Jump to content
Melius Club

rovinson

Electrocompaniet Ec 12 vs Sudgen A21 Se

Recommended Posts

rovinson

Vorrei gentilmente avere opinioni su questi due ampli e se secondo voi il secondo(sugden)potrebbe rappresentare un upgrade del primo .

non so qui a Genova dove poterlo ascoltare ,qualcuno ne sà qualcosa?

vorrei poi capire se anche l'electrocompaniet è in vera classe a come scritto

sul frontale ma non ho trovato in giro conferme,il calore sviluppato non mi sembra enorme,in ogni modo ogni info è ben accetta.roberto

Share this post


Link to post
Share on other sites
cactus_atomo

l'electocompanioet non lavora in classe a, almeno per per la potenza di targa dichiarata. Il sugden è oggetto strano, risente molto degli abbianmenti in maniera quasi non prevedibile a priori. Le potenze in gioco sono però assai diverse, valuta cosa ci devi pilotare

Enrico

 

quote:

Vorrei gentilmente avere opinioni su questi due ampli e se secondo voi il secondo(sugden)potrebbe rappresentare un upgrade del primo .

non so qui a Genova dove poterlo ascoltare ,qualcuno ne sà qualcosa?

vorrei poi capire se anche l'electrocompaniet è in vera classe a come scritto

sul frontale ma non ho trovato in giro conferme,il calore sviluppato non mi sembra enorme,in ogni modo ogni info è ben accetta.roberto


id=quote>id=quote>

 

www.romaaudioclub.it

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
rovinson

giusto dimenticavo:

diffusori sono le solite b&w cdm1 e in alternativa le sonus faber minima fm2 .

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bovello

So che Sound Machine a Milano ora dispone del Sugden A21SE.Spero di trovare un po' di tempo per andare a sentirlo appena possibile.In parecchi me ne hanno parlato molto bene e la curiosita' e' grande

 

Renato Bovello

 

"Gli oggetti poco costosi, ben suonanti e non griffati, non piacciono al pubblico"(BM)

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
prometheus

quote:

giusto dimenticavo:

diffusori sono le solite b&w cdm1 e in alternativa le sonus faber minima fm2 .


id=quote>id=quote>

 

Per le minima cercherei un ECI1...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Markingegno

Sugden senza un minimo dubbio,purchè i tuoi diffusori siano facili da pilotare.L'ECI2 non mi è mai piaciuto.Molto Melius l'ECI1 e Melius anche l'ECI3(che comunque non è nulla di eccezionale).

Dopo il Sugden anzi forse anche primam un solo integrato:PIONEER A09.

30W o 40 W di bontà(pura classe A)..."in olio d'oliva"(come recitava la pubblicità del tonno Insuperabile degli anni'80).

 

Marco

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Faabio

@Markingegno visto questo 3d, dopo anni, per chi li avesse provati, tra Electrocompaniet ECI-1 e il Sugden A21SE , magari o anche non Signature, cosa preferite? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
garian1

le more o le bionde  ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ifer

Il Sugden spinge come un dannato, se i diffusori non sono ostici come rendimento il risultato è molto simile

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gici HV

Io del mio Sugden A21a, il piccolino,sono contentissimo, dell'Electrocompaniet non ti posso dire nulla,sentito solo di sfuggita e non ricordo nemmeno il modello...

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinghio

L' A21SE è uno dei migliori integrati ben riusciti.. avuto per un anno.

sotto i 3000€non c'è di meglio come raffinatezza , musicalità e voci realistiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites
karnak
Il 11/4/2019 Alle 14:56, Faabio ha scritto:

visto questo 3d, dopo anni, per chi li avesse provati, tra Electrocompaniet ECI-1 e il Sugden A21SE , magari o anche non Signature, cosa preferite? 

SUgden senza se e senza ma ( almeno se parliamo del SIgnature ).

Share this post


Link to post
Share on other sites
TopHi-End

@cinghio la gamma bassa del Sugden A21SE Signature, com'è?

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinghio

controllata.. ma non bisogna andare oltre ad ore 10 del potenziometro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
TopHi-End

@cinghio perché non oltre ore 10? A che serve un amplificatore che n9n può andare oltre il primo terzo del potenziometro? 🤔

Share this post


Link to post
Share on other sites
cinghio

@TopHi-End il sugden ha una polarizzazione più alta,non a caso è un classe A e scalda parecchio.

ad ore 8 hai già tutto quello che ti serve. 

Poi dipende dal carico del diffusore efficienza impedenza ecc 

Share this post


Link to post
Share on other sites
minomal

Tra i due inoltre c'è anche una bella differenza di costo, se comunque ti piace il suono Electrocompaniet, ti consiglio di orientarti su un Abramsen V2 o ancora meglio v20up, si trovano a molto meno e suonano divinamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Faabio

@karnak Lapidario caspita..., non ho mai ascoltato l'ECI-1, mentre l'A21SE signature si.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
leika
Il 23/9/2019 Alle 01:47, cinghio ha scritto:

L' A21SE è uno dei migliori integrati ben riusciti.. avuto per un anno.

sotto i 3000€non c'è di meglio come raffinatezza , musicalità e voci realistiche.

Non ci sono dubbi , personalmente risparmierei la prova con l’ Electrocompaniet, 

Share this post


Link to post
Share on other sites
iBan69

@Faabio L’ electrocompaniet ECI 1 è un stupendo integrato, che ha fatto innamorare, ai tempi, diversi audiofili. 
Ma, il suono caldo e dolce, potrebbe non piacere o peggio essere giudicato male come una mancanza di trasparenza o dettaglio. Bè, non è così. 
Sono macchine molto diverse, per suono e progettazione, e anche età. 
Il Sugden, è un eccellente ampli in classe A, con un suono più moderno e raffinato. 
Il paragone è un po’ difficile, visto le diversità. È questione di gusti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
jakob1965

provare per credere (il sugden anche se gli electrocompaniet mi hanno sempre interessato ma non li conosco) 

mo mi godo questo:

spacer.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore

@cinghio 

@TopHi-End il sugden ha una polarizzazione più alta,non a caso è un classe A e scalda parecchio.

ad ore 8 hai già tutto quello che ti serve. 

Poi dipende dal carico del diffusore efficienza impedenza ecc

Secondo me hai le idee un po' confuse fra polarizzazione, classe A e manopola del volume (guadagno in dB, ecc) 

Io un amplificatore che a ore 8 ha tutto non lo vorrei manco regalato... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore

@cinghio non è una questione di averlo sentito o meno, e non dubito che suoni molto bene, rimane il fatto che un ampli che a ore 8 da già il massimo è sbagliato, che sia l' ampli o l'abbinamento che hai sentito tu, ma tant'è... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mas 65

Io ascoltato con harbeth c7 , pmc da stand e da pavimento, dynaudio da stand...a ore 10 andava alla grande...altro che ore 8, chiaro che se deve pilotare difussori molto impegnativi si per impedenza e sensibilita', non e' l' ampli adatto, con diffusori giusti e fin dove arriva , rimane un ampli che per suono e piacevolezza, da la paga ad ampli di costo di molto superiore...

Saluti massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
cesare

La posizione della manopola del volume, a parità di potenza erogata, dipende dalla sensibilità degli ingressi e dalla tensione di uscita della sorgente.

Per fare un paragone idraulico 😁, in un rubinetto la portata d'acqua (potenza) a parità di posizione della manopola (volume) dipende dal diametro del tubo (sensibilità) e dalla pressione a monte (uscita sorgente).

Se a ore 8 l'ampli è a piena potenza, l'abbinamento sorgente-ingresso non è ideale.

Tra l'altro il potenziometro del volume lavora al meglio a fine corsa, l'ideale sarebbe stare da ore 12 in poi, ma vedo che la tendenza di mercato ormai consolidata è di avere sorgenti con uscite molto alte e nella pratica non si riesce ad arrivare a ore 12 con nessun apparecchio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore

@cesare è così. Nel mio pre più finale, stessa casa quindi zero problemi di interfaccia, uso meglio i potenziometri del volume da quando il mio dac esce sotto il volt, avendo uscita a trafo.

Posso sfruttare le manopole del volume almeno fino a metà, con cd vecchi, non o poco compressi, vado tranquillamente a tre quarti.

Dal punto di vista sonico me ne potrei probabilmente fregare, avendo potenziometri a resistenze, ma l' aggiustamento fine del volume comunque ne guadagna

Share this post


Link to post
Share on other sites
leika

C’è sempre da imparare , misurare la bontà di un ampli calcolando la posizione della manopole del volume 

Share this post


Link to post
Share on other sites
cesare
44 minuti fa, leika ha scritto:

la bontà di un ampli

direi piuttosto la bontà dell' interfacciamento elettrico tra sorgente e ampli! 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    296206
    Total Topics
    6495386
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy