Jump to content
Melius Club

arbalete69

Che bella testina la Goldring 1042

Recommended Posts

jazzandroll

@tubaz...lo vedi? Ti stai lentamente infilando in un percorso complicato fatto di alternative, di questo e/o quello, di ma, di forse e compagnia bella...non disperare che c'è di peggio...scherzo, in ogni caso la Grado ha cedevolezza altina (circa 21 CU) per cui col tuo braccio saresti a posto, la regola vuole alta massa/bassa cedevolezza ed il suo contrario...la risonanza del braccio è molto importante e a tal proposito puoi eventualmente controllare il range di qualsiasi altro modello qui: https://www.vinylengine.com/cartridge_resonance_evaluator.php

Share this post


Link to post
Share on other sites
Brandx

Ottima testina mm, ma non ha retto il confronto con la mia "vecchia" introvabile GOLDRING G920IGC stylus D170 VdH.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

@Brandx A quale ti riferisci? Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Brandx

@tubaz goldring 1042 

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

@jazzandroll Mumble. Usando il link che mi hai indicato, mettendo 7,5gr che è la massa del braccio Tp11-mkii, incrocio il grafico con i dati della AT-100E che avrebbe peso 6,5 (quindi totale 14gr) e la sua compliance che ho trovato essere 8, sarei ad una risonanza 12, zona gialla. Sbaglio qualcosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
long playing

@tubaz 

16 minuti fa, tubaz ha scritto:

...e la sua compliance che ho trovato essere 8, sarei ad una risonanza 12, zona gialla. Sbaglio qualcosa?

Si , sbagli...Audiotechnica ( e Denon ) per le sue testine fornisce il dato di " compliance " , cedevolezza , misurati a 100 Hz anzicche' a 10 Hz come per la maggioranza dei costruttori e quindi dovendo considerare la misura a 10 Hz quella significativa ai fini del calcolo della fr di risonanza braccio/testina  , bisogna moltiplicare x 2  circa il valore di 8 cu calcolato a 100 Hz , ottenendo un valore di cedevolezza di 16 cu . Per la precisione non e' sempre 2 il valore da utilizzare , variando esso da 1,8 a 2,2 ed anche piu', in virtu' dei differenti marchi e modelli di testine secondo alcuni parametri , ma per semplificare si utilizza 2 che centra grosso modo l'obiettivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
jazzandroll

@tubaz in effetti si...se la testina pesa 6 grammi e 1 grammo la viteria sei a 7, non devi sommare la massa del braccio con quella della testina...se a questo aggiungiamo quanto spiegato circa la cedevolezza da long playing, con 16 CU, 7.5 grammi di massa braccio e 7 grammi fonorivelatore + viteria la risonanza cade a 10 Hz...perfettamente al sicuro direi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

Grazie a entrambi, ho imparato una cosa nuova.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

Riassunto della preparazione al parto trigemino:

1) - AT-100E oppure VM-520EB (questa "ian" l'ha distrutta..)

2) - AT-440MLN oppure VM-540ML per non recriminare in futuro di non aver voluto fare abbastanza...

3) - Grado Red 

Scarto Nagaoka-Mp110 perché forse fuori per la FR

Scarto Sumiko Pearl perché trovo recensioni davvero differenti (non potendo sentire nulla, mi baso un po' anche su queste)

Grado la rimetterei in gioco pensando anche ad un futuro (Natale 19?) Schitt Mani o simile

Ovviamente cambiano i costi

Senza Pre: Scelta 1) circa 100€ Scelta 2) 230-250 Scelta 3) 130 

Con Pre aggiungere 160

Punticino d'attenzione, la 440 e successiva 540, hanno il Microlinear ma un pelo di sensibilità in meno..

Quindi potrei avere un minimo di 100€ e soddisfazione completa oppure all'estremo spendere 250 x la vm-540 per poi "dover" aggiunge un pre...e si va a 400

...Dilemmino...

X acquistare non disdegnerei un negozio fisico (sono a Milano) ma c'è molta praticità e appetibiltà in rete e non solo amazon/ebay.

Eventualmente ha senso/rischio comprare in GB? Ok in Germania. Voi avete consigli / rischi da segnalare?

Grazie ancora

Share this post


Link to post
Share on other sites
long playing

@tubaz 

2 ore fa, tubaz ha scritto:

) - AT-100E oppure VM-520EB (questa "ian" l'ha distrutta

Infatti proprio dopo aver visto il video con la recensione di "Ian " sulla AT 100 ho cominciato a dubitare seriamente delle sue recensioni video...

Parla invece benissimo osannandola della Grado Red...Buona  con lo spirito Grado  , le e ho entrambe e per me la AT 100 e' migliore , per vari aspetti.

Parla male ancora di piu' della AT 440... Mi fermo qui.

Ti ho dato un consiglio , spendi anche poco. Vedi tu. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

Certo certo, il consiglio è chiarissimo 😉  Sono io che di fatto essendo alla mia terza testina in più di 30 anni...posso forse concedermene una di uno step superiore. Che poi la 540 sia superiore a una 520, è una speranza, dati di fatto non ne ho. 

Grazie ancora, disponibilissimi

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder

@long playing Il bello di questa nuova testina AT è che il corpo è unico per tutti i modelli, se vuoi cambiare basta acquistare solo la puntina e scegliere quella che vuoi, in pratica si cambia la "testina" senza tante paturnie.

.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

Dunque, questo thread è nato per parlare della Goldring 1042 e, nonostante quanto ho scritto ieri, da ieri sera ho passato qualche ora a pensare alla Goldring 2100 o 2200 (non mi è chiara la differenza). Della serie essere indecisi...

Durante questo dibattere interiore tra AT e Goldring, ho fatto il calcolo della FR x la 2100 che avrebbe cedevolezza 16 e peso 7,4. Quindi con braccio da 7,5 a me viene tutto ok un bel 10hz verde. Sbaglio? 

Se ho fatto giusto e quindi anche la 2100 sarebbe ok per il mio braccio, così come le AT (ed invece era KO con la 1042), che senso ha questa frase che ho trovato in un commento su youtube sotto ad un video di un "test"(ah ah) di una 2100?

"you may have a compliance problem. The low mass arm and the Goldring 2100 is not an ideal match. The goldring 2100 will perfome better on a heavy arm."

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
redpepper
Il 10/1/2019 Alle 11:57, floyder ha scritto:

Il bello di questa nuova testina AT è che il corpo è unico per tutti i modelli, se vuoi cambiare basta acquistare solo la puntina e scegliere quella che vuoi, in pratica si cambia la "testina" senza tante paturnie.

Vero quello che scrivi, ma è anche vero che le versioni più economiche C e E sono made in China, rispetto alle altre che sul corpo riportano Japan. Può non voler dire nulla ma le specifiche tipo bilanciamento canali potrebbero essere influenzate anche dall'accuratezza della realizzazione del corpo testina.

Ho preso la VM95SH completa ed uno stilo C per fare dei confronti le ho da un mese.

Ho installato la testina montando inizialmente lo stilo C con cui ho fatto anche le solite regolazioni dimatura peso etc. L'ascolto è quindi iniziato con lo stilo più economico, con il peso settato a 2.1 gr verificato con la bilancina economica. La testina suona senza grandi difetti un po' leggera, con buona estensione e probabilmente dovuto allo stilo conico con grana non molto fine sugli alti i piatti si sentono bene come estensioe ma sono poco definiti. Montando lo stilo  SH la musica cambia notevolmente le voci acquistano corpo il suono diventa più definito scompare la grana sugli alti il suono è più pieno ed anche la scena virtuale riprodotta aumenta di ampiezza, lo stilo C lo userò principalmente con vecchi dischi rovinati. Ho anche una AT95E vecchia versione ed ho provato lo stilo sul corpo VM (sono compatibili) in questo caso si nota una esaltazione sugli alti che non c'è sulla AT95E, non saprei se accade lo stesso con lo stilo VM E, complessivamente la AT95E da il meglio di se tutta originale, non ho fatto la prova opposta.

Tirando le somme ritengo che la VM 95 SH sia la miglior testina disponibile sotto i 200 euro tra quelle in mio possesso od utilizzate, Ortofon red e blu non hanno un suono caldo e danno fatica di ascolto, Grado Gold 2 testina calda ma manca di dettaglio, MP110 limitata in estensione, AT100 alti troppo in evidenza sembra di avere il controllo di tono degli alti ruotato quasi al massimo, il tutto chiaramente imho.

vm95.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder

@redpepper infatti (ortofon red) che ho sul secondo gira, non mi ha mai soddisfatto del tutto.

ps, posso chiederti dove l'hai acquistata?

Share this post


Link to post
Share on other sites
floyder

@redpepper thanks.

Share this post


Link to post
Share on other sites
long playing

La AT 100 non e' assolutamente sbilanciata con gli alti dell'ampli addirittura come se fossero ruotati al massimo. Anzi e' particolarmente e molto ben bilanciata , fa sentire lo spettro delle frequenze senza " nascondere " , smussare , diminuire di livello al limite della percezione , come fanno tante altre testine meno dotate e prestanti. Occorrono catene neutre e precise , altrimenti hai voglia a paragonare testine. Le valutazione le faccio usando come riferimento Stanton WOS 1 e DL 103 , ed alla comparazione stretta la AT 100 e e' simile come distribuzione e livello delle frequenze , per cui non so che dire se si ravvisano prestazioni molto dverse. Al prezzo che costa per me e' fenomenale , nel mio impianto e' pressocche ottimale , ed a me tutto piace fuorche' il suono particolarmente presente ed evidente  in alto . . Dipende Tubaz cge casse ha , se " sparatelle " in alto gli consiglierei testine morbide ed attenuate in quel range , e ce ne sono parecchie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Coltr@ne
Il 7/1/2019 Alle 17:26, tubaz ha scritto:

un po' di "volume/sensibilità" in più perché ho pochi watt a disposizione e non sono in ballo con cambio del finale

Se hai pochi watt, aumentare la sensibilità della testina serve a niente

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

Dunque, quello che intendo dire è che dal mio t-preamp quando mando al finalino gli ingressi linea quali che siano (dvd-cd-tv-etc) il volume massimo è assolutamente soddisfacente; invece quando sto inviando al finale l'ingresso Phono, il volume è più basso.

In molti casi comunque di livello tale da goderne appieno; su certi dischi invece è un po' carente. Per questo pensavo che potesse essere necessario aumentare il segnale in ingresso

Share this post


Link to post
Share on other sites
long playing

@tubaz E' il tuo stadio fono che guadagna troppo poco ed anche poco qualitativo. Comincia a preventivare un buon stadio fono se vuoi dare giustizia ad ottime testine anche economiche come una AT 100 , come per altre simili performanti.Su questo forum c'e' un 3D in cui si parla di pre fono di cui qualcosa di economico ma molto performante a detta di chi ha provato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Coltr@ne
1 ora fa, tubaz ha scritto:

Dunque, quello che intendo dire è che dal mio t-preamp quando mando al finalino gli ingressi linea quali che siano (dvd-cd-tv-etc) il volume massimo è assolutamente soddisfacente; invece quando sto inviando al finale l'ingresso Phono, il volume è più basso.

Ora ti sei spiegato meglio, in questo senso è giusto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

Grazie. Si, un upgrade del pre è nei piani anche se non immediati. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
long playing

@tubaz 

11 ore fa, tubaz ha scritto:

Si, un upgrade del pre è nei piani

Se ti fai un giro in rete verificherai la delicatissima funzione a cui e demandato un pre fono , con trattamento di segnali debolissimi , " ricostruzione piu' fedele e precisa possibile della risposta in frequenza vedi  " riequalizzazione della " Curva RIIA " impostata in sede di incisione dei solchi , e ti renderai conto della sua importanza.

Screenshot_20190114-095206_Chrome.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

Grazie. Si, ho presente che il pre phono è un anello importante. Il mio t-preamp lo ha discreto, nel senso che è meglio di quanto previsto su un oggetto dal poco costo ma certamente migliorabile 😀

Per questo sono indeciso ora tra la AT-100, la Goldring 2100 oppure lo scenario VM-95SL o(o ML) + lo stilo base "C" da mettere per l'ascolto dei dischi scrausi

Spero di arrivare ad una scelta entro questa settimana

Share this post


Link to post
Share on other sites
long playing

@tubaz 

1 ora fa, tubaz ha scritto:
1 ora fa, tubaz ha scritto:

+ lo stilo base "C" da mettere per l'ascolto dei dischi scrausi

Ti vuoi complicare troppo la vita , a meno che hai dischi malandati , graffiati.

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

Ho una discreta montagna di 45 provenienti da juke-box...da selezionare. Ora, normalmente uno si comprerebbe un secondo shell e relativa testina da 4 denari solo che ho un Thorens e lo shell coincide con gran parte del braccio...quindi l'idea di cambiare lo stilo forse è vincente però...non so. Magari i 45 giri continuano a rimanere dove sono e amen

Share this post


Link to post
Share on other sites
long playing

@tubaz 

2 ore fa, tubaz ha scritto:

.quindi l'idea di cambiare lo stilo forse è vincente però...non so

Stai attento che scambiare stilo alle Audiotechnica non e' tanto semplice. L'innesto infatti ha una certa forza e rigidita' , cosa ottima che garantisce un buon accoppiamento. Se non hai buona manualita' a testina montata temo per le articolazioni del braccio...

Share this post


Link to post
Share on other sites
tubaz

Ti ringrazio e abbandono l'idea! Ho la manualità di un triceratopo

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293978
    Total Topics
    6390514
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy