Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
Member_0044

AM Audio in generale ed A-20 Reference in particolare.

Messaggi raccomandati

Member_0044

Riuscite a dirmi due parole ? 

E' chiaramente un marchio molto discusso ed è estremamente difficile farsi un'idea dai giudizi in rete. Si legge tutto ed il contrario di tutto. L'unico punto fermo pare essere la grande capacita' dinamica ed il pilotaggio dei carichi meno lineari ed ostici. Audioreview ne ha piu' volte osannato i risultati, ma lo ha fatto praticamente in esclusiva... Certo bisognerebbe ascoltarli ma da queste parti neanche si conosce il marchio.

Insomma, volevo provare un finale Am Audio (l'A-20 Ref in particolare) con le MG12/qr (4ohm resistivi puri) e volevo sapere cosa aspettarmi...

Grazie a chi vorra' darmi due dritte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31canzoni

A me non piacciono per una lunga serie di ragioni, però a onor del vero tutto il male si può dire tranne che non abbiano capacità di pilotaggio.

 

Uno dei limiti grossi è che devi andare a casa del costruttore per ascoltarli a meno che non trovi un possessore vicino a te.

 

ciao, dispiace di non poterti aiutare di più.

 

silvano.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0044

Grazie Silvano, hai voglia di parlarmi della "lunga serie di ragioni" ? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nikcapp

Ciao, ho avuto il finale A-20 Ref. per un bel po di tempo, pilotato dal pre A-6 sempre AM Audio, poi dall'Audio Analogue Bellini Virtual Battery e poi da diversi pre a valvole.

E' costruito in maniera impeccabile, come tutti i finali AM Audio, una vera bellezza da guardare. Ha una capacità di pilotaggio notevole, credo riesca a far suonare anche le pietre.

Caratteristiche soniche, basso roccioso ma un po enfatizzato, medio alto attufato. Ho sentito suonare in maniera decisamente diversa e molto piu equilibrata il finale A-50 ref sempre AM Audio.

Nel mio setup l' A-20 ref è stato letteralmente stracciato come qualità audio da un vecchio VTL a valvole ST-80, con ovviamente un minor impatto in basso ma con una sonorità molto piu equilibrata. In pratica l'A-20 ref a confronto con il VTL sembrava letteralmente rotto.

Venduto facilmente, si trovano molti estimatori del marchio, sono passato su altri lidi e tutti funzionano moooolto meglio.

Adesso sto usando con successo un ADCOM GFA 555 prima serie che usato costa 1/3 dell' A-20 ref sempre usato ed è anni luce migliore.

Ripeto questa è solo la mia esperienza come vedi non ho espresso giudizi sul marchio ma su un prodotto, come ho detto per esempio l'A-50 ref mi è sembrato interessante.

 

Ciao Nicola.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31canzoni

 

Garfo, non ho fatto in tempo a leggerti che Nicola ha ben risposto anche per me, io avevo un Adcom GFA 545 e non posso che concordare: era anni luce migliore.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0044

Bene, grazie ad entrambi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
drunkdando

Ciao,

Io ho da poco acquistato (nuovo direttamente da Am Audio) un M-150H, che è andato a sostituire un Nakamichi PA7II. L'amplificatore è veramente ben fatto; qualità costruttiva e finitura non lasciano adito a critiche.

M-150H, controllato da un Lector ZOE, sta pilotando delle Chario Ursa Major. Io non sono un assolutista e raramente grido "al miracolo"; non lo farò neanche questa volta, mi limiterò a descriverti le mie impressioni.

Rispetto al PA7II la prima sensazione che ho avvertito è un pilotaggio della gamma bassa decisamente più controllato da parte dell'M-150H, questo significa ottima spinta e allo stesso tempo decisa "frenata" quando richiesto dal brano musicale. Il PA7II aveva la "coda" più lunga, come se ogni tanto gli "scappasse" il basso di mano, cosa che con le Ursa Major è decisamente sgradevole.

