molto gerarchirizzato, (un ambasciatore può chiedere, che significa ordinare, al suo vice di andare a prendere un amico in aeroporo o ad un addettto scientifico laureato in medicina di visitare un connazionale, se un dipendente ha un guasto al pc non deve chiamare direttamente l'assistenza ma rivolgersi al personale di grado inferiore che provvederà, ecc) i diplomatici spesso lo sono per generazioni, per superare il concorso occorre conoscere storia geografia parlare e scrivere corretamente almeno due lingue straniere, non è un caso che noralmente ad un concorso per 20 poati vengzno assunti solo i primi 15, è un mondo chiuso e comptto con regole non scritte che vanno conosciute ed intriettate, come dice una vecchia battuta se un diplomatico dice si vuol dire forse, se dice forse vuol dire no, se dice no mom è un diplomatico. c'è una cultura della riservatezza conosciuta a di maio ed ai wbbaroli social. la politica estera è cosa deicata, incrociamo le dita (nella speranza che di maio capisca i suoi limiti e si scelga un consigliere di fiducia e competente)
  13. Sta facendo rumore la campagna, ovviamente, social contro la neo Ministra dell'Agricoltura Teresa Bellanova, rea di aver solo la terza media. Di contro ci si indignava poco e niente di un Ministro dell'Interno con lo spritz sempre in mano in spiagga a far casino e sparar ca..ate. Credo che la Bellanova che ha cominciato da bracciante in Puglia e si è battuta una vita contro il caporalato e poi si è distinta nel sindacato, abbia nulla da imparare dai bulli del web. Ci sono terze medie che valgono come una laurea presa ad Harvard e lauree che non andrebbero bene nemmeno al posto della carta igienica. Ricordare agli haters da scrivania chi sia stato Di Vittorio e la sua storia, sarebbe esercizio inutile non sospettandone questi cialtroni nemmeno l'esistenza.
  14. Ora: a parte la stupenda prova di italiano di un Rettore universitario ("capace a" non è corretto), vi pare possibile che un rappresentante della gente, quale dovrebbe essere un ministro, debba avere come caratteristica principale quella di scontentarla? Ma questo chi si crede/va, l'Imperatore d'Italia? Mi astengo dal dire cosa farei ad uno così, che voglio evitare rogne, confido nella giustizia divina. https://www.la7.it/laria-che-tira/video/mario-monti-sul-nuovo-ministro-delleconomia-gualtieri-non-so-se-sara-capace-a-scontentare-la-gente-04-09-2019-280874
  15. Poteva risparmiarcela: Sala, che dimentica le sue origini di sx, rincorre la solita demagogia paraleghista, tipo quella dell'ex dandy, oggi nazistello della Brianza, Vittorio Feltri che dimentica che il primo a essere mantenuto, non solo dal nord, è lui e il suo pseudo foglio (da uno a due milioni di euro degli italiani all'anno). Milano, Sala al nuovo governo: "Non solo aiuti a Roma, il Nord tira la carretta" Feltri shock:"Lasciamo a Conte il suo zoo pieno di terroni e ostile al Nord che li mantiene tutti" Un consiglio di lettura
  16. Ascoltando i tg, leggendo i social e pure i giornali, si fa un gran parlare in questo giorni di cambio del governo, dell'ingiustizia, dell'inciucio, del golpe delle poltrone da parte di Salvini e dei suoi seguaci in base alla tesi che il vincitore, come numero di votanti in Italia delle elezioni europee, venga escluso, dopo essersi escluso dal vecchio, dal nuovo governo italiano. Allora un piccolo ripasso: Salvini e la Lega alle europee hanno preso sì una maggioranza relativa del 34/35%, ma in Europa hanno perso, e si votava per le europee e non per le politiche italiana, dove in parlamento la lega ha un 17%. Il fatto che non abbiano preso nemmeno un commissario in Europa, ne è la riprova. A rigore sono i primi dei perdenti, e quindi volendo, quelli che più hanno perso. Alla luce poi dei fatti emersi ad ora del Metropole a Mosca e dei Savoini vari, l'Europa e pure l'Italia si son giustamente difese.
  17. ci fosse uno di questi sovranisti che abbia a cuore il rispetto della democrazia... Le clamorose voci della mattinata sono state confermate: il premier britannico Boris Johnson ha utilizzato la “soluzione nucleare" sulla Brexit, ossia tirare nella battaglia parlamentare la Regina Elisabetta e praticamente costringerla a tenere il suo discorso al Parlamento sulle sfide del nuovo governo il prossimo 14 ottobre, in quella che è tecnicamente una nuova sessione (in gergo si chiama “prorogation”). In questo modo, Johnson praticamente farebbe chiudere la Camera dei Comuni fino a quella data, “prorogando” la pausa estiva, a parte la prima settimana di settembre in cui il Parlamento dovrebbe essere operativo. Johnson nega, ma in questo modo neutralizzerà quasi totalmente gli oppositori al No Deal (la temuta uscita senza accordo dall’Ue prevista per il 31 ottobre) e alla Brexit dura. Questi ultimi infatti, a quel punto, avrebbero pochissimo tempo per cercare di fermare con un'eventuale legge la corsa verso lo strapiombo del No Deal, dai primi calcoli circa una settimana, limitando così severamente la loro azione. Potrebbero soltanto portare avanti una mozione indicativa. Ma non ci sarebbe tempo per conquistare l’agenda legislativa e far passare una legge che legherebbe le mani a Johnson (il sistema britannico è molto incentrato sull’esecutivo). Quella di Johnson è una mossa di rara gravità costituzionale e potrebbe aprire una crisi senza precedenti nella storia recente britannica: qualcosa del genere accadde quando Carlo I imbavagliò il Parlamento, scatenando la Guerra civile inglese (1642-1651) e alla fine della battaglia il re venne decapitato dopo la vittoria dei Parlamentari stessi. La sterlina è già in picchiata: i mercati sono spaventati perché la decisione di oggi del premier aumenta le già alte probabilità di No Deal, che da molti analisti viene considerato una catastrofe per l’economia britannica. Johnson ha così coinvolto pesantemente Elisabetta, che in base alla peculiare (e un po’ schizofrenica perché non raccolta in un singolo testo) “costituzione” inglese basata su convenzioni, in teoria poteva opporsi. Ma per convenzione non lo si fa, né lo si è mai fatto. Se la Regina avesse ostacolato Johnson, ipotesi molto remota, anche questo sarebbe stato un gesto rivoluzionario e senza precedenti. La 93enne sovrana non l’ha fatto. Inutile dire le durissime reazioni. Lo speaker (il presidente) della Camera dei Comuni John Bercow ha criticato con queste parole gravissime la decisione di Johnson: "Questo è un oltraggio alla Costituzione. L’unico scopo è impedire ai deputati di dibattere sulla Brexit. È vitale che il Parlamento possa dire la sua. Siamo in una democrazia parlamentare!”. Furia anche dei laburisti di Jeremy Corbyn, che parlano di "golpe costituzionale", e dei lib-dem. Le opposizioni e Bercow hanno già detto che, in tal caso, costruiranno addirittura un Parlamento alternativo, e ieri, dai Labour ai lib-dem e ai Verdi, ne hanno presentato il manifesto alla Church House, dietro l’Abbazia di Westminster. Il parlamentare conservatore europeista, Dominic Grieve, ha detto che a questo punto voterebbe persino il voto di sfiducia per Johnson. L’ex cancelliere dello Scacchiere nel governo May Philip Hammond, ha definito la decisione del premier “profondamente anti-democratica”. Insomma, il caos politico e costituzionale sarebbe potrebbe essere enorme, dalle conseguenze molto probabilmente gravissime: le istituzioni britanniche reggeranno l’onda d’urto stavolta?
  18. Vi aspettavate questo risultato? Io non credevo che la percentuale sarebbe stata così alta. Mi restano dubbi sulla solidità di un’intesa tirata per i capelli. E sull’approvazIone.che deve seguire. D’altra parte forse è un passaggio necessario.Vedremo.
  19. Che dite? Salvini e’ tentato dall’incassare il massimo del consenso, ma nel parlamento nessuno, a parte la Lega, ha interesse ad andare a elezioni anticipate. Non credo che Mattarella sottostia a nessun diktat. Quindi, se e’ vero che mai PD e M5 insieme, che altra maggioranza puo’ uscire fuori per evitare le urne?
  20. PIL nominale, il PPP (per potere d’acquisto) fornisce un quadro più realistico della performance economica di un Paese. PIL nominale in milioni di dollari statunitensi (secondo il FMI, 2018): Stati Uniti – 20494050 Cina – 13407398 Giappone – 4971929 Ora il PIL molto più realistico (PPP) in milioni di dollari USA (secondo il FMI, 2018): Cina – 25270066 Stati Uniti – 20494050 India – 10505288
  21. captain picard

    politica ed economia Matrix e L'Europa...

    Ciao a tutti. Fra fake news e verità lo sappiamo, negli ultimi anni è difficile distinguere cosa sia giusto.In mezzo a queste carte mischiate più o meno volutamente si fatica a mettere a fuoco le cose. Sotto un link che mi hanno mandato, ascoltando questa lunga arringa l'istinto mi dice che un fondo di verità c'è e che probabilmente molti di noi l'hanno sempre saputo. Adesso attendo Morpheus che mi svegli. Ciao!
  22. Qualcuno mi spiega questa storia degli Elevati con la e maiuscola? ma uno non era uguale a uno? e un Elevato quanti uno vale? veramente inorridisco, possibile che i 5s non abbiano letto Orwell?
  23. Il 24 luglio scorso, 18 anni dopo la tragedia dell’11 settembre a New York, nel silenzio totale dei grandi media americani (e italiani), cinque uomini non “qualunque” si sono riuniti nel Distretto di Piazza Franklin e Munson, a un passo dai Queens di New York, per approvare, all’unanimità, una risoluzione. Il cui testo proclama l’”incontrovertibile evidenza” del dato che “esplosivi preventivamente collocati” all’interno delle “tre torri” del World Trade Center, “ne hanno provocato la distruzione”. Chiunque abbia seguito un poco le polemiche che da 18 anni ruotano attorno alla spiegazione dell’11 Settembre 2001, si renderanno conto immediatamente che una tale dichiarazione cancella in un colpo solo l’intero impianto della inchiesta ufficiale, contenuta nel famigerato “9/11 Commission Report”. https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/08/18/11-settembre-le-torri-del-wtc-erano-minate-una-commissione-di-vigili-del-fuoco-lo-sostiene-e-per-me-e-giusto-ascoltarli/5382262/

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy