Jump to content

Sempre più indietro: alla FedexTNT le milizie padronali


Recommended Posts

 

Scontri a un presidio di lavoratori licenziati dalla Fedex-Tnt fuori da una ditta di logistica nel Lodigiano: 9 feriti.

I sindacati: "Aggressione organizzata, picchiati con bastoni".

Gente sbucata dal nulla aggredisce gli operai licenziati che manifestano colpendoli con spranghe, taser, pezzi di bancale.

A grandi passi verso gli anni '20 sì, ma del secolo scorso.

 

Link to post
Share on other sites

Mi sto convincendo che Ursula potrebbe anche risparmiare i soldi del Next Generation. Da queste notizie, da quello che si legge perfino qui, il Paese è in una condizione di arretratezza socio-culturale secolare. Non ne usciremo se prima non passa Sorella Morte col torpedone.

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites

Corriere della sera

 

"Scontri, bastonate e feriti ai cancelli di una logistica alle porte di Lodi. Una notte di violenze, con testimoni involontari e terrorizzati i residenti del quartiere, all’esterno della Zampieri Holding, magazzino di logistica in via Orecchia a Tavazzano con Villavesco. Al centro, un gruppo di lavoratori Fedex-Tnt di Piacenza licenziati, spalleggiati dai Si-Cobas, e che ha dato l’assalto alla logistica Zampieri, trasferita appena un mese fa da Piacenza a Tavazzano. All’interno, i dipendenti della logistica sequestrati all’interno dei cancelli che hanno reagito forzando il blocco e aggredendo i manifestanti a colpi di bastone e di assi di pallet.".

.

ricorda molto i picchetti anni 70 

 

 

 

 

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites

@GianGastone II E come li raccontiamo i fatti? Perché il titolo di questo thread dice una cosa, mentre Repubblica, ad esempio, riporta anche: "Nella ricostruzione delle forze dell'ordine invece gli scontri sarebbero avvenuti tra un gruppo di lavoratori della Zampieri che avevano appena finito il turno, e alcune guardie giurate, e i manifestanti della Fedex a colpi di pezzi di bancali trovati tra i capannoni e usati per colpire."

Che non è esattamente la stessa ricostruzione.

E qui mi fermo, prima che mi piovano addosso un po' di punti ulteriori

  • Melius 1
Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, GianGastone II ha scritto:

Pero' e' vero che gli infiltrati a provocare incidenti erano la normalita'. Basta ricordare il buon Cossiga.

Non siamo più negli anni ‘70 e comunque sia era il ragionamento che non sta in piedi se parti dal presupposto che tanto le cose stanno come sta bene a te.

Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, maurodg65 ha scritto:

A Genova i Black Block hanno messo a ferro e fuoco la città fomentando i disordini, la Diaz fa storia a se e le responsabilità sono state appurate ed i colpevoli puniti.

 

io c'ero, per fare foto e scriverci sopra, ne abbiamo parlato qui diverse volte quindi non vorrei tornarci ma, senza nulla togliere ai pochi blackblock che c'erano, le cose non sono affatto andate così... 


 

  • Melius 2
Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, briandinazareth ha scritto:

senza nulla togliere ai pochi blackblock che c'erano, le cose non sono affatto andate così... 

 

I Black Block c’erano ed hanno fomentato gli scontri in tutta la città, questo è inconfutabile, come lo è ciò che le forze dell’ordine hanno fatto alla Diaz, di certo gli scontri durante le manifestazioni non possono essere imputate a polizia e carabinieri.

Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, GianGastone II ha scritto:

??? Incomprensibile.

 

1 ora fa, arcdb ha scritto:

Ovvio che la ricostruzione dei fatti da la colpa a chi non la ha...

Sergio, è ovvio una beata fava, se ragioni così alla fine la conclusione sarà che la colpa è sempre di una parte a prescindere da quale sia la verità, che non è sempre quella che fa piacere a chi ha formulato quel concetto, ti piaccia o meno la cosa.

Link to post
Share on other sites



  •  

  •  

  •  

  •  

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.