Vai al contenuto
Melius Club

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'politica ed economia'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Forum
    • Benvenuti a Bordo!
    • Riproduzione Audio
    • Vintage Room
    • Ascolto in Cuffia
    • DIY Do It Yourself
    • Video Home Theater
    • Music Room
    • Joe's Garage
    • Sala delle Arti visive
    • Lounge Bar

I Blog di Melius Club

Nessun risultato

Nessun risultato

Categorie

  • Numero 42 - Anno 2016
  • Numero 41 - Anno 2014
  • Numero 40 - Anno 2014
  • Numero 39 - Anno 2013
  • Numero 38 - Anno 2013
  • Numero 37 - Anno 2013
  • Numero 36 - Anno 2012
  • Numero 35 - Anno 2012
  • Numero 34 - Anno 2012
  • Numero 33 - Anno 2012
  • Numero 32 - Anno 2009
  • Numero 31 - Anno 2008
  • Numero 30 - Anno 2008
  • Numero 29 - Anno 2008
  • Numero 28 - Anno 2007
  • Numero 27 - Anno 2007
  • Numero 26 - Anno 2007
  • Numero 25 - Anno 2007
  • Numero 24 - Anno 2007
  • Numero 23 - Anno 2006
  • Numero 22 - Anno 2006
    • Cavi di potenza
    • Cavi di segnale
  • Numero 21 - Anno 2006
  • Numero 20 - Anno 2006
  • Numero 19 - Anno 2006
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Numero 18 - Anno 2006
  • Numero 17 - Anno 2005
  • Numero 16 - Anno 2005
    • Interviste ai costruttori di cavi hifi
  • Numero 15 - Anno 2005
    • Sonic Impact T-Amp
  • Numero 14 - Anno 2005
    • Scelti per voi
    • Scelti da voi
  • Numero 13 - Anno 2005
  • Numero 12 - Anno 2004
  • Numero 11 - Anno 2004
  • Numero 10 - Anno 2004
  • Numero 09 - Anno 2004
  • Numero 08 - Anno 2004
  • Numero 07 - Anno 2004
  • Numero 06 - Anno 2003
  • Numero 05 - Anno 2003
  • Numero 04 - Anno 2003
  • Numero 03 - Anno 2003
  • Numero 02 - Anno 2003
  • Numero 01 - Anno 2003
  • Numero 00 - Anno 2002

Categorie

  • Audio, Video e Fotografia
  • Compact disc, vinili, nastri

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    Fine


Filtra per numero di...

Trovato 722 risultati

  1. GianGastone

    politica ed economia Convegno pro famiglia a Verona

    Ospitato e sostenuto dalla lega mi auguro avvengano potenti proteste, anche violente.
  2. L’ACCORDO CON PECHINO Italia-Cina, la via della Seta spaventa la Ue Una vista aerea del porto di Qingdao (Afp) Corsia preferenziale per l’export, o «cavallo di Troia» della Cina in Europa? Sono le due interpretazioni che si scontrano sulla scelta dell’Italia, annunciata dal premier Giuseppe Conte, di firmare un accordo quadro per il cosiddetto Belt and Road global investment drive: il maxi-progetto infrastrutturale di Pechino per collegare la Cina a un circuito di decine di paesi nel mondo, fra Asia, Africa e, appunto, Europa. Il premier ha confermato l’anticipazione rilasciata al Financial Times dal sottosegretario Michele Geraci, convinto che si sarebbe arrivati a un’intesa entro la visita del 22 marzo del presidente cinese Xi in Italia. Aveva ragione. L’Italia è il primo paese del G7 a dare il suo assenso al programma, guardato con sospetto dal resto della Ue e gli Stati Uniti. Diversi paesi europei, a cominciare da Francia e Germania, temono che la nuova «via della seta» finisca per intensificare le influenze cinesi sul mercato europeo, favorendo le aziende cinesi e quel meccanismo di «rapina tecnologica» (acquisire imprese Ue per sottrarne i brevetti) che fa irritare le istituzioni comunitarie. Visto da Roma, l’obiettivo è di accapparrarsi una nuova leva per le esportazioni di prodotti italiani in Cina. Visto da alcuni occhi a Bruxelles, l’Italia è finita nel mirino del gigante asiatico perché giudicata l’anello debole della catena Ue, il mercato più facile da penetrare per espandersi nel resto del Continente (e seminare qualche frizione in più nell’Unione in vista del voto di maggio alle Europee). La commissaria Ue al commercio Cecilia Malmstrom (Epa) Bruxelles sta cercando di impostare una linea unitaria in vista del summit bilaterale del 9 aprile con Pechino, quando l’Europa tenterà di presentarsi con una posizione condivisa sul tema degli investimenti cinesi in Europa. Il tutto senza alienarsi gli Stati Uniti di Donald Trump, dopo i vari tentativi di ricucire con Washington attuati dalla commissaria al Commercio Cecilia Malmstrom (foto). Non aiuta, in questo senso, l’atteggiamento fin troppo accomodante mostrato dal nostro esecutivo su un’altra questione vitale negli equilibri internazionali: il 5G. Il governo italiano, almeno in quota Cinque stelle, ha aperto senza troppi dubbi alla partecipazione del colosso nazionale Huawei nelle aste per le reti di quinta generazione, le «autostrade» che faranno scorrere le comunicazioni mobile del futuro. L’episodio ha provocato un nuovo litigio con la Lega, per una volta allineata all’Europa nello scetticismo sull’ingresso di Pechino nella partita.
  3. Panurge

    politica ed economia Li hanno arrestati

    però hanno fatto un po' di confusione https://www.lastampa.it/2019/03/20/italia/tangenti-per-lo-stadio-della-roma-arrestato-il-presidente-del-consiglio-comunale-dellms-7yIjADqzxgLwQHaW9xtRWP/pagina.html
  4. ferrocsm

    politica ed economia May una gioia

    Di nuovo bocciato l'accordo della premier inglese. Una storia infinita e se vanno ad un rinvio a maggio voteranno anch'essi per il rinnovo del parlamento europeo.
  5. densenpf

    politica ed economia Imane Fadil

    Sorpreso a non leggere ancora un commento sulla giovane modella probabilmente avvelenata, testimone importante delle festicciole denominate Bunga Bunga, in quel di ARCORE. SEmbra che sia opera dei servizi segreti russi, numero uno in questo genere di pulizia.
  6. “ In seguito agli attacchi senza precedenti del governo italiano” Questo riferito dal Ministero degli Esteri francese. Non avessimo già qualche enorme problema italiano nei rapporti esteri, ci mancavano i gilets jaunes... Grazie al signor di maio che va ad immischiarsi nelle faccende altrui. Non resta che auspicare nuove elezioni al più presto.
  7. bic196060

    politica ed economia la fattura elettronica

    e' un delirio! tutto l'interscambio business italiano fino alla piccola trattoria che passa (dovrebbe passare) attraverso i sistemi centrali della agenzia che lo redistribuiscono. La mia esperienza ad oggi, dopo 15 gg di uso, e' ... UN DELIRIO. Delle fatture che ho richiesto a hotel e ristoranti ad oggi non ne e' arrivata NEANCHE UNA, non ci sono neanche sul sistema di interscambio delle entrate. Non si sa dove siano. Ho le copie cartacee che non hanno, ufficialmente, alcun valore. Ma voi?
  8. biagettini

    politica ed economia Fantastico Borghi

    Non mi è mai stato simpatico, ma questo sera, a otto e mezzo, ha sputtanato in diretta le due finte giornaliste Gruber e Aprile. Queste ultime continuavano a dire che la Gran Bretagna è in una condizione drammatica, in pratica alla canna del gas. Al che Borghi ha tirato fuori il cellulare e avvalendosi di Google ha dimostrato che, attraverso dati della BBC, il tasso di disoccupazione e il PIL erano nettamente migliori di molti altri paesi. Francamente non so se sia vero, ma le due finte giornaliste non sapevano cosa dire. Prepararsi no?
  9. Savgal

    politica ed economia La parabola di Giulia Sarti

    Forse avrete sentito parlare del caso di Giulia Sarti, la ex presidente della Commissione Giustizia della Camera. Il caso è, a mio parere, paradigmatico della parabola del M5S e forse è più un caso da ricerca sociologica che da politica. Attivista grillina della prima ora. Nel febbraio 2018 fu coinvolta nel caso che vedeva implicati alcuni parlamentari del Movimento 5 Stelle, i quali dichiaravano di restituire parte del proprio compenso da parlamentare, per poi annullare il proprio bonifico subito dopo la stampa dello stesso. Quando è emersa la cosa a seguito di un servizio de Le Iene la Sarti si è dichiarata all'oscuro dei fatti e ha denunciato l'ex fidanzato per appropriazione indebita. E’ poi emerso che vi fosse un accordo tra la Sarti e il suo fidanzato Bogdan Andrea Tibusche per far ricadere su di lui la colpa dei mancati versamenti al Movimento. Quest’ultimo ha consegnato al magistrato le chat via Telegram che svelano che in realtà era proprio lei la responsabile degli «ammanchi». L'ex fidanzato ha inoltre dichiarato: "Facevamo il bonifico online, mandavamo la ricevuta al M5S e quindi revocavamo il bonifico". Il 26 febbraio 2019 si è dimessa dalla Presidenza della Commissione Giustizia della Camera. La pochezza e l'ingenuità della persona sono un caso antropologico e sociologico, più che politico. Il denaro da restituire non era tantissmo, circa 23.000 euro, ma la signora trentaduenne si è comportata con una ingenuità perdonabile solo ad un pre-adolescente, ma dimostrando una ingordigia che la rende assai simile ai "corrotti" contro cui si scaglia nel video sotto riportato. Una persona dotata di un minimo di buon senso avrebbe messo a tacere la questione versando la somma, invece ha inventato un castello di bugie, con tanto di denuncia alla magistratura, che inevitabilmente era destinato a crollare. Giulia Sarti era una dei "ragazzi meravigliosi" di cui ripeteva Grillo, una donna che nel 2013 scriveva su “L’onestà non si compra: o ce l’hai o sei come loro”, lanciando accuse contro chi si sosteneva volesse fare campagna acquisti di parlamentari grillini, oggi è divenata "come loro" (se non peggio). https://www.corriere.it/politica/19_febbraio_27/giulia-sarti-chat-l-accordo-finti-bonifici-poi-lei-querela-l-ex-fidanzato-me-l-ha-detto-casalino-62eee050-3a0d-11e9-a27a-3688e449a463.shtml
  10. appecundria

    politica ed economia Braccio di ferro sulla TAV

    Allora: lo studio (segreto) di fattibilità, se letto da Di Maio conclude che non bisogna farla, se letto da Salvini dice invece che bisogna farla. Toninelli sta aspettando la versione Bignami. Al momento è partito un braccio di ferro a base di espressioni da osteria. Chi vincerà secondo voi? Chi dei due ha la visione più lucida sul destino del Paese? Dobbiamo andare a fiducia, perché è tutto segreto. Al momento hanno perso democrazia e senso del pudore con il popolo spettatore di una rissa della quale non conosce l'oggetto del contendere.
  11. mozarteum

    politica ed economia 38 anni di carcere e 148 frustate

    Sembra questa la condanna inflitta da un tribunale dell' Iran a un'avvocatessa iraniana paladina dei diritti umani. Segue dibbbattito
  12. cinemascope

    politica ed economia L' Impero teocratico orientale morente

    L’impero morente Detiene il record di condanne a morte, di fughe di cervelli, di crollo delle nascite e del pil. Benvenuti nella Repubblica islamica dell’Iran di Giulio Meotti 4 Marzo 2019 ... L’Iran fa paura. L’impero sciita della Repubblica islamica si estende ormai a numerose capitali del medio oriente: da Teheran a Baghdad, da Damasco a Beirut, da Sanaa a Gaza. L’Iran fa paura e dice di non averne. A quarant’anni dalla loro rivoluzione nel 1979, i mullah parlano di un’America “in declino”, come ha detto l’ayatollah Ahmad Jannati, il segretario del potentissimo Consiglio dei Guardiani. “L’America non può gestire i propri affari”, ha spiegato Jannati alla televisione di stato per il... ... https://www.ilfoglio.it/esteri/2019/03/04/news/limpero-morente-241066/
  13. adriatico

    politica ed economia Mr Draghi

    ma abbiamo questo bell'ometto qui e invece ci teniamo il conte salvini di dimajo ... bah. ma forse meglio che stia lì a lungo anche se lì può giocare solo da stopper e all'italia servono il trequartista ed il centravanti.
  14. Ovvero come non fare assolutamente niente di concreto mentre si abbocca alla sua propaganda. Bruxelles, ministri dell'Interno Ue discutono di migranti. Ma Salvini è a Potenza per la campagna elettorale A Bruxelles si tiene il Consiglio europeo degli Affari Interni, l'organismo che riunisce i ministri dell'Interno dei 27 paesi Ue. L'appuntamento è di particolare rilevanza perché si tratta dell'ultima riunione prima delle elezioni europee e dunque l'ultima occasione di sbloccare alcuni dossier rilevanti: all'ordine del giorno ci sono la riforma sistema di asilo per i rifugiati, quella della guardia costiera europea, l'aumento della cooperazione con i Paesi terzi in materia di immigrazione. Tutti temi centrali per l'Italia, eppure il ministro Salvini non c'è. Non è una novità: da quando si è insidiato al Viminale, solo una volta ha partecipato agli incontri con i suoi omologhi europei. Stavolta però a tenere lontano Salvini da Bruxelles non è un impegno istituzionale a Roma, ma il lancio della campagna elettorale della Lega per le elezioni regionali in Basilicata. "Qui oggi c'è il sottosegretario Molteni, che tra l'altro non ha nessuna delega sulle materie in questione", protesta l'eurodeputato del Pd Daniele Viotti, uno dei più attivi a denunciare le assenze dei ministri del governo gialloverde ai vertici europei (lo contestò anche a Giuseppe Conte durante il recente intervento del premier al parlamento di Strasburgo). Prosegue Viotti: "A Salvini questi argomenti servono solo per la campagna elettorale, ma poi nella pratica non fa niente".
  15. Panurge

    politica ed economia Cervelli di ritorno messi in fuga

    https://www.repubblica.it/cronaca/2019/03/06/news/stangata_dell_agenzia_delle_entrate_ai_cervelli_di_ritorno_e_polemica-220805666/?ref=RHPPBT-BH-I0-C4-P9-S1.4-T1 come può essere attrattivo per i capitali un paese dove non decade mai la tradizione della mancanza assoluta di certezze, una circolare con valore retroattivo, un governo che cambia idea e salta qualsiasi tipo di pianificazione e questo da sempre, adesso è solo più evidente causa caratteristiche un po' naïf dei nuovi capataz.
  16. gpb

    politica ed economia La deriva totalitaria

    Penso non ci sia bisogno di altri commenti oltre quello autorevole scritto nell'articolo... Ma sicuramente ci sarà chi dirà chenon è vero...che così si deve fare... https://www.corriere.it/elezioni-2019/notizie/elezioni-anno-dopo-parlamento-ormai-ridotto-uno-spettatore-e9d97156-3d29-11e9-a007-aa95ee5722e6.shtml
  17. bost

    politica ed economia Zingaretti= Montalbano?

    Strano, nessuno che ha postato sulle elezioni di ieri. Comunque la moglie ( nota politologa...) mi fa :" ...per me lo hanno votato perché lo associano a Montalbano..." che ci abbia azzeccato?
  18. Date pure il via alla gogna mediatica. http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2019/02/27/AEwID5t-confisca_prescindere_milioni.shtml
  19. mom

    politica ed economia Formigoni

    La Cassazione ha confermato la condanna seppur con uno sconto di pena. Ora vediamo se davvero sconterà la pena e dove. http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2019/02/21/maugeri-cassazione-5-anni-e-10-mesi-a-formigoni_4a04aad6-d069-4d20-8a80-4b8499295e97.html
  20. nullo

    politica ed economia Contrordine compagni

    Dopo le prima avvisaglie protezionistiche del nostro Macron e altri a seguire,, ora ai nostri eroi passano a qualcosa di più pesante. assisteremo a giravolte anche sul fronte iinterno al forum? ma certamente... limportante che l'imput venga dall'estero. sono gli stessi che... https://www.ilsole24ore.com/art/mondo/2019-02-19/francia-e-germania-cambiare-l-antitrust-ue-campioni-europei-svantaggiati-154759.shtml?uuid=ABO6PxVB&cmpid=nl_morning24
  21. Che Amazon cercasse in ogni modo di eludere il fisco è storia nota, è una novità – invece – che riesca ottenere dallo Stato milioni di rimborsi fiscali. E’ incredibile, ma nel 2018 il colosso dell’e-commerce ha incassato dagli Stati Uniti 129 milioni di dollari sotto forma di rimborsi fiscali: abbastanza per portare la propria aliquota da 0 a -1%. La situazione è paradossale: la più grande compagnia del mondo, con una capitalizzazione vicina agli 800 miliardi di dollari, per il secondo anno consecutivo non paga un centesimo di tasse, anzi incassa pure qualcosa. A metterlo nero su bianco è il rapporto pubblicato dall’Institute on Taxation and Economic(Itep) da cui si evince come il regalo fiscale arrivi nonostante Amazon abbia raddoppiato i profitti negli Stati Uniti da 5,6 miliardi a 11,2 miliardi di dollari. L’abilità con cui Jeff Bezos dribbla ogni anno il fisco riesce a mettere d’accordo il presidente americano Donald Trump con Bernie Sanders, il democratico a lui più ostile. Secondo l’Itep, però, la cancellazione delle tasse federali ad Amazon sarebbe proprio il frutto delle politiche dell’amministrazione repubblicana. Secondo il think tank, la legge sull’occupazione del 2017 non solo ha ridotto le aliquote sulle imposte societarie dal 35% al 21%, ma non ha nemmeno chiuso “una serie di scappatoie fiscali che consentono alle società più ricche di evitare sistematicamente il pagamento delle imposte su quasi la metà dei loro profitti”. Basti pensare che Amazon ha rinunciato al piano di espandersi a New York in seguito alle polemiche sui benefici fiscali che avrebbe ottenuto investendo nella grande mela. Leggi anche Con Amazon le tasse sono una guerra persa “Nei primi quattro mesi dell’anno, il patrimonio di Jeff Bezos è cresciuto di 275 milioni di dollari al giorno. In 10 secondi guadagna più di quanto venga pagato un dipendente Amazon in tutto l’anno” tuonava un anno fa Sanders che oggi torna all’attacco: “Bezos è la faccia dell’avidità. Un dipendente su tre in Arizona e altri 2.400 lavoratori del gruppo in Pennsylvania e Ohio devono fare affidamento sui sussidi governativi (food stamps) per sfamare le proprie famiglie. Come se non bastasse, dove arriva Amazon, calano gli stipendi”. In seguito all’attacco del senatore del Vermont, Bezos decise di portare la paga minima oraria dei dipendenti Amazon a 15 dollari: negli Stati Uniti è valida per i tutti i lavoratori del colosso e-commerce, per i dipendenti a tempo pieno così come per gli interinali e gli stagionali.
  22. nessuna apre un post sulle elezioni sarde? io ovviamente non posso altrimenti avrei provveduto. vorrei postare una interessante di Mieli sul quadro politico che si va formando all'orizzonte.
  23. Tutti a casa, da Maggio! http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2019/02/25/industrie-alimentari-ue-chiedono-stop-a-etichettenazionali_5ae28a89-3c15-4518-b629-f5c61632b188.html?fbclid=IwAR3JawWjY4kQBZzLMpo8NbD4hp5M_sNraAviAgRdjqQDt7eGfSa7b7n60Q8
  24. bluesman74

    politica ed economia Salerno. L' ospedale del Reich

    https://internapoli.it/campania-devi-morire-perche-sei-nero-razzismo-in-ospedale-contro-un-migrante-il-video-choc/ Che vergogna... Ma dove stiamo andando?

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy