Jump to content
Melius Club

BEST-GROOVE

Censimento analogico: stadio phono

Recommended Posts

angeloklipsch

@BEST-GROOVE c'è un trhead già, peraltro poco vissuto per questo cercavo adepti qui 😜😜

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciccio61
9 ore fa, fischio ha scritto:

Ho appena fatto l’upgrade alla versione post 2010 direttamente dal produttore,

Sarei interessato anch'io. Come si fa? Cosa cambiano? Io ho il BC SE vecchio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Salvo70

 @ciccio61 ti risponderà lui direttamente per i dettagli, in pratica mantieni la scatoletta in metallo e gli cambiano la scheda dentro mettendo l’ultima. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
fischio

@ciccio61 Lehmann prevede sul sito tedesco una serie di possibili upgrade sui prodotti, io gliene ho parlato alla fiera a Monaco. È possibile sostituire tutta la scheda interna a 290€ + spese con una apposita nuova versione, con la differenza che gli switch restano interni. Puoi inviare una mail per chiedere spiegazioni a info@lehmannaudio.com

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciccio61

@fischio grazie. Lo farò senz'altro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
bargeld

Lector Phono Amp System (PAS) con la sua psu, arrivato da poco in famiglia. Silenziosissimo (nonostante le valvole), e dal suono magico. 

20190529_144217-01.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
feli
1 ora fa, bargeld ha scritto:

Lector Phono Amp System (PAS) con la sua psu, arrivato da poco in famiglia. Silenziosissimo (nonostante le valvole), e dal suono magico

Se ti va e solo per prendere "le misure": in quale contesto analogico è stato inserito? Quale pre fono ha sostituito? Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
cptaz
1 hour ago, bargeld said:

Lector Phono Amp System (PAS) con la sua psu, arrivato da poco in famiglia. Silenziosissimo (nonostante le valvole), e dal suono magico. 

Ciao ottima scelta, ce l'ho anche io, però metterei l'alimentatore un po' più distante...

Share this post


Link to post
Share on other sites
feli
15 minuti fa, cptaz ha scritto:

Ciao ottima scelta, ce l'ho anche io, però metterei l'alimentatore un po' più distante...

Se anche tu lo possiedi, allora per te la stessa domanda (naturalmente se ti garba rispondere): in quale contesto e da che phono provieni?

Share this post


Link to post
Share on other sites
bargeld

Ciao @feli, amplificatore Audio Analogue Puccini Anniversary, bookshelf B&W 706 s2, gira Rega Planar 6 con testina Goldring Ethos (secondo giradischi Project Debut III con testina Sumiko Pearl che adopero per le incisioni più datate essendo meno rivelatore). Ha sostituito il Fono Mc della Rega ma ha "combattuto" in contemporanea con Rega Aria, AA Phono e Gold Note Ph10 (senza psu) grazie alla disponibilità del mio negoziante che me li ha fatti provare tutti nella mia catena. Nella mia catena, e nel mio ambiente, Lector una spanna (facciamo due) sopra gli altri. Ha donato suadenza e raffinatezza persino alla modesta Sumiko. 

14 minuti fa, cptaz ha scritto:

metterei l'alimentatore un po' più distante...

@cptaz  hai ragione, purtroppo ho una disposizione pressoché obbligata e il grosso spinotto che si collega alla psu non passa fisicamente dal retro della libreria tra uno scomparto e l'altro. Devo trovare una soluzione, magari una base per distanziarlo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
cptaz

@feli Ciao, il contesto lo puoi vedere nel mio profilo, il Lector affianca un Manley Steelhead e l'ingresso phono del mio pre Hovland HP100, tutti a valvole, senza sfigurare affatto, va già bene così ma siccome mi piaceva giocare con le valvole ci ho messo un po' di NOS e si è alzato di una buona spanna, poi è pure bello.... 😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
bargeld

@cptaz ricordavo bene le foto del tuo sontuoso impianto, ma avevo dimenticato il tuo nick! Mostruoso! 

Ps sono riuscito a spostare la psu più lontano dal phono, grazie del consiglio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
feli
55 minuti fa, cptaz ha scritto:

il Lector affianca un Manley Steelhead

Ciao, complimenti per l'impianto. Riusciresti a tracciare brevemente le differenze tra lo Steelhead ed il Phono Amp System?

Share this post


Link to post
Share on other sites
cptaz

@feli Bè lo Steelhead è di una classe superiore, possibilità di regolazione di molti parametri con suono preciso e dettagliato ma allo stesso tempo con il calore e la magia delle valvole, per il Lector mi ritrovo nelle parole di @bargeld, suadenza e raffinatezza, pur essendo meno dettagliato del Manley si sente anche qui la magia...direi che questo Lector offre tanto per quello che costa, rapporto q/p veramente alto...sempre IMHO naturalmente, ciao.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Il sistema fono del mio amico dotato del mio gira 301 moddato Riffaud ( in prestito temporaneo infruttifero 🙂 j con trazione a cinghia, ikeda 407, transfiguration orpheus con nuovo stilo top innestato da torlai, e il nuovo phono della Viva.. non vorrei ripetermi, ma ascoltato giusto ieri con diversi spettacolari vinili, e devo ammettere che mi sono venuti i brividi.. ( il resto del sistema è formato da capriccio continuo ad monitor e viva solista.)

un sistema magico, delicato e trasparente come l‘acqua, fluido e con incredibile corpo armonico, in ambienti non troppo grandi, difficile desiderare di più...:-)

Ah.. precedentemente abbiamo provato in questa configurazione FM Acoustics 122, fono Grandinote ultimo modello, vari Lehmann eccetera.

0065677F-9F61-479E-9622-4A8FC674A4DC.jpeg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Brando88

@alexis  complimenti! 

Il Grandinote era molto distante dal tuo riferimento?

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

@Brando88 se devo essere sincero, si.

A prima vista il Celio IV sembra valido, e probabilmente lo è, grana fine, seppur ancora avvertibile, e buona estensione tonale e scenica. Giusto qualche compressione in gamma alta a ricordarci la classe media di appartenenza.

Ma il piccolo phono della viva, my18, è davvero di un‘altra categoria. Liquido, grana assente del tutto, completo timbricamente, plastico, sembra ci sia nulla tra testina e ampli. Scena senza confini apparenti, e senza scalettamenti artificiosi.

Specie con gli strumenti a fiato.. e gli ottoni, con lo strausatissimo Kind of Blue, per esempio.. no contest.

Performance notevolissima, goduria musicale altissima. 

Unica avvertenza, chiede la solita oretta per esprimersi al meglio.

Ps. Mi ha deluso anche il FM122 a dire il vero, bolso e poco definito, gommoso. Eppure anni fa era tra i migliori.

Menzione speciale anche per le trasfiguration, se ne parla poco, ma almeno le mie due Orpheus ( vecchia top) e Proteus ( top attuale) se la giocano tra le migliori, seppure con carattere diverso rispetto alle Lyra top. Quello che stupisce di più in queste testine è l‘incredibile microcontrasto, la vivacità alle piccole variazioni dinamiche, la velocità, in una parola.. davvero unica. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rimini

Già gran phono il piccolo della Viva!

@alexis Ma quel Solista con le 845 'roventi' dentro il mobile, non rischia di far prendere fuoco al ripiano? 😁

Oggi vado da @alearti...prove di pre phono!

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

In verità c‘è parecchio spazio sopra...  @Rimini ...  

ps. azz se suona quell‘impianto..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rimini

@alexis Non stento a crederci: cosa volere di più?

...a parte una lucana! 😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
alexis

Una lucana arrapata...? 🤓

ps dovrebbe essere lo stesso phono che hai provato anche tu.. giusto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rimini

Esatto, lo riconosco! 😁

Il completamento ideale del mio impianto!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Brando88

Per il piccolo della Viva quanto è necessario sborsare per entrarne in possesso?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Brando88

Ho visto sul sito c'è un solo pre phono due telai mc (mm su richiesta) a ben 18.000 euri...🙄

Share this post


Link to post
Share on other sites
Rimini
47 minutes ago, Brando88 said:

Per il piccolo della Viva quanto è necessario sborsare per entrarne in possesso?

Il piccolo, chiamato 'F1', costa di listino 8.784 euro. Quello che hai visto tu, dal costo di 18.000, è il 2 telai chiamato 'Fono' (quello che ha @alexis...beato lui!!! 😄).

I prezzi, naturalmente, sono sul sito di Audiograffiti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    293987
    Total Topics
    6391052
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy