Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
peter

opnione sugli amplificatori autocostruiti

Messaggi raccomandati

peter

Salve amici!

In questi sto scoprendo un campo per me ancora inesplorato,ovvero tutti quei progetti sparsi per la rete sugli amplificatori autocostruiti.
Mi piacerebbe sapere se questi piccoli apparecchi,  quando ben fatti e dotati di componentistica di prima qualità, sono davvero ben suonanti.
Attraverso l'autocostruzione "faidate" si puo' arrivare ad un apparato realmente "hi-fi",paragonabile ad un ampli (diciamo entry-level) di costruzione industriale?
Grazie!
Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

beh, l'autocostruzione è necessariamente fai d te altrimenti non è autocostruzione. :D Se chi costruisce sa quello che fa ed ha attezzature e competenze e capacità, sicuramente può realizzare un prodotto anche tp d gamma. Ma occorre modestia (tanti autocostruttori hanno la presunzione di essere meglio di pass, aloia, otala pur facendo altro mestiere nella vita), abilità tecnica (una saldatura ben fatta,sembra facile), e sopratutto attrezzature (anche di misura). E occorre anche tenere bene a mente una cosa, un ampli autocostrutito nn lo si può vendere, pechè privo delle obbligatorie certificazioni di legge in materia di sicurezza elettrica.In rete ci sono per esempio i progetti di nelson pass che permettono di arrivare a risultati eccellenti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lutor

quoto Theo al 100x100

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magoturi

-Anch'io sono della stessa opinione ed ho sempre creduto nell'autocostruzione ben fatta.

SALVO.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

sposto nella sezione diy. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mosfet

Quoto quello che ti hanno detto e vorrei aggiungere che se non hai competenze elettriche/elettroniche devi fare MOLTA attenzione, un condensatore che esplode a causa del montaggio errato, una terra non collegata opportunamente, un apparecchio che scalda perche' non dissipa possono rappresentare un pericolo per se e per gli altri. 

L'autocostruzione hobbystica e' una gran cosa ma bisogna sapere cosa si fa, non ti dico queste cose per scoraggiarti ma per essere realista. 

La rete che e' una gran risorsa ha dato l'impressione che ognuno possa perdonami il termine "improvvisarsi" a fare qualsiasi cosa, in parte e' cosi perche' se si ha voglia di imparare e metodo spesso ci si riesce, tuttavia e te accorgi tu stesso, quando la difficolta' e' grande l'esperienza specifica , lo studio e la conoscenza della materia sono necessarie. Se ti pace l'elettronica dovrai un po anche studiarla......altrimenti continuerai a lanciare i tuoi S.O.S

un saluto! 
;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
martinogall

Con l'autocostruzione sicuramente si possono raggiungere risultati soddisfacenti paragonabili ad amplificatori anche di livello medio alto. La strada però non è così semplice, occorre molta esperienza una discreta conoscenza di elettronica ed avere realizzato decine e decine di progetti. Anche una realizzazione semplice come il gainclone può suonare malissimo se non si rispettano le regole per i percorsi del segnale e della massa, non è per nulla semplice ci sono studi abbastanza complessi ed il più delle volte sono proprio queste cose che fanno la differenza. Per chi è alle prime armi consiglio di iniziare per gradi e di studiare tanto.

Martino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mariovalvola

Salve amici!
In questi sto scoprendo un campo per me ancora inesplorato,ovvero tutti quei progetti sparsi per la rete sugli amplificatori autocostruiti.
Mi piacerebbe sapere se questi piccoli apparecchi,  quando ben fatti e dotati di componentistica di prima qualità, sono davvero ben suonanti.
Attraverso l'autocostruzione "faidate" si puo' arrivare ad un apparato realmente "hi-fi",paragonabile ad un ampli (diciamo entry-level) di costruzione industriale?
Grazie!
Ciao

Mi permetto di dire la mia ( sono un incallito autocostruttore di elettroniche a tubi) :)-Primo aspetto già evidenziato: sono oggetti che non si possono vendere. Se lo ricordino i tanti ingenui entusiasti in balia di qualche "esperto" costruttore in nero.-Perché devono essere piccoli oggetti?-la rete genera spesso un equivoco. Non basta avere uno schema per riuscire a realizzare qualunque cosa. Tutto con internet sembra facile e raggiungibile. Non è proprio così. Ci vuole sempre un impegno che molto spesso gli autocostruttori moderni non vogliono metterci troppo presi da desideri fugaci e confusi.-L'autocostruzione ti permette, avendo la necessaria preparazione, di utilizzare tubi meravigliosi mai impiegati nelle realizzazioni commerciali attuali perché troppo rari e costosi. Anche sui trasformatori, in molti casi, si può dire lo stesso.In tanti costosissimi apparecchi commerciali si trovano tubi alquanto modesti e trasformatori tutt'altro che allo stato dell'arte. Puoi "ottimizzare" quello vuoi nel circuito. I colli di bottiglia rimangono. Un costruttore che deve vendere quello che realizza, è obbligato a vedere le cose in modo molto diverso. È inevitabile. I prezzi di chi cerca di fare le cose per bene, ti lasciano senza fiato. Imai è un esempio di quello che intendo.Oltretutto, a molti audiofili, vanno benissimo i tubi moderni e i trasformatori d'uscita che hanno nuclei laminati come se fossero degli economici trasformatori d'alimentazione. Un autocostruttore può cucirsi addosso l'amplificatore che preferisce. Se ha le competenze e la fortuna di possedere i componenti giusti ( che una volta non costavano come oggi) potrà vivere continuamente nel paese dei balocchi. Io, avendo tutti i tubi e i ferri che mi servono, continuo a giocare realizzando i più disparati push-pull o single ended. Voglio un pre diverso? Lo realizzo. Voglio modificare il mio phono con la riaa induttiva? Non ci sono problemi. Ho la fortuna di potermi assemblare le mie elettroniche come mi pare, con i tubi che desidero senza essermi svenato. Una volta, anche solo in Giappone, potevi trovare formidabili trasformatori d'uscita che oggi si vedono solo in foto (per esempio, nelle realizzazioni di Thomas Mayer

). Oggi, anche con un cambio favorevole, non è più così.Umilmente penso che ci sia sempre da imparare da tutti. Nel mondo dell'autocostruzione, purtroppo, ci sono primedonne, approfittatori, sodomiti e anche psicopatci che in rete ci sguazzano, che ci lucrano, che, a prescindere, si divertono a spalare merda. Per fortuna esistono anche persone equilibrate, generose e molto preparate che usano internet a fin di bene che ti permettono un sano confronto costruttivo che ti consente di crescere e d'imparare.Sono assolutamente d'accordo con chi segnala che, per costruire, oltre alla necessaria preparazione, serve anche una discreta strumentazione che non aiuta ad ascoltare la musica ma è necessaria per realizzare al meglio i nostri apparecchi.In sintesi le realizzazioni destinate alla commercializzazione e quelle autocostruite sono completamente diverse. Per fare un esempio mi viene in mente mio zio che aveva nell'entroterra ligure dei vigneti meravigliosi. Vendeva l'uva a una famosa casa vinicola del luogo. Il suo pigato e quello della casa vinicola non erano neppure parenti. Non aggiungo altro. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
videohififo
Salve amici!
In questi sto scoprendo un campo per me ancora inesplorato,ovvero tutti quei progetti sparsi per la rete sugli amplificatori autocostruiti.
Mi piacerebbe sapere se questi piccoli apparecchi,  quando ben fatti e dotati di componentistica di prima qualità, sono davvero ben suonanti.
Attraverso l'autocostruzione "faidate" si puo' arrivare ad un apparato realmente "hi-fi",paragonabile ad un ampli (diciamo entry-level) di costruzione industriale?
Grazie!
Ciao

 

Ti fo due esempi opposti

 

http://www.ebay.it/itm/SMSL-sApII-Pro-TPA6120A2-Big-Power-Integrated-Amplifier-Gold-Black-Silver-/181219555250?pt=US_Home_Audio_Amplifiers_Preamps&hash=item2a3186f7b2

 

Neanche se piangi in cinese (e' proprio il caso di dirlo) riesci a costruire un oggetto come quello del link soprastante al costo di quanto lo paghi su ebay. Non lo ho ascolattao, ma la componentistica e il circuito sono di livello molto alto.

 

http://synaesthesia.ca/PGP.html

Leggi *tutti* i lnik della pagina

 

Il costruttore dichiara che il costo e' stato sui 1000 USD (ecccetto tutta la strumentazione necessaria).

http://synaesthesia.ca/instruments.html

 

Le prestazioni son confrontabili con un Halcro (la ditta ha chiuso pochi anni fa) del costo (almeno) 10 volte superiore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
niclo

Da pochi giorni mi fanno compagnia due finali mono (auto)costruiti sulla base del Krell Ksa50. 

In sincerità penso  che sia il migliore acquisto fatto in trenta anni di hifi, non solo per rapporto q/p  (pagato davvero nulla) ma per il risultato sonico.

Sono stato fortunato, del resto era il giorno della befana quando ho scoperto l'annuncio ...

:-) 

2qknn04.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

sconsiglio vivamente a chi non ha alcuna esperienza e conoscenza di mettersi in ballo con oggetti che gestiscono tensioni alternate di centinaia di volts (e se a tubi delle continue da sparare fulmini....ma anche un apparato SS con alimentazione simmetrica facilmente ha 60-100 volt di continua...a sufficienza a friggersi il cervello e mandare in tilt il cuore)

A parte questo sara' dura con l'autocostruito raggiungere dei buoni livelli di qualita' e anche se ci si arriìvasse , purtroppo, l'oggetto finale avrebbe valore commerciale prossimo allo zero.

Sono un fautore dell'autocostruzione fintanto che originale (dal mettere giu' lo schema in poi= dove veramente sperimenti) 

Fare brutte copie di prodotti commerciali o assemblare "kit" ....bah!

Ciao
Stefanino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
TheoTks
 
Sono un fautore dell'autocostruzione fintanto che originale (dal mettere giu' lo schema in poi= dove veramente sperimenti) 

Fare brutte copie di prodotti commerciali o assemblare "kit" ....bah!

Ciao
Stefanino

Ti do ragione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71
Da pochi giorni mi fanno compagnia due finali mono (auto)costruiti sulla base del Krell Ksa50. 

In sincerità penso  che sia il migliore acquisto fatto in trenta anni di hifi, non solo per rapporto q/p  (pagato davvero nulla) ma per il risultato sonico.

Sono stato fortunato, del resto era il giorno della befana quando ho scoperto l'annuncio ...

:-) 


2qknn04.jpg





complimenti per la realizzazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
niclo
Da pochi giorni mi fanno compagnia due finali mono (auto)costruiti sulla base del Krell Ksa50. 

In sincerità penso  che sia il migliore acquisto fatto in trenta anni di hifi, non solo per rapporto q/p  (pagato davvero nulla) ma per il risultato sonico.

Sono stato fortunato, del resto era il giorno della befana quando ho scoperto l'annuncio ...

:-) 

2qknn04.jpg

complimenti per la realizzazioneLi ho fatti sentitamente a chi me li ha dati. Non avevo  mai visto delle alimentazioni così ... ben dotate! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71
Da pochi giorni mi fanno compagnia due finali mono (auto)costruiti sulla base del Krell Ksa50. 

In sincerità penso  che sia il migliore acquisto fatto in trenta anni di hifi, non solo per rapporto q/p  (pagato davvero nulla) ma per il risultato sonico.

Sono stato fortunato, del resto era il giorno della befana quando ho scoperto l'annuncio ...

:-) 


2qknn04.jpg





complimenti per la realizzazione
Li ho fatti sentitamente a chi me li ha dati. Non avevo  mai visto delle alimentazioni così ... ben dotate! 
e come suona ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
hnjmkl

Assemblare un potente finale utilizzando kit ormai è alla portata di qualsiasi hobbista, ho visto utilizzare gli L20, 200 watt su 8 ohm non sono pochi, 4 bjt da 8 ampere a ponte in pochi cm quadri, più potente del mio M5 di 50 chili, con due bancate di 9 TO3 ciascuna.

franco

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
niclo
Da pochi giorni mi fanno compagnia due finali mono (auto)costruiti sulla base del Krell Ksa50. 

In sincerità penso  che sia il migliore acquisto fatto in trenta anni di hifi, non solo per rapporto q/p  (pagato davvero nulla) ma per il risultato sonico.

Sono stato fortunato, del resto era il giorno della befana quando ho scoperto l'annuncio ...

:-) 

2qknn04.jpg

complimenti per la realizzazioneLi ho fatti sentitamente a chi me li ha dati. Non avevo  mai visto delle alimentazioni così ... ben dotate! e come suona ?

Non peggio di roba molto costosa transitata per i morsetti dei miei diffusori (Electrocompaniet aw250r, Pass 150 ed altro ...).  

Ce l'ho da pochi giorni e migliora via via, con la sinfonica è emozionante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciobeddu

Beh io con dei kit ne ho già fatti diversi.. L'hifi è dietro l'angolo.. Comunque meno di 400€ per il materiale non lo spenderei, il rischio è una macchina che non ti soddisfa e che ti toccherà svendere per disfartene..

Io sto finendo questo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
niclo
Beh io con dei kit ne ho già fatti diversi.. L'hifi è dietro l'angolo.. Comunque meno di 400€ per il materiale non lo spenderei, il rischio è una macchina che non ti soddisfa e che ti toccherà svendere per disfartene..
Io sto finendo questo

Sebbene non sappia usare il saldatore,  l'autocostruzione mi ha sempre affascinato. Ed anche l'idea di poter replicare progetti di altri  - un esempio per tutti i cloni Pass - non mi sembra da criticare. 

Nei miei mono, ad esempio, sono impiegati 12 condensatori (6 per finale) piuttosto dimensionati della  Cornell Dubilier.  Mi sembra si tratti di componenti piuttosto pregiati difficili da trovare in realizzazioni commerciali dal prezzo umano ... 
  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
robfug
Beh io con dei kit ne ho già fatti diversi.. L'hifi è dietro l'angolo.. Comunque meno di 400€ per il materiale non lo spenderei, il rischio è una macchina che non ti soddisfa e che ti toccherà svendere per disfartene..
Io sto finendo questo

Concordo in pieno, con un po' di dimestichezza con il saldatore e passione per l'Hifi si riescono ad assemblare prodotti anche molto più ben suonanti di apparecchi prestigiosi e costosissimi, che molto spesso non montano neanche buona componentistica . Io, per i miei 2 monofonici dalle prerstazioni "pazzesche",  alla fine avrò speso 500 euro ...ma montando condensatori kendeil, trasformatori toroidali da 600VA e schede preassemblate a stato solido... rigorosamente ritirate da HK

:)

 

Rob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
eduardo
Beh io con dei kit ne ho già fatti diversi.. L'hifi è dietro l'angolo.. Comunque meno di 400€ per il materiale non lo spenderei, il rischio è una macchina che non ti soddisfa e che ti toccherà svendere per disfartene..
Io sto finendo questo

Concordo in pieno, con un po' di dimestichezza con il saldatore e passione per l'Hifi si riescono ad assemblare prodotti anche molto più ben suonanti di apparecchi prestigiosi e costosissimi, che molto spesso non montano neanche buona componentistica . Io, per i miei 2 monofonici dalle prerstazioni "pazzesche",  alla fine avrò speso 500 euro ...ma montando condensatori kendeil, trasformatori toroidali da 600VA e schede preassemblate a stato solido... rigorosamente ritirate da HK
:)

 

Rob

Roberto, ti fanno rimpiangere molto il Plinius ?
Mi piacerebbe ascoltarli, i tuoi monoblock;   magari potremmo organizzare a casa mia .............;) ;) :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciobeddu

roberto mi faresti vedere come hai filtrato l'alimentazione ??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
robfug

Ciao carissimo e ben trovato , ad essere sinceri ancora non posso dare un giudizio obiettivo perché suonano da troppo poco. L'impressione è che abbiano ancora maggiore spinta (incredibile, no?) del Plinius, comunque credo proprio che a rodaggio finito non mi faranno rimpiangere il Plinius,nel mio impianto  hanno un'impatto davvero notevole, solo che allo stesso tempo hanno una sensibilità alta e non riesco a sfruttare tutta la dinamica (anche se di fatto è inutile visto che parliamo di circa 250W su 8 ohm e 500 su 4) , infatti voglio provare a dotarli di un pot per regolare il guadagno da 100Kohm. Certo che organizzeremo, appena finiti e rodati, con piacere! Considera che la versione precedente da "soli" 180W l'abbiamo provata con le Glenaire da un amico e il risultato è stato degno di nota. :-)

 

A presto.

Rob

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
eduardo

Ciao carissimo e ben trovato , ad essere sinceri ancora non posso dare un giudizio obiettivo perché suonano da troppo poco. L'impressione è che abbiano ancora maggiore spinta (incredibile, no?) del Plinius, comunque credo proprio che a rodaggio finito non mi faranno rimpiangere il Plinius,nel mio impianto  hanno un'impatto davvero notevole, solo che allo stesso tempo hanno una sensibilità alta e non riesco a sfruttare tutta la dinamica (anche se di fatto è inutile visto che parliamo di circa 250W su 8 ohm e 500 su 4) , infatti voglio provare a dotarli di un pot per regolare il guadagno da 100Kohm. Certo che organizzeremo, appena finiti e rodati, con piacere! Considera che la versione precedente da "soli" 180W l'abbiamo provata con le Glenaire da un amico e il risultato è stato degno di nota. :-)

 

A presto.

Rob

 

 

Bene, guarda che ci conto.;)

E comunque sara' un piacere organizzare una seduta anche con te. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
robfug

Ti (Vi) aspetto quando volete Eduardo... :-)

 

Rob

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ciobeddu
roberto mi faresti vedere come hai filtrato l'alimentazione ??

 

Ciao, ho usato questo con 4 kendeil da 10.0000

 

http://www.audiophonics.fr/module-dalimentation-emplacements-snap-p-6692.html

 

e chiaramente a valle gli ho messo una protezione per diffusori... .-)

 

Rob

 

mmmmm.. troppo poco. servono anche celle prima dei diodi per il ringing..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
camaro71

@robfug hai delle foto del tuo lavoro? su che progetto si basano i finali ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
robfug

Sono gli L20 che trovi su ebay...cosa comporterebbe il ringing??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.345
    Discussioni Totali
    5.848.642
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×