Vai al contenuto

transaminasi

Auralic Aries oppure Aurender N100? Considerazioni, prove e confronti.

Messaggi raccomandati

transaminasi

A quasi tre anni dal passaggio alla liquida non ho ancora scelto il music-server/player da inserire nel mio set-up. Dopo l'esperienza (negativa) con i vari Cocktail Audio x10, x30 e x12 e dopo un periodo di utilizzo del MacBook Pro, ho deciso di eliminare definitivamente la soluzione pc e di acquistare un apparecchio dedicato con gli attributi. La rosa dei papabili è andata via via restringendosi e attualmente conta i due prodotti indicati nel titolo, e cioè l'Auralic Aries e l'Aurender N100. L'ostacolo quasi insormontabile nella scelta è costituito dalla difficoltà di provare gli apparecchi. Addirittura il primo non è nemmeno commercializzato in Italia! Non so cosa stiano aspettando i vari distributori italiani ad accaparrarselo.
Comincio a postare i links ai siti dei produttori:
http://www.auralic.com/en/  (cliccare su 'Audiophile design e creation')
http://www.aurender.com/page/audiophile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lormar

Sto girando anche io intorno alla questione. Tidal ( e Qobuz etc) se durano e finché durano hanno molti vantaggi e per me la questione di attualità è come sfruttarli al meglio , non SE usarli. Tu per caso hai mica valutato anche il Nad m50 ( peraltro altrettanto difficile da reperire )?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
leonida

Addirittura il primo non è nemmeno commercializzato in Italia! Non so cosa stiano aspettando i vari distributori italiani ad accaparrarselo.

 

 

http://www.auralic.com/en/   

 

contatta Antonio Grandi di GTO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
Sto girando anche io intorno alla questione. Tidal ( e Qobuz etc) se durano e finché durano hanno molti vantaggi e per me la questione di attualità è come sfruttarli al meglio , non SE usarli. Tu per caso hai mica valutato anche il Nad m50 ( peraltro altrettanto difficile da reperire )?

Non mi pare legga i Dsd.

Avendone un po' e avendo il dac che li converte, preferirei non perdere questa possibilità.


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Addirittura il primo non è nemmeno commercializzato in Italia! Non so cosa stiano aspettando i vari distributori italiani ad accaparrarselo.


http://www.auralic.com/en/   

 

contatta Antonio Grandi di GTO
Per l'acquisto a scatola chiusa o per la prova a domicilio senza impegno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il Marietto

Addirittura il primo non è nemmeno commercializzato in Italia! Non so cosa stiano aspettando i vari distributori italiani ad accaparrarselo.


http://www.auralic.com/en/   

 

contatta Antonio Grandi di GTO
Per l'acquisto a scatola chiusa o per la prova a domicilio senza impegno?

Per le vendite on line si è tutelati dal diritto di recesso , 14gg.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
@Leonida
Ti ringrazio per l'info. A volte certi interventi tornano utili anche agli utenti del forum.

Grazie ad una veloce ricerca su Google, ho trovato il n.tel. di Gto. Non sapevo dell'esistenza di questo distributore bolognese, forse perchè non mi sono mai interessato ai marchi che tratta. Ho chiamato dopo le 12.30 e ho comunque ricevuto risposta (con i grandi distributori le cose sono diverse..). Mi ha risposto proprio quell'Antonio Grandi di cui parli. Molto gentile e disponibile. Mi ha dato alcune info tra cui la più importante è la seguente:

HANNO UFFICIALMENTE ACQUISITO LA DISTRIBUZIONE DI AURALIC!!!

Finalmente qualcuno s'è dato una svegliata in merito all'importazione in Italia dell'Aries!  A breve dovrebbero ricevere i primi pezzi.
Le altre info ottenute sono le seguenti:   a livello mondiale i pezzi di Auralic Aries Mini fisicamente esistenti si contano sulle dita di una mano. La versione ridotta dell'Aries dovrebbe uscire a settembre con un prezzo al pubblico di circa 500€ (contro i circa 1.000€ dell'Aries normale (1.500€ per quello full optional)). In questa pagina c'è una breve descrizione del Mini con annessa tabella comparativa 'Aries / Aries Mini':
Il Mini ha un dac interno (di qualità per forza di cose non molto alta) e non ha l'alimentatore lineare. Il software di gestione dei files dovrebbe essere identico per entrambi. Nei prossimi giorni uscirà un nuovo firmware per l'Aries che permetterà di avere il Drc integrato. Sull'Aries normale rimando a internet che è pieno di info tecniche e recensioni. In merito ai prezzi (ancora da definire nel dettaglio) questo sig. Grandi ha assicurato che sarà abbastanza tenero con la scontistica, a differenza dei suoi colleghi tedeschi che scontano lo 0% dal listino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
Unica nota dolente: per la prova a domicilio continuerò ad avere difficoltà. Io ho fatto presente che con qualche rivenditore delle mie zone sono in ottimi rapporti grazie alla serietà che ho sempre dimostrato e che non si farebbero scrupoli a prestarmi senza impegno un prodotto, anche se di un certo valore. Il problema è che Gto non ha rivenditori nella mia zona. Grandi mi ha invitato ad acquistare il prodotto a scatola chiusa per poi restituirlo in caso di mancato gradimento, procedura questa che lui stesso ha ammesso non essere molto simpatica. Sinceramente preferirei essere trattato da cliente hi-fi e non da cliente Amazon o simili, però se non c'è alcun rivenditore Gto nel basso Piemonte non è colpa di nessuno.  Alla fine per effettuare la prova mi ha invitato a visitare Videosell a Trezzano Sul Naviglio (5 ore di macchina tra andata e ritorno), che se non ho capito male si è fusa con Gto e pertanto dovrebbero essere divenuti un'unica realtà commerciale. Diffusori ed elettroniche è necessario provarli a domicilio perchè altrove, con un altro ambiente e con altri componenti e accessori, potrebbero, anzi suonano di sicuro in modo diverso. Un music-streamer non soffre di questo limite, però a mio parere si tratta anche in questo caso di un prodotto da tenere a casa per almeno qualche giorno perchè nel giro di un paio d'ore, sia a casa che altrove, le eventuali 'magagne' potrebbero anche non saltar fuori, in primis quelle relative al software di gestione dei files. Quest'ultimo è un aspetto di fondamentale importanza perchè tale gestione è quotidiana e continuativa. Non si tratta di un'impostazione una tantum o dell'operazione di accensione delle elettroniche, ecc. Se il software non gira bene sono volatili senza zucchero.

Ora mi informo anche sul concorrente Aurender N100...


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

E' possibile che provando due music-server a confronto ci sia una differenza tra i livelli di uscita? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
antoniocerbe
E' possibile che provando due music-server a confronto ci sia una differenza tra i livelli di uscita? 
Certo

mai letto le recensioni di Audioreview?

ci sono dac che escono in xlr a oltre i 4 volt

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Ma i dac non sono un'altra cosa?

Il music-streamer puro si limita a trasmettere soltanto dei bit al dac.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
antoniocerbe
Ma i dac non sono un'altra cosa?Il music-streamer puro si limita a trasmettere soltanto dei bit al dac.
ok se parli di uscita digitale si possono essere anche li differenze

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zampex

Ti sbagli...

Se su un supporto digitale, CD o file che sia è inciso, per esempio un segnale a -10db, questo uscirà dall'uscita digitale SEMPRE a -10db. Se accade diversamente o è un miracolo o l'apparecchio contiene un processore che elabora il segnale e ne modifica il guadagno. ma in questo caso non si parla piu' di hifi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
antoniocerbe
Ti sbagli...
Se su un supporto digitale, CD o file che sia è inciso, per esempio un segnale a -10db, questo uscirà dall'uscita digitale SEMPRE a -10db. Se accade diversamente o è un miracolo o l'apparecchio contiene un processore che elabora il segnale e ne modifica il guadagno. ma in questo caso non si parla piu' di hifi.
guarda la prima penna di Manuta..a quantoi db usciva piu alta

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
Ma i dac non sono un'altra cosa?Il music-streamer puro si limita a trasmettere soltanto dei bit al dac.
ok se parli di uscita digitale si possono essere anche li differenze

 

E di che uscita avrei dovuto parlare se non di quella digitale? Mi riferivo ai music-server e non ai dac!

Leggerai pure le recensioni di Audioreview, però il mio post non l'hai letto molto bene...     :D
Comunque alla fine non ho capito se tra flussi di bit provenienti da due music-server diversi possano esserci differenze...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
antoniocerbe
Ma i dac non sono un'altra cosa?Il music-streamer puro si limita a trasmettere soltanto dei bit al dac.
ok se parli di uscita digitale si possono essere anche li differenze

 

E di che uscita avrei dovuto parlare se non di quella digitale? Mi riferivo ai music-server e non ai dac!

Leggerai pure le recensioni di Audioreview, però il mio post non l'hai letto molto bene...     :D
Comunque alla fine non ho capito se tra flussi di bit provenienti da due music-server diversi possano esserci differenze...
ma il music server altro non è che un pc..

quindi se usi l'uscita digitale coassiale per entrare in un dac ,certo che ci possono essere delle differenze.

anche se in teoria dovrebbe esser rispettato lo standar..

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zampex
guarda la prima penna di Manuta..a quantoi db usciva piu alta

Non conosco il caso della prima penna di manunta, ma sono pronto a scommettere che usciva piu' alta in VOLT (all'interno quindi del protocollo spdif e non del segnale musicale) e non in DB.Se esce piu' alta in DB non si tratta di un prodotto bitperfect e quindi non si puo' parlare di hifi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zampex
Comunque alla fine non ho capito se tra flussi di bit provenienti da due music-server diversi possano esserci differenze...

Se parliamo di tecnica, tra due flussi digitali non possono o meglio non dovrebbero esserci diffrenze salvo palesi malfunzionamenti o processamenti del segnale, se invece scendiamo nel campo minato degli ascolti, vale tutto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Mi interessa conoscere questo aspetto perché spero di riuscire a provare nella stessa occasione sia l'Aries che l'Aurender. E l'ideale sarebbe avere la certezza del fatto che i livelli siano identici.

Nel frattempo mi sto informando anche per una prova a domicilio dell'Aurender N100, peró non sto a scrivere man mano ció che faccio. Resoconteró tutto insieme (spero giá entro un paio di giorni).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite
Mi interessa conoscere questo aspetto perché spero di riuscire a provare nella stessa occasione sia l'Aries che l'Aurender. E l'ideale sarebbe avere la certezza del fatto che i livelli siano identici.

Nel frattempo mi sto informando anche per una prova a domicilio dell'Aurender N100, peró non sto a scrivere man mano ció che faccio. Resoconteró tutto insieme (spero giá entro un paio di giorni).

 

Misurali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Non sono attrezzato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il picchio

Finalmente una prova italiana dell'Auralic Aries (spero di quello migliore, senza dac). Grazie transaminasi, sarà una lettura molto,molto,molto interessante...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Spero non si tratti di ironia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rudolf

A quasi tre anni dal passaggio alla liquida non ho ancora scelto il music-server/player da inserire nel mio set-up. Dopo l'esperienza (negativa) con i vari Cocktail Audio x10, x30 e x12 e dopo un periodo di utilizzo del MacBook Pro, ho deciso di eliminare definitivamente la soluzione pc e di acquistare un apparecchio dedicato con gli attributi. La rosa dei papabili è andata via via restringendosi e attualmente conta i due prodotti indicati nel titolo, e cioè l'Auralic Aries e l'Aurender N100. L'ostacolo quasi insormontabile nella scelta è costituito dalla difficoltà di provare gli apparecchi. Addirittura il primo non è nemmeno commercializzato in Italia! Non so cosa stiano aspettando i vari distributori italiani ad accaparrarselo.

Comincio a postare i links ai siti dei produttori:

http://www.auralic.com/en/  (cliccare su 'Audiophile design e creation')

http://www.aurender.com/page/audiophile

 

 

secondo me sbagli, ti stuferai anche degli apparecchi che citi, non perchè vadano male, ma perchè

la flessibilità e facilità di utilizzo di un laptop + jriver la rimpiangerai.

un incubo gestire la libreria con sti affari

se poi usi un tablet per comandarlo

allora meglio il laptop touchscreen da 12 / 13 pollici

eppoi costano uno sproposito per quello che sono (e manoc un valvola all'interno!)

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
niclo

Posso dire che l'ulitma versione dell'app per l'Aries è davvero completa, versatile e velocissima. 

Uso abitualmente anche Daphile in un diverso sistema. 

Ho dismesso tutto il resto (ho le licenze JRiver, Jplay, HQplayer) perché infinitamente più scomodo e lento ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
wakonda

Si stufa invece chi non é capace a utilizzare app tablet e compagnia bella. Il futuro é touch, streamer e segnali wifi. E Auralic (oltre a vari lettori di rete) sono il nuovo modo di ascoltare musica in alta definizione. E poi non é che se allora c'è una valvola suona meglio o è giustificato il prezzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il picchio
Spero non si tratti di ironia...

 

?????? perchè, scusa ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Perchè essere presi per il di dietro non è cosa piacevole. Però non vorrei andare oltre altrimenti mi ritrovo affossata per la terza volta una mia discussione senza sapere perchè.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi
Si stufa invece chi non é capace a utilizzare app tablet e compagnia bella. Il futuro é touch, streamer e segnali wifi. E Auralic (oltre a vari lettori di rete) sono il nuovo modo di ascoltare musica in alta definizione. E poi non é che se allora c'è una valvola suona meglio o è giustificato il prezzo

Tempo fa non mi convinceva affatto l'idea di pilotare un apparecchio mediante un Ipad. Poi quando ho provato mi sono dovuto ricredere. Il problema sta sempre nel software di gestione dei files e a quanto pare i miei due 'finalisti' non dovrebbero avere problemi sotto quell'aspetto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
transaminasi

Ho telefonato al distributore Aurender per l'Italia (Audio Natali). Prima di scrivere com'è andata però riporto gli 'antefatti' risalenti a circa tre mesi fa (praticamente copio/incollo ciò che ho scritto in un 'altra molto più generale discussione quando gli ho telefonato la prima volta):

"Noooooo!!! Ho appena scoperto che forse dovrò eliminare dalla rosa dei papabili un altro prodotto!!!


Gli Aurender non li ho mai provati però a quanto pare sono davvero formidabili sotto tutti gli aspetti (alimentazione seria e separazione masse, come indicato da Edgar nel post precedente, software stabile e veloce, altissima qualità costruttiva in generale, estetica, ecc.). Unico neo: i prezzi. Fortunatamente nel corso dell'ultimo anno l'azienda ha realizzato nuovi prodotti dai prezzi più accessibili, non bassi, per carità, però diciamo più umani. I prodotti si dividono in tre fasce. Vedi tabella in fondo a questa pagina:


http://www.aurender.com/page/audiophile


Il top di gamma è il W20, che compete con i migliori (e milionari) music-server esistenti, Meridian giusto per citarne uno. Nella fascia media troviamo il modello S10 che a breve verrà sostituito dall'N10. Infine troviamo i nuovi prodotti appunto dai prezzi più umani e cioè l'N100 e l'X100".

  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    287.447
    Discussioni Totali
    6.081.785
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy