Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
mordor

Ma cosa si dovrebbe intendere per "eufonico"?

Messaggi raccomandati

mordor

E' da parecchi anni che frequento il web e a proposito del termine in oggetto l'ho visto utilizzare con significati sostanzialmente diversi. Chi intende il suono eufonico come suono "piacione" che tende a compiacere (sic!) l'ascoltatore; comunque con una connotazione un po negativa e chi intende il suono eufonico come suono "piacevole" (più vicina al significato originale del termine) e quindi con una connotazione positiva. Aldilà dell'etimologia del termine qual'è  per voi il significato e perchè, nel tempo, si sono dati i due significati con connotazioni diverse.

Maurizio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kayaknrz

eufonico, il contrario di cacofonico?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

banalmente, chi fa musica può decidere di suonare il violini in modo stridulo o dolce, è una scelta artistica. Ma un impianto di riproduzione del suono dovrebbe riprodurre quello che c'è nella sorgente, modificandolo il meno possibile, pur se dire coa cè nella sorgente è impresa ardua. . 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Nerodavola62

Propendo per la prima interpretazione: una riproduzione gradevolmente scorretta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kayaknrz

coa cè... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
nano70

Eufonia è un suono (o più suoni) prodotto in maniera piacevole, contrario a cacofonia, che significa un suono sgradevole. Nell'ambito audiofilo viene utilizzato, forse, in maniera un pò scorretta, riferendosi ad un suono si piacevole ma un pò troppo dolce, mieloso che alla lunga può stancare (inteso non come fatica d'ascolto, che è un'altra cosa). :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lampo65
banalmente, chi fa musica può decidere di suonare il violini in modo stridulo o dolce, è una scelta artistica. Ma un impianto di riproduzione del suono dovrebbe riprodurre quello che c'è nella sorgente, modificandolo il meno possibile, pur se dire coa cè nella sorgente è impresa ardua. . 

 

In 3 righe, milionate di post  =D>

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pabol

I sistemi (impianto/ambiente) decisamente eufonici, si tradiscono facilmente quando riproducono le voci che diventano, con le dovute eccezioni frutto di effetti aggiunti, "alonate", innaturalmente spesse e scatolate.

Se si ha difficoltà a percepire questo effetto/difetto con i normali dischetti, ci si può avvalere di appositi cd test in cui la sola voce narrante è spesso più utile allo scopo che il resto...

Credo che una soglia minima di eufonicita' (ovviamente opinabile) può essere alla base della cosiddetta musicalità di un sistema ma quando è palesemente "falsificante" , beh, allora son dolori....

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ermes71

Personalmente direi la prima accezione che hai dato, ovvero un sistema che tende ad arrotondare, smussare ed addolcire il risultato finale, rendendo la riproduzione più piacevolmente falsa. Mi è capitato spesso di sentire sistemi di questo tipo accostati alla musica classica, in quanto, secondo un luogo comune ricorrente essa deve sempre suonare priva di attacchi e di picchi di dinamica. Chi poi ascolta dei buoni concerti dal vero, sa che nella realtà non è per nulla così. Er

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gefrusti
banalmente, chi fa musica può decidere di suonare il violini in modo stridulo o dolce, è una scelta artistica. Ma un impianto di riproduzione del suono dovrebbe riprodurre quello che c'è nella sorgente, modificandolo il meno possibile, pur se dire coa cè nella sorgente è impresa ardua. . 

 


....Enrico nei supporti digitali e' impresa semplice....puoi estrapolare qualsiasi dato relativo alla registrazione.

 

 

Saluti, Tom.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mozarteum

il suono eufonico e' una cagata pazzesca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian
E' da parecchi anni che frequento il web e a proposito del termine in oggetto l'ho visto utilizzare con significati sostanzialmente diversi. Chi intende il suono eufonico come suono "piacione" che tende a compiacere (sic!) l'ascoltatore; comunque con una connotazione un po negativa e chi intende il suono eufonico come suono "piacevole" (più vicina al significato originale del termine) e quindi con una connotazione positiva. Aldilà dell'etimologia del termine qual'è  per voi il significato e perchè, nel tempo, si sono dati i due significati con connotazioni diverse.


Maurizio



Ciao , io ti direi che entrambe le connotazioni , cioè sia piacione , che piacevole, sono per mio conto connotazioni negative di un sistema audio.

Un suono piacione infatti, è decisamente legato ad un sistema che privilegia parametri che abbelliscono il messaggio musicale , filtrando e smussando molti degli elementi che lo rendono invece corretto e verosimile, cioè velocità , dinamica, dettaglio, coerenza timbrica , fuoco e tutto quanto si identifica con la complessità della risposta di un sistema a riproporre musica in modo reale.

Un suono piacevole, forse meno negativo il termine, è più vago, perchè presuppone una interpretazione e connotazione personale dell' ascoltatore, infatti un suono piacevole per un audiofilo può risultare meno o per nulla piacevole ad un altro. Rimane comunque una connotazione anche qui indicativa di un suono non obiettivamente sovrapponibile al suono reale, dove il concetto di eufonico, dà il senso di una riproduzione edulcorata, addomesticata, lontana dai parametri di realtà del messaggio musicale.

Sono due termini che spero nessuno usi mai per descrivere il mio sistema, lontano dal risultato all' ascolto che mi prefiggo di ottenere, da anni . . . . .

saluti , Dario  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
theauditor

Le alterazioni eufoniche del suono sono, detto papale papale, il principale motivo per cui ancora si usano le valvole in ambito audio, e sono, anche, ciò che consente alla maggior parte dei marchi Hi-end di vendere i loro prodotti.

La "ricchezza armonica", "tridimensionalità", "pienezza" ecc. sono altrettante alterazioni gradevoli sapientemente introdotte per rendere l'ascolto più affascinante e fornire "personalità" ad un impianto che di per se' potrebbe (dovrebbe?) solo riprodurre la registrazione in modo trasparente. 

Se pensate che siano sentenze arbitrarie e drastiche leggetevi questo antico e famoso articolo : http://www.butleraudio.com/tubesvstrans1.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949

Se si vuole provare il suono "eufonico" senza cambiare nulla e senza svenarsi, basta comprarli questo:

 

http://www.mercatinomusicale.com/cerca/behringer-tube-ultrafex-t1954.html

 

Con 100 € passa la paura e uno può anche regolare la quantità di "eufonicità" che più gli aggrada, poi tratte le debite conclusioni magari lo rivende!    :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kayaknrz
il suono eufonico e' una cagata pazzesca
ti confondi con la caco fonia.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rodolfo Luffarelli
Le alterazioni eufoniche del suono sono, detto papale papale, il principale motivo per cui ancora si usano le valvole in ambito audio, e sono, anche, ciò che consente alla maggior parte dei marchi Hi-end di vendere i loro prodotti.

La "ricchezza armonica", "tridimensionalità", "pienezza" ecc. sono altrettante alterazioni gradevoli sapientemente introdotte per rendere l'ascolto più affascinante e fornire "personalità" ad un impianto che di per se' potrebbe (dovrebbe?) solo riprodurre la registrazione in modo trasparente. 

Se pensate che siano sentenze arbitrarie e drastiche leggetevi questo antico e famoso articolo : http://www.butleraudio.com/tubesvstrans1.html
No.
La valvole sono nate prima dei trans.
La ragione del loro utilizzo è storica quindi.
Gli è poi che il suono dei trans non è mai riuscito a sostituire nella mente degli appassionati il suono dei tubi.
E se non fosse stato così io ad esempio non credo avrei speso soldi per l'impianto ... nemmeno per sogno ...
Ho sentito decine e decine di trans che non saranno stati eufonici ma sicuramente adatti a sostituire la catena della mia motosega.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
piergiorgio
il suono eufonico e' una cagata pazzesca
ti confondi con la caco fonia.

no, non si confonde e anche io considero un suono *eufonico* nel senso peggiore del termine, ovvero mieloso, edulcorato, fatto per *piacere* a certo tipo di ascoltatore.
vedere mia firma (Mazzarri vattene non c'entra nulla), please.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Biggy

Eufonico è quel sistema che si fa ascoltare con piacere e naturalezza, mentre se è neutro, lineare e corretto ascolti mediamente con fatica, fastidio e imbarazzo, ma vuoi mettere? Il disco test ti dice che sei stato bravo, mentre il negoziante gongola per il tuo prossimo acquisto di un litro di olio di serpente.

 

L'eufonia, il male.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Nerodavola62
Eufonico è quel sistema che si fa ascoltare con piacere e naturalezza, mentre se è neutro, lineare e corretto ascolti mediamente con fatica, fastidio e imbarazzo, ma vuoi mettere? Il disco test ti dice che sei stato bravo, mentre il negoziante gongola per il tuo prossimo acquisto di un litro di olio di serpente.

 

L'eufonia, il male.

 


In sala da concerto il suono e', per sua natura, corretto, neutro e lineare (compatibilmente con le caratteristiche della sala stessa). Io non provo mai fatica ne fastidio; hai qualche esperienza differente da condividere al riguardo?

 

Giusto per provare a capire un'affermazione (la tua) che, parlo a livello personale, mi sembra un po' ...campata per aria. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pabol
Eufonico è quel sistema che si fa ascoltare con piacere e naturalezza, mentre se è neutro, lineare e corretto ascolti mediamente con fatica, fastidio e imbarazzo, ma vuoi mettere? Il disco test ti dice che sei stato bravo, mentre il negoziante gongola per il tuo prossimo acquisto di un litro di olio di serpente.

 

L'eufonia, il male.

 

Bisogna però ricordare che se è vero che tutti gli strumenti musicali possono emettere note "fastidiose", le composizioni, salvo rari casi e di breve durata, sono state concepite per compiacere l'ascoltatore non per farlo fuggire dal teatro dopo 5 minuti in preda alla fatica di ascolto.

Personalmente, dal vivo non mi è mai capitato, almeno con la classica, di accusare la fatica d'ascolto mentre non posso dire altrettanto con quella riprodotta.....

Farei attenzione a non estremizzare il concetto.

 

P.S.: Leggo ora che nerodavola ha la mia stessa opinione.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
Le alterazioni eufoniche del suono sono, detto papale papale, il principale motivo per cui ancora si usano le valvole in ambito audio, e sono, anche, ciò che consente alla maggior parte dei marchi Hi-end di vendere i loro prodotti.

La "ricchezza armonica", "tridimensionalità", "pienezza" ecc. sono altrettante alterazioni gradevoli sapientemente introdotte per rendere l'ascolto più affascinante e fornire "personalità" ad un impianto che di per se' potrebbe (dovrebbe?) solo riprodurre la registrazione in modo trasparente. 

Se pensate che siano sentenze arbitrarie e drastiche leggetevi questo antico e famoso articolo : http://www.butleraudio.com/tubesvstrans1.html
No.
La valvole sono nate prima dei trans.
La ragione del loro utilizzo è storica quindi.
Gli è poi che il suono dei trans non è mai riuscito a sostituire nella mente degli appassionati il suono dei tubi.
E se non fosse stato così io ad esempio non credo avrei speso soldi per l'impianto ... nemmeno per sogno ...
Ho sentito decine e decine di trans che non saranno stati eufonici ma sicuramente adatti a sostituire la catena della mia motosega.

Un discorso, se me lo concedi, simpaticamente "talebano" il tuo, Rodolfo: ho ascoltato amplificazioni siano esse a tubi oppure a s.s. sia bensuonanti che malsuonanti; non più tardi di domenica scorsa a Padova ho ascoltato un impianto (diffusori Omnia amplificati Delta Sigma) che a mio avviso, ma non soltanto mio ovviamente, era quanto più naturale e musicale nonchè simile all' evento reale si possa chiedere a un sistema di riproduzione, ma mi pare che i Delta Sigma deputati all' amplificazione siano apparecchiature a stato solido! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kayaknrz
il suono eufonico e' una cagata pazzesca
ti confondi con la caco fonia.

no, non si confonde e anche io considero un suono *eufonico* nel senso peggiore del termine, ovvero mieloso, edulcorato, fatto per *piacere* a certo tipo di ascoltatore.
vedere mia firma (Mazzarri vattene non c'entra nulla), please.
vi sbagliate. eufonia significa bel suono. compito della registrazione e dell'impianto è dunque riprodurre il bel suono che esiste in natura. 

vi condondete con le colorazioni aggiunte, che sono il contrario del bel suono e che si applicano spesso e volentieri ad alcuni sistemi carenti di loro.

 

mazzarri vattene

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
il suono eufonico e' una cagata pazzesca

Quella era la corazzata potiomkin...

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rodolfo Luffarelli
Le alterazioni eufoniche del suono sono, detto papale papale, il principale motivo per cui ancora si usano le valvole in ambito audio, e sono, anche, ciò che consente alla maggior parte dei marchi Hi-end di vendere i loro prodotti.

La "ricchezza armonica", "tridimensionalità", "pienezza" ecc. sono altrettante alterazioni gradevoli sapientemente introdotte per rendere l'ascolto più affascinante e fornire "personalità" ad un impianto che di per se' potrebbe (dovrebbe?) solo riprodurre la registrazione in modo trasparente. 

Se pensate che siano sentenze arbitrarie e drastiche leggetevi questo antico e famoso articolo : http://www.butleraudio.com/tubesvstrans1.html
No.
La valvole sono nate prima dei trans.
La ragione del loro utilizzo è storica quindi.
Gli è poi che il suono dei trans non è mai riuscito a sostituire nella mente degli appassionati il suono dei tubi.
E se non fosse stato così io ad esempio non credo avrei speso soldi per l'impianto ... nemmeno per sogno ...
Ho sentito decine e decine di trans che non saranno stati eufonici ma sicuramente adatti a sostituire la catena della mia motosega.

Un discorso, se me lo concedi, simpaticamente "talebano" il tuo, Rodolfo: ho ascoltato amplificazioni siano esse a tubi oppure a s.s. sia bensuonanti che malsuonanti; non più tardi di domenica scorsa a Padova ho ascoltato un impianto (diffusori Omnia amplificati Delta Sigma) che a mio avviso, ma non soltanto mio ovviamente, era quanto più naturale e musicale nonchè simile all' evento reale si possa chiedere a un sistema di riproduzione, ma mi pare che i Delta Sigma deputati all' amplificazione siano apparecchiature a stato solido! ;)Ciao Fabio.

Mi piace il simpaticamente ... :D ...
Però io rispondevo a theauditor che poco sopra si era espresso.
In ogni caso tutte le regole sono state confermate da un'eccezione (mezza spesso) che quasi sempre si è dimostrata "eccezione meteora" ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Nerodavola62
il suono eufonico e' una cagata pazzesca
ti confondi con la caco fonia.

no, non si confonde e anche io considero un suono *eufonico* nel senso peggiore del termine, ovvero mieloso, edulcorato, fatto per *piacere* a certo tipo di ascoltatore.
vedere mia firma (Mazzarri vattene non c'entra nulla), please.
vi sbagliate. eufonia significa bel suono. compito della registrazione e dell'impianto è dunque riprodurre il bel suono che esiste in natura. 

vi condondete con le colorazioni aggiunte, che sono il contrario del bel suono e che si applicano spesso e volentieri ad alcuni sistemi carenti di loro.

 

mazzarri vattene

Ma i suoni in natura non sono tutti e sempre necessariamente eufonici.Per questo io propendo per la prima interpretazione e accomuno, nella accezione hifi, eufonia a colorazione.Altrimenti sarebbe sufficiente, e forse piu' intuitivo, parlare semplicemente di trasparenza, correttezza, verosimiglianza della riproduzione; nel bene e nel male, eufonica o cacofonica che sia la registrazione originale.(al netto del glossario comunque stiamo dicendo la stessa cosa...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pabol
il suono eufonico e' una cagata pazzesca
ti confondi con la caco fonia.

no, non si confonde e anche io considero un suono *eufonico* nel senso peggiore del termine, ovvero mieloso, edulcorato, fatto per *piacere* a certo tipo di ascoltatore.
vedere mia firma (Mazzarri vattene non c'entra nulla), please.
vi sbagliate. eufonia significa bel suono. compito della registrazione e dell'impianto è dunque riprodurre il bel suono che esiste in natura. 

vi condondete con le colorazioni aggiunte, che sono il contrario del bel suono e che si applicano spesso e volentieri ad alcuni sistemi carenti di loro.

 

mazzarri vattene

Bello e fedele hanno significato diverso ed in natura non esiste solo "il bel suono" mentre se l'impianto o la registrazione lo fa diventare a prescindere....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
martinogall

In ambito hi fi si usa il termine eufonico per descrivere un suono piacevole in gamma media ma leggermente alterato tendente al morbido tipico di alcune amplificazioni a valvole economiche. 

martino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kayaknrz

vi risbagliate. quando si va a concerto si ascolta eufonia anche quando entrano in azione suoni provvisoriamente striduli.

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pabol
vi risbagliate. quando si va a concerto si ascolta eufonia anche quando entrano in azione suoni provvisoriamente striduli.

 

Sempre che lo stridulio procuri piacevolezza altrimenti si va in contrasto con il significato stesso del termine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
joe1949
vi risbagliate. quando si va a concerto si ascolta eufonia anche quando entrano in azione suoni provvisoriamente striduli.

 


No: quando si va ad un concerto si ascolta quello che gli artisti vogliono far ascoltare, sempre che si parli di suono NON rinforzato con sistemi di amplificazione altrimenti anche in quel caso ascoltiamo un artefatto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.685
    Discussioni Totali
    5.874.603
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×