Jump to content
Melius Club

Sign in to follow this  
extermination

-ancora su ambiente e posizionamento

Recommended Posts

extermination

Non è la prima volta che si fà...insomma succede ..cogliere una dichiarazione da altro tread ...ed eprimere opinioni..

 

la frase è questa :

 

..... --omissis-...." tenendo conto che uno-due cm di differenza in più o in meno in qualsiasi direzione cambiano radicalmente il risultato.

 

 

Insomma mi sento do "scrivere" che io personalmente trovo ...una considerazione del genere ...assolutamente una “iperbole”

 

Assolutamente VERO che l’ambiente di ascolto (per la sua morfologia/ dimensioni/proporzioni dimensionali/ tipologie e forme dei materiali al suo interno....etc etc. ) può essere causa di DISTORSIONI (di ogni genere) piu significative ..... per il semplice fatto che il PERCORSO che compie il messaggio sonoro dai “DRIVER” al PUNTO DI ASCOLTO è da considerarsi uno dei piu delicati ..e....per il semplice fatto che i suddetti“elementi” c’hanno direttamente a che vedere con i principali fenomeni connessi alla propagazione del suono ...intendo dire :

 

Assorbimento

Riflessione

Diffusione

Diffrazione

Rifrazione

Riverberazione

Rumore interferente in ambiente

Risonanze modali

Riflessioni

 

Etc....etc.....

 

Come pur VERO che i diffusori interagiscono con la stanza in maniera diversa a seconda del loro posizionamento

 

Come pure VERO che un diverso punto di ascolto stà a significare una diversa “prospettiva “acustica” ..di chi ascolta!

 

Ma insomma arrivare a dire che UNO O DUE CENTIMETRI di differenza fanno una “RADICALE DIFFERENZA ”! insomma un po di prudenza servirebbe pure ...chessò se proprio proprio la si vuol scrivere una cosa del genere (perchè l’eccezione ...conferma la regola) si avesse almeno l’accortezza di usare il condizionale!

 

Qualche considerazione in aggiunta:

 

1)frequenze > a 300 /400 hz è ragionevole considerarle come ...“raggi” che si propagano

2)frequenze sotto i 300 hz è ragionevole considerare il suono come un “onda” che si propaga.

 

Considerazioni sul punto 1

 

Uno o due centimetri ..di diversa distanza da una parete, sta a significare un ipotetico ritardo del suono “riflesso” inferiore a 0,1 millisecondi!

 

Con riferimento al cosiddetto “effetto pettine” (fenomeno conseguente alla combinazione di suono diretto e suono riflesso) va detto che un ritardo di 1 millisecondo introduce lievissime modificazioni nel segnale (basta tener conto che un ritardo di 1 millisecondo introduce cancellazioni con intervalli a 5000 hz e 15000 hz......quindi ragionevolmente NON tali da farne soffrire il “timbro”)

 

Con riferimento ai cosiddetti effetti sull’immagine (eco/spazialità/spostamento dell’immagine...) un ritardo di una riflessione laterale di 0,1 millisecondi in piu o in meno (rispetto ad un precedente posizionamento intendo dire) è ragionevolmente ininfluente sul risultato finale. In proposito si puo far riferimento alla tavola di Olive e Toole in cui sono rappresentati risultati di ricerche condotte sull’effetto di “riflessioni” laterali in considerazioni dei ritardi (ms) e dei livelli (db) delle riflessioni

 

Considerazioni sul punto 2

(basse/medio basse)

 

Uno o due centimetri di distanza in piu o in meno dalle pareti ...NON può ..per forza di cose..produrre rinforzi ...se non nell’ordine di 0,xx decibel!

 

Volendo invece considerare la relazione con i modi assiali tipici della stanza (i piu carichi di energia ) ...considerarata la modalità con cui i modi assiali (001-002-002 /1.00-2.00-3.00 etc ...etc ) si distribuiscono nella stanza uno o due centimetri di differenza NON sono tali da poter far ricadere quel diffusore in un NODO ..piuttosto che in un VENTRE ...come pure differenze di uno o due cm, di norma, NON sono sufficienti per sollecitare con differenze sostanziali di detti MODI !

Per chi fosse interessato penso che in internet si possano trovare esempi di rappresentazioni di come si distribuiscono i modi assiali a bassa frequenza)

 

Ora termino ...perchè mi son sentito di scrivere queste poche righe ...diciamo per NON far passare il pensiero ..come dire di "massimo accanimento terapeutico" nel spostare --ri-spostare---rispostare ...fino alla morte di millimetro in millimetro..per giorni ..mesi ..ed anni !!!!

 

PS) mi sento di dire che potrebbe essere ...cosa diversa..(piu sensibile anche a piccoli spostamenti) l orientamento dei diffusori verso le orecchie ..o meno...!!!!

 

 

icon_smile_big.gif

 

Aggiungo.. ho scritto abbastanza in fretta quindi NON è detto che alcuni pensieri possano non essere stati espressi con la dovuta chiarezza o che non possano prestarsi ad errate interpretazioni (su cio che volevo realmente dire)

 

Alberto

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

che putiferio ora......icon_smile_big.gificon_smile_cool.gificon_smile_wink.gif

 

ciao

 

Gian Paolo

 

www.rsf.org

www.audioplay.it

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marco

Forse 1 o 2 cm no, ma 10 - 15 cm sì.

Così come ancora più determinanti possono essere piochi, pochissimi gradi di angolazione in più o in meno.

 

Sai Alberto quanto io sia refrattario alle seghe mentali, ma queste, almeno in base alla mia esperienza pratica non lo sono: sono altresì elementi abbastanza determinanti per la messa a punto di quel famoso 20% di cui sopra, all'altro 3D che tu citi. icon_smile.gif

 

Marco Lincetto

"Sono un operatore del settore musicale e sono molto inadeguato al settore in cui opero. Sono inadeguato tout-court"

http://i36.tinypic.com/209nexv.jpg

http://i34.tinypic.com/a085qw.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marco

genelec dà dei consigli PRECISI sul posizionamento dei mie diffusori 1037: e dice che rispetto alla parete di fondo devono - DEVONO - essere posizionati o con tecnica "wall-mount" ovvero incassati a filo di parete, oppure free standing a non più di 5 cm dalla parete di fondo, oppure, da aultimo a 160 cm dalla parete di fondo (che è poi come sono posizionati a casa mia).

Quindi si parla di cm, con precisione...

 

Marco Lincetto

"Sono un operatore del settore musicale e sono molto inadeguato al settore in cui opero. Sono inadeguato tout-court"

http://i36.tinypic.com/209nexv.jpg

http://i34.tinypic.com/a085qw.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

quote:

Forse 1 o 2 cm no, ma 10 - 15 cm sì.

Così come ancora più determinanti possono essere piochi, pochissimi gradi di angolazione in più o in meno.

 

Sai Alberto quanto io sia refrattario alle seghe mentali, ma queste, almeno in base alla mia esperienza pratica non lo sono: sono altresì elementi abbastanza determinanti per la messa a punto di quel famoso 20% di cui sopra, all'altro 3D che tu citi. icon_smile.gif

 

Marco Lincetto

"Sono un operatore del settore musicale e sono molto inadeguato al settore in cui opero. Sono inadeguato tout-court"

http://i36.tinypic.com/209nexv.jpg

http://i34.tinypic.com/a085qw.jpg


id=quote>id=quote>

 

Ciao Marco,

 

sono ragionevolente d'accordo con te; fra l'altro Non v'è dubbio che i 10/15 cm .. rappresentano ben altra "COSA" .... rispetto ad uno o due ..cm

 

.MA ..in un ambiente in cui vengono approntati interventi ..di un certo tipo ....alias trattati ..come si deve... "acusticamente" ..(solo per dirne alcuni --moduli per la massima diffusione/trattamento riflessioni precosi/risonanze modali.....etc)

 

in ESSI ... differenze anche relativamente importanti di 10/15 cm generalmente si fanno meno sentire..al contrario , visto che ci siamo, trovo..in ogni caso.. assolutamente determinante il rispetto della simmetria ..almeno su tutto cio che è avanti a noi (che vediamo dal punto di ascolto intendo dire)

 

 

Alberto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marco

quote:

..., visto che ci siamo, trovo..in ogni caso.. assolutamente determinante il rispetto della simmetria ..almeno su tutto cio che è avanti a noi (che vediamo dal punto di ascolto intendo dire)

 

 

Alberto


id=quote>id=quote>

 

ASSOLUTAMENTE DETERMINANTE!

 

Marco Lincetto

"Sono un operatore del settore musicale e sono molto inadeguato al settore in cui opero. Sono inadeguato tout-court"

http://i36.tinypic.com/209nexv.jpg

http://i34.tinypic.com/a085qw.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

quote:

genelec dà dei consigli PRECISI sul posizionamento dei mie diffusori 1037: e dice che rispetto alla parete di fondo devono - DEVONO - essere posizionati o con tecnica "wall-mount" ovvero incassati a filo di parete, oppure free standing a non più di 5 cm dalla parete di fondo, oppure, da aultimo a 160 cm dalla parete di fondo (che è poi come sono posizionati a casa mia).

Quindi si parla di cm, con precisione...

 

Marco Lincetto

"Sono un operatore del settore musicale e sono molto inadeguato al settore in cui opero. Sono inadeguato tout-court"

http://i36.tinypic.com/209nexv.jpg

http://i34.tinypic.com/a085qw.jpg


id=quote>id=quote>

 

 

Marco ..tutto il mio discorso nasce ..e poggia ...dalla associazione fatta

 

"UNO O DUE CENTIMETRI e RADICALE CAMBIAMENTO! icon_smile.gif

 

 

 

Alberto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldinohiend

Che 1 o 2 cm possano cambiare in maniera determinante la qualità del suono, sembra anche a me un'affermazione un pò forzata.

Ma devo dire anche che, per uno stana combinazione, fra ieri e oggi, complice la nuova regolazione del bias sulle valvole finali, mi sono accorto che l'impianto aveva perso un pò di ariosità e di articolazione sulle basse.

Mi è bastato (guarda caso!!!) allargare di 3 cm l'inclinazione dei diffusori per ritornare al precedente risultato.

Ma, mi chiedo: è possibile che la regolazione del bias, peraltro effettuata accuratamente seguendo pedissequamente le indicazioni della Casa Madre, possa portare come conseguenza ad un riposizionamento (seppur lieve) dei diffusori?

 

Aldo

 

...alla ricerca del bel suono retrò!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

quote:

Che 1 o 2 cm possano cambiare in maniera determinante la qualità del suono, sembra anche a me un'affermazione un pò forzata.

Ma devo dire anche che, per uno stana combinazione, fra ieri e oggi, complice la nuova regolazione del bias sulle valvole finali, mi sono accorto che l'impianto aveva perso un pò di ariosità e di articolazione sulle basse.

Mi è bastato (guarda caso!!!) allargare di 3 cm l'inclinazione dei diffusori per ritornare al precedente risultato.

Ma, mi chiedo: è possibile che la regolazione del bias, peraltro effettuata accuratamente seguendo pedissequamente le indicazioni della Casa Madre, possa portare come conseguenza ad un riposizionamento (seppur lieve) dei diffusori?

 

Aldo

 

...alla ricerca del bel suono retrò!

 


id=quote>id=quote>

 

molto probabilmente cambiando il bias hai cambiato la risposta in frequenza........ergo.....

 

ciao

 

Gian Paolo

 

www.rsf.org

www.audioplay.it

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gpb

quote:

genelec dà dei consigli PRECISI sul posizionamento dei mie diffusori 1037: e dice che rispetto alla parete di fondo devono - DEVONO - essere posizionati o con tecnica "wall-mount" ovvero incassati a filo di parete, oppure free standing a non più di 5 cm dalla parete di fondo, oppure, da aultimo a 160 cm dalla parete di fondo (che è poi come sono posizionati a casa mia).

Quindi si parla di cm, con precisione...

 

Marco Lincetto

"Sono un operatore del settore musicale e sono molto inadeguato al settore in cui opero. Sono inadeguato tout-court"

http://i36.tinypic.com/209nexv.jpg

http://i34.tinypic.com/a085qw.jpg


id=quote>id=quote>

 

ma quello che dice genelec ha un senso preciso (ed in realtà non si parla di 2-3 cm....se non per i 5 dalla parete di fondo): hanno misurato, progettato e dato le indicazioni necessarie ad un posizionamento professionale dei loro diffusori

 

ciao

 

Gian Paolo

 

www.rsf.org

www.audioplay.it

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

quote:

che putiferio ora......icon_smile_big.gificon_smile_cool.gificon_smile_wink.gif

 

ciao

 

Gian Paolo

 

www.rsf.org

www.audioplay.it


id=quote>id=quote>

 

Ciao carissimo G. Paolo,

 

vedi..non è successo nulla...

 

Dunque, tenuto conto che di norma quello che scrivo me lo salvo in Word..(un giorno pubblicherò le mie memorie) ..riesumo un mio vecchio scritto a proposito di SIMMETRIA!!

 

PS) Non l'ho riletto ..spero ..al'epoca ..di qualche anno piu giovane ..di NON aver scritto "stupidate" ihihihi

 

-----------------

 

 

Ambiente ..e..posizionamento...simmetrico..asimmetrico ...!!? . Melius l'uno o l'altro!!??

 

Certo poter conoscere a priori come possa suonare una stanza NON è evidentemente cosi facile; ma senza ombra di dubbio è come dire ragionevolmente prudente NON sfidare troppo la sorte ..e le leggi della fisica.

 

Diffusori posizionati in maniera NON simmetrica rispetto alle pareti ..avranno in primis una DIVERSA risposta in frequenza nella regione delle basse frequenze ed è ragionevole poter dire che il diffusore + vicino alle pareti riprodurrà le basse frequenze ..come dire con rinforzi a “zona” piu o meno accentuati, rispetto all’altro diffusore.

Quanto questi rinforzi unilaterali (di un diffusore) rispetto all’altro diffusore possano contribuire in termini positivi o negativi sul BILANCIAMENTO TONALE complessivo al punto di ascolto, NON è prevedibile a priori!

 

C’è in ogni caso da fare un’altra considerazione ovvero che a prescindere dalla distanza dalle pareti dell’uno o dell’ altro diffusore , in caso di posizionamento ASIMMETRICO, i diffusori intercetteranno in maniera diversa i “minimi” ed i massimi di alcuni modi assiali della stanza....di conseguenza ..avranno una r.f. alle basse frequenze diversa a seconda che si trovino in un NODO (pressione nulla) piuttosto che in un (ANTINODO) picchi di pressione...!! certamente un diffusore vicinissimo la parete laterale intercetta tutti i “massimi” (picchi) dei modi assiali della larghezza della stanza ..di conseguenza ..suonerà ..a tratti (a seconda della frequenza riprodotta) piu forte.

 

 

Quanto queste combinazioni possano contribuire in termini positivi o negativi sullo “stage virtuale” .. NON è prevedibile a priori! ..E’. pur vero che le basse frequenze NON sono direzionali ...ma ritengo NON si possa escludere in assoluto ...almeno 1 effetto collaterale ovvero : MINOR “stabilità” dello stage virtuale ..se NON altro perchè le diversità di risposta in frequenza fra l’uno e l’altro diffusore (ove di un certo rilievo) possono interessare pure le medio/basse ...(sopra i 125 hz per capirci) ...ed ecco che salendo... salendo diminuisce la caratteristica “omnidirezionale” ..per cui NON è da escludersi qualche effetto collaterale sulla stabilità dello stage virtuale!

 

Passando dalle problematiche legate alle medio alte qui la cosa cambia ! ...sicuramente in peggio...!

Il suono riflesso dal diffusore piu vicino alla parete laterale , arriva all’ascoltatore con “ritardi” ed intensità (db) diversi rispetto ai ritardi con cui arriva il suono riflesso dal 2° diffusore innescando DIVERSI - meccanismi costruttivi/distruttivi ed inevitabilmente 2 FRONTI D’ONDA SBILANCIATI .(front left/front right)

 

Quanto sbilanciati ? dipende caso per caso ...! Situazioni “limite” (peggior situazione per intenderci (*) un diffusore molto vicino la parete sx ...ed un diffusore in una posizione ..che gode di una panoramica ben piu ampia ...(per capirci con un esempio --il diff. sx a 1/2 metro dalla parete laterale ed il diff dx ...diversi metri ...in mezzo al salone che si apre per intenderci ..piuttosto che mansarde con scale aperte..etc etc..)...in situazione del genere ... contribuiscono ...alla genesi di 2 fronti d’onda sbilanciati..... pure probabili tempi di decadimento diversi ....! Effetti collaterali !!? sicuramente sulla focalizzazione e stabilità dell’immagine ..ma non solo!

 

 

 

Alberto

 

Modificato da - extermination il 05/09/2009 12:26:01

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
revenge1

quote:

quote:

..., visto che ci siamo, trovo..in ogni caso.. assolutamente determinante il rispetto della simmetria ..almeno su tutto cio che è avanti a noi (che vediamo dal punto di ascolto intendo dire)

 

 

Alberto


id=quote>id=quote>

 

ASSOLUTAMENTE DETERMINANTE!

 

Marco Lincetto

"Sono un operatore del settore musicale e sono molto inadeguato al settore in cui opero. Sono inadeguato tout-court"

http://i36.tinypic.com/209nexv.jpg

http://i34.tinypic.com/a085qw.jpg


id=quote>id=quote>

 

non tutti la pensano così, Ambrosini ad es.

 

http://motxam.interfree.it/metodo.html

 

Antoninoid=green>

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

quote:

quote:

quote:

..., visto che ci siamo, trovo..in ogni caso.. assolutamente determinante il rispetto della simmetria ..almeno su tutto cio che è avanti a noi (che vediamo dal punto di ascolto intendo dire)

 

 

Alberto


id=quote>id=quote>

 

ASSOLUTAMENTE DETERMINANTE!

 

Marco Lincetto

"Sono un operatore del settore musicale e sono molto inadeguato al settore in cui opero. Sono inadeguato tout-court"

http://i36.tinypic.com/209nexv.jpg

http://i34.tinypic.com/a085qw.jpg


id=quote>id=quote>

 

non tutti la pensano così, Ambrosini ad es.

 

http://motxam.interfree.it/metodo.html

 

Antoninoid=green>

 

 

 


id=quote>id=quote>

 

..Mi sono limitato a guardare le figure..del link ! in ogni caso..mi par di capire che qui si espone una "precisa" tecnica di posizionamento seppur asimmetrica.....!!! insomma altra cosa ..rispetto alle cosidette BUONE NORME di carattere generale ..! tecnica (questa dell'ambrosini) che senza ombra di dubbio a certe condizioni può dare i suoi frutti!icon_smile.gif

 

Alberto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
audiodan

Parla l'autore della Iperbole Iperbolica :" Cm? 1-2? Ma mi facci il piacere!".

Parla, soprattutto, perchè non è che ami tanto cianciarrare per dare aria alle tonsille "agratisi" ma piuttosto per trasmettere la SUA esperienza, non una legge, non un'equazione matematica, non una norma universale, a chi abbia voglia di leggere come qualcun'altro ha affrontato e magari risolto un problema comune.

Tanto per chiarire Melius io ascolto in un ambiente asimmetrico, senza una parete laterale ( la dx), che si trova circa 6 metri più distante rispetto alla distanza tra cassa e parete sx, in una stanza con un tempo di riverberazione ragionevolmente basso (non l'ho mai misurato ne' ho intenzione di farlo ma lo è) opportunamente arredata con tappeti, tende, poltrone e con pochissime superfici riflettenti in vetro o similari. Ebbene, in questa situazione ricreare una scena non solo centrata ma con uno stage che mantenga una simmetria sia in larghezza che in profondità è stata una battaglia giocata sui centimetri, non sui decimetri.

Chi vuole, può passare a trovarmi e sentire con le sue proprie orecchie.

Sono ancora d'accordo con Lincetto sulla straordinaria sensibilità al toe-in delle casse. Anche questo è un problema molto molto critico, non solo per la "focalizzazione più o meno spinta ma soprattutto per l'equilibrio tonale. E vogliamo aggiungere l'altezza del punto di ascolto?

Quindi: una volta tenuti in debita considerazione i tanti,tantissimi problemi inerenti al posizionamento dei diffusori in ambiente " vivibile" ( le sale dedicate sono per certi versi un altro discorso, quelle professionali un altro ancora) si arriva facilmente alla conclusione che non ne esistono due non solo uguali ma neanche simili. Chi vuole si può divertire usando fonometri, microfoni, programmi di simulazione.

Io, come credo tutti i vecchi musicofili, faccio il tutto ad orecchio, visto che è quello ( il mio orecchio) che giudica e gode del risultato finale. Al costo di mesi, anche anni di tentativi, certo saltuari, di cui sento l'esigenza quando percepisco che il risultato non mi soddisfa o perchè mi viene voglia di provare altre soluzioni. Però registro tutto prima di spostare uno spillo! Troppa fatica rifare tutto.

Nel frattempo continuo a vedere impianti anche di gran pregio con casse buttate ogni volta in una posizione differente, a caso, mentre un sacco di soldi volano via, investiti in cambi di apparecchi dalle scarse prestazioni. Mah!!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

quote:

 

Parla l'autore della Iperbole Iperbolica :" Cm? 1-2? Ma mi facci il piacere!".

 

Parla, soprattutto, perchè non è che ami tanto cianciarrare per dare aria alle tonsille "agratisi" ----omissis-

 


id=quote>id=quote>

 

PS) in quanto a "piaceri" è mia consuetudine farne

 

PS1) evito scrupolosamente di cinciarrare per dare aria alle tonsille!

 

PS2) le mie NON vogliono essere verità assolute ma opinioni ..un minimo "argomemntate" ..nulla di più!

 

PS3) ottenere cambiamenti RADICALI con spostamenti di 1/2cm ...è pura ILLUSIONE!

 

icon_smile_big.gif

 

Alberto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
audiodan

Ahia!!!Mi sa che è il peyotle che mi frega.icon_smile.gificon_smile.gificon_smile.gif

Ok caro Alberto, rinnovo l'invito: vieni, ascolti deinde philosophare.

Semplice, no?

La teoria, in genere, serve a costruire modelli. Nel mondo reale non sempre tutto funziona come atteso. In campo acustico men che meno.

Quando vuoi venire sarai benvenuto, una birra in fresco c'è sempre.

Alhoa

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

quote:

Ahia!!!Mi sa che è il peyotle che mi frega.icon_smile.gificon_smile.gificon_smile.gif

Ok caro Alberto, rinnovo l'invito: vieni, ascolti deinde philosophare.

Semplice, no?

La teoria, in genere, serve a costruire modelli. Nel mondo reale non sempre tutto funziona come atteso. In campo acustico men che meno.

Quando vuoi venire sarai benvenuto, una birra in fresco c'è sempre.

Alhoa


id=quote>id=quote>

 

Ciao Daniele ..ti ringrazio ..per l'invito ..e ti faccio i miei complimenti per il tono e per lo spirito..dimostrato ...MA ...haimè Milano Cagliari la vedo dura..!icon_smile.gif

 

ps) non philophofo..sono anni che faccio ..qua e là ..prove costruttive ..e distruttive!!!icon_smile_big.gif

 

Alberto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldinohiend

quote:

quote:

Ahia!!!Mi sa che è il peyotle che mi frega.icon_smile.gificon_smile.gificon_smile.gif

Ok caro Alberto, rinnovo l'invito: vieni, ascolti deinde philosophare.

Semplice, no?

La teoria, in genere, serve a costruire modelli. Nel mondo reale non sempre tutto funziona come atteso. In campo acustico men che meno.

Quando vuoi venire sarai benvenuto, una birra in fresco c'è sempre.

Alhoa


id=quote>id=quote>

 

Ciao Daniele ..ti ringrazio ..per l'invito ..e ti faccio i miei complimenti per il tono e per lo spirito..dimostrato ...MA ...haimè Milano Cagliari la vedo dura..!icon_smile.gif

 

ps) non philophofo..sono anni che faccio ..qua e là ..prove costruttive ..e distruttive!!!icon_smile_big.gif

 

Alberto


id=quote>id=quote>

 

Ciao Albertoicon_smile_wink.gificon_smile_wink.gif

 

Aldo

 

...alla ricerca del bel suono retrò!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

quote:

quote:

quote:


id=quote>id=quote>

 

Alberto


id=quote>id=quote>

 

Ciao Albertoicon_smile_wink.gificon_smile_wink.gif

 

Aldo

 

...alla ricerca del bel suono retrò!

 


id=quote>id=quote>

 

Ciao Aldo carissimo,

 

a te ..come promesso..oramai da anni ...prima o poi ti verrò a trovare! quest'anno poi ...mi sono fermato prima!

 

icon_smile.gif

 

ps) NUN ce resta che andà OT ...nuinefrega a nisciuno de parlàdestarobba!!!

 

Alberto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
aldinohiend

quote:

quote:

quote:

quote:


id=quote>id=quote>

 

Alberto


id=quote>id=quote>

 

Ciao Albertoicon_smile_wink.gificon_smile_wink.gif

 

Aldo

 

...alla ricerca del bel suono retrò!

 


id=quote>id=quote>

 

Ciao Aldo carissimo,

 

a te ..come promesso..oramai da anni ...prima o poi ti verrò a trovare! quest'anno poi ...mi sono fermato prima!

 

icon_smile.gif

 

ps) NUN ce resta che andà OT ...nuinefrega a nisciuno de parlàdestarobba!!!

 

Alberto


id=quote>id=quote>

 

Quando vuoi sei sempre mio GRADITO ospite!!!

P.S. Scusate l'OT

 

Aldo

 

...alla ricerca del bel suono retrò!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
antani

Nel mio ambiente ho notato che anche piccoli spostamenti cambiavano le cose, ma mi ritrovo d'accordo con Lincetto che 10/15 possono fare e da me la fanno, una gran differenza. Certo che avere un cambiamento radicale con 1-2 cm credo sia un po' più difficile, ritengo altresì che in particolarissime condizioni ambientali possa però anche succedere.

 

 

 

Sergio

 

"Escluso l'impossibile, tutto ciò che resta, per quanto improbabile è pur sempre la verità"

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
gefrusti

.....spostando i diffusori di 1-2 cm la risposta misurata CAMBIA...pochissimo ma CAMBIA...certamente non potrebbe incidere quanto uno spostamento di 10-20 cm.

 

 

 

 

 

tom.

 

""Quando un uomo crede di saper tutto...inizia ad imparare da quel momento""

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
roger

Perchè non aprofittare di questo invito?

mi sa che ti vengo a trovare, così

vedo anche le novità di cui mi hanno raccontato icon_smile_wink.gif

 

Ciao!

Roger

 

quote:

Parla l'autore della Iperbole Iperbolica :" Cm? 1-2? Ma mi facci il piacere!".

Parla, soprattutto, perchè non è che ami tanto cianciarrare per dare aria alle tonsille "agratisi" ma piuttosto per trasmettere la SUA esperienza, non una legge, non un'equazione matematica, non una norma universale, a chi abbia voglia di leggere come qualcun'altro ha affrontato e magari risolto un problema comune.

Tanto per chiarire Melius io ascolto in un ambiente asimmetrico, senza una parete laterale ( la dx), che si trova circa 6 metri più distante rispetto alla distanza tra cassa e parete sx, in una stanza con un tempo di riverberazione ragionevolmente basso (non l'ho mai misurato ne' ho intenzione di farlo ma lo è) opportunamente arredata con tappeti, tende, poltrone e con pochissime superfici riflettenti in vetro o similari. Ebbene, in questa situazione ricreare una scena non solo centrata ma con uno stage che mantenga una simmetria sia in larghezza che in profondità è stata una battaglia giocata sui centimetri, non sui decimetri.

Chi vuole, può passare a trovarmi e sentire con le sue proprie orecchie.

Sono ancora d'accordo con Lincetto sulla straordinaria sensibilità al toe-in delle casse. Anche questo è un problema molto molto critico, non solo per la "focalizzazione più o meno spinta ma soprattutto per l'equilibrio tonale. E vogliamo aggiungere l'altezza del punto di ascolto?

Quindi: una volta tenuti in debita considerazione i tanti,tantissimi problemi inerenti al posizionamento dei diffusori in ambiente " vivibile" ( le sale dedicate sono per certi versi un altro discorso, quelle professionali un altro ancora) si arriva facilmente alla conclusione che non ne esistono due non solo uguali ma neanche simili. Chi vuole si può divertire usando fonometri, microfoni, programmi di simulazione.

Io, come credo tutti i vecchi musicofili, faccio il tutto ad orecchio, visto che è quello ( il mio orecchio) che giudica e gode del risultato finale. Al costo di mesi, anche anni di tentativi, certo saltuari, di cui sento l'esigenza quando percepisco che il risultato non mi soddisfa o perchè mi viene voglia di provare altre soluzioni. Però registro tutto prima di spostare uno spillo! Troppa fatica rifare tutto.

Nel frattempo continuo a vedere impianti anche di gran pregio con casse buttate ogni volta in una posizione differente, a caso, mentre un sacco di soldi volano via, investiti in cambi di apparecchi dalle scarse prestazioni. Mah!!

 


id=quote>id=quote>

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
audiodan

Vecchio mio, sai che sei sempre il benvenuto. Aggiungo birra in fresco?

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
roger

Yes, birra gelata, e per la buona musica lascio fare te.... so già che non mancherà!

A presto,

Roger

 

 

quote:

Vecchio mio, sai che sei sempre il benvenuto. Aggiungo birra in fresco?

 


id=quote>id=quote>

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1973

trovo..in ogni caso.. assolutamente determinante il rispetto della simmetria ..almeno su tutto cio che è avanti a noi (che vediamo dal punto di ascolto intendo dire)

 

 

Alberto

 

nel mio caso avanti a me ho un parete attrezzata (lungha 3 mtr. e alta 2.220) con vani tutti diversi (chiusi con ante e aperti, pure una vetrinetta)sulla parete di tutto libri,oggetistica,cd e televisore grande.

il diffusore di sx trovasi a 1mtr dalla parete laterale e quello di dx e' assolutamente libero.

diffusori distanti 3mtr tra loro (impiant su lato lungo della stanza 4 x 7)

punto di ascolto a 3 mtr dai diffusori ma sul divano attaccato al muro

con le monitor audio gs 60 non apprezzo profondita' ma spesso la scena e' pure decentrata

ho notato che quando mi alzo dal divano per cambiare cd e mi avvicino alla parete attrezzata avverto le basse frequenze con piu' corpo ed e' piu' piacevole.

qualche suggerimento ???

ringrazio tutti per gi insegnamenti

ciao

ciro

 

Modificato da - 1973 il 06/09/2009 16:02:02

 

Modificato da - 1973 il 06/09/2009 16:03:18

 

Modificato da - 1973 il 06/09/2009 16:07:52

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
leoleone

non so se è già stato detto... ma non ho voglia di rileggermi tutto,quindi aggiungo che alcune case costruttrici di importanza mondiale come wilson, ascendo e probabilmente altri, hanno un sistema di regolazione della testa twiter tipo slitte su cui scorrono avanti e indietro che permettono la messa a punto del diff, nell'ambiente.

Ciò probabilmente non cambia radicalmente il suono, ma ti permettono di effettuare le regolazioni del caso.

 

 

 

ottimi ascolti a tutti,

ciauz leo.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

quote:

trovo..in ogni caso.. assolutamente determinante il rispetto della simmetria ..almeno su tutto cio che è avanti a noi (che vediamo dal punto di ascolto intendo dire)

 

 

Alberto

 

nel mio caso avanti a me ho un parete attrezzata (lungha 3 mtr. e alta 2.220) con vani tutti diversi (chiusi con ante e aperti, pure una vetrinetta)sulla parete di tutto libri,oggetistica,cd e televisore grande.

il diffusore di sx trovasi a 1mtr dalla parete laterale e quello di dx e' assolutamente libero.

diffusori distanti 3mtr tra loro (impiant su lato lungo della stanza 4 x 7)

punto di ascolto a 3 mtr dai diffusori ma sul divano attaccato al muro

con le monitor audio gs 60 non apprezzo profondita' ma spesso la scena e' pure decentrata

ho notato che quando mi alzo dal divano per cambiare cd e mi avvicino alla parete attrezzata avverto le basse frequenze con piu' corpo ed e' piu' piacevole.

qualche suggerimento ???

ringrazio tutti per gi insegnamenti

ciao

ciro

 

Modificato da - 1973 il 06/09/2009 16:02:02

 

Modificato da - 1973 il 06/09/2009 16:03:18

 

Modificato da - 1973 il 06/09/2009 16:07:52


id=quote>id=quote>

 

 

Ciao Ciro,

 

volendo esprimere una opinione sulle base delle informazioni fornite, per come la vedo io, sono presenti ..diciamo diverse circostanze potenzialmente abbastanza compromettenti nella resa finale; in ogni caso molti ci devono convivere con l'impianto ..intendo dire posizionando lo stesso in ambienti NON dedicati e dunque dovendo sottostare ad inevitabili compromessi.

Dunque, non conoscendo ne vincoli ne azioni possibili resta assai difficile poterti dare consigli...!nel tuo caso vedrei molto bene , sulla carta, un posizionamento nella parete corta! ...eliminando possibilmente vetrinette e ante (chiuse e ancor peggio ove semivuote).

 

PS) ..trovo strano che avendo il divano poggiato al muro ..all'ascolto risultino bassi carenti...lungo il "perimetro" generalmente i bassi sono rinforzati!

 

PS2) quanto alla scena decentrata è effetto collaterale della "asimmetria" ..ma piu che decentrata (pur non avendo ascoltato) ritengo possa essere in primis un fenomeno di "instabilità" ...fenomeno ..come dire "ballerino" intendo piu o meno evidente... a seconda delle "caratteristiche" ...della musica che metti su...e soprattutto ove si vada ...in crescendo con il volume!

 

Alberto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1973

grazie Alberto

ho provato su lato corto ma molto peggio i diffusori lateralmente hanno poco spazio libero e sembra che sotto i 400hz sparisca tutto e sono costretto a girare la manopola del volume di molto mentre nella posizione lato lungo riesco ad avere un volume di suono molto grande con manopola a 1/4 di volume.

a dire la verita' per il decentramento della scena avverto che dipende principalmente dall'incisione.

mi dici qual'e' la funzione di un tappeto a terra che non l'ho capita bene rafforza o no le basse frequenze ?

ho la parete dietro al divano molto spoglia solo un quadro senza vetro ma piccolo mentre la parete e' lunga 4 mtr.

ancora grazie

ciao

ciro

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
extermination

quote:

grazie Alberto

 

mi dici qual'e' la funzione di un tappeto a terra che non l'ho capita bene rafforza o no le basse frequenze ?

 

ho la parete dietro al divano molto spoglia solo un quadro senza vetro ma piccolo mentre la parete e' lunga 4 mtr.

ancora grazie

ciao

ciro


id=quote>id=quote>

 

 

Le funzione del tappeto a terra posto fra i diffusori ed il punto di ascolto è quelle di limitare gli effetti collaterali delle riflessioni precoci -

 

diffusore/pavimento/ascoltatore

 

... che si sommano al suono diretto

 

diffusori/ascoltatore

 

Dunque riflessioni precoci (con ritardi nell'ordine di qualche millisecondo) particolarmente cariche di energia ...dunque l'inserimento di un tappeto limita gli effetti collaterali per il semplice fatto che il tappeto andrà ad ASSORBIRE parte delle riflessioni..abbattendo dunque parte dell'ENERGIA ..del suono riflesso che in parole povere interferirà in maniera minore col suono diretto.

 

I coefficenti di assorbimento di un tappeto (come pure di ogni altro materiale assorbente) dipende da diversi fattori.. fra cui:

 

dal materiale

dallo spessore

dal posizionamento (distanza minore o maggiore dalla parete... (bè nel caso del tappeto ...andando posizionato a terra ...nn)

dalla densità

dalle fibre ..piu o meno fitte

e per finire visto che si parla di tappeto..un "sottotappeto" da un contributo molto importante sull'assorbimento finale !

 

Ma ora senza dilungarmi oltre...e rispondere alla domanda ...un tappeto ..spesso chesso un cm o giu di li ...con pelo bello lungo , ragionevolmente fitto ma non troppo ..a contatto col pavimento..comincerà a produrre "decenti" effetti di assorbimento diciamo pure a spanna..ma senza ragionevoli dubbi ....diciamo dai "500 hz in sù" (potremmo ipotizzare un coeff di assorbimento intorno a 0,2/o,3 ..dai 500 ai 1000 hz ....per arrivare a 0,4 /0,5 dai 1000 hz in su. In ogni caso un tappeto per uso "AUDIO" dovrebbe riportare i coefficenti di assorbimento alle varie frequenze.

 

Dunque ...come potrai dedurne .. alle basse frequenze (25/125 hz) si potrebbe dire che gli fanno.. una cippa! stà a dire ...sostanzialmente nulla!

 

IN OGNI CASO E' BUONA NORMA INTERPORRE UN TAPPETO! generalmente migliora la intelleggibilità /focalizzazione..!

 

PS) nella parete dietro al divano, se puoi, inserisci del materiale assorbente ..comincia molto soft ...es prova con del tessuto (velluto spesso) posandolo ondulato.....(diciamo almeno 2 mt di tesusto per ogni metro lineare)

 

....piuttosto che un pannello di gommapiuma .partendo dallo spessore di 5 cm. (quello che mettono nei divani per capirci) ad una distanza di altri 5 cm dalla parete!

 

Ora devo proprio lasciarti!

 

 

 

Alberto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  

  • Statistiche Forum

    296845
    Total Topics
    6521635
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy