Jump to content

Politically correct, siamo ormai prossimi alle “urla del silenzio”.


Recommended Posts

@nullo

non supercazzolare, è evidente la presa per i fondelli e l'isteria che si crea intorno al nulla cosmico per un articolo di una sconosciuta che, e questo non lo sapevi e non lo sa nessuno tranne chi si è andato a leggere la fonte originale, che addirittura finisce con una lode evidente alla scena incriminata. 

non sei l'unico fesso, siamo tutti in questo meccanismo che è fondato sul creare indignazione per ricavarne soldi...

sarebbe ora di rendersene conto ed uscire da questa dinamica dell'isteria a comando. 

quando ti renderai conto che stai, dall'italia, commentando in modo aggressivo e indignato una parte artatamente estratta da un articolo di un giornale di cui non sapevi neppure l'esistenza, e metterai la cosa nella prospettiva sensata, faremo un passo avanti anche nella discussione su questi temi. 

anche se temo che questo meccanismo acchiappaclick sia ormai così endemico che ci si finisce per credere senza aver alcun dubbio o voglia di verificare.



 

Link to post
Share on other sites
Adesso, briandinazareth ha scritto:

supercazzolare

Si ok. La discussione verte sulla eccitazione che cresce per il bacio non consensuale a Snow White.

hai colto nel segno.

sono fessi quelli che parlano di quanto siano fessi quelli che si sono agitati, e solo nella tua testa sono i primi gli unici agitati.

descrivi meccanismo di cui sei vittima, iscrivendoci altri.

ti comprendo.

 

Link to post
Share on other sites

la differenza è credere ad ogni "hype" fatto per click e seo, oppure verificare le cose e non trasformare una domanda, sulla quale si può concordare o no, di un'oscura giornalista oltre l'atlantico in "tuona" "sul piede di guerra" e altre simili fesserie. 

ma la dinamica da social è ormai ovunque, e colpisce tutti ma soprattutto gli anziani. 

Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

differenza

L’unica differenza è fra essere convinti che quello che sta succedendo con questa ondata di fesseria sia un bene ... e il rimanerne sconcertati e pure temerne gli effetti sul lungo periodo.

fra dare la stura e il giudicare ciò che succede a posteriori.

ps

anziani un cazzo, tocca frequentare i giovani ogni tanto.

 

Link to post
Share on other sites

@nullonon preoccuparti; in estrema sintesi le opzioni sono due o siamo fascisti o siamo fessi (o rincoglioniti). Ipse dixit.

 

Sicuramente sono acchiappaclick anche i disclaimer che infestano Disney+. 

A proposito di Disney+: se apri la sezione dei grandi classici, vedrai che nell'elenco principale alcuni famosi cartoni non compaiono. Per trovarli devi fare una ricerca esplicita. Magari c'è il remake, ma l'originale no.

Un esempio: Dumbo. Che guarda caso è preceduto dal solito avviso.

Ma sarà di sicuro un caso.

Link to post
Share on other sites
Adesso, nullo ha scritto:

anziani un cazzo

 

no, no, purtroppo gli anziani sono più esposti, hanno meno strumenti essendo meno abituati. 

io comunque rimango sul pezzo concreto e vedo che moltissime di queste polemiche si basano su isterie dovute a chi si beve tutto senza neppure verificare. 

tra l'altro della cosa non si parla sul san francisco chronicle, sul nyt, sulla cnn ecc. 
sul washington post si parla della riapertura del parco ma senza menzionare la cosa neppure alla lontana.

accetta il fatto che si tratti di una presa in giro per evidenti questioni di lucro e pure il fatto che sei anziano e ragioni con categorie del passato 😉

Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

accetta il fatto che si tratti di una presa in giro per evidenti questioni di lucro e pure il fatto che sei anziano e ragioni con categorie del passato 😉

Mah, avendo una nipote sui 20, mi girano per casa un mare di ragazzi che trovano qua ampio sfogo per spazi e altri agi.

ci divertiamo assieme e si parla di queste amenità come di altro.

o sono anziani loro, o sei anziano tu.

Ps

ci sono pure gay e lesbiche, la normalità, si ride con loro e di loro.

sono meno stronzi di tanti bacchettoni che pretendono di raccontarne le prerogative.

Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, lufranz ha scritto:

Sicuramente sono acchiappaclick anche i disclaimer che infestano Disney+. 

 

ti danno così fastidio i disclaimer su questioni relative a dei valori non più generalmente condivisi? come mai? 

soprattutto essendo prodotti rivolti ai bambini.

dumbo è degli anni '40, quando negli usa c'era la segregazione, spero che certi stereotipi razzisti dell'epoca siano superati per tutti.
il fatto che la disney metta una spiegazione del perché c'è del razzismo, senza tagliare il cartone o rimuoverlo, non mi pare una cosa grave ne censura.

io penso non sia male spiegare ai bambini che il razzismo sia una cosa sbagliata quando guardano delle cose concepite in epoche del genere.

comunque rimane il fatto che l'articolo che hai pubblicato è un esempio perfetto di acchiappa-click, come ho già ampiamente illustrato.

 

Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, nullo ha scritto:

anziani un cazzo

Io stavo per replicare con una colorita espressione toscana, ma va bene anche questa: breve, efficace  e circoncisa [*] 🤣

 

[*] cit. Nino Frassica.

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, nullo ha scritto:

Mah, avendo una nipote sui 20, mi girano per casa un mare di ragazzi che trovano qua ampio sfogo per spazi e altri agi.

ci divertiamo assieme e si parla di queste amenità come di altro.

 

immagino che spasso con te 😉

 
accetta il fatto di essere anziano dai... oppure non si può più dire neppure questo per colpa del politically correct?

Link to post
Share on other sites
Adesso, briandinazareth ha scritto:

come mai? 

Basta con 'sto giochetto di rovesciare la scacchiera. Te l'ho già spiegato un milione di volte: con me NON FUNZIONA.

 

Link to post
Share on other sites
Adesso, lufranz ha scritto:

Basta con 'sto giochetto di rovesciare la scacchiera. Te l'ho già spiegato un milione di volte: con me NON FUNZIONA.

 

che rovesciare? hai scritto criticando il disclaimer per dumbo, ti ho solo chiesto perché ti infastidisce o lo trovi sbagliato. 

non mi pare una domanda ne strana ne provocatoria.

Link to post
Share on other sites

@lufranz

vive battaglie immaginarie, contro nemici immaginari, vede epigoni di Goebbels dappertutto ed è convinto che i bambini comprendano il razzismo con due righe.

siamo a posto così..

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

io però non ho capito,

Non dubito che tu non capisca.

immagino che quei bambini vivano soli e gli strumenti che li possano salvare siano quelle due righe.

il sistema valoriale fondato dai nuovi pedagoghi (cretini) che tagliano, cuciono e riscrivono, e infine premettono due righe..

ma il vero problema è che si hanno le stesse pretese con gli adulti,

Link to post
Share on other sites
Adesso, nullo ha scritto:

Non dubito che tu non capisca.

immagino che quei bambini vivano soli e gli strumenti che li possano salvare siano quelle due righe.

il sistema valoriale fondato dai nuovi pedagoghi (cretini) che tagliano, cuciono e riscrivono, e infine premettono due righe.

 

stai evitando di rispondere, eppure la domanda è molto lineare, non ho chiesto se salva qualcuno ne elucubrazioni sul fatto che i nuovi pedagoghi siano cretini o no... 

la domanda è: pensi che sia sbagliato mettere un avviso sul fatto che in un cartone per bambini ci sia del razzismo perché concepito in un'altra epoca? 

Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

la domanda è: pensi che sia sbagliato mettere un avviso sul fatto che in un cartone per bambini ci sia del razzismo perché concepito in un'altra epoca? 

Non è che evado, è che ti rifiuti al solito di comprendere, il che è diverso.

ti ho scritto chiaramente che è cosa avvilente, non sbagliata, basata sul fatto che gente come te ritenga cretini genitori e famigliari tutti.... oltre naturalmente i bambini.

Link to post
Share on other sites
Adesso, nullo ha scritto:

Non è che evado, è che ti rifiuto al solito di comprendere, il che è diverso.

ti ho scritto chiaramente che è cosa avvilente, non sbagliata, basata sul fatto che gente come te, ritienga cretini genitori e famigliari tutti.... oltre naturalmente i bambini.

 

quindi non è sbagliata, ok, allora perché fare una polemica su questa cosa? 

un bambino che guarda dumbo, anche senza essere cretino, probabilmente certe cose proprio non le sa, così come molti genitori.

la maggior parte degli italiani, per esempio, neppure sa quando c'era la segregazione, in cosa consisteva esattamente e quando è finita.

se tu lo sai perché devi sentirti avvilito? il messaggio non è rivolto a te.

Link to post
Share on other sites

Il conformismo bacchettone attuale non è diverso da quello che negli anni 50 copriva le gambe dei tavolo per pudore. Cambia il testo ma la musica è la stessa. 

Link to post
Share on other sites

In USA il politically correct estremizzato fino alla stupidaggine si confonde spesso con il bigottismo di una buona fetta della società. 

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites

@extermination

e pensare che se tu (e magari pure i tuoi amici), da bambino, avessi avuto davanti un semplice warning sugli stereotipi, prima di vedere un cartone, ti saresti potuto salvare.

puoi rimediare vedendo la pubblicità dei biscotti, dove sono rappresentati diverse etnie che li possono mangiare assieme.

guai a te se invece vedi un film, magari storico, dove uno mangia e l’altro fa la fame, senza prima aver assistito ad un ampio dibattito sulla fame nel mondo.

al limite cerca almeno di guardare una pubblicità su un sito di incontri dove puoi vedere finalmente un bacio omosessuale, e avere finalmente coscienza di certi problemi.

con miei ragazzi ha funzionato, non c’erano i warning, ma io li scrivevo col pennarello sullo schermo.

Link to post
Share on other sites
6 ore fa, briandinazareth ha scritto:

non mi pare una domanda ne strana ne provocatoria.

'spetta che ora provo a spiegarti, anche se a volte sembra di stare a grattare un pilone di cemento col cucchiaino del gelato.

 

Il meccanismo che applichi è sempre il solito: se Tizio dice "così e cosà non mi sta bene" tu replichi, a seconda dei casi:

 

a) vorresti essere/avere "così e cosà" perchè è cosa buona e giusta, quindi in realtà il tuo "non mi sta bene" è solo il solito meccanismo della volpe e dell'uva (che poi... ma da quando le volpi mangiano uva ? io sapevo che entravano nei pollai a mangiarsi le galline, altro che uva...) 

b) sei/hai più o meno inconsciamente "così e cosà" ma in realtà vorresti non esserlo/averlo perchè sai che è cosa brutta.

 

La domanda che poni in questi casi è quindi tendenziosa, dovrebbe servire a far uscire allo scoperto le presunte vere intenzioni dell'interlocutore. Che poi si beccherà invariabilmente dell'omofobo, fascista, razzista, scambista (ferroviario), linotipista, pessimista, gatto nero... quel che capita.

 

Dove sta l'inghippo ? Essenzialmente in due punti:

1) decidi tu se "così e cosà" è buono o cattivo, e di conseguenza se si ricade nel caso a o b

2) non prendi in considerazione la terza opzione, ovvero che a Tizio "così e cosà" faccia veramente cag...

 

Io capisco che tu ci tenga a far sfoggio della laurea in psicologia presa coi punti della Coop (32768 punti + soli 16 euro di contributo), ma c'è un problema: l'ho presa anch'io, però coi punti dell'Esselunga. E siccome dalle mie parti i "freschi" dell'Esselunga sono di qualità migliore di quelli dell'Ipercoop, anche la laurea è più buona e posso permettermi di non perdere tempo a dar retta a 'ste bischerate 😁.

 

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, nullo ha scritto:

con miei ragazzi ha funzionato, non c’erano i warning, ma io li scrivevo col pennarello sullo schermo.

😂😂

Link to post
Share on other sites



  •  

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.