n/a

Differenze tra cavi ottici?

Messaggi raccomandati

ifer

@Fabio Cottatellucci  Ma con chi ce l'hai?
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

Ogni tanto così per gioco ho messo cavi di segnale a  cavolo al posto di spdif e non ho notato differenze

È anche vero che, si dice, le connessioni rca non rispettano le impedenze ...comunque in effetti era solo un giochino, ovvio che normalmente uso cavi digitali. Ultimamente Aes/ebu, ma non è che abbia un motivo particolare. Spdif è lo stesso. E sul dac che avevo prima usavo spesso at&t anche, cioè fibra ottica.

Differenze? Evidentissime, il cavo in fibra ottica era arancione, l'spdif blu e Aes/ebu grigio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
4 minuti fa, ifer ha scritto:

Ma il ruolo del jitter ve lo siete scordato?

Infatti,

Fai pure il test che ho proposto qualche tempo fa, se vuoi

Scoprirai cose parecchio interessanti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci
7 minuti fa, ifer ha scritto:

@Fabio Cottatellucci  Ma con chi ce l'hai?

Il post 59 non era per te, il 60 sì (non "ce l'ho" con te, ti ho solo risposto :)).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

@Arnaldo Nelle fibre che impieghiamo nel broadcast non passa solo video, ma anche audio 😉

Gli standard ed i protocolli sono gli stessi, non esiste un codec proprietario o qualcosa di sciamanico (anche se nel miondo dell'audiofobia sempre piu' spesso pare che le macumbe siano piu' importanti di un buono stadio di alimentazione). Tanto per chiarire, noi lavoriamo processando un contenitore Dolby E che viene spacchettato in fase di emissione in tracce separate, ogni singola traccia non e' altro che un normalissimo PCM, niente di astruso.

Ribadisco, indipendentemente dalla lunghezza, l'unica cosa che conta in un cavo ottico e' la bonta' della fibra che veicola la luce. Fai un esperimento semplicissimo, prova a sporcare un po' il connettore da una parte e vedi che succede. Ovviamente non puoi sporcare in dosi controllabili, ma detto in soldoni stai solo riproducendo l'effetto che fanno i difetti fisici della fibra, che si traducono, ne' piu' ne' meno in un passaggio farlocco dei dati e perdita dei medesimi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Felis

@ST1971 Ah ma quindi dici che durante quel guasto non avete visto colori più slavati del solito?! 😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

in effetti ora che mi ci fai pensare c'era un certo degrado della tridimensionalita' e della scansione dei piani e dei forti... 😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

@Fabio Cottatellucci ok!😊

Però l'articolo di Stereophile di cui non condividi le conclusioni è suffragato da misure.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

@Felis se quindi qualcuno ti dicesse che i cavi hdmi incidono sulla qualità delle immagini sugli schermi quindi come la prendi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Felis
23 minuti fa, ifer ha scritto:

se quindi qualcuno ti dicesse che i cavi hdmi incidono sulla qualità delle immagini sugli schermi quindi come la prendi?

Come vuoi che la prenda? Hanno fatto peggio: l'hanno pure scritto nero su bianco con la tastiera.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Arnaldo
53 minuti fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

Altro ottimo contributo al Forum, Arnaldo.

Non aggiungere stupidaggini...hai iniziato te e io non mi faccio prendere in giro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

@Felis vabbeh...basta guardare lo schermo.😉

Questa è una prova più facile di quella dei cavi audio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Felis

@ifer e pensi che non l'abbiamo fatta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Arnaldo
41 minuti fa, ST1971 ha scritto:

Nelle fibre che impieghiamo nel broadcast non passa solo video, ma anche audio 😉

Gli standard ed i protocolli sono gli stessi,

Scusa ST123, ma in che formato passano?

PCM? sicuro che il video vada in PCM?

Non conosco i protocolli usati nel video, specie con le fibre ottiche.

In informatica sono linee a pacchetto nel broadcasting video non lo so, ma se metti qualche info...ce le studiamo...come vedi io mica ti dico che è così e punto...

Per quanto riguarda i connettori...bè mi sembra chiaro e palese...quello che dici...insomma se parliamo tecnicamente una base c'è.

Se però ragiono solo sulla purezza della fibra e sul tuo esempio di telecamere...allora te credo che c'è scetticismo quando rapporti il tutto a 1mt. di fibra!!!!!

Per tornare al nostro ambito, conta le conversioni che fai...meccanica elettrico/ottico 1 poi c'è il cavo poi ottico/elettrico 2 e poi c'è Digitale/Analogico 3

Se passo da AES/EBU o S/PDIF...1 e 2 non ci sono e anche questi circuiti sono soggetti alle stesse leggi di qualsiasi altro circuito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

@Felis 

22 minuti fa, Felis ha scritto:

e pensi che non l'abbiamo fatta?

Non lo so...mi pare di no

qua si va avanti a:

- i cavi digitali e i cavi usb suonano tutti uguali, sono solo 0 e 1

- i cavi di alimentazione non cambiano il suono

Si seguono dogmi (il mistero della fede), non ci si mette in gioco a provare ad ascoltare.

E' come metà degli anni '80 si diceva :

i lettori cd suonano tutti uguali, sono solo 0 e 1.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini
51 minuti fa, ifer ha scritto:

- i cavi digitali e i cavi usb suonano tutti uguali, sono solo 0 e 1

- i cavi di alimentazione non cambiano il suono

Si seguono dogmi (il mistero della fede), non ci si mette in gioco a provare ad ascoltare.

E' come metà degli anni '80 si diceva :

i lettori cd suonano tutti uguali, sono solo 0 e 1.

Non so chi lo diceva quella dei lettori cd ma era sbagliato. Facilmente dimostrabile.

Per il resto non PERDO il mio tempo a tentare di dimostrare che 1+1 non fa 2.

Sono gli ALTRI che dovrebbero farlo, se così sostengono.

Magari ci riescono.

A quel punto mi inchino, mi genufletto e mi cospargo il capo di nanoparticelle al grafene fuffa e passo il resto della mia vita audiofila ad ascoltare file compressi tarocchi con perdita di informazioni, tipo MQA, MP3 ecc...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Arnaldo

@FabioSabbatini per me nel contesto 1+1=10 se per te fa 2 allora abbiamo un problema. 

Comunque questi sono i miei 2cents:

! Non esiste differenza sonica nei cavi di rete, poiché i dati sottostanno alle regole del trasporto TCP/IP. 

! Per i cavi USB vale la stessa regola di cui sopra leggere attentamente qui:https://it.emcelettronica.com/comunicazione-dati-su-bus-usb

! Connessioni digitali tipo AES/EBU e SP/DIF se sono standard non c'è influenza, ammetto che bisognerebbe capire che influenza hanno connessioni e cavi con impedenze non standard non tanto sulla ricostruzione del messaggio sonoro ma sul jitter

! Connessioni ottiche hanno da un lato l'isolamento elettrico ma dall'altro aggiungono 2 conversioni i cui circuiti sottostanno alle regole di tutti gli altri...possibilità di jitter. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci
2 ore fa, ifer ha scritto:

qua si va avanti a:

- i cavi digitali e i cavi usb suonano tutti uguali, sono solo 0 e 1

[...]

Si seguono dogmi (il mistero della fede), non ci si mette in gioco a provare ad ascoltare.


Scusa ifer, ma il mistero della fede è quello secondo cui lo stesso flusso di 1 e di 0  da risultati diversi cambiando cavo.

E' così? Che lo si dimostri; le sedute d'ascolto da sole purtroppo non dimostrano nulla.


Quindi, dire che chi nega che il carattere sonoro cambi si deve mettere in gioco è come dire:

"Le pecore parlano francese"

"Guarda che è impossibile"

"Eh ma tu ti attieni ai dogmi e non ti meti in gioco! Prova a dialogare con una pecora, vedrai che magari francese lo parla; un mio amico ne ha sentito una parlare chiaramente francese".

Che cosa pensi di questo mettersi in gioco e, soprattutto, che cosa pensi dell'amico che ha sentito le pecore parlare francese? 

Ti ricordo che io non sono un cavoscettico, anzi mi sono formato un'idea circa il perché i cavi digitali elettrici possano forse cambiare il suono, e l'ho esposta sopra, quindi non dirmi che sono ancorato a preconcetti. Mi sono quindi posto, per i cavi digitali elettrici, anche il problema dell'amico che sentiva le pecore parlare francese ed ho avanzato, per quei cavi, una possibile spiegazione :).


Se ne troviamo una anche per i digitali, tanto di guadagnato; ricuciamo un altro strappo in seno alla community ;), ma converrai che le riferite prove d'ascolto non bastano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Post sbagliato, scusate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@Arnaldo 

Mi permetto un solo commento. Sul jitter.

È, in buona parte, ai fini pratici della qualità sonora una baggianata (così tanto per mantenere l'abitudine semantica). Marketing e basta.

Ti invito a fare il test è scoprirai che sarai PERFETTAMENTE in grado di sentire il jitter a dosi MIGLIAIA o MILIONI di volte superiori a quelle tipiche.

Conclusione: a meno che non stiamo parlando di un apparecchio SBALLATO DI BRUTTO, agli effetti pratici il jitter è un NON problema.

Agli effetti di marketing ovviamente è di importanza apocalittica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

@Fabio Cottatellucci 

Non nello specifico, intendo in generale nel forum.

I tred su cavi di alimentazione e digitali vanno sempre a finire in questo modo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Arnaldo

@FabioSabbatini io non ne sono così sicuro, penso che il jitter faccia parte di un discorso più ampio, dai una letta a questo link:https://positive-feedback.com/Issue43/jitter.htm

Sono però ben lontano dal credere che un cavo digitale possa avere tutta l'importanza che gli si attribuisce in hifi. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
scroodge
1 ora fa, Fabio Cottatellucci ha scritto:

lo stesso flusso di 1 e di 0  da risultati diversi cambiando cavo.

Basterebbe questa evidenza (perché E' una evidenza) da sola per porre fine a tante discussioni.

La si può anche rovesciare: se cambiando cavo digitale (con standard rispettati) sento differenze, questo significa una cosa sola: quel cavo ha fatto qualcosa che non andava fatto, ovvero ha modificato lo stream 0-1... io un cavo così non lo vorrei mai. Ed infatti nessuno dei cavi digitali che ho usato e che uso, lo fa. Per questo li reputo ottimi cavi. I migliori. In assoluto. 

Reputo altresì ottimi cavi digitali, ma potrei dire perfetti cavi, TUTTI quelli che preservano lo stream 01

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@Arnaldo 

Almeno però, fai la prova. Se vuoi poi ne parliamo.

Leggere positive feedback è come il tg4 dei tempi d'oro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

Però se avete un attimo leggete quell'articolo di Stereophile che ho messo sopra.

Ci sono misure che dimostrano che il jitter altera il segnale analogico

L' AES (Audio Enginering Society) pure ritiene che ciò accada.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
FabioSabbatini

@ifer 

Nessuno lo ha mai messo in dubbio. Perlomeno non il sottoscritto.

Su questo non c'era certo bisogno della certificazione di stereophile.

Il punto è QUANTO jitter è necessario per avere una degradazione udibile?

QUANTO?

Risposta: da diecimila a un milione di volte di più di quello che ci vogliono far credere quando ci rincitrulliscono con i femtofuffaclock

Tutto qua

Provare per credere: è talmente semplice

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mikefr
15 ore fa, ST1971 ha scritto:

Fai un esperimento semplicissimo, prova a sporcare un po' il connettore da una parte e vedi che succede. Ovviamente non puoi sporcare in dosi controllabili, ma detto in soldoni stai solo riproducendo l'effetto che fanno i difetti fisici della fibra, che si traducono, ne' piu' ne' meno in un passaggio farlocco dei dati e perdita dei medesimi

Ecco,questo è interessante,ci dovresti dire che cosa succede al suono in maniera pratica.Che cosa si modifica?Diventa più o meno arioso?Più o meno tridimensionale?Con più o meno bassi?Medi?Alti?Con più o meno armoniche?O solo che non si sente niente o che aggancia sgancia? Ecco,per capire meglio......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ifer

@FabioSabbatini Tu dici che è marketing.
Però in hi fi è tutto marketing.

Pre, dac e finali da € 25.000, diffusori italiani da € 300.000 alla mostra di Padova,

C'è bisogno di tutti ciò?
Se ragioniamo in questo modo ci basterebbe a tutti un bel Nad e delle economiche Cerwin Wega da pavimento (come peraltro le usava un noto frequentatore del forum...con DRC) e un dac cinese da € 60.

Anche sulle basette da mettere sotto le elettroniche, tu se non sbaglio usi le basi Fondato Silenzio (e sono sicuro che funzionano) però non è marketing farle pagare da 2400 a 4000 USD.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Arnaldo
12 ore fa, FabioSabbatini ha scritto:

@Arnaldo 

Almeno però, fai la prova

Ok, tu hai ragione su questo punto, peccato che io un laboratorio a disposizione non lo ho.

Le prove che ho fatto negli anni mi hanno fatto comprendere che gli standard sono importanti, tanto che per connettere il mio streamer al DAC uso un USB economico e un RG187 per la SP/dif. Sono sempre più convinto che le impedenze giocano un ruolo fondamentale nella connessione delle elettroniche e che qualche regola ci sarà sicuramente ma non dipende dai modelli a matrioska tantomeno dalla lacca tedesca certificata.

Dei prezzi non ne parlo perché tutto ha un prezzo in relazione all'offerta e alla disponibilità del compratore.

credo che stia al compratore farsi carico di capire dove sta la "sola", passami il termine...

Se fosse per me si dovrebbe avere solo AES/EBU e BNC come connessioni digitali ma si sà che il mercato fa il mercato! 😂

Ora te come hai fatto le prove aumentando il jitter sulla tua connessione meccanica DAC?

Del rumore delle alimentazioni ne hai tenuto conto?

Della differenza tra i ricevitori, presente e passato ne hai riscontrata e se si, rispecchia le specifiche allegate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ST1971

@mikefr se una fibra ottica non si modifica la scena, si perdono dati e di conseguenza il segnale si interrompe a tratti o del tutto, ma sicuramente la tua era una domanda provocatoria alla quale era superfluo rispondere 😀

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    289.701
    Discussioni Totali
    6.171.095
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us