Jump to content
Melius Club
Renato83

Le registrazioni di classica su LP piu' belle.

Recommended Posts

Renato83

Salve,

quale sono secondo voi le registazioni di musica classica su vinile piu' belle di sempre,sia dal punto di vista tecnico che artistico?

Abbiate un po' di pasienza sono un ignorante di classica che ha acquistato da poco il giradischi e non riesce piu' a farne a meno.

Che bella dipendenza...

 

Grazie mille

 

Renato D'Auria

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ganimede

quote:

Salve,

quale sono secondo voi le registazioni di musica classica su vinile piu' belle di sempre,sia dal punto di vista tecnico che artistico?

Abbiate un po' di pasienza sono un ignorante di classica che ha acquistato da poco il giradischi e non riesce piu' a farne a meno.

Che bella dipendenza...


id=quote>id=quote>

 

Benvenuto... hai appena preso la malattia del vinile, più ne hai e più ne vuoi, più ne vuoi e più ne hai di LP.

 

Qualche classico l'ho riportato in questo file... sono titoli cmq disponibili nelle solite ristampe audiofile costose ma a volte si posso trovare nei mercatini qualche ristampa commerciale dei 70s a pochi euro... non capita spesso ma a volte...

 

http://newtoolbox.altervista.org/pdfs/Records.pdf'>http://newtoolbox.altervista.org/pdfs/Records.pdf

 

Miao.

 

G a n i m e d e

http://newtoolbox.altervista.org

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Portello66

Caro Renato, siamo in due icon_smile.gif

 

Portello66

audio ergo sum

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
aggelos

riprendo questo thd che ha avuto scarso successo,,,,

KLEIBER/BRAHMS e un esempio di cattiva registrazione...

kleiber beethoven?? a parte l'immaginabile qualità artistica (ebbene si non l'ho mai ascoltato) come sono le registrazioni?

image.png.31181dd33474a25ae7fa017ebf2bd7ae.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabel

Penso tu ti riferisca alla famosa “quarta” di Brahms coi Wiener Philarmoniker. La registrazione è piatta, metallica, con poca dinamica e il suono risulta un po’ impastato, almeno sul CD (alla faccia del digitale sinonimo di qualità). Ovvio che, trattandosi dei primi CD, anche i tecnici del suono dovevano “prenderci la mano”, diciamo così, però è un peccato perché si tratta di una delle migliori “quarte”, se non la migliore, registrata su supporto discografico.

Invece trovo la “quinta” di LvB, registrata negli anni settanta, decisamente migliore, pur non essendo un capolavoro (com’è invece l’interpretazione): il timbro, la spazialità e la “pulizia “ in senso generale sono migliori, almeno sul vinile (ne ho acquistato una copia molto recentemente davvero molto silenziosa). Come ho già avuto modo di scrivere diverse volte qui sul forum, non amo particolarmente le registrazioni della DG: le trovo piatte, poco naturali e limitate dinamicamente, forse a causa delle riprese multi microfoniche che é una delle caratteristiche principali dell’etichetta gialla. Molto meglio quelle più recenti e anche quelle degli anni settanta. Niente a che vedere, comunque, con quelle strepitose, della Mercury, RCA e Decca degli anni ,50-‘60, a mio avviso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
SimoTocca

@aggelos @gabel 

Il fondatore di The Absolute Sound, il mitico Harry Pearson aveva inserito la Quinta di Beethoven diretta da Kleiber fra i migliori LP di classica per suono bello e per la bellezza della registrazione!! Potete andare a controllare on line e troverete si sicuro conferma delle mie parole.

Peraltro Pearson era famoso per il suo “udito” e per i suoi giudizi “azzeccati” sugli apparecchi Top...

Su CD questa mitica registrazione purtroppo suonava malino, ma in HiRes 24/96 questa registrazione è bellissima! Proprio come in vinile...

3-FD90-C12-A9-EB-4415-BF9-E-93-F4-C51-B6

Share this post


Link to post
Share on other sites
aggelos

scartabellando fra i millanta vinili quella di kleiber è una versione che posseggo...ma e molto rovinata...ecco perche non l'avevo mai ascoltata..

mi tocca trovarne una in buone condizioni, sostituirla..

mi sono rifatto con questa versione dell'olandese volante..

 image.png.7d91c20476cc7fab920ac8762ef18b5a.png

bella edizione...ben registrata e magistralmente eseguita...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alpine71

Il Ring di Solti

Share this post


Link to post
Share on other sites
luckyjopc

la nona di Bruckner con  giulini e la Chicago orchestra 

il recital della kabaivanska su foné

winterreise con fisher dieskau su angel records

barenboim giovane al piano su dg che suona brahms/handel e liszt

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabel

be', se vogliamo parlare di grandi registrazioni, penso non si possa non segnalare questa, una delle più celebri (e celebrate) di tutti i tempi (e non esagero). Il vinile a 45 giri ne esalta ancora di più la eccezionale qualità.

image.jpeg.0fc7adf9ee80000d765b4eac12d1d96a.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gabrilupo

@aggelos Concordo, malgrado si tratti di un disco unico, considera però che gli altri menzionati, quand'anche reperibili, non costerebbero molto meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
aggelos

dorati/stravinsky concordo...una registrazione di difficile reperimento..

gli altri citati dovrebbero essere a buon mercato

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozarteum

411D7697-0F51-41C2-9D58-01C11E575535.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozarteum

FC92ECB1-449E-4393-8613-CFAD2A773EC1.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gabrilupo

Moz, che ne pensi della Settima di Bruckner diretta da Haitink che ho postato poco più su?

Share this post


Link to post
Share on other sites
aggelos

nelle ennemila riedizioni della integrale di karajan del 1963 (vado a memoria)...

quale consigliare..?

l'originale?

Share this post


Link to post
Share on other sites
mozarteum
6 ore fa, Gabrilupo ha scritto:

Moz, che ne pensi della Settima di Bruckner diretta da Haitink che ho postato poco più su?

Non conosco il disco, ma Haitink e’ grande interprete di Bruckner

Share this post


Link to post
Share on other sites
ToniV

Non sono un esperto, ma con questo disco sul piatto, tutto sembra tutto un altro impianto.

Accetto volentieri suggerimenti su altre esecuzioni.

.

Antonio Vivaldi

”L’Estro Armonico”

Berliner Philharmoniker

Deutsche Grammophon 2740 221

.

CF52ABE9-6211-41DC-9E07-488CF2972938.jpeg.39f3d567ecae15deadc58f555dd02084.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
aggelos

@ToniV fra quelle citate finora, la tua è l'unica che non ho..

mi metto alla ricerca

Share this post


Link to post
Share on other sites
aggelos

tornando in tema "ring", è da relativamente poco che ho imparato ad apprezzare questa opera ed ho una modesta esperienza...

E' il caso di sottolineare le dimensioni della tetralogia...per ascoltarla tutta ci vogliono almeno 4 giorni...a meno di maratone estenuanti...

in ogni caso oltre alla precedentemente citata versione di Solti che posseggo sia in versione liquida che vinilica, evidenzio anche quella di karajan che ho sia in versione blu ray audio che liquida che vinilica (un ristampa pero)

la mia impressione e che si siano usati modelli di registrazione differenti, giacche ho riscontrato una differente profondità dell'immagine anche nella stessa opera.

la qualità media è ottima se si esclude la succitata differenza in alcuni passaggi dei piani sonori. A buon diritto va inclusa in questo decalogo, l'opera in vinile.

A mio parere se un impianto analogico riesce a restituire decentemente i crescendo ed i pieni orchestrali di quest'opera (sintomatico l'inizio dell' "oro" quando termina il tema iniziale di botto e le ninfe  giocano nell'acqua, oppure nel bellissimo passo della valkiria in cui wotan uccide huting con un gesto di disprezzo) un audiofilo puo ritenersi soddisfatto..

image.png.23b4202d61d5f958b3295f888bd7e6a1.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
giorgiovinyl
8 ore fa, aggelos ha scritto:

E' il caso di sottolineare le dimensioni della tetralogia...per ascoltarla tutta ci vogliono almeno 4 giorni...a meno di maratone estenuanti...

Gia ascoltarla tutta in quattro giorni è una maratona estenuante... a meno di non vederla eseguita dal vivo in un teatro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
giorgiovinyl
35 minuti fa, Alpine71 ha scritto:

i vedeva la gente coi cartelli al collo in giro con la scritta "Suche Tristan", "Suche Rheingold", "Suche Lohengrin" e via così.

Pur capendo cosa significano in tedesco questi cartelli per un siciliano come me hanno un'assonanza particolare...😜

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxbara

@gabel farò una domanda da idiota… ma la faccio.. ho the firebird nella stampa della mondadori e Bolduc, e l'ho anche su cd giap, il vinile a me sembra una ciofeca, ma sono io?

non discuto delle altre versioni, ma di quella Mondadori, chi può controlla?

Share this post


Link to post
Share on other sites
gabel

Guarda, non so nulla della edizione Mondadori, anzi scopro ora da te che ne esiste una! Però ti posso assicurare due cose:

1) il Firebird di Dorati/Mercury é considerata una delle registrazioni più belle di tutti i tempi;

2) la versione a 45 giri su tre vinili della Classic Record ne esalta le qualità all’ennesima potenza.

Questo non perché lo dico io, anzi il sottoscritto se l’è procurata, a suo tempo, proprio perché letto su diverse riviste (e anche consigliato da amici audiofili più navigati). Anzi, visto che abitiamo a meno di 100 Km di distanza, se una volta capiti dalle mie parti sei invitato ad ascoltarlo. 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy