Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
massfab

PRE PHONO VINTAGE...consigli

Messaggi raccomandati

massfab

Buongiorno, grazie all'amico Marcello ho rimesso in piedi il mio giradischi Braun PS500 (apparecchio dalla meccanica complessissima e strepitosa).

Purtroppo ho dovuto momentaneamente appropriarmi del pre phono Lehmann Black Cube SE di mia moglie, che a breve rivorrà in dietro.

Avendo io un sistema votato (per una serie di motivi...) al vintage mi chiedevo se potesse essere interessante utilizzare la sola circuitazione phono di qualche bell'integrato/pre del passato, essendo scarsamente reperibili sezioni phono dedicate.

 

C'è un marcato degrado in questa operazione? Qualche consiglio su apparecchi? Su apparecchi a valvole rischio ronzii, rumoretti od altro? Darei un budget massimo di circa 250 euro.

 

Tempo fa, utilizzando solo-linea un pre AGI 511, scoprii che in molti lo utilizzavano solo come phono, bypassando le altre funzioni.

E' una stupidata pensare a qualcosa di simile? L'AGI credo sia fuori budget, e poi era solo MM (credo).

 

Grazie per i vostri consigli.

Ciao

Fabio

 

Modificato da - massfab il 09/08/2009 16:54:30

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
massfab

Nessuno mi dà un aiutino?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gufo Reale

quote:

Buongiorno, grazie all'amico Marcello ho rimesso in piedi il mio giradischi Braun PS500 (apparecchio dalla meccanica complessissima e strepitosa).

Purtroppo ho dovuto momentaneamente appropriarmi del pre phono Lehmann Black Cube SE di mia moglie, che a breve rivorrà in dietro.

Avendo io un sistema votato (per una serie di motivi...) al vintage mi chiedevo se potesse essere interessante utilizzare la sola circuitazione phono di qualche bell'integrato del passato, essendo scarsamente reperibili sezioni phono dedicate.

 

C'è un marcato degrado in questa operazione? Qualche consiglio su apparecchi? Su apparecchi a valvole rischio ronzii, rumoretti od altro? Darei un budget massimo di circa 250 euro.

 

Tempo fa, utilizzando solo-linea un pre AGI 511, scoprii che in molti lo utilizzavano solo come phono, bypassando le altre funzioni.

E' una stupidata pensare a qualcosa di simile? L'AGI credo sia fuori budget, e poi era solo MM (credo).

 

Grazie per i vostri consigli.

Ciao

Fabio

 

Modificato da - massfab il 06/08/2009 10:29:55


id=quote>id=quote>

 

certo i giradischi di un tempo erano veramente macchine costruite in modo meccanicamente stupendo.

quelli di oggi sono appunto solo giradischi cioè un perno una basetta di legno ed un piatto con la cinghia che deve essere lunga altrimenti poi ci sono le vibrazioni del motore, che cose ridicole.

 

anche io se deve essere giradischi che sia tutto dell'epoca d'oro dei giradischi e non le buffonate di oggi che ti costano un'occhio della testa e tanto non sè inventato niente nessuno ma solo modi per spellarti altri soldi.

 

io non sono molto bravo e adesso non so cosa consigliarti, ma proverò a sentire mio cugino che ne sa più di me e poi ti faccio sapere.

 

Felice.

 

ascolta il bubolare ossessivo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

Ricordo un ottimo pre-equalizzatore della Soundcraftsmen con una notevole sezione phono, solo però mm....allora si usavano parecchio i trasformatori per le testine mc...(vedi Ortofon)..icon_smile.gif

 

joe1949

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Moma

quote:

Darei un budget massimo di circa 250 euro.

 

Tempo fa, utilizzando solo-linea un pre AGI 511, scoprii che in molti lo utilizzavano solo come phono, bypassando le altre funzioni.

E' una stupidata pensare a qualcosa di simile? L'AGI credo sia fuori budget, e poi era solo MM (credo).

 

Grazie per i vostri consigli.

Ciao

Fabio

 

Modificato da - massfab il 06/08/2009 10:29:55


id=quote>id=quote>

 

L'AGI fu prodotto in 3 differenti versioni L, M e H caratterizzate da un guadagno dello stadio phono basso, medio ed alto (con impedenza d'ingresso differente ovviamente) per coprire tutte le possibilità o quasi d'interfacciamento con le testine, dalla MC classica alla MM.

Con 250 € puoi prendere un buon pre vintage ed usare solo il phono.

Poi magari scopri che anche lo stadio linea non è così male icon_smile_big.gif ...

 

Modificato da - Moma il 07/08/2009 00:54:01

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
massfab

quote:

 

Con 250 € puoi prendere un buon pre vintage ed usare solo il phono.

Poi magari scopri che anche lo stadio linea non è così male icon_smile_big.gif ...


id=quote>id=quote>

 

Posso chiederti il nome di qualche pre dall'indiscusso e riconosciuto phono di qualità?

Ti ringrazio in anticipo.

Ciao

Fabio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tunedguy57

La storia dei pre phono viene da lontano. Quando alla fine degli anni 50 ci si mise abbastanza d'accordo sullo standard di equalizzazione Riaa si era ancora in piena epoca valvolare.

Il classico pre phono a valvole era costituito da due stadi a triodo con equalizzazione in controreazione. I risultati erano buonissimi poichè spesso quando ci sono di mezzo le valvole va a finire così.

Il passo successivo fu l'aggiunta di un terzo stadio in uscita di catodo per pilotare al Melius la rete Riaa (che è un carico alquanto reattivo).

Ebbero questa configurazione gli stadi phono dei vari Marantz 7, McIntosh C22, e più tardi anche i primi Audio Research e Conrad Johnson.

La storia ebbe un corrispettivo nello stato solido, pressapoco simile.

Solo che per le tensioni in gioco e per i valori necessari delle reti i problemi furono maggiori.

Tant'è vero che si può con ragionevole grado di certezza affermare che non esiste un pre phono a stato solido a due soli transistor che offra prestazioni soniche lodevoli. Certo, se alimentati a tensione relativamente alta, e accuratamente progettati possono dare risultati passabili in termini di accettazione, ma appena si passa alle prove con segnali pre-enfatizzati Riaa e in regime di quadra il disastro arriva puntuale.

La famosa prova della Q20 di tanti anni fa metteva in ginocchio più di un apparecchio.

L'aggiunta del terzo transistor in emitter-follower e alte tensioni di alimentazione rese possibili i primi risultati di un certo pregio.

Così furono fatti molti pre phono ancora oggi apprezzati: dal Sansui AU9500 al Marantz 1060, 1070, e quasi tutta la famiglia dei sintoamplificatori di questo marchio.

Ma anche Kenwood addirittura verso il 1967-68 fece dei gran pre phono con questa configurazione.

Oggidì non sono rari i casi di audiofili sorpresi dai risultati sonici di questa configurazione quando confrontata a progetti assai più recenti ed elaborati. Negli anni 80 il classico pre phono japan di un certo pregio era niente di più che un operazionale a discreti con una rete Riaa in controreazione. Ci fu chi aggiunse dei fet, chi aggiunse gli specchi di corrente, chi fece gli stadi finali in push-pull in classe A, chi fece dei phono che assomigliavano a degli stadi finali.

Ma come spesso capita la complicazione dei progetti non porta benefici, ma solo svantaggi.

Con questo non dico che non esistano ottimi pre phono complessi e ben suonanti.

E' che spesso un fono di Marantz 1060 riesce a dare risultati che travalicano di molto il prezzo pagato per averlo.

Certi progetti degni di interesse non sono mai entrati in apparecchi commerciali: è il caso dei progetti di Leach o Hood.

Un altro dei progettisti che aggiunse un mattone valido a questo argomento fu Holman.

Negli anni 80 e 90 si è vista una fioritura di progetti valvolari sulle pagine di Glass Audio. Progetti che spesso usavano configurazioni non convenzionali, come il Mu follower o l' SRPP, ( a casa nostra lo chiamiamo Totem Pole)...con la rete Riaa passiva, attiva, semipassiva...eccetera...

I risultati dei fono a valvole sono quasi sempre di gran qualità. Specie se gli stadi alimentatori sono ben curati.

La rete passiva ha i suoi detrattori nei cosiddetti "misuroni" poichè strumentalmente dà risultati peggiori di quella attiva, ma all'ascolto spesso suona Melius.

Per finire un buon pre fono è quello presente nel NAD 3020. E secondo me è forse la cosa migliore in questo famoso integrato che in troppi accreditano come pietra di paragone.

Lascerei invece perdere tutti i pre che usano IC nel fono.

Solo raramente danno buoni risultati.

 

mi scuso per il papiro-storico, ma forse qualcuno lo leggerà volentieri...forse...

 

un saluto

tunedguy57

 

 

 

Modificato da - tunedguy57 il 07/08/2009 10:51:04

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Markingegno

Io ci aggiungerei tra i prodotti commerciali anche gli stadi phono degli integrati e preamplificatori Harman Kardon (tutti a transistor discreti e molti con Riaa passiva o mista degli anni 80 coperti da una scatolina rossa) penalizzati sonicamente dal resto dell'ampli però.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
vaurien2005

bellissimo il tuo papiro Tube e mi inserisco anch'io con una domanda, dello stadio phono del MF "The Preamp" che ne pensate ?

 

ciao

 

p

 

Modificato da - vaurien2005 il 07/08/2009 10:55:08

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tunedguy57

Se ben ricordo usava degli integrati NE5534 e un pugno di altri componenti.

Risultati buoni, per un giocattolino del genere. Si lasciava ascoltare.

Ma c'era di Melius in circolazione.

Io stesso in quell'epoca costruii vari preampli con i NE5534, il cui suono era morbido e suadente, ma...mancava sempre quel tocco magico...

La MF fece anche l'MVT che sulla carta doveva andare assai Melius del piccolino citato...ma ci fu chi disse il contrario...

Comunque sempre IC....

 

t

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
massfab

quote:

La storia dei pre phono viene da lontano.....


id=quote>id=quote>

Tunedguy ti ringrazio moltissimo per la tua spiegazione, ma mi sento di chiederti/vi alcune precisazioni, forse un pò più terra-terra:

 

-ha senso utilizzare la sola sez. phono di un integrato/pre collegato al mio abituale preamplificatore o è Melius cercare un pre phono dedicato?

 

-C'è il rischio di un degrado per la complessità dell'operazione?

 

-In che modo eventualmente si farebbero i collegamenti?

 

-Mi daresti/te una manciata di candidati per tale operazione? (oltre al 3020, Sansui AU9500 al Marantz 1060, 1070 e agli Harman Kardon...).

Mi intrigano anche i Fisher, gli Scott, i Dynaco, i Luxman...

 

Grazie per il vostro aiuto e scusate la moltitudine di richieste.

Ciao

Fabio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tunedguy57

comprare un integrato solo per utilizzarne lo stadio fono non è una novità.

certo mi sembrebbe un pò fuori luogo prendere un Sansui AU9500 dal peso di 24Kg e più di 80 watt per canale mortificandolo per usarlo solo come pre fono.

di regola gli integrati hanno sempre un alimentatore stabilizzato (salvo rare eccezioni)dedicato alla sezione pre. e sulla carta direi che non vi è nessuna pregiudiziale che possa far preferire un pre fono separato ad una sezione pre fono di un integrato.

si preleverà il segnale dalle uscite Rec-out e tanti saluti.

Melius scollegare l'alimentazione alla sezione finale, per non consumare corrente senza scopo.

il miglior consiglio che posso dare è quello di provare ad ascoltare quanti più possibile preamplificatori. scartando quelli a due transistor, e non facendosi influenzare da quelli molto complessi e pieni di stadi attivi di molti Japan anni 80 e 90.

per quel che riguarda i pre a valvole, si va più sul sicuro: facilmente vanno abbastanza bene.

hai un problema da risolvere: l'idea non è male (quella di procurarsi un pre fono per poche lire, in barba a chi spende cifre) adesso non devi fare altro che continuare l'opera, passando agli ascolti!

 

buon lavoro!

 

un saluto

tunedguy57

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gullaz

quote:

 

 

 

-ha senso utilizzare la sola sez. phono di un integrato/pre collegato al mio abituale preamplificatore o è Melius cercare un pre phono dedicato?

 

-C'è il rischio di un degrado per la complessità dell'operazione?

 

-In che modo eventualmente si farebbero i collegamenti?

 

-Mi daresti/te una manciata di candidati per tale operazione? (oltre al 3020, Sansui AU9500 al Marantz 1060, 1070 e agli Harman Kardon...).

Mi intrigano anche i Fisher, gli Scott, i Dynaco, i Luxman...

 

Grazie per il vostro aiuto e scusate la moltitudine di richieste.

Ciao

Fabio


id=quote>id=quote>

 

Anch'io mi sono sempre chiesto se utilizzare uno stadio phono di un integrato

collegato ad un altro preamplificatore portasse ad un degrado. Comunque e' una cosa che fanno in tanti: in questo momento sto utilizzando il phono di un Luxman L-10 con un piccolo valvolare Fisher da poco restaurato, il cui phono non mi ha soddisfatto. Per fare qualche nome di vecchi integrati con un ottimo(imho) stadio phono: yamaha A-1 e CA-2010; Luxman L-11, L-10 ed altri; Kenwood KA-907, KA-9100, KA-8300; I Sansui (919 , 717 etc.); lascerei dove stanno il 3020 e i piccoli Marantz. Quoto Tunedguy quando dice che acquistare un integrato per destinarlo soltanto al phono e' in un certo senso uno spreco (oltretutto la sezione finale rimarrebbe sempre accesa, scaldando e consumando corrente inutilmente). Inoltre e' difficile comprare un integrato con uno stadio phono di qualita' con il budget che hai fissato; potresti invece cercare un pre d'epoca magari un po sottovalutato ( ad esempio lo Yamaha C4 o l'Onkyo P-303 che avevano un ottimo phono)oppure uno a valvole (pero' con un esborso molto maggiore).

 

http://www.hifi70.com

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Bebo

Se il "Cotta" non è ancora in vacanza: Fabio, come si chiama il pre-phono Telefunken (TN-qualcosa, sono stanco e la memoria fa cilecca) che io ho posseduto e ora possiedi tu? Quello in Germania si trova a prezzi decisamente " compatibili", è del 1979, filologicamente ineccepibile e funziona davvero bene.

 

Ottime cose

 

Bebo Moroni

 

 

http://tavolopermanente.wordpress.com/

www.sinistraeliberta.it

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
massfab

Il dibattito si fa sempre più interessante e vi ringrazio moltissimo.

 

Per ora, sinteticamente, mi verrebbe da dire:

-sì all'utilizzo di pre vintage (alcuni candidati segnalati) per il loro ottimo stadio phono.

-quasi sì all'utilizzo di integrati, anche se risulterebbe uno spreco di risorse.

-collegamento dei suddetti apparecchi tramite tape out (è l'unico modo?).

-preferenza per pre a valvole rispetto a quelli a transistor.

 

Per ora vi ringrazio moltissimo.

Ringrazio Bebo per la cortese segnalazione del Telefunken (speriamo di conoscere presto la sigla esatta).

 

Ciao

Fabio

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tunedguy57

le mie segnalazioni per Nad e Marantz tengono conto di una certa provvisorietà della scelta in questione . quindi una scelta a buon mercato, in attesa di qualcosa di migliore e definitivo (ma esiste qualcosa di defìnitivo oltre alla morte?).

se dovessi rispolverare tutte le migliori esperienze con stadi fono allora le cose si farebbero più complesse.

E' facile parlare bene di fono costosi come Premier Spectral AudioResearch.

Un ottimo pre phono che ricordo sempre volentieri è quello che veniva venduto come opzionale per gli integrati QED. si trattava di una scheda veramente ben suonante da montare in opzione alla schedina fornita che era semplicissima ed economica.

ma anche Naim ha fatto ottimi fono a stato solido. ricordo quello del NAC42 con una Riaa semipassiva.

Anche il fono del vecchio Audiolab 8000 è ok.

L'unica è cercare e provare... dipende molto dal budget a disposizione.

L'uscita rec-out è l'unica che di norma permette di prelevare il segnale a monte del pre linea, e pertanto va considerata come uscita elettiva per trarre il segnale amplificato e decodificato Riaa, sia che si tratti di un pre sia che si tratti di un integrato.

 

un saluto

tunedguy57

 

 

 

Modificato da - tunedguy57 il 08/08/2009 13:11:35

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Technics-SAE

Yamaha C2a

Technics SU-A4 prima serie oppure SU-9070

anche qualcosa della Pioneer , di cui sfuggono i modelli, almeno ha pure possibilita' di regolazioni.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
massfab

Ueillà, grazie ragazzi per le ottime segnalazioni!

Ora dovrò mettermi a caccia di qualcuno dei suddetti candidati.

Speriamo che il mercato sia clemente (in questo momento sono un pò a secco!).

Buona serata

Fabio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audionote

nad pp2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
massfab

quote:

nad pp2


id=quote>id=quote>

Come Nad PP2? Ma non è un apparecchio di attuale produzione?

Pensi realmente che possa dire la sua in confronto a vecchie glorie del passato?

Mi daresti qualche elemento in più per Melius comprendere le motivazioni del tuo suggerimento?

Ti ringrazio per il tuo intervento.

Ciao

Fabio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
audionote

Ciao,é un onesto pre phono che prendi per una cicca,poi è chiaro che se voi salire di qualità devi spendere di più,ma costa veramente poco e non va male.Ciao,Gil

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
massfab

quote:

Ciao,é un onesto pre phono che prendi per una cicca,poi è chiaro che se voi salire di qualità devi spendere di più,ma costa veramente poco e non va male.Ciao,Gil


id=quote>id=quote>

 

Ciao Gil, ti ringrazio per l'intervento ma volevo rimanere nel vintage.

Ciao

Fabio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Moma

quote:

Il dibattito si fa sempre più interessante e vi ringrazio moltissimo.

 

Per ora, sinteticamente, mi verrebbe da dire:

-sì all'utilizzo di pre vintage (alcuni candidati segnalati) per il loro ottimo stadio phono.

-quasi sì all'utilizzo di integrati, anche se risulterebbe uno spreco di risorse.

-collegamento dei suddetti apparecchi tramite tape out (è l'unico modo?).

-preferenza per pre a valvole rispetto a quelli a transistor.

 

Per ora vi ringrazio moltissimo.

Ringrazio Bebo per la cortese segnalazione del Telefunken (speriamo di conoscere presto la sigla esatta).

 

Ciao

Fabio

 


id=quote>id=quote>

 

Altrettanto sinteticamente e rigorosamente IMHO:

 

-miglior scelta possibile

-spreco di materiali e con il costo di un buon integrato ci si compra un pre vintage di miglior qualità

-sì

-non sono integralista come Federico, ottime scelte anche tra gli SS e non scarterei a priori componenti realizzati con gli integrati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
d-roby

Confermo le buone qualita' della sezione phono del Marantz 1060 (che suona bene in generale)

Io usavo appunto il 1060, poi in un mercatino dell'usato ho trovato un pre Nakamichi 410 ,apparecchio non molto diffuso credo, a ben 20 euro (praticamente il costo del potenziometro Alps del volume di cui e' dotato). Beh.. lo sto usando in accoppiata al 1060 (come finale)perche' la sezione phono l'ho trovata ancora migliore..

Ogni tanto capitano le botte di c..

 

Roberto

 

Modificato da - d-roby il 11/08/2009 20:20:00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
franz

quote:

Se il "Cotta" non è ancora in vacanza: Fabio, come si chiama il pre-phono Telefunken (TN-qualcosa, sono stanco e la memoria fa cilecca) che io ho posseduto e ora possiedi tu? Quello in Germania si trova a prezzi decisamente " compatibili", è del 1979, filologicamente ineccepibile e funziona davvero bene.

 

Ottime cose

 

Bebo Moroni

 

 

http://tavolopermanente.wordpress.com/

www.sinistraeliberta.it


id=quote>id=quote>

 

Il phono citato da Bebo è l'RN100 cx, molto buono per il prezzo. Un phono clamoroso (e semi vintage) per il prezzo che pagai è il Sentec pp1.

Un altro phono grandioso è un Accuphase, che si trova a volte sui 300/400$, di cui però non ricordo la sigla. Ricordo pure la sezione phono del Pioneer a91d, eccellente (per rimanere nel semivintage)

 

 

 

 

Modificato da - franz il 21/08/2009 20:40:57

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
massfab

Grazie a te Franz e a chi ha dato un contributo a questo 3d. Ora inizio la ricerca del candidato...

Ciao

Fabio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M61

Ti posso consigliare il Technics SU 9070 che si trova a prezzo ragionevole e funziona molto bene.Sembra quasi un apparecchio audiofilo solo che era giapponese e costruito negli anni settanta!Senza controlli di tono,ha una sezione phono di tutto rispetto.

lo uso con soddisfazione da un anno e sono infinitamente grato a chi me l'ha consigliato.

Saluti

Mauro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
davenrk

riporto in alto questo thread per consigli su pre phono da abbinare a dual 1019 + testina MM shure v15 e pre YBA 1 linea

 

 

 

Modificato da - davenrk il 08/10/2011 01:03:01

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
blucatenaria

quote:

Buongiorno, grazie all'amico Marcello ho rimesso in piedi il mio giradischi Braun PS500 (apparecchio dalla meccanica complessissima e strepitosa).

Purtroppo ho dovuto momentaneamente appropriarmi del pre phono Lehmann Black Cube SE di mia moglie, che a breve rivorrà in dietro.

Avendo io un sistema votato (per una serie di motivi...) al vintage mi chiedevo se potesse essere interessante utilizzare la sola circuitazione phono di qualche bell'integrato/pre del passato, essendo scarsamente reperibili sezioni phono dedicate.

 

C'è un marcato degrado in questa operazione? Qualche consiglio su apparecchi? Su apparecchi a valvole rischio ronzii, rumoretti od altro? Darei un budget massimo di circa 250 euro.

 

Tempo fa, utilizzando solo-linea un pre AGI 511, scoprii che in molti lo utilizzavano solo come phono, bypassando le altre funzioni.

E' una stupidata pensare a qualcosa di simile? L'AGI credo sia fuori budget, e poi era solo MM (credo).

 

Grazie per i vostri consigli.

Ciao

Fabio

 

Modificato da - massfab il 09/08/2009 16:54:30


id=quote>id=quote>

guarda, da anni utilizzo un threshold sl10 comprato usato su ebay.uk in eccellenti condizioni e pagato la bellezza di 400 euro. ottimo anche l'ingresso linea. se vuoi un consiglio cercane uno in buone condizioni (casomai puoi farlo revisionare e sostituire eventualmente gli elettrolitici) e vivrai felice fino al resto dei tuoi giorni.

 

beppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
davenrk

qualche pre phono da consigliare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.564
    Discussioni Totali
    5.871.394
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×