Vai al contenuto

frodobaggins

Anno 2014: le codifiche audio Hd mai arrivate in Italia

Messaggi raccomandati

frodobaggins

Circa otto anni fa nasceva il formato Bluray Disc con l'intento di migliorare le performance video/audio dei DVD......si prometteva una visione quattro volte superiore al DVD e si prometteva un audio da cinema con le codifiche MasterAudio HD e Dolby TrueHD.

In questi otto anni l'industria hardware ha continuato a produrre e a vendere sinto amplificatori, lettori bluray e tutto quello che serviva per far godere delle nuove codifiche ...... Ma tutto questo poi si scontra con la realtà dei fatti e nella fattispecie con le codifiche audio dei BD che le case cinematografiche continuano a propinarci: codifiche da DVD con bassi bit-rate( tranne Sony che ci delizia delle codifiche in HD).....Ma che senso ha tutto questo......Sarebbe ora di prendere posizione in maniera netta e fragorosa...anche se in Italia esiste un piccolo numero o una piccola nicchia di appassionati di film in bd rispetto slle altre nazioni dove sicuramente il numero e' maggiore questo non significa che non si debba tutelare chi mantiene vivo questo mercato e questa economia....Allora vi chiedo come la pensate e cosa di possa fare per risolvere questa situazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

Ma ne sei sicuro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz

Vogliamo fare il conto di quanti sono ad avere in casa un impianto HT in grado di far apprezzare la differenza tra la codifica (attenzione: la sola CODIFICA, perché il materiale codificato sarebbe comunque lo stesso) standard e la HD ?

Già molti (me compreso) hanno stabilito che il BD è la solita operazione commerciale volta a farci comprare un'altra volta quello che spesso abbiamo già comprato due volte (prima in VHS e poi in DVD) e se ne sono allegramente sbattuti le *CENSURA* della sbandierata qualità video...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Tiggy

 

Vogliamo fare il conto di quanti sono ad avere in casa un impianto HT in grado di far apprezzare la differenza tra la codifica (attenzione: la sola CODIFICA, perché il materiale codificato sarebbe comunque lo stesso) standard e la HD ?

Già molti (me compreso) hanno stabilito che il BD è la solita operazione commerciale volta a farci comprare un'altra volta quello che spesso abbiamo già comprato due volte (prima in VHS e poi in DVD) e se ne sono allegramente sbattuti le *CENSURA* della sbandierata qualità video... 

A casa mia la differenza si nota, eccome! E sono uno che ha speso cifre importanti, ma non iperboliche rispetto ad altri frequentatori qui presenti. Non sono sicuro che sarei in grado di apprezzare un 7.1 o un 9.2 nel mio ambiente ma, come pure ho avuto modo di scrivere in un post di qualche tempo fa, spesso capita che l'audio del BR si avvii sulla traccia in alta definizione in Inglese e - al momento della commutazione sull'italiano - la sensazione è quella di una coperta buttata sui diffusori. Quanto alla qualità video, giusto la scorsa settimana ho messo (oppo 105EU e videoproiettore con diagonale di 105") per i bimbi il DVD di un film che non avevo in alta definizione: risultato? "papà si vede male!" e se lo notano tre bimbi di 9, 8 e 4 anni...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esprit

In OT siete OT  =))

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
A casa mia la differenza si nota, eccome!

OK, ma tu sei UNO su... ?

E le case produttrici campano su uno o su... ?

E' il solito discorso (mi richiamo alla discussione in RA) delle registrazioni di musica pop-rock compresse e tagliate sulle basse frequenze perché devono suonare nel 99% dei casi in macchina o sul telefonino...

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
In OT siete OT  =))

Meta - OT !

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
frodobaggins

Questa rassegnazione che vedo in giro mi fa venire di dismettere tutto il mio impianto....per molti è una battaglia persa in partenza.. per molti di voi è una guerra contro i mulini al vento...La storia ci insegna che non è sempre così....dalle cose più banali alle cose più importanti..... Ma a voi questa situazione va bene così com'è? A voi vi piace che nello stesso bd assieme la codifica inglese in hd cia sia la francese o la tedesca e non l'italiana? Non ci posso credere, stento a credere a quello che leggo....

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esprit

L'italiano lo volevano togliere dai documenti ufficiali della UE...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldrake7

lo stesso dicasi di prodotti audio-video che in germania, francia, ect costano ± uguale, mentre in italia molto di più ...

 

 

SALUTI

 

MASSIMO

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
frodobaggins

A parte il primo rigo ditemi chi non si ritrova in questo:

 

Siamo un nutrito gruppo di appassionati di Home Video iscritti AV Magazine uno dei più autorevoli quotidiani on line sui temi dell’elettronica di consumo audio /video del nostro Paese. La comunità degli appassionati italiani di Home Theater iscritti al Forum costituisce un prezioso e continuo sostegno al mercato intero del Blu Ray Disc formato che ci sta particolarmente a cuore per le elevate e pregevoli potenzialità tecniche che è in grado di offrire. L’unico in grado di replicare tra le mura domestiche l’elevata qualità audiovisiva della migliore esperienza cinematografica . Dal 2006 anno d’introduzione sul mercato abbiamo ravvisato, in questi ultimi anni, da parte di alcuni distributori, una sensibile diminuzione della qualità e cura dei dischi. Tra le note positive abbiamo apprezzato l’unico elemento comune a tutte le edizioni preparate per i vari mercati internazionali che - salvo rarissime eccezioni - è il master video. Tale scelta non crea discriminazioni e differenze e tutti possono godere della stessa qualità video. Vorremmo che la preparazione dei masters in previsione di future riedizioni anche in formato 4K fosse, filologicamente corretta e rispettosa delle scelte fotografiche originali; soprattutto per i films “storici”, quelli prodotti prima del 2001, in cui il master video è rappresentato dai negativi 35mm o 70 mm. Sarebbe auspicabile che in fase di scansione e soprattutto in quella di mastering non venissero più utilizzati filtri di degrain, (DNR) per togliere la grana della pellicola e di Edge Enanchement; rimedi che producono sulle immagini risultati ben peggiori del difetto che si vuole eliminare o correggere. Gli interventi di restoring digitale dovrebbero essere mirati esclusivamente per ripristinare le originali condizioni della pellicola, nel totale rispetto delle intenzioni del regista e del direttore della fotografia. Ed ora le nostre e osservazioni sulle questioni che vorremmo fossero da Voi prese in considerazione. La prima riguarda esclusivamente i produttori italiani. Alcuni hanno preso la pessima abitudine di utilizzare dischi a singolo strato da 25 GB anche laddove l’edizione “originale” in vendita in altri Paesi è pubblicata su un BD 50, l’unico supporto in grado di ottimizzare la compressione del film anche in presenza di extra. Addirittura , in alcuni casi recenti, si è deciso di comprimere due volte lo stesso film su un solo BD50 per replicarlo in versione 3D ( addirittura in anaglifo) e 2d oppure comprimendolo oltre ogni limite ragionevole malgrado la lunghezza ne consigliasse di dividerlo su due supporti. In entrambi i casi il risultato ottenuto sacrifica la qualità video a livelli per noi inaccettabili tanto da non sostenere l’acquisto. Per quanto riguarda invece le edizioni distribuite dalle Majors il problema principale riguarda l’audio localizzato nella nostra lingua. A parte i dischi prodotti e distribuiti dalla Sony tutti gli altri propongono codifiche Lossy di varia natura. Pur condividendo il rispetto per la traccia in versione originale del film che continuerà ad essere proposta in formato Lossless poniamo alla Vostra attenzione la questione audio delle tracce localizzate in particolare quella italiana. Comprendiamo la Vostra necessità di localizzare lo stesso disco per diversi mercati europei ma non quella relativa alla scelta di continuare ad inserire codifiche di qualità DVD come il DOLBY DIGITAL 448/640( Kbs) oppure il DTS (768 Kbs/1,5Mbps) su un disco Blu Ray. Molte volte abbiamo constatato come in fase di authoring non vengano ottimizzate tutte le risorse - sia di banda che di spazio disponibile - offerte dal formato lasciando inutilizzati molti Gigabyte.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
frodobaggins

Almeno per i titoli più importanti e spettacolari, molto attesi dagli appassionati, dove la qualità dell’audio contribuisce non poco a valorizzare al meglio l’esperienza cinematografica, vorremmo che tali risorse venissero utilizzate per inserire il medesimo numero di canali audio (es., se la traccia inglese è 7.1 dev'essere mantenuta tale anche per quella italiana) ma soprattutto le stesse identiche codifiche lossless (DTS HD Master Audio e Dolby True HD) pari a quelle fornite per la traccia in lingua originale, così come il bitrate al livello di quello per il mercato USA (in ogni caso non semplicemente le HD lossy come il DTS High Resolution per es.).Detto ciò se per l'audio originale venisse fatto un remix con relativo remastering, la traccia italiana deve seguire lo stesso trattamento, remixando il doppiaggio, esclusivamente quello originale, sulla nuova traccia utilizzando i nastri in bobina originali, senza invece riutilizzare le vecchie tracce presenti sui DVD o eventuali ridoppiaggi. Ci riferiamo a quelli degli extra normalmente presente in altre edizioni che talvolta non vengono più inclusi -come una volta - nelle nostre edizioni e una ritrovata cura e attenzione alla qualità del prodotto per le prossime realeases da parte di chi in questi ultimi anni ha lentamente tirato i remi in barca come la Disney che propone dischi neppure serigrafati authoring da DVD e una qualità complessiva ben lontana dalle prime pregevolissime edizioni.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldrake7

capisco la tua indignazione ma se chi ci ha governato/governa non ci tutela su cose molto molto molto più importanti figurati se pensano al DTS-HD o Dolby-HD

 

 

SALUTI

 

MASSIMO

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
frodobaggins

Non diamo sempre e solo la colpa a Berlusconi =)) comunque non è più tollerabile essere trattati in questo modo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldrake7

la colpa a berluskaiser ? ... no no prima molto prima, pensa quando la Rai ha iniziato a trasmettere a colori .. ± 10 anni dopo la media europea ... adesso pensa non quanti canali HD ma quante trasmissioni in HD nativo sono trasmesse dalla Rai ... ;)

 

 

SALUTI

 

MASSIMO

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
frodobaggins

La mia sul berlusca era una battuta.... Una semplice e sola battuta..... Lui come gli altri sono colpevoli del degrado socio economico dell'Italia ma vorrei spostare la discussione su altro: su avmagazine stiamo valutando l'opportunità di creare una petizione elencando tutto quello che non va e cosa vorremmo avere nel rispetto dei diritti del consumatore: siamo stanchi di essere trattati da clienti di serie b pago un BD per poi avere traccia da DVD e non solo con l'aggravante che nella stessa edizione ci sia il francese o il tedesco in traccia lossy o HD che si voglia....se qualcuno ha qualche idea che la posti...nelle altre nazioni la situazione non è che sia tanta migliore ma almeno nei titoli più importanti qualche volta hanno le codifiche HD rendendo giustizia al film... Sto valutando l'opportunità di esportare la questione in altri forum stranieri

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldrake7

in italia molto moltissimo è pensato/prodotto/costruito per ottenere il massimo profitto risparmiando anche quando non si dovrebbe ... spero che la petizione abbia un positivo risvolto

SALUTI

 

MASSIMO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.600
    Discussioni Totali
    5.885.282
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×