Vai al contenuto

ainaen74

Braccio e Testina per Dr Feickert BlackBird

Messaggi raccomandati

ainaen74

Un buongiorno a tutti,

ai possessori del gira in oggetto chiedo, se possibile, quale braccio e testina hanno scelto. Per info vi dico che ho un Trichord Diablo + PSU ed il budget massimo per la testina è circa 1.200/1.500€ sul nuovo... (per il braccio per ora starei su Jelco...).

Grazie

Enzo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Superciuk

Dovresti dirci che tipo di suono vuoi tirar fuori dalla testina.....

Aloha

Mattia

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alearti

Un buongiorno a tutti,

ai possessori del gira in oggetto chiedo, se possibile, quale braccio e testina hanno scelto. Per info vi dico che ho un Trichord Diablo + PSU ed il budget massimo per la testina è circa 1.200/1.500€ sul nuovo... (per il braccio per ora starei su Jelco...).

Grazie

Enzo 

Enzo,

 

Nel mio Feickert ho una Jubilee Ortofon con Braccio Jelco. Prossimamente proverò un braccio Reed per vedere la differenza.

Saluti,

-- Ale

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ainaen74

Grazie Ale,

anche a me i bracci Reed piacciono... potrebbe essere un futuro upgrade ma... considerando che non ho ancora preso il gira..... per caso hai provato il piatto inerziale???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ainaen74

come ci vedreste una transfiguration aria???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alearti
Ho il piatto inerziale, se intendi quello con gli inserti in rame...ma l'ho acquistato direttamente cosi' quindi non ti so dire molto...se vuoi te lo presto :-)  o vieni da me e li proviamo entrambi.

Ho provato anche la Transfiguration: Diego me l'aveva fatta provare con il Reed e un Pre-Phono che si abbinava bene e suonava una meraviglia mentre con lo Jelco e il mio Pre-Phono Luxmann era inascoltabile. E' da provare con il Trichord...

-- Ale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam

Ale attenzione , che poi te ne innamori ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ainaen74

grazie Ale per le informazioni....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Superciuk

La Trasfiguration è eccellente...la mia preferita, se vuoi  magari qualche "botta" in più anche una Shelter....

Comunque in quel range di prezzo hai molte scelte...

Aloha

Mattia

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alearti
Ale attenzione , che poi te ne innamori ...
Intendi il Reed? 
Con quale testina e Pre-Phono lo usi?

-- Ale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam
Ale attenzione , che poi te ne innamori ...
Intendi il Reed? 
Con quale testina e Pre-Phono lo usi?

-- Ale

Mi riferivo al Diablo , un parallelepipedo insignificante con prestazioni da Grande ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ainaen74

Ciao Noam,

secondo te il Diablo elettricamente potrebbe andare d'accordo con la Transfiguration Aria?? 
E la testina a sua volta con un Jelco DFA-12o??

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam

L'Aria non mi sembra che elettricamente differisca tanto dalla mia Spirit III ...

Se ricerchi timbro luminoso , fine dettaglio , velocità ,  l'accoppiata IT-Diablo può darti enormi soddisfazioni .

Lì dove la Spirit non raggiunge cartucce ben più costose , e faccio riferimento a Lyra Parnassus e Koetsu Red Sign è nel peso delle singole note .

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aldina

Un buongiorno a tutti,

ai possessori del gira in oggetto chiedo, se possibile, quale braccio e testina hanno scelto. Per info vi dico che ho un Trichord Diablo + PSU ed il budget massimo per la testina è circa 1.200/1.500€ sul nuovo... (per il braccio per ora starei su Jelco...).

Grazie

Enzo

 

 

 

Buongiorno Enzo

i marchi che ti hanno suggerito van davvero bene; sia Transfiguration (ad esempio la vecchia Temper ma anche la Phenix l'aveva un mio conoscente e suonava davvero in maniera equilibrata)  Eccellenti le Shelter 901 e la serie 5000-7000, davvero ricche e dettagliate.

Mi han parlato benissimo delle nuove Ortofon che per giunta non costano per nulla care.

Se ascolti molta musica acustica, in particolare mi riferisco a classica antica e barocca, puoi anche contemplare una Zyx Airy3; se sei un rockettaro-bluesista cancella invece quest'ultima opzione.

In futuro potrai contemplare qualcosa di più moderno dello Jelco; sul Feickert ho anche io un Reed 2A che per giunta viene offerto in una varietà di lunghezze (9-10,5-12 pollici) e di legni della canna. A detta del costruttore ciascuna esibisce lievi differenze.

buona scelta

Marco

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ainaen74

ok grazie a tutti per le dritte.... ora comincio a studiare anche se a dire la verità sarebbe meglio ascoltare per capire meglio.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alearti

Ciao Enzo,

 

Guarda che bello il Feickert con il Reed!

 

358nazb.jpg

 

Non puoi con il BlackBird prendere lo Jelco :-)

A parte gli scherzi, devi almeno provarlo, suona veramente bene.

Poi se vuoi proprio lo Jelco magari prendi il mio...

 

Buona scelta,

-- Ale

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam

Ale quali differenze hai notato tra i due bracci ?

Il Reed è tra i bracci più intriganti attualmente sul mercato , incredibile anche la variegata possibilità di scelta dei materiali della canna .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alearti

Ciao Francesco,

 

Oggi abbiamo ascoltato prima lo Jelco e poi il Reed 2A, entrambi da 12 e con la mia Jubilee Ortofon. Premesso che provare un braccio non è la cosa più banale di questo mondo visto che non ho la possibilità di montare 2 bracci contemporaneamente, la sensazione è quella di un suono più preciso e raffinato. Come se si aggiungesse più solidità. Lo Jelco sembra "scappare" dalle note mentre il Reed ha la grazia di seguirle con più eleganza e in modo più preciso. Il pianoforte è fluido e corposo, il violino è più legnoso e sale senza problemi. E non credere che ci sia più gamma media è soltanto più preciso e raffinato (ultimamente sono refrattario agli eccessi in gamma media e mi accorgo subito perché mi da un estremo fastidio). Adesso ascolterò il Reed e fra un paio di settimane ripasso allo Jelco per capire cosa succede a tornare indietro.

 

Buona serata,

-- Ale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ainaen74

il Reed è il primo upgrade che farò però prima dovrò mettere da parte i soldini... per ora devo accontentarmi porc... sti soldi, non bastano mai....

A proposito... bello il Feckert nero!!!!!!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aldina

Grosso modo ho maturato la stessa sensazione di Alearti a riguardo del jelco; ascoltato con una Monster Alpha a confronto (dilatato nel tempo) di altri bracci tra i quali quello che avevo io che era un Syrinx. Proprio come se fosse un poco approssimativo nello sviluppo delle complesse trame musicali. Buono come dinamica.

Alla fin fine conta sopratutto un buon abbinamento con peso e cedevolezza della testina.

Comunque il Reed lo ritengo un'alternativa ben pensata e ben fatta ai grandi marchi del tonearm; Graham phantom e Triplanar compresi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Superciuk

Io sul Feickert nero metterei un Wilson Benesch come il mio ( che ho su un gira nero...)

Aloha
Mattia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alearti
Grosso modo ho maturato la stessa sensazione di Alearti a riguardo del jelco; ascoltato con una Monster Alpha a confronto (dilatato nel tempo) di altri bracci tra i quali quello che avevo io che era un Syrinx. Proprio come se fosse un poco approssimativo nello sviluppo delle complesse trame musicali. Buono come dinamica.

Alla fin fine conta sopratutto un buon abbinamento con peso e cedevolezza della testina.

Comunque il Reed lo ritengo un'alternativa ben pensata e ben fatta ai grandi marchi del tonearm; Graham phantom e Triplanar compresi.


Marco,

Sembra che il Reed abbia un peso che si abbina bene con la Jubilee. E come pre-phono? Qualche buon consiglio?

Buona notte,

-- Ale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam

Sembra che un Gira ad alta massa armato con due bracci come il Reed ed il Phantom sia la prossima frontiera ...le cartucce per il momento ci sono , ed aspettano impazienti ......se solo si potesse tornare a 4-5 anni fa , quando tutto era possibile

(:|

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
noam

Ale , sicuramente avrai fatto dei confronti con quel pò pò di sorgente digitale che è il CDSA SE , come si comporta in questo caso il tuo trittico analogico ?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
alearti

Francesco,

L'EmmLabs sta nel mio impianto da svariati anni e tutti i cambiamenti piu' recenti sono stati con l'Emm come sorgente principale. Con EmmLabs posso dire di aver raggiunto un equilibrio notevole e il suono che produce e' per i mie gusti personali di alto levello (puoi chiedere a secorte e dufay che sono venuti a trovarmi un paio di settimane fa' o leggerti il 3D "preamplificatori che passione"). 

Il trittico analogico non ha neanche 1 anno. Pero' devo ringraziare Diego Andreoli (importatore di Feickert) che mi ha guidato nelle varie scelte e ad oggi posso dire che anche l'analogico suona bene. Il Feickert e' un gira molto versatile e ben suonante, secondo me adatto per chi si vuole avvicinare all'analogico senza penare troppo. Poi, con l'aggiunta del Reed, mi sembra di aver fatto un altro passetto in avanti.

My 2 cents,
-- Ale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ainaen74

Ecco... Senza penare troppo.. Mi hai tolto le parole di bocca.

E' proprio quello che vorrei fare io..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aldina

Alessandro, oramai sono tra le vittime del crollo economico e ho dovuto vendermi il fono, il downgrading è davvero traumatico; pazienza... in fondo come dice il buon Diego che hai citato, il mio sistema suona in modo insopportabile (sono parole sue.. non scherzo) quindi me ne farò una ragione.

Ti scrivo in privato per le mie esperienze con i fono di qualità.

a presto

Marco

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
carlottina

niente SME?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aldina
Io sul Feickert nero metterei un Wilson Benesch come il mio ( che ho su un gira nero...)
Aloha
Mattia
mmmmhhh questa volta non sono d'accordo con Mattia.

sia per questione estetica, la forma dei Wilson Benesch è ancora più design e sembra davvero studiata per i propri (bellissimi) gira. Modello? e poi quale modello, Nanotube? non è di costo superiore?

 

l'approccio è radicalmente diverso: legni esotici e articolazione innovativa per il Reed; mentre Wilson Benesch ha puntato tutto sul materiale avveniristico (la fibra di carbonio) e lo sviluppo della forma non convenzionale (crescente credo nell'intento di contenere le risonanze).

 

rispetterei le proposte in seno agli importatori come ben sai... su WB non metterei  per principio un Reed e su Feickert non metterei quindi WB.

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Frovalta

Ho da circa tre anni un Dr. Feickert Woodpecker. La base e concettualmente simile come costruzione a quella del blackbird, ma ha un solo motore ed una sola sede per il braccio (mi pare, vado a memoria).

 

Io ci ho installato un Goldenote B5 con canna da 10,5 pollici. Testina Wilson Benesch Ply. Molto soddisfatto, anche se un possibile up grade potrebbe essere il passaggio ad un pick-up Lyra. Ma ad ora va benissimo così.

 

 

Un saluto, Frovalta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.644
    Discussioni Totali
    5.886.500
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×