Jump to content

Consigli per neofiti, parte 1: le informazioni.


iBan69
 Share

Recommended Posts

Buongiorno, con questa prima discussione, vorrei proporre una serie di thread rivolti a quei neofiti che desiderano approcciarsi a questo bellissimo hobby.

Il mio intendimento sarebbe quello di fare una specie di guida, che dia consigli più generici che specifici, su i corretti passi di avvicinamento che un neofita dovrebbe tener presente, per non incorrere in possibili delusioni o inutile sperpero di denaro, con scelte sbagliate o che non lo soddisfano, nella ricerca del piacere di ascoltare musica.

Chiedo il contributo di chiunque abbia seriamente voglia, di costruire una sorta di guida, senza inutili polemiche, ma con l’unico scopo di dare degli strumenti e consigli su come arrivare a fare certe scelte, piuttosto che altre e non proporre soluzioni già preconfezionate, come marca e modello (per quello ci sono le discussioni aperte dal singolo forumer che chiede specifiche informazioni).

Perché 1a parte? Perché gli argomenti sono diversi, e vorrei tenerli separati per una più facile successiva consultazione e comprensione dei diversi passaggi che il neofita si troverà a fare nel corso delle sue ricerche, evitando l’effetto calderone. 
In questa prima parte, pensavo di argomentare quello è il primo passo, ovvero la raccolta delle informazioni necessarie prima di passare alla ricerca, alla valutazione/ascolto, acquisto e collocazione di un impianto hifi, nella propria casa. 
Sono ben accetti consigli per meglio strutturare la discussione attuale e quelle future. 
Chiedo a tutti di seguire un discorso filologico, concentrandoci su ciò che attinente all’argomento della discussione, che rammento, è indirizzata più che altro ai neofiti, ma che puoi essere utile a chiunque, di noi. 
Grazie 

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

Comincierei consigliando di evitare l'acquisto di cavi magici che costano più di 20/30 euro e hanno come unico beneficio l'arricchimento di chi li vende.

  • Melius 2
  • Haha 1
  • Sad 1
Link to comment
Share on other sites

Le informazioni.

Una persona che desidera avvicinarsi ad un settore per lui poco conosciuto, la prima cosa che farà, sarà quella di recuperare delle informazioni. 
Le informazioni sono basilari, quindi dove trovarle? 
Partiamo da qui, ovvero da un forum di appassionati, da Melius. 
Se provo a mettermi nei panni di una persona che desidera mettersi in casa un un impianto hifi, e inizia a leggere le discussioni di un forum, potete immaginare quale difficoltà, incontrerà. Argomenti vari, specifici, su prodotti che non conosce ne l’utilizzo, ne il costo. Quindi, cosa farà?

Aprirà una discussione, chiedendo subito quali prodotti consigliargli, scatenando l’inferno! 
Tutti a riempirlo di domande o peggio a dargli marchio e modello del

prodotto che Noi, riteniamo migliore per Lui, senza prima fornirgli quegli strumenti, che invece gli dovrebbero servire per arrivare a fare lui delle scelte informate e consapevoli. 
Melius, è una grande fonte di informazioni, per chiunque abbia la voglia e la pazienza di seguirlo, ma non è così facile, come sembra, ottenere quelle giuste.
Quindi, cosa dovrebbe fare il nostro amico che si approccia per la prima volta al forum?  
Sappiamo tutti, più o meno, che per ricevere informazioni corrette,  è necessario prima fornirne altre, possibilmente complete e precise, a chi, successivamente apprese, potrà essere più preciso ad ricambiarle con altre più specifiche. 
Quali sono queste informazioni da fornire ai forumer a cui si chiede aiuto?

Potremmo riassumerle in:

Quale sarà la nostra sorgente primaria di musica?

Qual’è il mio budget? 
Com’è la stanza, la posizione dove intendo collocare il mio impianto?

Quali sono i miei gusti musicali? 
Che tipo di suono mi aspetto di ottenere? 
Ma, ne potremmo aggiungere, molte altre. 
Se il neofita avrà la pazienza e l’attenzione di comunicare, da subito queste basilari informazioni, nella sua discussione, noi tutti saremo in grado di aiutarlo, molto meglio, concorderete. 
Quindi le informazioni sono basilari, in questa prima fase. 
Ma non esiste solo un forum, per ottenere informazioni.

L’amico Audiofilo, se conosciuto, è probabilmente la prima persona a cui si rivolgerebbe il nostro neofita. 
Il Negoziante. Un’altra fonte, sono le informazioni avute da un negoziante di apparecchi hifi, e qui si potrebbe aprire, una sotto discussione, solo su questo. Ma facciamo un passo alla volta. 
Le riviste Hifi. Esistono ancora neofiti, che acquistano riviste specialistiche per informarsi su cos’è e come si compone un impianto hifi? Hai miei/nostri tempi, per molti di noi, lo facevamo, ma era un’altra epoca, l’hifi viveva realtà diversa.
Quali altre fonti di informazioni esistono? 

 

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, iBan69 ha scritto:

Quali altre fonti di informazioni esistono? 

Io, che ho deciso pochi mesi fa di rimettere in piedi un impianto stereo, mi sono principalmente affidato a questo forum, ma ho anche guardato un'infinità di video su youtube, anche se spesso in inglese. Aldilà dei "consigli per gli acquisti", trovo i video utili a prendere dimestichezza col linguaggio dell'alta fedeltà, conoscere i marchi più di moda sul mercato, farsi un'idea dei prezzi ecc. ecc.

Link to comment
Share on other sites

31canzoni
3 minuti fa, iBan69 ha scritto:

Quindi, cosa dovrebbe fare il nostro amico che si approccia per la prima volta al forum?  

Chiedere a te.

 

4 minuti fa, iBan69 ha scritto:

Se il neofita avrà la pazienza e l’attenzione di comunicare, da subito queste basilari informazioni, nella sua discussione, noi tutti saremo in grado di aiutarlo, molto meglio, concorderete. 

Ci vorrebbero delle check list validate.

 

Al di là delle battute perchè gli vuoi dare una specie di manualetto? A me sembra che il neofita sappia già di suo come reperire e chiedere informazioni sia sul web sia sul forum.

Vero che quando l'utente meno esperto o anche semplicemente novizio apre un 3ad qui sul forum lo si "assale" ma in senso buono, forse per troppo entusiasmo, ma poi la discussione (riconosco spesso dispersiva) è un modo per conoscersi.

 

In ogni caso la tua idea è lodevole, le perplessità le ho indicate sopra, ma senza polemica.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

@31canzoni Ciao, credo che un paio di paginette sintetiche, destinate al neofita (come me), per quanto magari scontate, siano un bel biglietto da visita per chi entra per la prima volta nel forum alla ricerca di informazioni. In questo senso credo che l'idea sia da appoggiare e valga il tempo speso per realizzarla.

5 minuti fa, 31canzoni ha scritto:

lo si "assale" ma in senso buono

la penso uguale.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

@iBan69 Quello che mi piacerebbe trovare scritto è una sorta di glossario (giusto 2 parole, per capire il contesto) dei termini tecnici e degli acronimi spesso utilizzati nelle discussioni. E' vero che aprendo un motore di ricerca si trova la risposta, ma averle in buona parte riunite in unico luogo, penso farebbe piacere un pò a tutti. Faccio qualche esempio:

impedenza, efficienza, push-pull, stato solido, classe D, t-amp, toroidale, drc, mqa, hires, redbook ecc. ecc. ecc.

Link to comment
Share on other sites

@Branch innanzitutto, grazie per il tuo riscontro.

Hai giustamente menzionato, un altro “canale” informativo, che non avevo preso in considerazione, YouTube. Effettivamente, in molti, a leggere qui, sul forum, ne usufruiscono, alcuni con più esperienza, solo per curiosità e divertimento, altri, come fonte d’ispirazione e consigli. 

Ottima segnalazione.

Per quanto riguarda il “glossario”, mi sembra una buona idea, sentiamo gli altri forumer, cosa ne pensano, magari qualcuno con più ampie conoscenze tecniche delle mie, e buona volontà, si presta a farlo.

Grazie.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Questa discussione non vuole essere un manuale, ma solo, una traccia, un’aiuto, con la quale il neofita, inizia ad approcciarsi a questo hobby.

Credo nell’utilità di Melius, come strumento d’informazioni, esperienze e condivisione, non solo come un luogo dove passare del tempo a criticare le idee degli altri. Queste discussioni possono non interessare a tutti, possono essere migliorate nei contenuti e nella forma, ma non capisco il motivo perché dovrebbero essere criticate a prescindere, quando l’unica motivazione è aiutare altre persone a comprendere meglio questo hobby.

Non c’è nulla da validare, perché basta partecipare e la validazione avviene da sola, fatta da tutti, da di chi vuole contribuire costruttivamente con le proprie idee, magari diverse e non criticare solo chi l’ha aperta. 

Grazie.

 

 

  • Melius 1
Link to comment
Share on other sites

tapesrc

A mio personale giudizio, il miglior consiglio che si possa comunicare ad un novizio, è si di "farsi le ossa", con manueletti, opuscoli, notizie carpite qua e la nell'web, ma una volta assorbite nozioni e consigli, trovare, in un negozio, in una fiera, insomma in una occasione di confronto diretto e reale, il confronto con altri che condividano la mesima passione da più tempo e, che senza pregiudizi di sorta, possano assecondare, quanto controbattere, i dubbi, o le presunte certezze che ognuno di noi ha avuto agli inizi.

Certo, per primo, riconosco che la cosa non sia, ne immediata, ne facile, come può essere il digitare ossessivamente e a ruota libera domande e dubbi a una presunta, ampia, platea di potenziali conoscitori della materia, ma, è di certo foriera di ampie soddisfazioni per il dialogo, che si creerà tra il novizio e il/i suoi mentori presi ad esempio.

 

Link to comment
Share on other sites

tapesrc

E aggiungasi ... @iBan69 ma ti sei accorto che hai ripetuto ben 3 volte il concetto " criticare, criticare, criticare... " nel, tuo precdente post ... quale nemesi di presunta veridicità assoluta di certi post ... suvvia, se Melius deve esser un momento di rilassato incontro di più passioni, condividiamo le ns forze a superare questo concetto e facciamone una massiva forza di sprono e incitamento, in particolare, e giusto a tema, per i novizi che vanno leggendoci.

Link to comment
Share on other sites

tapesrc

@iBan69 grazie per il tuo,apprezzamento, quello che ho descritto e che penso da tempo, trovo sia la soluzione più concreta per trovare un seguito futuro alle ns passioni, in nuove generazioni di appassionati, che possano perpetuare quanto da noi seminato, rivivendone, nel contempo, le stesse emozioni. Thanks 👍

Link to comment
Share on other sites

8 minuti fa, tapesrc ha scritto:

ti sei accorto che hai ripetuto ben 3 volte il concetto " criticare, criticare, criticare... " nel, tuo precdente post ..

Forse, mi sono fatto prendere la mano … o forse, solamente perché la critica è lo sport più praticato in un forum.

 

Link to comment
Share on other sites

Tornando all’argomento della discussione, credo, che per un neofita, un’approccio informativo, di base, prima che di scelta, sia fondamentale, altrimenti sarebbe un po’ come scegliere un’auto solo basandosi solo sull’estetica o sui dati tecnici scritti sul depliant.

A cosa mi servirà l’auto? La userei solo in città per pochi chilometri, oppure ci faccio lunghi viaggi, in autostrada? Quante persone o merci devo caricarci? Ci sta nel mio box? Meglio elettrica, ibrida, a benzina o Diesel? Prediligo il comfort o la sportività? Quanto sono disposto a spendere?

Insomma, le risposte ci impongono delle domande, e le informazioni ricevute ci aiutano a fare le scelte giuste.

Ma, ci possiamo fidare di queste informazioni?

Tornando alla fonte delle suddette, secondo voi, sono più credibili, per il neofita, informazioni acquisite da una moltitudine di appassionati, come su un forum, oppure da un’unica fonte specializzata, come una rivista o un negoziante?

 

 

Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini
8 minuti fa, iBan69 ha scritto:

secondo voi, sono più credibili, per il neofita, informazioni acquisite da una moltitudine di appassionati, come su un forum, oppure da un’unica fonte specializzata, come una rivista o un negoziante?

Escluderei la moltitudine tipo forum 

Escluderei il negoziante 

Escluderei ovviamente la rivista 

 

 

  • Melius 1
  • Haha 1
  • Confused 1
Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini
3 minuti fa, iBan69 ha scritto:

Chiamano tutti te?

Speriamo di no! 🙂

 

Link to comment
Share on other sites

FabioSabbatini
14 minuti fa, iBan69 ha scritto:

quindi?

Non so

Non ho consigli speciali 

o meglio, sono convinto che l'informazione equilibrata e utile esista, ovviamente 

Purtroppo però è marginale rispetto alla fuffa, diciamo il 2%, quindi il neofita verrà con ogni probabilmente inglobato nel solito giro di cose prive di ogni attinenza con i fatti

Basta leggere tutti quei post tipo: mi consigliate un cavo caldo ma fresco sulle alte senza code sui bassi e che vada bene con il mio ampli?

 

  • Melius 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, FabioSabbatini ha scritto:

Basta leggere tutti quei post tipo: mi consigliate un cavo caldo ma fresco sulle alte senza code sui bassi e che vada bene con il mio ampli?

Questi sono i post che adoro/odio di più! 😂

Link to comment
Share on other sites

maxnalesso
19 ore fa, Branch ha scritto:

impedenza, efficienza, push-pull, stato solido, classe D, t-amp, toroidale, drc, mqa, hires, redbook

impedenza:  vedere wikipedia;  in parole povere,  l'impedenza è la "resistenza" che si oppone al passaggio di corrente.  E' diversa dalla resistenza pura per il fatto che contiene componenti che "sfasano" la corrente (passaggio di elettroni = Ampere) rispetto alla tensione (differenza di potenziale = Volt),  e questo provoca (in relazione ai diffusori) dei problemi di pilotaggio da parte degli amplificatori perchè una impedenza puramente resistiva richiede degli stadi di uscita di amplificazione molto meno impegnativi rispetto ad un carico (il diffusore appunto) che presenti rotazioni di fase importanti a livello di impedenza.

Ecco perchè un diffusore con una impedenza facile, es. 8 ohm di media con sfasamenti ridotti, sarà molto più facile da pilotare rispetto ad un diffusore con 3 ohm di impedenza media e sfasamenti importanti lungo la banda di frequenza audio.

Ultima cosa:  un diffusore potrebbe avere una impedenza critica solo in alcuni punti della banda di frequenza,  rendendo ancor più difficile il lavoro dell'amplificatore (per esempio 2 ohm e 45° di sfasamento a 80Hz):  questo è uno dei motivi per cui un ottimo sistema multiamplificato risolve molti dei problemi dei diffusori ostici .

Quando ho tempo,  aggiungo anche altro rispetto alle altre voci...

Bye,

Max

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

31canzoni

È difficile dare consigli, al massimo darei un'opinione se richiesto. Fatta la premessa, io però alla fine consiglierei di ascoltare tanta musica dal vivo, e comprare e ascoltare tanta musica. Se poi c'è anche la passione di ascoltarla bene il percorso lo si costruisce nel tempo. Come regola generale non è vero che per ascoltare bene e benissimo bisogna svenarsi, con un migliaio di euro si può già ascoltare molto molto bene, con 3/4000 si può avere già un impianto che volendo si potrebbe considerare definitivo. Poi con tempo ed esperienza non c'è limite alla spesa, ma a quel punto il neofita già non è più neofita. Altro consiglio generale, all'inizio quando non siete esperti a meno di non avere un amico che vi sa consigliare comprate apparecchi nuovi, di marchi riconosciuti, ben distribuiti e assistiti, questo no perché marchi più piccoli o poco più che artigianali non possano essere eccellenti ma per il fatto che richiedono più conoscenze. Con i grandi marchi rischia molto poco anche il novizio. Recentemente il canale YouTube di Marco lincetto ha proposto alcuni impianti per nuove leve che ho l'impressione siano eccellenti. In ultimis non spendete parti significative del budget per i cavi, aspettate di farvi le ossa e una vostra opinione prima di aprire il portafogli (io personalmente dopo tanti anni di passione e tanti cavi sconsiglio convintamente spese in cavi).

  • Melius 2
Link to comment
Share on other sites

31canzoni

Faccio una piccola aggiunta. Nulla impedisce di farsi consigliare anche un impianto completo del costo che decidere poi, e magari un buon negoziante o un buon amico esperto vi assemblano un impianto che è il massimo per la cifra che spendete e che voi non sareste per esperienza e conoscenza in grado di eguagliare in termini di prestazioni...ma ecco non sarebbe né il vostro impianto né il vostro suono. Sì insomma bisogna mettere nel conto che gli errori saranno inevitabili e che con il tempo e le esperienze i gusti e i bisogni cambiano, si evolvono e affinano. E infine infine una banalità non così scontata: il suono dell'impianto deve piacere a voi e non necessariamente all'amico o al negoziante, ascoltare gli eventuali consigli ma poi il momento della scelta è sempre un momento di solitudine 

Link to comment
Share on other sites

@FabioSabbatini
Però, Fabio, perdonami, ma è facile  criticare o scagliarsi contro le leggende metropolitane dell’hifi, ma dovremmo essere anche propositivi, nei confronti dei neofiti. Non possiamo solo dirgli ciò che non va, ma anche ciò che andrebbe fatto, per non cadere nelle leggende. Allo stesso tempo, non credo negli elenchi della spesa di prodotti che vengono proposti in alcune discussioni, anche se l’abbiamo fatto tutti, prima o poi, compreso il sottoscritto. 😬

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...