Jump to content

America del sud e comunismo


Recommended Posts

12 minuti fa, Paperinik2021 ha scritto:

In pratica dobbiamo darti ragione per forza?

Non mi sembra di aver scritto questo, hai frainteso. Mi sono pentito di aver esposto la mia idea in questi luoghi e probabilmente anche male. C'è molta gente che stimo qui che la pensa in modo diametralmente opposto al mio. Mi dispiacerebbe semplicemente se per questa mia opinione mi si vedesse con occhio diverso rispetto a prima. Tutto qui.

Link to post
Share on other sites

@Xabaras Invece hai fatto benissimo, si può discutere di tutto.

Io mi limito a riportare quanto pensano i miei amici che dal Venezuela sono scappati in Florida poco dopo l'avvento di Chavez. Non vedono l'ora di tornare a casa, sebbene in Florida vivano più che bene (classica villetta americana, lavorano tutti), ed abbiano acquisito la cittadinanza USA, ma casa loro è il Venezuela. Per tornare, aspettano che se ne vada Maduro e torni la democrazia.

Ciò non significa che tu abbia torto, solo che i fatti che conosco sono diversi. Tutto qui. Pace e bene 🙂

Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, Xabaras ha scritto:

 Mi sono pentito di aver esposto la mia idea in questi luoghi e probabilmente anche male.

Dispiace anche a me che tu non voglia confrontare ulteriormente le tue idee (che forse abbiamo travisato).

Link to post
Share on other sites

@maurodg65  Mah allora sulle poche idee può darsi, confuse neanche tanto, essemdomi ai tempi laureato con una tesi sulle componenti marginaliste nelle teorie keynesiane del new deal e specializzato alla LSE indirizzandomi all'analisi dell'influenza delle teorie monetariste in periodi di forte inflazione.

Comunque la destra liberale in Italia da Minghetti in poi ha sposato in modo inequivocabile le dottrine del laissez-faire, se si è letto anche solo un Bignami di Economia politica, non c'è discussione.

Al contrario le destre estreme, che in Italia si riunirorono sotto l'egida del Fascismo Movimento, anche a causa dell'origine socialista, hanno basato le proprie dottrine sul corporativismo e sulla funzione centrale dello Stato.

Quindi se sai di cosa parli va bene, altrimenti, prima di dare aria ai denti, leggi.

Con questo saluto il Forum, tante belle cose a tutti

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Thl ha scritto:

essemdomi ai tempi laureato

Hai un curriculum "da far tremare i polsi", come si suol dire, ma questo thread ha per titolo: "America del Sud e comunismo", e tu ci fai lezioni spicciole di economia e destre estreme in Italia, alle quali potremmo anche non essere interessati in questa sede.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Thl ha scritto:

Mah allora sulle poche idee può darsi, confuse neanche tanto, essemdomi ai tempi laureato con una tesi sulle componenti marginaliste nelle teorie keynesiane del new deal e specializzato alla LSE indirizzandomi all'analisi dell'influenza delle teorie monetariste in periodi di forte inflazione.

Che non era l’argomento del thread però…

 

1 ora fa, Thl ha scritto:

Comunque la destra liberale in Italia da Minghetti in poi ha sposato in modo inequivocabile le dottrine del laissez-faire, se si è letto anche solo un Bignami di Economia politica, non c'è discussione.

Ma la destra liberale (tra l’altro è sbagliato associare i due termino, in Italia i liberali hanno sempre “occupato” la parte centrale dello schieramento politico e non la destra) non ha nulla a che spartire con la destra italiana a cui si è fatto riferimento, per intenderci la destra storica che fa capo al MSI-DN e a tutti i movimenti satelliti giovanili a ad esso si riferivano.

Link to post
Share on other sites



  •  

  •  

  •  

×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.