Jump to content
Melius Club

redfox

Platinum SHM-CD: il digitale per la grande musica. Ascolti e recensioni (prima parte)

Recommended Posts

redfox
In questo thread si discute di Platinum SHM-CD, sia dal punto di vista artistico che da quello audiofilo.

Riporto ciò che ho scritto in risposta al thread "perché il CD è superiore al SACD". Sperando di inziare una discussione interessante.
Da tempo, volevo parlare di una cosa... ma mi sono trattenuto perché so già che l'argomento che vorrei introdurre sarebbe vittima dei soliti pregiudizi... io ci provo... anche perché sull'argomento ho fatto delle lunghe ed attente verifiche sul campo. Se trovo terreno fertile aprirò in thread apposito... in caso contrario eviterò... Allora... nel mese di settembre 2013 è apparsa sul mercato (per ora solo giapponese) una nuova tipologia di prodotto:

PLATINUM SHM CD (16/44)

Ecco, direte voi...la SOLITA BUFALA per vendere le stesse cose in 1000 formati diversi e inutili.
Sulle prime ho pensato la stessa cosa, avendo anche avuto esperienze con gli SHM e qualche Blue Spec.. che, tutto sommato... poco o nulla aggiungono alle edizioni normali (a parità di mastering).
Bene, questa volta è diverso...ma TANTO TANTO DIVERSO: ma andiamo con ordine.
Prima di parlare della nuova tecnologia (il discorso è abbastanza lungo) parliamo del contenuto: la Universal Japan sta mettendo a disposizione dei CD 16/44 (lo dico subito: sia in edizione shm platinum, sia in edizione shm normale) sui quali viene riportato un FLAT MASTER da nastri sorgente DI PRIMA GENERAZIONE. Cosa significa? Significa che viene utilizzato un UNMASTERED master, cioè quello che proviene direttamente dal missaggio originale senza operazioni di mastering (eq...ecc ecc).
Come esempio vi rimando alla descrizione di uno di questi cd: http://www.cdjapan.co.jp/detailview.html?KEY=UICY-40004
Ancora Layla direte voi... noooo basta.....!! EPPURE EPPURE l'acquisto di questo prodotto ma ha aperto UN MONDO. Sarò sintetico:
1° il suono che esce da questo CD non ha nulla a che vedere con tutto quello che esisteva prima: cd normale, mobile fidelity, scad, shm sacd, deluxe edition ecc ecc;
2° La dinamica è tale (DR15) da far impallidire qualsiasi versione in vinile
3° il suono non ha alcunché di... digitale;
4° il dettaglio e l'equilibrio timbrico è tale da far impallidire anche le corrispondenti versioni HIREZ (tra cui appunto i vari sacd e anche hdtracks)
Mi fermo un attimo.

Il catalogo è abbastanza ampio (forse una quarantina di titoli) io ne ho acquistati per ora una decina... con risultati sempre sorprendenti. Anche l'omonimo dei Dire Straits esibisce una dinamica ed un equilibrio timbrico tale da renderlo un'esperienza d'ascolto straordinaria. Quello che esce da Six Blade Knife ha dell'incredibile...se solo si pensa che stiamo ascoltando un CD. Il Master di origine? Eccolo:
HR cutting from the DSD master which was newly flat transferred from UK original analogue master tapes in 2013.
HR cutting...appunto. Dovremmo parlarne. Il processo è il seguente.
Trasferimento del master originale in DSD, manteniemento della risoluzione (24/178) fino al processo di cutting del cd.
Se aprirò un thread apposito ne parleremo in maniera approfondita.

Perché PLATINUM?
Noi siamo soliti pensare a due materiali riflettenti: l'alluminio e l'oro (es mobile fidelity, audio fidelity ed altri.
In giappone è stato messo a punto un materiale riflettente 100% platino e, sullo strato superiore, una copertura "Turquoise Blue". Il platino ha la caratteristica di avere un coefficiente di riflettività molto più basso degli altri materiali ma, anche per questo, "abbaglia" in modo minore il sistema di lettura, il che si traduce in una lettura più a fuoco ed accurata. Per tale motivi vecchi CD players (per esempio quelli che non leggono i CD-R) possono avere dei problemi nel leggere questi nuovi platinum. Cmq i miei lettori di casa, tra cui un Naim cd5X...leggono senza alcun problema.
Prima di chiudere, in attesa di ulteriori sviluppi della discussione, segnalo che esiste anche una corrispondente versione SHM normale. Stesso master, medesimo HR cutting ma materiale riflettente alluminio. es:

C'è una differenza?
C'è! lo dico sin d'ora, anche se non immensa. A titolo di prova ho acquistato 5 platinum e 5 corrispondenti non platinum....per avere un quadro completo.
Entrambe le versioni stracciano letteralmente tutto quello che è stato fatto prima (per esempio Sticky Finger ha dell'incredibile), ma la versione platinum ha uno stage maggiore, maggior aria e dettaglio.
La cosa che colpisce immediatamente, con questi cd, è il livello di incisione.( ed è ovvio, con un DR15)  Ero abituato ad ascoltare ad ore nove....ed era già un livello educato di ascolto. Appena messo nel lettore Layla....ho dovuto arrivare ad ore 11 per un livello normale......poi alzando.....inizia un emozione che avevo dimenticato sin dai tempi del vinile, anche se qui la dinamica è tutta un'altra cosa....
I prodotti Platinum si presentano così: http://www.imagebam.com/image/be4ed0294551711

Ecco la lista dei Platinum usciti fin'ora

1. At Fillmore East - THE ALLMAN BROTHERS (25 Sep 2013, 2013 remaster from US tapes)
2. Asia - ASIA (30 Oct 2013)
3. Blind Faith - BLIND FAITH (30 Oct 2013)
4. Singles 1969-1973 - THE CARPENTERS (due 26 Mar 2014)
5. A Love Supreme - JOHN COLTRANE (27 Nov 2013)
6. Ballads - JOHN COLTRANE (27 Nov 2013)
7. Disraeli Gears - CREAM (1 disc, Mono & Stereo Mixes + 6 Bonus, 27 Nov 2013)
8. Fresh Cream - CREAM (2 disc set, Mono & Stereo mixes + 12 bonus, 18 Dec 2013)
9. Wheels Of Fire - CREAM (2 disc set + 4 bonus tracks, 18 Dec 2013)
10. Relaxin' With The Miles Davis Quintet - MILES DAVIS (30 Oct 2013)
11. Layla... - DEREK & THE DOMINOES (25 Sep 2013, 2013 remaster from US tapes)
12. Dire Straits - DIRE STRAITS (24 Sep 2013)
13. Love Over Gold - DIRE STRAITS (27 Nov 2013)
14. Waltz For Debby - BILL EVANS (30 Oct 2013)
15. Ella and Louis - ELLA FITZGERALD and LOUIS ARMSTRONG (27 Nov 2013)
16. What's Going On - MARVIN GAYE (25 Sep 2013 plus 6 bonus tracks)
17. Goodbye Yellow Brick Road - ELTON JOHN (2 disc set, 27 Nov 2013)
18. The Look Of Love - DIANA KRALL (27 Nov 2013)
19. Carmen Fantasie - ANNE-SOPHIE MUTTER (27 Nov 2013)
20. Tubular Bells - MIKE OLDFIELD (Plus 2 Bonus Tracks, 30 Oct 2013)
21. Meets The Rhythm Section - ART PEPPER (30 Oct 2013)
22. We Get Requests - OSCAR PETERSON (27 Nov 2013)
23. Regatta De Blanc - THE POLICE (27 Nov 2013)
24. Synchronicity - THE POLICE (18 Dec 2013 with "Murder By Numbers" bonus track)
25. Queen 2 - QUEEN (18 Dec 2013)
26. A Night At The Opera - QUEEN (25 Sep 2013)
27. News Of The World - QUEEN (30 Oct 2013)
28. Difficult To Care - RAINBOW (18 Dec 2013)
29. Saxophone Colossus - SONNY ROLLINS (30 Oct 2013)
30. Sticky Fingers - THE ROLLING STONES (30 Oct 2013)
31. Exile On Main St. - THE ROLLING STONES (25 Sep 2013, 2LP set on 1CD)
32. Goat's Head Soup - THE ROLLING STONES (27 Nov 2013)
33. It's Only Rock `n' Roll - THE ROLLING STONES (18 Dec 2013)
34. Black And Blue - THE ROLLING STONES (27 Nov 2013)
35. Love You Live - THE ROLLING STONES (2 disc set, 18 Dec 2013)
36. Some Girls - THE ROLLING STONES (30 Oct 2013)
37. Tattoo You - THE ROLLING STONES (25 Sep 2013)
38. Never Mind The Bollocks... - SEX PISTOLS (12-track version, 2013 remaster, 27 Nov 2013)
39. The Great Rock `n' Roll Swindle - SEX PISTOLS (18 Dec 2013)
40. Aja - STEELY DAN (25 Sep 2013)
41. Gaucho - STEELY DAN (30 Oct 2013)
42. Every Picture Tells A Story - ROD STEWART (27 Nov 2013)
43. Breakfast In America - SUPERTRAMP (27 Nov 2013)
44. The Original Soundtrack - 10cc (Plus 4 Bonus Tracks, 30 Oct 2013)
45. Who's Next - THE WHO (25 Sep 2013 - no bonus tracks - 2010 remaster)
46. Quadrophenia - THE WHO (2 disc set, 18 Dec 2013)
47. Argus - WISHBONE ASH (Plus 4 Bonus Tracks, 30 Oct 2013)
48. Talking Book - STEVIE WONDER (25 Sep 2013)
49. Innervisions - STEVIE WONDER (30 Oct 2013)
50. Fulfillingness First Finale - STEVIE WONDER (27 Nov 2013)
51. Songs In The Key Of Life - STEVIE WONDER (2 disc set, 18 Dec 2013)

Share this post


Link to post
Share on other sites
carlottina

a parte le differenze tra i supporti, dubito possano utilizzare i master originali...

40 titoli non mi sembra un ampio catalogo...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esprit

Guarda mi sembra di aver letto che qualche SACD in Giappone dove continuano a realizzarli "sarebbe" ottenuto dal *vinile* ed ho detto tutto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Esprit

Inoltre: il "master" è quello che il tecnico, l'artista, il produttore volevano ottenere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
redfox

Non so se è permesso postare link ad altri forum.... Comunque. Qui il discorso è diverso....e lasciate stare il discorso "ottenuto dal vinile"!...non è il caso di questi dischi.........io li sto acquistando e la sorpresa è notevolissima......

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian
Inoltre: il "master" è quello che il tecnico, l'artista, il produttore volevano ottenere.
Ed infatti è proprio quello che viene usato. Si parla appunto di "unmasterd" master. Vale a dire il prodotto iniziale.....

Ciao, almeno un link dove  vedere l 'elenco dei titoli disponibili, a proposito , costo indicativo ??? Si comprano solo in Giappone??  grazie ,

saluti  ,Dario

Share this post


Link to post
Share on other sites
redfox

Se guardi nel mio post ci sono dei link

Share this post


Link to post
Share on other sites
meridian

Ciao , si ho trovato l ' elenco , ma sono sempre gli stessi titoli già rivisitati enne volte . . .

 

si possono prendere solo da cd Japan o tu li hai ordinati su siti europei ?? grazie

 

saluti , Dario

Share this post


Link to post
Share on other sites
maverick

Mi pare che anche amazon ne metta a disposizione parecchi, e il catalogo, se non erro, è parecchio nutrito, soprattutto nella musica leggera.

Nella classica una ventina di titoli.
Confesso che uno o due, per provare quasi quasi me li accaparrerei, ma i costi sono ad oggi esorbitanti ( dai 36 agli 80 euro /cd !!!!), tale che magari solo per la 4^ di Brahms con Kleiber (gratificata da una brutta registrazione nella versione cd, .... chissà se sono riusciti a sistemarla ...) per me ne varrebbe la pena.
Onestamente ad un prezzo 8-10 volte superiore a quanto proposto per il medesimo cd "classico", credo nessuna persona di buonsenso, o che non abbia il portafoglio gonfio come una fisarmonica, ne farà incetta.
Attendiamo ......

p.s.  Trovata la 4^ ....... 40 euro ..... mmhhhhh   :-(  10 volte il prezzo del cd originale....... NO, mi dispiace 

Share this post


Link to post
Share on other sites
redfox

No...mediamente siamo intorno ai 25 euro. Lasciate stare amazon...per l'Import giapponese non é concorrenziale. Alla fine costano come un Audio Fidelity o un Mobile Fidelity. Cmq io non ho mai capito una cosa in questo forum. Si parla di apparecchi hi end e cavi da n zeri.....poi alla fine magari per ascoltare dischi tipo un cofanetto 100 cd a 20 euro....o ristampe da 5 euro...La virtù sta nel mezzo....Uno novitá discografica nostrana costa piú di 20 euro.....25/30 per dischi curatissimi nel suono e nella predentazione non dovrebbe scandalizzare.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax

SHM 

"The high quality SHM-CD (Super High Material CD) format features enhanced audio quality through the use of a special polycarbonate plastic. Using a process developed by JVC and Universal Music Japan discovered through the joint companies' research into LCD display manufacturing, SHM-CDs feature improved transparency on the data side of the disc, allowing for more accurate reading of CD data by the CD player laser head. SHM-CD format CDs are fully compatible with standard CD players. Experience the high-fidelity audio quality of the SHM-CD format ."

non risulta ci siano particolari attenzioni ai master,  si tratta invece di materiale più trasparente (policarbonato) e stando a quanto affermano (JVC) ciò favorirebbe una migliore lettura... (mah!)

Share this post


Link to post
Share on other sites
redfox

Nooooo.....questi sono i normali shm....guarda bene il link che ho postato all'inizio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
goodmax

io parlavo degli shm semplici, quelli platinum hanno il platino al posto dell'alluminio, per una migliore riflessione (così dicono) ed aggiungono il passaggio dsd...  (che sinceramente non so a cosa serva se poi sviluppano un cd)

mi sembra una nuova trovata commerciale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
carlottina
magari solo per la 4^ di Brahms con Kleiber (gratificata da una brutta registrazione nella versione cd, .... chissà se sono riusciti a sistemarla ...)

ecco, secondo voi, è possibile che abbiano avuto in mano il master originale di questa?...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
maverick
magari solo per la 4^ di Brahms con Kleiber (gratificata da una brutta registrazione nella versione cd, .... chissà se sono riusciti a sistemarla ...)

ecco, secondo voi, è possibile che abbiano avuto in mano il master originale di questa?...

Bella domanda , a cui anch'io sarei felice se qualcuno potesse dare una risposta.
Io penso di no, .... ma non ho alcuna prova

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauriziox60

Comprarne uno e provare se la loro bontà è vera è troppo?

Personalmente li compro non appena escono e il prezzo si aggira, come già è stato detto, sui 20 - 25 € comprese ss. E suonano davvero bene.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
mauriziox60

E aggiungo: fa riflettere il fatto che un forumer debba pensarci su se postare sue riflessioni su questo forum. Pare quasi di vederlo sull'orlo della vasca piena di squali a ragionare se buttarsi o meno...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
carlottina

Comprarne uno e provare se la loro bontà è vera è troppo?

Personalmente li compro non appena escono e il prezzo si aggira, come già è stato detto, sui 20 - 25 € comprese ss. E suonano davvero bene.

 

in Giappone inventano una nuova sigla l'anno...

Share this post


Link to post
Share on other sites
carlottina

E aggiungo: fa riflettere il fatto che un forumer debba pensarci su se postare sue riflessioni su questo forum. Pare quasi di vederlo sull'orlo della vasca piena di squali a ragionare se buttarsi o meno...

 


non ne vedo il motivo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
scroodge

Paltinum shm CD: BULLSHIT

Share this post


Link to post
Share on other sites
GianGastone

E aggiungo: fa riflettere il fatto che un forumer debba pensarci su se postare sue riflessioni su questo forum. Pare quasi di vederlo sull'orlo della vasca piena di squali a ragionare se buttarsi o meno...

 

Vero, se esci dalle cose note o critichi le stesse il rischio di essere scorticati e' presente, dagli utenti intendo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nautilus65

allora, non capisco dove si possono acquistare, posso avere il link diretto? devo registrarmi? esiste M. Davis : kind of blue???

Share this post


Link to post
Share on other sites
carlottina
allora, non capisco dove si possono acquistare, posso avere il link diretto? devo registrarmi? esiste M. Davis : kind of blue???


www.cdjapan.co.jp‎ sicuramente li trovi anche su Ebay, i venditori giapponesi sono affidabilissimi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox
Paltinum shm CD: BULLSHIT

 

Sapete perché quoto scroodge ? Perché se prendete uno di questi Shm-cd e lo masterizzate, la copia suona come l'originale! Ergo, é il remastering che fa la differenza, non il materiale con cui é fatto il disco. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marco
Riporto ciò che ho scritto in risposta al thread "perchè il cd è superiore al sacd". Sperando di inziare una discussione interessante.

Da tempo,  volevo parlare di una cosa.....ma mi sono trattenuto perchè so già che l'argomento che vorrei introdurre sarebbe vittima dei soliti pregiudizi....io ci provo...anche perchè sull'argomento ho fatto delle lunghe ed attente verifiche sul campo. Se trovo terreno fertile aprirò in thread apposito....in caso contrario eviterò....
Allora....nel mese di settembre 2013 è apparsa sul mercato (per ora solo giapponese) una nuova tipologia di prodotto:

PLATINUM SHM CD (16/44)

Ecco, direte voi...la SOLITA BUFALA per vendere le stesse cose in 1000 formati diversi e inutili.
Sulle prime ho pensato la stessa cosa, avendo anche avuto esperienze con gli SHM e qualche Blue Spec...che , tutto sommato...poco o nulla aggiungono alle edizioni normali (a partità di mastering).
Bene, questa volta è diverso...ma TANTO TANTO DIVERSO:
Ma andiamo con ordine.
Prima di parlare della nuova tecnologia (il discorso è abbastanza lungo) parliamo del contenuto:
La universal Japan sta mettendo a disposizione dei CD 16/44 (lo dico subito: sia in edizione shm platinum, sia in edizione shm normale) sui quali viene riportato un FLAT MASTER da nastri sorgente DI PRIMA GENERAZIONE. Cosa significa? Significa che viene utilizzato un UNMASTERED master, cioè quello che proviene direttamente dal missaggio originale senza operazioni di mastering (eq...ecc ecc).
Come esempio vi rimando alla descrizione di uno di questi cd:
Ancora Layla direte voi...noooo basta.....!! EPPURE EPPURE l'acquisto di questo prodotto ma ha aperto UN MONDO. Sarò sintetico:
1° il suono che esce da questo CD non ha nulla a che vedere con tutto quello che esisteva prima: cd normale, mobile fidelity, scad, shm sacd, deluxe edition ecc ecc;
2° La dinamica è tale (DR15) da far impallidire qualsiasi versione in vinile
3° il suono non ha alcunchè di....digitale;
4° il dettaglio e l'equilibrio timbrico è tale da far impallidire anche le corrispondenti versioni HIREZ (tra cui appunto i vari sacd e anche hdtracks)
Mi fermo un attimo.
Il catalogo è abbastanza ampio (forse una quarantina di titoli) io ne ho acquistati per ora una decina.....con risultati sempre sorprendenti. Anche l'omonimo dei Dire Straits esibisce una dinamica ed un equilibrio timbrico tale da renderlo un'esperienza d'ascolto straordinaria. Quello che esce da Six Blade Knife ha dell'incredibile...se solo si pensa che stiamo ascoltando un CD. Il Master di origine? Eccolo:

HR cutting from the DSD master which was newly flat transferred from UK original analogue master tapes in 2013.

HR cutting...appunto. Dovremmo parlarne. Il processo è il seguente.
Trasferimento del master originale in DSD, manteniemento della risoluzione (24/178) fino al processo di cutting del cd.
Se aprirò un thread apposito ne parleremo in maniera approfondita.
Ma perchè PLATINUM?
Noi siamo soliti pensare a due materiali riflettenti: l'alluminio e l'oro (es mobile fidelity, audio fidelity ed altri.
In giappone è stato messo a punto un materiale riflettente 100% platino e, sullo strato superiore, una copertura "Turquoise Blue". Il platino ha la caratteristica di avere un coefficiente di riflettività molto più basso degli altri materiali ma, anche per questo, "abbaglia" in modo minore il sistema di lettura, il che si traduce in una lettura più a fuoco ed accurata. Per tale motivi vecchi CD players (per esempio quelli che non leggono i CD-R) possono avere dei problemi nel leggere questi nuovi platinum. Cmq i miei lettori di casa, tra cui un Naim cd5X...leggono senza alcun problema.
Prima di chiudere, in attesa di ulteriori sviluppi della discussione, segnalo che esiste anche una corrispondente versione SHM normale. Stesso master, medesimo HR cutting ma materiale riflettente alluminio. es:

C'è una differenza?
C'è! lo dico sin d'ora, anche se non immensa. A titolo di prova ho acquistato 5 platinum e 5 corrispondenti non platinum....per avere un quadro completo.
Entrambe le versioni stracciano letteralmente tutto quello che è stato fatto prima (per esempio Sticky Finger ha dell'incredibile), ma la versione platinum ha uno stage maggiore, maggior aria e dettaglio.
La cosa che colpisce immediatamente, con questi cd, è il livello di incisione.( ed è ovvio, con un DR15)  Ero abituato ad ascoltare ad ore nove....ed era già un livello educato di ascolto. Appena messo nel lettore Layla....ho dovuto arrivare ad ore 11 per un livello normale......poi alzando.....inizia un emozione che avevo dimenticato sin dai tempi del vinile, anche se qui la dinamica è tutta un'altra cosa....
I prodotti platinum si presentano così:

Saluti
Daniele
Desidero tagliare subito la classica testa del povero toro di turno.

E lo faccio quotando integralmente il primo intervento.

 

Il motivo è presto detto: credo assolutamente alla bontà delle osservazioni di Daniele, soprattutto credo assolutamente alle sue "good vibrations" all'ascolto di questi CD, ovvero all'assoluta bontà del suono proposto.

Come infine credo - e questo è il punto fondamentale del mio intervento - alla verità del fatto che tali nuove edizioni provengano effettivamente dai master di prima generazione senza alcun intervento di re-mastering successivo.

Sì, perchè questo è l'UNICO MOTIVO per cui questi CD suonano meglio... Il supporto, credetemi, non c'entra una beata fava...

Tutto il "buono" che si sente è legato a ciò che è stato fatto - o meglio "che non è stato fatto" - in sede di mastering.

I supporti influenzano veramente in modo minimale sul suono finale ed il classico CD Gold 24k offre da questo punto di vista il massimo possibile.

 

Ora, va da sè che un'operazione senza dubbio di qualità come questa ripresa dei VERI nastri originali andasse rafforzata con alcune scelte di marketing. E l'indicazione dell'ennesimo nuovo supporto mirabolante - notare il Platinum, che nella scala dei valori comunemente intesi è un gradino superiore al Gold...

 

Ecco: diamo il benvenuto a questa nuova serie.

 

Però ricordate: un normalissimo CD che supporti una registrazione attuale nativa in alta risoluzione PCM 24/88.2 o anche nativa DSD, purchè PRIVA DI AGRESSIVI INTERVENTI DI COMPRESSIONE suonerà in modo analogo anche sul nuovo CD platinum...

Qui la meraviglia che provate all'ascolto risiede in due importanti step:

1 - l'effettivo utilizzo come sorgente, forse per la prima volta, dei master nativi senza alcun ritocco;

2 - la possibilità per chiunque di fare un confronto con le precedenti edizioni, naturalmemnte inferiori.

 

Con CD nuovo, da master nuovo e quindi senza possibilità di confronto con un'edizione "vecchia" peggio suonante, la qualità intrinseca del CD vi passa molto più inosservata....!

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites
OLIMPIA2

Mi domando perché fornire solo il formato CD e non anche il file ad alta risoluzione, che sicuramente suonerebbe ancora meglio... :-/

Share this post


Link to post
Share on other sites
redfox

Bene. Mauriziox60 ha centrato la questione. Ero titubante nell'aprire il thread perchè tanto sapevo cosa sarebbe venuto fuori:

1) "non possono avere i master originali"
2) "mi hanno detto che in giappone fanno i scad dal vinile"
3) "in giappone inventano una nuova sigla l'anno"
4) "costano troppo"
5) "s***"

Allora...prima di lasciar perdere tutto qualche precisazione.
Ho acquistato il primo shm platinum ad ottobre. Nella specie si tratta di Layla dei Derek & The Dominos , disco che ho sempre amato e di cui possiedo tutte le edizioni possibili e cioè:
-CD Polydor originale non rimasterizzato
-2CD 20th Anniversary Edition (1990)
- cd Mobile Fidelity
- Deluxe Edition (2011)

Nel libretto dell'edizione PLATINUM (ma anche in quella non platinum, ma sempre 2013 HR cutting) si legge.....e fate ATTENZIONE:

Tape research BILL LEVENSON
DSD flat transferred from analogue master tapes by Seth Foster at Sterling Sound, New York in 2013
Edited in DSD by Manabu Matsumura at Universal Music Studios, Tokio in 2013
176,4 Khz/24bit transferred from DSD by Yumetoki Suzuki at Universal Music Studios, Tokio in 2013
HR High Resolution cutting from 176,4Khz/24 bit at Victor Creative Media in 2013.

