Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
mikefr

Che mi dite delle proporzioni delle grandezze fisiche di riproduzione di un impianto??

Messaggi raccomandati

mikefr

Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gefrusti
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?

 


che hai ragione....purche si rimanga entro un utilizzo di volumi razionali...anche se importanti.

Il volume giusto lo stabilisce lo strumento e la registrazione.:-)

 

Tom.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?

 

Azz, mike adesso i sostenitori del..."andate ad ascoltare musica dal vivo"...

Hai colpito nel segno.

Salute

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emaspac
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?

 

condivido. ma per me vale anche al contrario, cioè a bassi volumi. 

se devi alzare il volume per poter sentire uno strumento nelle sue dimensioni, nel timbro, cioè per garantire la verosimiglianza col reale, allora non è hi fi. 
in soldoni: più suona bene a basso volume, più mi piace.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mikefr
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?
condivido. ma per me vale anche al contrario, cioè a bassi volumi. 
se devi alzare il volume per poter sentire uno strumento nelle sue dimensioni, nel timbro, cioè per garantire la verosimiglianza col reale, allora non è hi fi. 
in soldoni: più suona bene a basso volume, più mi piace.

E' la mia filosofia........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mikefr
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?

 

Azz, mike adesso i sostenitori del..."andate ad ascoltare musica dal vivo"...

Hai colpito nel segno.

Salute

 

Ogni tanto non farebbe male,ma basta anche sentire una voce di qualsiasi persona per avere un riferimento.............

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?

 


che hai ragione....purche si rimanga entro un utilizzo di volumi razionali...anche se importanti.

Il volume giusto lo stabilisce lo strumento e la registrazione.:-)

 

Tom.

 

Ogni registrazione ha un suo volume d'ascolto.

Salute

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MarioBon

l'effetto è di origine fisiologica e psicoacustica. Superato un certo volume l'immagine della sorgente si ingrandisce.

Poi è anche vero che ci sono sistemi che lo fanno di più e altri di meno.

Per esempio la valutazione della distanza della sorgente dipende dalla memoria e il cervello sa che se uno strumento è lontano "suona piano" e appare "piccolo" se è invece + vicino "suona forte" e appare più grande. Aumentando il livello SPL è normale che appaia ancora più grande.

Dato che sicuramente ci sarà qualcuno che dirà che il suo impianto produce 130 dB a 4 metri ma gli strumenti mantengono la dimensione che avevano ad un livello 60 dB inferiore, ricordo che la psicoacustica descrive fenomeni che riguardano almeno il 72 % della popolazione. E' normale che il restante 28% abbia percezioni diverse.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
laponid

Ogni tanto non farebbe male,ma basta anche sentire una voce di qualsiasi persona per avere un riferimento.............

 

Sicuro? la donna delle pulizie che canticchia = Maria Callas?

Hai mai sentito un baritono che chiama qualcuno?

Il piano a coda nel salone di un amico?

Un clarinetto o un sax  in una stanza? .. prova ..

Un basso elettrico (es Gibson) + batteria (senza spazzole)

Il suono dal vivo è grande, molto grande ..... la radio del nonno piccola piccola..

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
HR

Le dimensioni e le proporzioni degli strumenti e strumentisti associati ad una immagine/soundstage stabile e con fuoco puntiforme sono sinonimo di Hi-end che se non vengono rispettate e' inutile parlare di alta fedelta'.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mikefr
Ogni tanto non farebbe male,ma basta anche sentire una voce di qualsiasi persona per avere un riferimento.............

 

Sicuro? la donna delle pulizie che canticchia = Maria Callas?

Hai mai sentito un baritono che chiama qualcuno?

Il piano a coda nel salone di un amico?

Un clarinetto o un sax  in una stanza? .. prova ..

Un basso elettrico (es Gibson) + batteria (senza spazzole)

Il suono dal vivo è grande, molto grande ..... la radio del nonno piccola piccola..

Se ti dico di si?E poi i riferimenti che hai fatto non sono pertinenti,le registrazioni non vengono fatte nella nostra stanza...........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison
Ogni tanto non farebbe male,ma basta anche sentire una voce di qualsiasi persona per avere un riferimento.............

 

Sicuro? la donna delle pulizie che canticchia = Maria Callas?

Hai mai sentito un baritono che chiama qualcuno?

Il piano a coda nel salone di un amico?

Un clarinetto o un sax  in una stanza? .. prova ..

Un basso elettrico (es Gibson) + batteria (senza spazzole)

Il suono dal vivo è grande, molto grande ..... la radio del nonno piccola piccola..

Se ti dico di si?E poi i riferimenti che hai fatto non sono pertinenti,le registrazioni non vengono fatte nella nostra stanza...........C'è confusione. Salute

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison
Le dimensioni e le proporzioni degli strumenti e strumentisti associati ad una immagine/soundstage stabile e con fuoco puntiforme sono sinonimo di Hi-end che se non vengono rispettate e' inutile parlare di alta fedelta'.

 

Quoto

Salute

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?
Qualche volta mi è successo di sentirlo, ma certamente non era l'unico problema. Diciamo che ciò è dovuto ad un errore di abbinamento diffusori-elettroniche e collocazione sbagliata in ambiente.

Con diffusori enormi poi è solo più facile ottenere questo effetto per via della difficoltà di pilotaggio e collocazione.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison

E qui torniamo all'ambiente. il gigantismo dipende da quello, è inutile che ci giriamo intorno.

Salute

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dufay

A volte non pare neanche di stare su un forum di alta fedeltà.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison
A volte non pare neanche di stare su un forum di alta fedeltà.

 

Pensi sia secondario come parametro, ma non è così.

Salute

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
grisulea
E qui torniamo all'ambiente. il gigantismo dipende da quello, è inutile che ci giriamo intorno.

Salute

 

No, dipende dal volume di ascolto, se puoi andare alto e' una cosa normale, succede anche dal vivo. Basta regolarsi su quello. Se ne era già discusso. Vedo che il buon Bon e' d'accordo. Al salire del volume tutto ingrandisce, non ci si può fare nulla. Ma è normale che accada, non è in difetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mikefr
E qui torniamo all'ambiente. il gigantismo dipende da quello, è inutile che ci giriamo intorno.Salute
No, dipende dal volume di ascolto, se puoi andare alto e' una cosa normale, succede anche dal vivo. Basta regolarsi su quello. Se ne era già discusso. Vedo che il buon Bon e' d'accordo. Al salire del volume tutto ingrandisce, non ci si può fare nulla. Ma è normale che accada, non è in difetto.

Tutto giusto secondo me,ma è su questo parametro che volevo portarvi,tanti dicono che un impianto se si sente forte e di conseguenza ingigantisce il tutto,è un pregio.............ma non si tengono conto dei parametri di veridicità delle proporzioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
meridian
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?

 


 

Ciao , io ho il sistema in un locale piccolo dedicato, posso ascoltare bene, nel senso che c' è quasi tutta l' informazione che serve a godersi la musica, a volume 4-6 di 99, dipende poi dalle registrazioni ovviamente. Man mano che alzo il volume il suono riempie la stanza, parliamo di circa 12 mq, ma a mio parere è la sensazione di pressione sonora che ti fa sembrare di ingrandire il soundstage, più che gli strumenti , che non mi sembra " ingigantiscano" . Semplicemente c' è più energia, maggior sollecitazione, impatto superiore, al punto che si innesca una " presenza" ambientale che a volumi dimessi non si avverte . Io posso arrivare a volumi di circa 50-60, raramente e per poco, di solito sono a 25-35 passi del pre . . . .

 

Saluti , Dario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
extermination

Visto che si e tirate fuori le proporziono...Dunque quale sarebbe il rapporto di scala che un Sistema di riproduzione home dovrebbe rispettare nella riproduzione di un sax , un pianoforte, un quintetto Jazz , una piccola orchestra ( lasciam perdere la grande orchestra ) in un ascolto di una registrazione risultante da una ripresa microfonica in campo vicino ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0038
l'effetto è di origine fisiologica e psicoacustica. Superato un certo volume l'immagine della sorgente si ingrandisce.

Poi è anche vero che ci sono sistemi che lo fanno di più e altri di meno.

Per esempio la valutazione della distanza della sorgente dipende dalla memoria e il cervello sa che se uno strumento è lontano "suona piano" e appare "piccolo" se è invece + vicino "suona forte" e appare più grande. Aumentando il livello SPL è normale che appaia ancora più grande.

Dato che sicuramente ci sarà qualcuno che dirà che il suo impianto produce 130 dB a 4 metri ma gli strumenti mantengono la dimensione che avevano ad un livello 60 dB inferiore, ricordo che la psicoacustica descrive fenomeni che riguardano almeno il 72 % della popolazione. E' normale che il restante 28% abbia percezioni diverse.

 

... =D> ^:)^..tutto il resto BALLE più o meno grosse che lasciano il tempo che trovano... =D>

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison
E qui torniamo all'ambiente. il gigantismo dipende da quello, è inutile che ci giriamo intorno.

Salute

 

No, dipende dal volume di ascolto, se puoi andare alto e' una cosa normale, succede anche dal vivo. Basta regolarsi su quello. Se ne era già discusso. Vedo che il buon Bon e' d'accordo. Al salire del volume tutto ingrandisce, non ci si può fare nulla. Ma è normale che accada, non è in difetto.

 

Luc, infatti già ne abbiamo discusso, quando non tratti a dovere le prime riflessioni, superata una certa soglia l'immagine stereofonica tende ad allargarsi e spostarsi verso l'eco, se l'ambiente è trattato a dovere.....

Salute

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0038
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?

 

Mike, leggiti per bene il post di Mario Bon, ripassatelo più volte e stampatelo bene in mente. Hai mai visto un concerto Live a pochi metri di distanza...? Hai mai superato i 50db nei tuoi ascolti..? Tutti gli Impianti a 50-60db riproducono facilmente lo strumento in maniera consona, senza dimenticare che anche la registrazione influisce non di poco sui parametri da te presi in considerazione. Lassa perde i "pannelli"...prima di voler disquisire su certe argomentazioni, devi provare ad ascoltare Tutti i Generi Musicali compreso e soprattutto quelli Amplificati e a 100db come faccio io, solo dopo puoi parlare e valutare... ;) :-h

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison

L'impianto che ingigantisce non può essere considerato alta fedelta.

Salute

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
extermination

 

L'impianto che ingigantisce non può essere considerato alta fedelta.

Salute

 

E quello che rimpicciolisce un Orchestra?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mikefr
Spesse volte ho notato/sentito che in impianti,non tanti,di appassionati ma anche di negozianti,quando si arriva a determinati volumi,si ha l'espansione vera e propria delle grandezze fisiche degli strumenti.Sax che diventano di tre metri,contrabbassi grossi come roulotte,bocche di cantanti di un metro di diametro,nacchere di 50 cm.A parte l'effetto di meraviglia che può fare su alcuni appassionati che se non sentono la così detta "botta" uno stereo non suona bene,ma l'alta fedeltà non deve essere intesa come riproduzione il più fedele possibile del suono degli strumenti compreso la loro grandezza naturale oltre naturalmente alla loro timbrica?Ecco,è proprio la grandezza fisica reale stravolta che spesso noto in impianti anche molto costosi.Per me un impianto che suona forte ma che ingigantisce tutto non può essere considerato HIFI,contravviene ad uno dei tanti principio basilare dell'alta fedeltà.Che ne pensate?

 

Mike, leggiti per bene il post di Mario Bon, ripassatelo più volte e stampatelo bene in mente. Hai mai visto un concerto Live a pochi metri di distanza...? Hai mai superato i 50db nei tuoi ascolti..? Tutti gli Impianti a 50-60db riproducono facilmente lo strumento in maniera consona, senza dimenticare che anche la registrazione influisce non di poco sui parametri da te presi in considerazione. Lassa perde i "pannelli"...prima di voler disquisire su certe argomentazioni, devi provare ad ascoltare Tutti i Generi Musicali compreso e soprattutto quelli Amplificati e a 100db come faccio io, solo dopo puoi parlare e valutare... ;) :-h

 

Letto tutto e bene e ho appreso il perché dei fenomeni,ma il mio è un discorso del sottolineare quale è il giusto volume per avere proporzioni GIUSTE delle cose che si sentono,e ripeto non amplificate.Una nacchera dal vero non è grossa 50 cm...................Per l'ennesima volta,io non ascolto musica con strumenti amplificati,ovvero,ascolto prevalentemente quella acustica,abbiamo concezioni diverse di come deve suonare un impianto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Vmorrison

L'impianto che ingigantisce non può essere considerato alta fedelta.

Salute

 

E quello che rimpicciolisce un Orchestra?

 

Non è la stessa cosa.

Salute

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
extermination
Visto che si é tirate fuori le proporzioni Dunque quale sarebbe il rapporto di scala che un Sistema di riproduzione home dovrebbe rispettare nella riproduzione di un sax , un pianoforte, un quintetto Jazz , una piccola orchestra ( lasciam perdere la grande orchestra ) in un ascolto di una registrazione risultante da una ripresa microfonica in campo vicino ?

 

Mi autoquoto x il gusto du Dufay! Proporzioni giuste ? Quali ? Rapporto di scala ...quale!?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
extermination

L'impianto che ingigantisce non può essere considerato alta fedelta.

Salute

 

E quello che rimpicciolisce un Orchestra?

 

Non è la stessa cosa.

Salute

 

 

Non fare il furbacchione silvano!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.389
    Discussioni Totali
    5.859.533
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×