La gamma alta dell'M-150H è risultata più raffinata in confronto al PA7II il quale invece mi sembrava leggermente più ruvidino.

Gamma media trasparente e credibile, decisamente piacevole, nessun cenno di enfatizzazione.

Nello stesso sistema ho provato anche un ARC 100.2 e un D130. Per giocare ho provato anche ad usare la sezione finale di un vecchio SAE TWO A14. L' AM AUDIO è risultato sempre il più convincente.

Considera anche che stiamo parlando di un finale nuovo di pacca contro degli ampli di minimo 20 anni (non so quanto questo possa contare).

Sono soddisfatto???.......abbastanza, anche se sono sicuro che potrei ottenere di più. Rimane di capire però qual'è adesso l'anello "debole" della catena.

Mi sentirei tranquillamente di consigliare l'acquisto di un prodotto Am Audio; prezzo e qualità sono decisamente interessanti. Poi si sa, tutto dipende dalla catena in cui si va ad inserire l'apparecchio.

Si può trovare di meglio ????.........certo, chi cerca trova.

Saluti
Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fabio76

Salve io ho un impianto full Am Audio, ancora per poco perchè passo alle valvole, solo per cambiare.

Io credo che come rapporto qualità prezzo siano IMBATTIBILI, spesso anche oltre!

Sono costruiti come carri armati, e spesso gli altri costruttori se la sognano una costruzione del genere!

Poi è sempre una questione di gusti, c'è a chi piace e c'è a chi non piace, come tutto del resto.

Secondo me puoi andare a colpo sicuro, se non ti dovesse piacere lo vendi molto in fretta!Al contrario di quanto dicono gli altri, io è molto che compro prodotti Am Audio e li ho sempre venduti nel giro di poco tempo!

Fabio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
raeldiy

Perdona fabio76, come mai li compri e li vendi così spesso?..

 

Che possiedi ora? e che diffusori ci piloti?

Thanks

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0044

Continuo a non capire come mai questo marchio polarizzi il consenso in questo modo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fabio76

Beh all'inizio di questa passione, ovviamente comprai un pre usato,poi mi piaceva come suonava e ho comprato un finale usato, poi contento dell'accopiata decisi di prendere un,altra accopiata più recente fino ad ora che ho:

Pre A-5 Reference, Finale A-50 Reference S2, lettore Denon 3930 modificato Am Audio e diffusori Am Audio R-4 Reference, e ti posso garantire che il tutto a mio parere suona molto bene, e a parità di prezzo può essere confrontato con i marchi più blasonati, e sono sicuro che in molti perderebbero la "battaglia"

Fabio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31canzoni
Continuo a non capire come mai questo marchio polarizzi il consenso in questo modo. 
Mi chiederei anche perchè altrettanto nettamente polarizzi il dissenso e come mai nessun grossista, distributore, negozio lo commercializzi e come mai sia pervicacemente ignorato dalla stampa specializzata di settore a livello mondiale...a parte una dico 1 rivista di numero.

Eppure altri marchi italiani di elettroniche che certo non sono dei giganti industriali come AA, Pathos, Unison, Audia Flight, Golden Note, VYGER e pure altri che ora non mi vengono in mente sono conosciuti e recensiti e distribuiti un po' in tutto il mondo, li si possono trovare sulle riviste inglesi, americane etc e nei loro negozi..AM Audio no, non si trova da nessuna parte tranne che a casa del costruttore. E' una scelta commerciale anche questa, certo che quando lo si rivende o lo si rivende ad un altro adepto o niente, se i fedeli sono in num sufficiente, non ci sono problemi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
drunkdando

Mi chiederei anche perchè altrettanto nettamente polarizzi il dissenso e come mai nessun grossista, distributore, negozio lo commercializzi.......

Perchè la scelta commerciale di am audio è di vendere solo direttamente, ecco il motivo. Che poi sia giusto o no questo se ne può discutere

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31canzoni

Non discuto le scelte commerciali, ognugno fa un po come gli pare, ma però ecco, come consumatore non trovo corretto di non poter confrontare in un negozio hi fi e questo marchio e quello, magari solo per farsi un'idea; la varietà ed il confronto diretto rendono più liberi e più consapevoli.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
drunkdando
Non discuto le scelte commerciali, ognugno fa un po come gli pare, ma però ecco, come consumatore non trovo corretto di non poter confrontare in un negozio hi fi e questo marchio e quello, magari solo per farsi un'idea; la varietà ed il confronto diretto rendono più liberi e più consapevoli.

Su questo mi trovi decisamente d'accordo. Anch'io preferirei una situazione che mi permette di fare confronti diretti con diversi apparecchi usando la stessa catena. Sarebbe la condizione ottimale per operare le scelte migliori.

E' anche vero che spesso dai vari negozianti (sopratutto oggigiorno) non si trovano poi cosi tanti apparecchi da confrontare, o almeno non quegli che vorresti provare. Inoltre anche il fattore prezzo; la vendita diretta permette di contenere i prezzi in maniera decisamente interessante.

Attenzione.....non voglio difendere le scelte commerciali di Am Audio, sto solo facendo delle considerazioni arrivando alla conclusione che tale scelta commerciale ha dei pro e dei contro; sarà l'utente finale a valutare se tale condizione si adatta alle proprie esigenze.

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31canzoni
Non discuto le scelte commerciali, ognugno fa un po come gli pare, ma però ecco, come consumatore non trovo corretto di non poter confrontare in un negozio hi fi e questo marchio e quello, magari solo per farsi un'idea; la varietà ed il confronto diretto rendono più liberi e più consapevoli.

Su questo mi trovi decisamente d'accordo. Anch'io preferirei una situazione che mi permette di fare confronti diretti con diversi apparecchi usando la stessa catena. Sarebbe la condizione ottimale per operare le scelte migliori.

E' anche vero che spesso dai vari negozianti (sopratutto oggigiorno) non si trovano poi cosi tanti apparecchi da confrontare, o almeno non quegli che vorresti provare. Inoltre anche il fattore prezzo; la vendita diretta permette di contenere i prezzi in maniera decisamente interessante.

Attenzione.....non voglio difendere le scelte commerciali di Am Audio, sto solo facendo delle considerazioni arrivando alla conclusione che tale scelta commerciale ha dei pro e dei contro; sarà l'utente finale a valutare se tale condizione si adatta alle proprie esigenze.

Alessandro
Un impianto preparato con intelligenza, probabilmente non suona mai male, anzi, ma però se non puoi fare il confronto diretto ed il confronto lo fai solo a memoria, corri il richio di tornartene a casa con il tuo ampli bello infiochettato senza averlo scelto in piena consapevolezza.

 

Sarebbe interessante che VHF organizzasse una batteria d'ascolto anche con marchi che non sono reperibili nei negozi, magari ne sapremmo di più e da una fonte autorevole e non dai fan del marchio x o del tal'altro y.

 

ciao, silvano.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo
 
Un impianto preparato con intelligenza, probabilmente non suona mai male, anzi, ma però se non puoi fare il confronto diretto ed il confronto lo fai solo a memoria, corri il richio di tornartene a casa con il tuo ampli bello infiochettato senza averlo scelto in piena consapevolezza.

 

Sarebbe interessante che VHF organizzasse una batteria d'ascolto anche con marchi che non sono reperibili nei negozi, magari ne sapremmo di più e da una fonte autorevole e non dai fan del marchio x o del tal'altro y.

 

ciao, silvano.

 

anche se io personalmente non condivido come utente, la scelta commerciale di am audio, trovo al tempo stesso legittimo che un produttore scelga il canale distributivo che ritiene complessivamente più idoneo alle sue esigenze. Per me è scomodo andare a sentire un prodotto da ama audio, primo perchè sono di roma, e in seconda battuta perché psicologicamente non è carino andare da un produttore e dopo una prova dirgli  per esempio che la sua creatura va peggio del prodotto che ti sei portato appresso, io almeno avrei delle remore a farlo. Ogni volta che ho comprato un prodotto nuovo ho fatto numerosi ascolti in tempi diversi, portandomi appresso del sw rappresentativo delle mie abitudini di ascolto e cambiando anche la catena in cui il componente era inserito. E anche nell'usato ho sempre cercato di ascoltare a lungo e in contesti differenti prima di decidere.

Quanto a far fare delle prove a confronto a vhf, personalmente (parere mio e non della rivista) la vedi dura, non è detto che i produttori siano disponibili a prestare il materiale, poi una prova a confronto mica è facile, io posso dire che l'ampli a va meglio dell'ampli b con il diffusore x, ma magari con il diffusore y è vero il contrario. Le prove per decidere cosa acquistare a mio parere le deve necessariamente fare l'utente,  se a me am audio (o qualsiasi altro marchio) piace o non piace, non sarà certo quello che leggo su una rivista a farmi cambiare idea. E se non ho mai ascoltato am audio, non posso rifarmi al parere della rivista per credere di sapere come am audio suona.

Di am audio ne ho ascoltati diversi in case di amici dove potevo smanettare liberamente,  una catena con i reference (pre + 2 finali mono + pre fono), almeno altri finali diversi, un integrato di piccola, un diffusore da pavimenti, troppo pooc per un giudizio apodittico e definitivo sugli am audio.

enrico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam

Ho avuto per diversi mesi gli A80 ref , prestati da un caro amico che in quel periodo stava traslocando ...

Ebbene , se io stessi alla ricerca di amplificazione a stato solido , li prenderei seriamente in considerazione , tanto più che in quel periodo a casa ho avuto modo di confrontarli con un krell fpb200 e dei manley 100/250 a pilotare delle Proac D38 .
Ho trovato interessante , oltre alle qualità audio pure , la possibilità di commutare la classe A con quella A/B , anche se fatti i primi confronti , ho preferito senza guardarmi più indietro , questa seconda possibilità grazie ad un suono meno vellutato e più dinamico .
Ho avuto ed ascoltato con cura altri componenti Amaudio e senza dubbio i finali sono gli apparecchi più riusciti del marchio .

Francesco
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bbluesky

dalla mia piccola esperienza,posso dirti che da ex possessore del finale A.50 reference  primissima serie 

(insieme alle maggie 1.6) ,spinta e dinamica da vendere,medio alto abbastanza trasparente e zero fatica d'ascolto,il tutto abbinato rigorosamente con pre a valvole,rapporto Q/P è stato il set up che mi ha dato più soddisfazioni in assoluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
miro

Apparecchi costruiti in modo eccellente, capacità di pilotaggio altissimo, bella timbrica neutra e trasparente, ottimo dettaglio e veramente fatica di ascolto zero. Ho posseduto 1 integrato, 4 (o 5) finali e 4 pre di classe media di questo costruttore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
miro

E poi secondo me la scelta commerciale di distribuire in proprio i suoi prodotti ha un lato positivo che è quella del prezzo "dal produttore al consumatore".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0044

Le misure parlano abbastanza chiaro del resto. Certo non sono tutto, ma sono assolutamente significative di un prodotto coi contro ca@@i. Diciamo che se la rivendibilita' è scontata, potrei anche imbarcarmi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
drunkdando
Le misure parlano abbastanza chiaro del resto. Certo non sono tutto, ma sono assolutamente significative di un prodotto coi contro ca@@i. Diciamo che se la rivendibilita' è scontata, potrei anche imbarcarmi...
Beh, se ti accingi ad acquistare un usato non avrei dubbi sulla rivendibilità con poca perdita. In caso di nuovo il discorso e ben diverso, ma questo vale per qualsiasi marchio.......scusate l'ovvietà !!!

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GABTA
Non discuto le scelte commerciali, ognugno fa un po come gli pare, ma però ecco, come consumatore non trovo corretto di non poter confrontare in un negozio hi fi e questo marchio e quello, magari solo per farsi un'idea; la varietà ed il confronto diretto rendono più liberi e più consapevoli.

Credo che tale scelta commerciale permetta di risparmiare un 30% (o oltre) sul costo del prodotto, che non segue la filiera di intermediari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0044

Capisco meno la scelta di dare (di fatto) l'esculsiva ad AR delle recensioni dei suoi prodotti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
drunkdando
Capisco meno la scelta di dare (di fatto) l'esculsiva ad AR delle recensioni dei suoi prodotti.
Quando andai da Am Audio per l'acquisto del mio finale, Conti mi disse che faceva prove su AR perché la considerava la più autorevole e l'unica dotata di un adeguato laboratorio misure.

Sicuramente dietro c'è anche un accordo di tipo commerciale, niente di strano in questo. E' ovvio quindi che AR non può essere considerata totalmente "libera" nel recensire apparecchi di questo marchio. Non lo è neanche però quando si tratta di recensire prodotti distribuiti da MPI, Audiogamma.......ecc. Ma di questo se ne è già parlato alla nausea.

Concordo comunque con te che "delocalizzare" le recensioni avrebbe fomentato minori dubbi sulla veridicità delle stesse.......(che poi non è detto).

Alessandro  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
roberto 70

ho provato solo 2 finali m150 reference ,e  t130 , entrambi oltre ad essere equilibrati e suonare molto bene,rimanevano corretti pure alzando il volume a livelli molto alti, (cosa non comune per molti finali) ci puoi pilotare pure delle klipsh rf senza che strillino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
prawax

... Omissis ...

... come mai sia pervicacemente ignorato dalla stampa specializzata di settore a livello mondiale...a parte una dico 1 rivista di numero ... Omissis ...

 


 

Ciao,

 

c'è da dire che sul più importante e famoso blog hi-fi al Mondo (Wizard High-End Audio Blog) i prodotti AM Audio sono postati una settimana si e una no (basta fare una ricerca sul Wizard di AM e appaiono un sacco di post):

 

http://cybwiz.blogspot.it/2013/03/am-audio-b-80-reference-s4-mono.html?m=0

 

Buona serata,

 

Piermauro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giastel16
Credo che tale scelta commerciale permetta di risparmiare un 30% (o oltre) sul costo del prodotto, che non segue la filiera di intermediari.


io sarei più per il 40% (abbondante anche..!!)

Naturalmente mi riferisco al prezzo d'acquisto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
31canzoni
... Omissis ...... come mai sia pervicacemente ignorato dalla stampa specializzata di settore a livello mondiale...a parte una dico 1 rivista di numero ... Omissis ...

Ciao,c'è da dire che sul più importante e famoso blog hi-fi al Mondo (Wizard High-End Audio Blog) i prodotti AM Audio sono postati una settimana si e una no (basta fare una ricerca sul Wizard di AM e appaiono un sacco di post):http://cybwiz.blogspot.it/2013/03/am-audio-b-80-reference-s4-mono.html?m=0Buona serata,PiermauroCiao Piermauro, grazie della segnalazione, ora so che oltre ad AR qualcun altro li pubblica.

Però a parte delle gran belle foto e la trad. in uk delle schede dal sito AM Audio e la frase finale sempre uguale "Because of direct sales from the factory and other factors, expect to pay almost four times the price from other manufacturers products with the same performance" non ci mette molto di suo.

ciao, silvano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.330
    Discussioni Totali
    5.858.168
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×