Benissimo. Bill Levenson lo conoscete tutti. Se non lo conoscete fate pubblica venia :-) e informatevi. E' l'uomo più accreditato al mondo per quanto concerne la ricerca di nastri negli archivi.....la persona dietro a tanti progetti di riedizioni di Clapton, Allman Brothers, Velvet Underground, Blind Faith ecc ecc....
guardate qui 

Seth Foster non è l'ultimo arrivato. Presta la sua opera agli Stirling Sound. Date un occhiata qui http://sterling-sound.com/engineers/seth-foster/

Quindi alla domanda "Possono avere i nastri originali?" la risposta è in re ipsa
Quindi all'affermazione "ho sentito che in giappone fanno ic cd dai vinili" la risposta viene da sè

Punto secondo. Prima di scrivere questo thread e procedere all'acquisto di altri Platinum...mi sono documentato giorni...settimane.....leggendo tonnellate di post in un noto forum gestito da Steve Hoffman. Ad oggi il thread dei platinum shm cd ha raggiunto due sezioni una di ben 41 pagine ed una di 11 in evoluzione, con pareri da tutto il mondo.

Quindi.....è un po' deprimente veder l'argomento bocciato in due superficiali battute. Se ho postato qui è perchè ritenevo fosse un argomento NUOVO e di INTERESSE, visto che qui si parla sempre del miglior modo di ascoltare musica riprodotta.

Le mie prove di ascolto, fatte ovviamente anche in cieco con amici (magari attempati come me e con un po' di esperienza sulle spalle) hanno evidenziato la natura INEDITA di questi prodotti.
Tornando a Layla.......appena messo sul lettore il Platinum ci siamo tutti guardati in faccia.....che sta succedendo?? Certo se c'era "s***" questo riguardava TUTTE le precedenti edizioni con quel maledetto suono digitale asettico ed equalizzato ad "U". Anche il Mobile Fidelity ha mostrato le corde al confronto.

E' UN SUONO DIVERSO, che mette insieme tutte le qualità dell'analogico con quelle del digitale, dinamica in primis.
Detto ciò......non so se tornerò sull'argomento, a meno di non suscitare qualche interesse che non sia il solito "liquidare" in quattro e quattr'otto un argomento al quale ho dedicato ore di lettura, di ricerca e di ascolto.

Un consiglio. Per Natale regalatevi il Platinum (o anche l'edizione shm sempre 2013 HR Cutting) degli Allman Brothers Band - At Fillmore East. Poi ne riparliamo.

Ultimo appunto. I prezzi. Già....costicchiano.....ma costano anche Pre, Finali, Gira, cavi ecc ecc. E non venitemi a dire che Fillmore East lo trovate a 5 euro e suona benissimo. L'edizione standard è solo un pezzo di plastica....come la maggior parte delle ristampe maledettamente rimasterizzate, maledettamente compresse ed equalizzate che hanno invaso per anni il mercato.

Vi saluto
Daniele

Share this post


Link to post
Share on other sites
smarmittatore

mi sono regalato quello di Armstrong Fitzgerald , quando mi arriverà farò un confronto con il normale verve ed il FIM 

comunque mediamente le edizioni giapponesi sono una spanna, forse due sopra a quelle del resto del mondo, ormai ne ho almeno un centinaio ed è sempre stato così

Share this post


Link to post
Share on other sites
carlottina

beh, che facciano un prodotto nuovo (con sigla nuova) spesso è un dato di fatto... riguardo i master, ho detto di dubitare, non che sono certo non li possano avere...

Share this post


Link to post
Share on other sites
redfox

Grazie Marco. Hai colto la questione al 99% (l'un per cento che manca te la dico appresso). Il thread rischiava di naufragare nel mare della "sufficienza" e mi sarebbe dispiaciuto......proprio perchè volevo farvi partecipi delle "good vibrations" cui ti riferivi e che ho sperimentato con entusiasmo sin dal primo ascolto.

E veniamo al discorso dell'un per cento.
Tu dici "Il supporto, credetemi, non c'entra una beata fava..." Ok, posso convenire con te, anzi, da persona critica ed attenta posso convenire, ma solo in parte.

Quello che affermi è stato il mio primo pensiero. La cosa importante è proprio che per la prima volta ci danno la possibilità di ascoltare dei master DOVE NON E' STATO FATTO NULLA ( e quindi dove non è stato rovinato nulla!!!). L'UNMASTERED MASTER, scusate il bisticcio di parole, è il prodotto che esce dal mixing definitivo e contiene il suono che l'artista ed il produttore volevano. Questo master veniva poi manipolato (soprattutto COMPRESSO ...spesso anche ai tempi del vinile, oggi è invece una maledetta regola) per la stampa del prodotto finito.

Questo è stato il primo pensiero. Il secondo è stato quello di chiedermi perchè ofrire il nuovo prodotto in due tipologie diverse, e cioè la versione shm e la shm platinum, a parità di contenuto musicale. (stesso master, stessa decodifica, stesso prcesso di cutting).

Sulle prime ho pensato anche io a finalità di marketing.........Sai....fa figo avere un disco in platino....

Non trovando materiale informativo esauriente ho deciso di risolvere da me la questione e, in seconda battuta, ho ordinato degli shm corrispondenti ai platinum che avevo acquistato in precedenza per effettuare i dovuti confronti. (tanto i doppioni, ho pensato, posso sempre rivenderli).
Bene
Arrivati gli shm.....mi sono messo di buzzo buono (insieme ai famosi amici attempati di riferimento) ed il confronto è iniziato.
ALLORA:
Le differenze, purtroppo, ci sono. Dico purtroppo perchè gli shm costano circa 18 euro..... quasi 10 euro in meno rispetto ai platinum.
Edizione a parte (la platinum è davvero eccezionale..non so se avete visto il link postato all'inizio), ci sono delle affinità e differenze che si possono riassumere come segue:

A) L'Equilibrio tonale è identico (ed è ovvio, trattandosi del medesimo master sorgente)
B) la dinamica è simile ma non identica. la maggior differenza è sulla microdinamica e quindi sul dettaglio. Il platinum ha un fuoco sugli strumenti decisamente maggiore. Nella vesrione Platinum il suono del raid della batteria ha un qualcosa di magico in termini di decadimento e di giusta metallicità (nel senso migliore del termone). Non ho riscontrato questa caratteristica (almeno a tale livello) nella corrispondente versione shm.
C) Le VOCI. Qui la differenza è più evidente. Nella versione Platinum le voci sono più naturali e scolpite nell'aria....In generale c'è un maggior "silenzio"  di fondo, dal quale emerge ogni più piccolo particolare. Basta ascoltare Six Blade Knife dal primo album dei Dire Straits per comprendere ciò di cui sto parlando. (mai sentito in questo modo il primo album dei Dire....neppure la mia copia in vinile originale UK suona così.....anzi impallidisce al confronto).
D) l'IMMAGINE. Questo è un altro punto in cui si nota una differenza. L'iimmagine è davvero più scoplita, più ampia...ogni strumento ha una miglior collocazione nello spazio.

CONCLUSIONI

La versione Platinum suona meglio. ma occorre fare una precisazione. Queste differenze non sono eclatanti (non lo sono spesso le diferenze tra cavi e non solo.....) Sono differenze percepibili da chi ha una certa capacitò di analisi del suono riprodotto....ma in questo forum credo l'abbiano più o meno tutti.

Le differenze (dettaglio, maggior fuoco, maggior silenzio infrastrumentale) credo abbiano tutte una matrice comune, anche se non so a cosa esattamente vada attribuita. Al supporto? può essere che un materuiale MENO riflettente ed una copertura Torquase blue (peraltro presente anche negli shm non platinum) possa favorire una lettura più accurata da parte del laser? 

Queste sono domande alle quali non ho ancora trovato una risposta. Ho anche provato ad estrarre il Platinum su un cd-r......ma ho ottenuto dei risultati difficilmente decifrabili......troppe variabili....in gioco (il pc, il propramma di estrazione, la marca dei cd-r, il programma di masterizzazione). Chissà......per ora sto acquistando i Platinum....rinunciando a qualche serata al pub e qualche pacchetto di sigarette...(4 pacchetti di Marlboro=1cd  :) ).

Alla prossima
Daniele

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

  • Statistiche Forum

    294399
    Total Topics
    6414185
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy