Vai al contenuto

Ospite eugenio_barba

The Kinks

Messaggi raccomandati

Ospite

Ciao a tutti!

Sono alla ri-scoperta di questa grandissima band e ne sto recuperando tutti i dischi.
Vorrei chiedervi un parere da esperti su quali siano le edizioni migliori, se ve ne sono. E, nel caso, condividere opinioni sulla band.
Prima esperienza che vorrei segnalare:
ieri da Amazon ho ricevuto Village Green Deluxe 3CD, per ora ho avuto la possibilità di ascoltare solo il disco stereo e devo dire che, purtroppo, il CD suona malissimo. Immagino le registrazioni di partenza non siano granchè, ma canale destro alto, nitido, cristallino; canale sinistro, basso, soffocato , lo-fi, lontano, sono evidentemente due tracce distinte che nemmeno vanno a sovrapporsi; copia difettata o lavoro malfatto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
clapat71

Hai sbagliato versione :-) Io ho al reissue del 1998 con la versione mono 15 tracce e a seguire quella stereo 12 tracce in un unico cd e si sente degnamente, vista la fonte ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
clapat71

Dei Kinks ho tutto. Li amo tutti, quindi non dico nulla perché sarei assolutamente inattendibile :-D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
59nebula

Ciao a tutti. Sono anche io un appassionato dei Kinks, secondo me i fratelli Davies sono stati tra i più grandi autori almeno fino ai primi anni '70. Avevo comprato i loro vinili in UK parecchi anni fa: si tratta di prime stampe e posso confermare che le registrazioni sono piuttosto approssimative, ruvide come si chiedeva spesso in quel periodo. Anche Village in versione mono non suona benissimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Ho solo un album, Lola, ma li trovo geniali. Un giorno devo approfondire.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Hai sbagliato versione :-) Io ho al reissue del 1998 con la versione mono 15 tracce e a seguire quella stereo 12 tracce in un unico cd e si sente degnamente, vista la fonte ;-)

 

Intendi quindi che le nuove deluxe editions sono da evitare? Lola devo dire invece a livello di sound non delude. Bocciate per ora Village e Arthur. Ma, ripeto, non ho altre edizioni con cui poter fare un confronto. Nel caso mi butto sui remaster 1998.

Vi ho scritto perché molto colpito, tra le tante, dall'analisi performativa che redfox ha fornito nel topic sulle reissue 2014 dei Led Zeppelin :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
clapat71

Considera che i Kinks fino a che hanno messo su uno studio per conto loro (fine anni '70) si sono sempre lamentati della scarsa attenzione riservata alle loro registrazioni da parte di produttori e case discografiche. Lola di per sé è registrato benino. Arthur ho il vinile stampa USA e la reissue del 1998 svecchia un po' il suono (come era uso fare), ma regge il confronto. Io sinceramente non me la sono sentita di comprare gli stessi dischi per l'ennesima volta per cui non so come suonino le deluxe del 2004 (adesso pare ne esca un'altra infornata), ma il suono che descrivi per Village io con la copia del 98 non lo riscontro affatto.

Diciamo che sono le classiche rimasterizzazioni che pulendo tolgono un po' di armonici, sono un po' digitali, però quelle differenze tra canali non le ho.
Per quanto riguarda i dischi sono tutti da avere da Face to face (con qualche rimpianto per Kinks Kontroversy) a Muswell Hillbillies.
Poi ti consiglierei da Sleepwalker a Give the people what they want.
Il resto è per fanatici come me ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ganimede

I Kinks.... la band inglese più sottovalutata della storia!!! Mannaggia!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
eduardo
I Kinks.... la band inglese più sottovalutata della storia!!! Mannaggia!!!
I Kinks sono probabilmente stata la band piu'  "avanti" di tutte.

Tutte le generazioni di rock/hard/punk band devono loro qualcosa:   "You really got me",  oltre ad essere un pezzo che personalmente ho sempre amato,  e'  una autentica bomba lanciata nel 1964 sul "corretto"  e rassicurante "dlen-dlen" di moda all'epoca.  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
klingsor74

Io ho ascoltato oggi Village Green su CD Castle del 1989, e mi sembra un buon lavoro. Poco compresso e gradevole all'ascolto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
paoloriccia

in questi giorni alcuni vinili dei kinks della mov sono nell'offetta amazon 2x30 euro. Qualcuno s come sono?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Cristodek

Ho chiesto lumi sulla reissue 2015 di Kontroversy perchè l'ho acquistato attraverso l'offerta di cui parli.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giorgiovinyl

Michael Fremer su Analog Planet ha recensito bene Face to Face. Il problema è che le ristampe americane sono analogiche quelle europee purtroppo no...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefano_pol
Considera che i Kinks fino a che hanno messo su uno studio per conto loro (fine anni '70) si sono sempre lamentati della scarsa attenzione riservata alle loro registrazioni da parte di produttori e case discografiche. Lola di per sé è registrato benino. Arthur ho il vinile stampa USA e la reissue del 1998 svecchia un po' il suono (come era uso fare), ma regge il confronto. Io sinceramente non me la sono sentita di comprare gli stessi dischi per l'ennesima volta per cui non so come suonino le deluxe del 2004 (adesso pare ne esca un'altra infornata), ma il suono che descrivi per Village io con la copia del 98 non lo riscontro affatto.
Diciamo che sono le classiche rimasterizzazioni che pulendo tolgono un po' di armonici, sono un po' digitali, però quelle differenze tra canali non le ho.
Per quanto riguarda i dischi sono tutti da avere da Face to face (con qualche rimpianto per Kinks Kontroversy) a Muswell Hillbillies.
Poi ti consiglierei da Sleepwalker a Give the people what they want.
Il resto è per fanatici come me ;-)

 

Avevo ascoltato e mi era piaciuto "State of confusion", degli anni '80, ma poi, provando con altri, restai deluso. Riproverò con quelli che consigli...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

Ho "one for the road" in sacd... Ma sinceramente non è che mi abbia colpito, tecnicamente parlando.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.645
    Discussioni Totali
    5.886.577
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×