Jump to content
Melius Club

BEST-GROOVE

Censimento analogico: stadio phono

Recommended Posts

Suonatore

@ninomau In che contesto è stato inserito il JC3+? A breve dovrei averlo in prova, ne ho sempre sentito parlar bene ma non ho mai avuto occasione di ascoltarlo.

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
ninomau

@Suonatore Impianto composto da : giradischi Eat Forte, braccio Ikeda 407, testine MC Miayima Kansui e Zero, Technics 300MC, varie MM (Ortofon, ADC, Stanton). Amplificazione Spectral (30SC e 200S), diffusori SF Guarneri Evo, molti LP di vario genere.

Fai bene a provarlo, non lascia indifferenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rolesium

Whest Audio PS 30 RDT/SE

Giradisci TW Acustic Raven One - Braccio Graham Phantom III - fonorivelatore Benz Micro LP

Share this post


Link to post
Share on other sites
edigio
Il 9/3/2019 Alle 11:21, Rolesium ha scritto:

Whest Audio PS 30 RDT/SE

Giradisci TW Acustic Raven One - Braccio Graham Phantom III - fonorivelatore Benz Micro LP

Bentrovato!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rolesium

@edigio ... ciao! .. ricambio 😉

Share this post


Link to post
Share on other sites
MTBE

Audio Research PH2 ........

Share this post


Link to post
Share on other sites
cptaz

Manley Steelhead

Lector Phono Amp System

😍

Share this post


Link to post
Share on other sites
daniele_g

@cptaz hai detto cotiche...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Tramat

Aggiornamento: ho permutato il mio preamplificatore phono Gold Note PH-10, completo di alimentatore esterno Gold Note PSU-10, per il McIntosh MP100.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
angeloklipsch

A chi Interessa ho preso un meraviglioso Audio Analogue AA Phono. Già suona da Dio, bassi più decisi e veloci, alti più morbidi. Voci più presenti. Avevo un Lehmann Black Cube Se. Entrambi i sistemi con Stepup St7

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fabiolino

@angeloklipsch come mai usi lo step up e non l'ingresso diretto, che differenze riscontri?  

Share this post


Link to post
Share on other sites
angeloklipsch

@Fabiolino buona domanda. Al momento con lo step up e una testina MC suona strano bene,davvero, meglio di così non saprei. Più in lo proverò senza. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rolesium

@ninomau .. mai dimenticare che John Curl ha disegnato il mitico Vendetta Research che e' stato un phono che ha fatto la storia .. e non meno famosa la scheda phono dell'Audible Illusions che ho avuto .. sempre a suo disegno.

Detto questo non ho dubbi sulla qualita' del JC3+ .. del resto sono tuttora possessore dei due finali JC1 e so come opera il "vecchio" .. pero' una mail a James Henriot della Whest Audio la farei per provare il nuovo PS.40RDT  o meglio ancora l' RDTSE che e' il successore del mio phono... mi pare che ora come ora non abbia importazione da noi ma essendo lui in UK non ha per ora problemi a vendere direttamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ninomau

@Rolesium Grazie per il consiglio, ma per ora ho deciso di mantenere i componenti principali fissi, ed eventualmente provare nuove testine, bracci, step up  e accessori. Ho ancora in casa un secondo pre phono, il Monk Audio Phono Preamplifier, che ho tenuto per la sua grande versatilita' e per la presenza di diverse equalizzazioni oltre la RIAA. Suona discretamente, molto lineare e corretto, ma non ha lo smalto del JC3+. Di  John Curl ho avuto in passato lo step up Mark Levinson JC1 (notevole), mi piacerebbe ascoltare il Vendetta, ma ormai sono molto rari. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rolesium

@ninomau .. Il Vendetta ormai e' passato nell'antiquariato .. detto questo io non l'ho mai sentito ma a naso non penso che oggi sia superiore alle ultime realizzazioni di qualita'

Share this post


Link to post
Share on other sites
Salvo70

Lehmann black cube + alimentatore.

Pensavo di sostituire il black cube con la versione più recente. Chissà se la differenza é così rilevante o se si tratta solo di sfumature. Un pregio mi pare di capire che sia il maggior guadagno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
angeloklipsch

@Salvo70 L'ho dato via da poco il Black Cube + alimentazione. A mie orecchie non c'è gran differenza,anzi. Probabilmente è il solo guadagno maggiore. Se non hai MC tieniti l'alimentazione base. Ho appena preso AA Phono, tutt'altro mondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Salvo70

@angeloklipsch be' però sono anche 1650 € ... ovviamente dipende da che giradischi hai.

Share this post


Link to post
Share on other sites
godzilla

io ho appena preso quello della Mel Audio per MM.

Notevole, veramente, e non molto costoso, il che non guasta,

di questi tempi..

Massimo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Zoroastro

Naim Stageline N. Per sinergia con l'impianto credo resterà a lungo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dino1968

Gold Note Ph 10 piú Psu 10, Lehmann Black Cube SE, il Rega Aria l'ho venduto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

Aggiornamento: sono passato dal phono interno del pre DMC 12 ad un ALLNIC H-1500 II PLUS provandolo per due settimane a confronto con un PARASOUND JC3 PLUS.

Grandissimo miglioramento su tutti i fronti, a casa mia lo considero definitivo! 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Trivella

@Suonatore Che differenze hai trovato tra loro, in particolare con il Parasound?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

Premettendo che ho trovato in entrambi gli apparecchi delle doti di silenziosità, dinamica e dettaglio che a casa mia non conoscevo, a favore del coreano l'ampiezza della scena, l'impatto della gamma grave e soprattutto la rifinitura dell'estremo acuto.... Dettaglio, precisione senza cenni di indurimenti. L'americano aveva una profondità e altezza della scena leggermente più marcata... Non di molto, ma con qualche incisione si percepiva. Ma la cosa che dopo tanti ascolti mi ha fatto propendere per Allnic, è la naturalezza col quale porge la musica, senza nessuna costrizione, come se non ci fosse di mezzo una macchina elettronica... Tutto scorre naturalmente senza apparenti limitazioni, non so se mi sono spiegato...

Ascoltando alcune cantate di Bach, dove orchestra, voci bianche e fiati sono magari sul forte, col Parasound si coglievano cenni di "sofferenza" anche dopo aver provato a settare in modo diverso il carico della testina (molto comodo, indipendente per i canali...). Con l'Allnic, tutto risultava più naturale e preciso, con dettaglio senza perdere musicalità.

Tendenzialmente sono uno che non avrebbe mai voluto avere a che fare con le valvole... davanti all'evidenza (tra i due chiaramente...) non ho potuto fare altro che cedere e portarmelo a casa!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

Piccola precisazione: avendo provato prima il Parasound a confronto con il phono interno del pre, il miglioramento che ottenevo era già notevole a conferma che il JC3+ è veramente un ottimo apparecchio, molto versatile e performante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

@Suonatore  quale sarebbe il negoziante che dispone di 2 pre phono da testare in tempo reale? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

@BEST-GROOVE Sarebbe uno di quelli seri e ben forniti: Audiograffiti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rimini
1 minute ago, Suonatore said:

Sarebbe uno di quelli seri e ben forniti: Audiograffiti

Mi hai anticipato. Pozzi è sempre molto disponibile

Share this post


Link to post
Share on other sites
BEST-GROOVE

Share this post


Link to post
Share on other sites
Suonatore

@Rimini Ci conosciamo dal lontano 85... La sua disponibilità è sconfinata! Pensa che voleva darmi anche il Boulder 508 da confrontare, ma visto che sarebbe stato fuori budget, non ho voluto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    294418
    Total Topics
    6415140
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy