Vai al contenuto

kauko

La Donazione di Costantino

Messaggi raccomandati

kauko

l'ho scoperta di recente e ancora mi lascia interdetto, per chi di voi non sapesse di che si tratta un link wikipardo: donazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
crosby

quindi tutto l'impero della chiesa sarebbe costruito sul falso?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko
quindi tutto l'impero della chiesa sarebbe costruito sul falso?

 

grosso modo... :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

Di quale "impero" della Chiesa parlate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cinemascope

Ahi Costantin
di quanto mal fu madre

di EUGENIO SCALFARI


Tra le tante questioni che affliggono il nostro paese, insolute da molti anni e alcune risalenti addirittura alla fondazione dello Stato unitario, c'è anche quella cattolica. Probabilmente la più difficile da risolvere. 
Personalmente penso anzi che resterà per lungo tempo aperta, almeno per l'arco di anni che riguardano le tre o quattro generazioni a venire. Roma e l'Italia sono luoghi di residenza millenaria della Sede apostolica e perciò si trovano in una situazione anomala rispetto a tutte le altre democrazie occidentali. Se guardiamo agli spazi mediatici che la Santa Sede, il Papa, la Conferenza episcopale hanno nelle televisioni e nei giornali ci rendiamo conto a prima vista che niente di simile accade in Francia, in Germania, in Gran Bretagna, in Olanda, in Scandinavia e neppure nelle cattolicissime Spagna e Portogallo per non parlare degli Usa, del Canada e dell'America Latina dove pure la popolazione cattolica ha raggiunto il livello di maggiore densità. 

Da noi le reti ammiraglie di Rai e di Mediaset trasmettono sistematicamente ogni intervento del Papa e dei Vescovi. L'"Angelus" è un appuntamento fisso. Le iniziative e le dichiarazioni dei cattolici politicamente impegnati ingombrano i giornali, il presidente della Repubblica, appena nominato, sente il bisogno di inviare un messaggio di "presentazione" al Pontefice, cui segue a breve distanza la visita ufficiale. 
Tutto ciò va evidentemente al di là d'una normale regola di rispetto e dipende dal fatto che in Italia il Vaticano è una potenza politica oltre che religiosa. Ciò spiega anche la dimensione dei finanziamenti e dei privilegi fiscali dei quali gode il Vaticano, la Santa Sede e gli enti ecclesiastici; anche questi senza riscontro alcuno negli altri paesi. 

...corposa articolessa...del nostro...2007...

....poi con quello "novello"....

MI DICE papa Francesco: "I più gravi dei mali che affliggono il mondo in questi anni sono la disoccupazione dei giovani e la solitudine in cui vengono lasciati i vecchi. I vecchi hanno bisogno di cure e di compagnia; i giovani di lavoro e di speranza, ma non hanno né l'uno né l'altra, e il guaio è che non li cercano più. Sono stati schiacciati sul presente. Mi dica lei: si può vivere schiacciati sul presente? Senza memoria del passato e senza il desiderio di proiettarsi nel futuro costruendo un progetto, un avvenire, una famiglia? È possibile continuare così? Questo, secondo me, è il problema più urgente che la Chiesa ha di fronte a sé". 

L’incontro con papa Francesco è avvenuto martedì scorso nella sua residenza di Santa Marta, in una piccola stanza spoglia, un tavolo e cinque o sei sedie, un quadro alla parete. Era stato preceduto da una telefonata che non dimenticherò finché avrò vita.

Erano le due e mezza del pomeriggio. Squilla il mio telefono e la voce alquanto agitata della mia segretaria mi dice: «Ho il Papa in linea glielo passo immediatamente ».

 

Resto allibito mentre già la voce di Sua Santità dall’altro capo del filo dice: «Buongiorno, sono papa Francesco». Buongiorno Santità — dico io e poi — sono sconvolto non m’aspettavo mi chiamasse. «Perché sconvolto? Lei mi ha scritto una lettera chiedendo di conoscermi di persona. Io avevo lo stesso desiderio e quindi son qui per fissare l’appuntamento. Vediamo la mia agenda: mercoledì non posso, lunedì neppure, le andrebbe bene martedì?». 

Rispondo: va benissimo.

«L’orario è un po’ scomodo, le 15, le va bene? Altrimenti cambiamo giorno». Santità, va benissimo anche l’orario. «Allora siamo d’accordo: martedì 24 alle 15. A Santa Marta. Deve entrare dalla porta del Sant’Uffizio».

Non so come chiudere questa telefonata e mi lascio andare dicendogli: posso abbracciarla per telefono? «Certamente, l’abbraccio anch’io. Poi lo faremo di persona, arrivederci ».

Ora son qui. Il Papa entra e mi dà la mano, ci sediamo. Il Papa sorride e mi dice: «Qualcuno dei miei collaboratori che la conosce mi ha detto che lei tenterà di convertirmi»

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand
Di quale "impero" della Chiesa parlate?

questa domanda va capita, e io non la capisco.

Puoi riproporla, con parole ancora più semplici?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci

Ma si è sempre saputo che la donazione di Costantino era fasulla...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko
Di quale "impero" della Chiesa parlate?

questa domanda va capita, e io non la capisco.

Puoi riproporla, con parole ancora più semplici?

 

di quali territori era costituito l'impero a cui era a capo l'imperatore papa?

io la parola 'impero' l'avevo assunta in senso lato, mentre mauro la interpreta in senso stretto.

se mi sbaglio 'mi corrigerete'... :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cinemascope

Cmq.....il novello Papa...donazioni costantiniane...by software/massmedia...

....esattamente come necessita per il terzo millennio...

...ed il buon Eugenio (imperator de giornal-laicisti)...si è prestato nella parte di Costantino...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Panurge

Ho sempre preferito di gran lunga il nipote, Giuliano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
Di quale "impero" della Chiesa parlate?

questa domanda va capita, e io non la capisco.

Puoi riproporla, con parole ancora più semplici?

 

L'Impero della Chiesa a cui fate riferimento qual'è?
Non ho mica parlato io di impero e non so a cosa facciate riferimento, tutto qui!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

veramente che la fantomatica donazione di Costantino, da cui la Chiesa fece discendere la legittimità del potere temporale dei Papi, fosse un falso venne già dimostrato in modo inequivocabile in pieno rinascimento (tra il 1400 ed i 1500, dovrei controllare le date). Nulla di nuovo sotto il sole qundi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Savgal

Fu Lorenzo Valla, uno dei padri della filologia, a dimostrare nel XV secolo la falsità della donazione di Costantino.

Sabino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko

Si, scritto anche nel link in apertura di thread, sarà risaputo ma per me è una scoperta recente...

 

non che sia molto sorprendente..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luimas

Scusa Kauko , ma alle superiori non hai studiato storia ?

E' saputo e risaputo  , e comunque parliamo di un potere che la Chiesa non ha più.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko
Scusa Kauko , ma alle superiori non hai studiato storia ?

E' saputo e risaputo  , e comunque parliamo di un potere che la Chiesa non ha più.

io mica ho fatto il classico, io il tennico feci.la storia con italiano erano 5h settimana, la sola elettronica gen era 9h +3 di laboratorio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo
Scusa Kauko , ma alle superiori non hai studiato storia ?

E' saputo e risaputo  , e comunque parliamo di un potere che la Chiesa non ha più.

non ha più dopo porta pia, non è ch ci ha rinunciato spontaneamente. E po lo stato città del vaticano sempre uno stato è, e un po più grande di quello donato da costantino :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luimas

Perché ho detto che vi ha rinunciato spontaneamente ?

Non vorrai paragonare lo Stato della Chiesa del1800 con lo stato del Vaticano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.644
    Discussioni Totali
    5.886.500
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×