Jump to content

Parliamo di Martin Logan


Recommended Posts

Apro questo thread perché mi pare che non ci siano altre discussioni sull’argomento.

Vogliamo fare un bilancio su questi particolarissimi diffusori? Mi piacerebbe sentire i vostri pareri: quali di essi vi sono piaciuti di più, nel passato e nel presente?

Dite la vostra...

Link to post
Share on other sites

Quelle del passato, nonostante i pregi e i difetti sempre state al passo coi tempi e capaci di esprimersi al meglio  con amplificazione di qualità offerta nella loro epoca. Le nuove rivoluzionano il concetto di diffusore ostico e poco efficiente , migliorano le performance grazie all'evoluzione e al miglioramento ottenuto dalle nuove e attuali tecnologie raggiunte dal brand. Avute e ascoltate praticamente tutte, vecchie e nuove, oggi condivido felicemente i miei ascolti con una coppia di ESL9. Definisco questo diffusore l'ideale per ascoltare musica a ritmo continuo, mai stancanti, delicate , dettaglio e  precisione senza essere chirurgiche (come potrebbe definirsi un elettrostatico), ma anche vigorose e potenti se dai gas al volume .  

Link to post
Share on other sites

prediligo decisamente  quelle di una volta  

con una unica eccezione alla regola: le CLX  

anch'io penso di averle ascoltate tutte o quasi  

quelle che non comprerei mai sono le mezze (in altezza) logan attive 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Io ho una coppia di Martin Logan ascent prima serie, che dire... fantastiche, quando i pannelli saranno a fine vita farò di tutto per sostituirli, una volta che passi all'elettrostatico difficilmente torni indietro 

Link to post
Share on other sites

Avuto magneplanar 1.6 amplificate bene,poi passato a martin Logan con ascent non i,e ora Martin Logan montis.

Dalle ascent alle montis un gran salto,netto il cambio sopratutto nella gestione parte bassa e cella elettrostatica.

sentite le ultime e devo dire che sono ancora meglio,ma al prossimo giro.

Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Umby1 ha scritto:

netto il cambio sopratutto nella gestione parte bassa e cella elettrostatica.

sentite le ultime e devo dire che sono ancora meglio,ma al prossimo giro.

confermo. 

Link to post
Share on other sites

Vanno non bene, benissimo a basso volume. Molto omogenee su tutto lo spettro. Anche i modelli inferiori, della linea electromotion, hanno questa caratteristica. 

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

A parte la qualità del suono, i nuovi modelli sono di più difficile installazione in ambiente domestico in quando presentano una dimensione in profondità molto elevata.

Link to post
Share on other sites

Ho avuto le ML Aerius i, che ancora oggi, ogni tanto rimpiango. Il migliore diffusore, per rapporto qualità prezzo, che ho avuto, insieme alle attuali Harbeth SHL5P. 
Se non fosse per il costo degli attuali modelli e lo spazio che necessitano per esprimersi al meglio, un pensiero alle Martin Logan, oggi, lo rifarei.   😉

Link to post
Share on other sites

@jerry.gb dalla 11 in poi la parte cassa diventa un po’ più lunga.

quelle sotto sono meno profonde.

pero’ consiglio ,quelle con la parte bassa ( amplificata ) servocontrollata.

In più dalla 11 in poi c’è il sistema arc con microfono per regolare la parte bassa in ambiente.

Link to post
Share on other sites

@iBan69 non è che i vecchi modelli li regalavano, cmq trovo i prezzi allineati con la classe del diffusore e sia con i diffusori di pari classe. Tra l'altro non è da considerare il listino, come ormai prassi nota.

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, iBan69 ha scritto:

Ho avuto le ML Aerius i, che ancora oggi, ogni tanto rimpiango. Il migliore diffusore, per rapporto qualità prezzo, che ho avuto, insieme alle attuali Harbeth SHL5P. 

 

Avendo avuto negli anni 2000 +- le  Aerius i , SL 3, Ascent e Request II, a mio parere,  quelle dal miglior rapporto q/p erano le SL 3  in ambiente non  troppo piccolo. 

Link to post
Share on other sites

Da possessore delle CLSIIz e delle CLX ritengo le ML full range tra i diffusori più affascinanti in circolazione.

Fantastiche le CLX che restituiscono un suono di un equilibrio, immediatezza, trasparenza, tridimensionalità, correttezza timbrica praticamente senza pari. Restituiscono ogni minimo dettaglio con precisione assoluta. E anche la parte bassa dello spettro che nelle CLS IIZ un pò latitava nelle CLX è ben presente. Non temono nessun genere musicale. Non hanno pietà per le registrazioni mediocri. Diffusore definitivo.

Sia le CLS che le CLX hanno bisogno di grandi spazi, di tanta aria. Le mie CLS suonano in circa 90 mq, le CLX in circa 80mq. Per cui sicuramente non sono adatte a piccoli appartamenti. Ma se si ha spazio sono fantastiche. La loro efficienza non bassa gli permette di sonorizzare e riempire anche grandi spazi con grande disinvoltura.

Non mi hanno mai convinto molto le versioni mixed, dinamico-pannello. Le ho sempre considerate un compromesso al ribasso.

Link to post
Share on other sites

Un estratto dal manuale delle mie ESL9 Classic che illustra il posizionamento in ambiente. Come si vede in figura la distanza dal fondo e quella delle pareti laterali, sono assolutamente confrontabili con quelle consigliate per la maggior parte dei diffusori esistenti da pavimento. Si tenga conto che avvicinando oltremisura i diffusori alla parete di fondo, si otterrà una attenuazione delle basse frequenze.

Immagine 2021-05-06 144625.png

Link to post
Share on other sites

Con cosa le pilotate le ML? Io mi affido a una serie di finali tutti Krell, alterno KSA-100,KSA-100S, FPB 300CX per le CLS,2 x FPB 350MCX per le CLX , e come pre ARC REF3, CAT Ultimate.

Link to post
Share on other sites

@Elettro comunque un ingombro di 64 cm in profondità per le ESL 9 non è proprio poco: 59.8" x 10.4" x 25.4 " (152cm x 26.4cm x 64.6cm), ho dovuto rinunciare per questo, in passato ebbi le Aerius.

 

Link to post
Share on other sites

@jerry.gb La struttura  delle ESL9 è profondamente diversa dalle Aerius, di fatto non corrispondono nemmeno come categoria .

Le Aerius sono paragonabili alle attuali Electromotion ESL X (che suonano nettamente meglio ed hanno le stesse dimensioni cm più, cm meno).

Le ESL9 sono il corrispettivo delle vecchie Request rispetto alle quali sono più profonde a causa della cassa acustica internamente e opportunamente divisa, per ospitare 2 woofer da 8"

Anche le ESL X montano due woofer ma la cassa non è internamente divisa ed è più contenuta nelle dimensioni

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



  •  

  •  

  •  

  •  

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.