Vai al contenuto

stanzani

Oregon

Messaggi raccomandati

stanzani

A qualcuno piacciono? Non e' prog ma a me fanno impazzire, soprattutto fino a quando colin walcott era in vita.

alla fine i loro album sono tra quelli che ascolto di piu' (per chi non li conoscesse siamo un po' dalle parti della third ear band e dell'avanguardia acustica venata di jazz  in generale)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giocec

C'è stato un periodo in cui ero andato in fissa, i miei preferiti:  Oregon In concert, Ecotopia, Beyond Words, Crossing.

Tosti, un genere non facile.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
carlottina

musicisti con la "M"... sono stato ad un loro concerto ed a più d'uno con McEndless...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

" In Stride "   mi pare l'ultimo è fra le cose che ascolto più volentieri (CD)  e non mi pare cos' difficle - diacmo per me dei Yellow Jackets ma più raffinati 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
carlottina

" In Stride "   mi pare l'ultimo

penultimo credo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax
più che prog mi pare jazz...
comunque ho uno dei loro ultimi lavori  (Family Tree) e mi piace.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mojo_65

Ciao, ti confesso che non li conoscevo ma complice un concerto ad Ivrea un anno fa li ho scoperti. Non sono quindi un esperto ma la produzione più recente é molto valida.

Dovrebbero essere Jazz ma a volte é difficile inquadrarli. Per me molto validi sono Family Tree e In stride tra gli ultimi. 

Il concerto d'Ivrea é stato uno dei più hifi a cui io abbia mai assistito, un ottimo impianto PA e gente in gamba in sala hanno dato uno splendido risultato.

Per la prima produzione della band lascio la parola ai più esperti. C'é stato un thread apposito qualche mese fa...
Cias
Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye

Oltre ai già citati,aggiungo Northwest passage... :)>-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stanzani
più che prog mi pare jazz...
comunque ho uno dei loro ultimi lavori  (Family Tree) e mi piace.

 

infatti non e' prog (la mia puntualizzazione e' ironica: sembra che dopo i cinquanta non si ascolta che quello ;) )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stanzani
Ciao, ti confesso che non li conoscevo ma complice un concerto ad Ivrea un anno fa li ho scoperti. Non sono quindi un esperto ma la produzione più recente é molto valida.
Cias
Alessandro

La produzione prima della morte di walcott nell'84 e' anche meglio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
regioweb

... segnalo che domenica 25/10 saranno a Parma con Paolino Dalla Porta al contrabbasso... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tibet59

Il 07 novembre al teatro Zancanaro a Sacile (PN) ore 21.00

 

Ralph Towner

Paul Mc Candless

Paolino Dalla Porta

Mark Walker

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
carlottina

credo non vi sia nessun disco da buttare, varrebbe la pena di ascoltarli tutti... Non credo si possa definire un genere specifico in cui inquadrarli, c'è jazz, folk, classica, etnica, world, ecc. ecc...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
carlottina

io li ho visti subito dopo Walcott, con T.Gurtu... e di recente, più volte, P.McCandless con Antonio Calogero, mio bravissimo concittadino...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mojo_65
La produzione prima della morte di walcott nell'84 e' anche meglio

 

Ciao Grazie, una pista da seguire...approfondirò.

Alessandro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il picchio

Anche a me piacciono moltissimo. In particolare i 3 album Vanguard: Distant Hills, Winter Light e In Concert

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax
più che prog mi pare jazz...
comunque ho uno dei loro ultimi lavori  (Family Tree) e mi piace.

 

infatti non e' prog (la mia puntualizzazione e' ironica: sembra che dopo i cinquanta non si ascolta che quello ;) )

 

io vado all'incontrario, dopo i 50 prog in un angolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imagewind
Anche a me piacciono moltissimo. In particolare i 3 album Vanguard: Distant Hills, Winter Light e In Concert
dinstant hills è bellissimo

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gabel

Ho quasi tutti i loro lavori più "importanti" in CD o vinile. Visti in concerto a Bologna nel 1992 alla Festa de l'Unità!!!   :-O

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
carlottina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
carlottina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI

E cominciando proprio da quello che porta il loro stesso nome......avuto in vinile ( meraviglioso ) e poi in CD della ECM.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rinop69

A me piacciono tantissimo, considero i loro dischi per la ecm i meno rappresentativi, mentre i gia' citati distant hill e winter light sono solo due capolavori che, a parer mio, si collocano al vertice di una produzione di qualita' sempre elevata: e' difficile, per gli appassionati del gruppo, non amare anche "violin", "out of the wood", "music of another..., in concert, etc..".Visti in concerto a Napoli durante il tour di northwest passage (buono il cd, ottimo il concerto, ben oltre le due ore), forse 1998.Eccellenti, sempre a mio parere, sono i dischi di Towner "trios solos", "diary", "solstice", "sargasso sea", " solo concert": non conosco i dischi di Towner anni 80, mentre non mi piacque quello con Bruford ( inizi anni 90, mi pare di ricordare).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

A me piace tanto il lavoro di Towner - Muthspiel - Grigoryan  " Travel guide "

ma deve piacere la chitarra

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
feli

Sentiti molte volte da vivo, ho anche avuto la fortuna di partecipare ad un paio di cene post concerto ai tempi del Folk Club del compianto Franco Lucà qui a Torino; ebbene oltre ad essere grandi musicisti Towner, Moore e McCandless sono anche uomini di una cultura e socialità disarmante.In questo momento sto riascoltando uno dei tanti loro capolavori, "Crossing", lavoro datato 1985 ma assolutamente attuale e sotto ogni punto di vista...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
siebrand

a me fa un po' paura, perche' ho qualche disco di Towner (su ECM, mi pare) e proprio no mi piace. Il suo stile di suonare la chitarra mi innervosisce.

Ovvio che parlo a puro titolo personale e non esprimo giudizi tecnici. Senz'altro sara' bravissimo.

ma non mi piace, tutto li'.

presumo gli "Oregon", che se non sbaglio dipendono in gran parte proprio da Ralph, non riusciranno facilmente a  far breccia nelle mie orecchie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gabel

Beh, non è proprio così, anzi, si può dire che per buona parte della loro carriera (almeno fino alla scomparsa di Colin Walcott, ma anche dopo) gli Oregon si sono sempre distinti, oltre che per la loro originalità, anche per il fatto che tutti contribuivano alla composizione e si può dire che nessuno dei membri del gruppo prevaleva sugli altri.

Poi le cose sono un pò cambiate, anche se hanno sempre mantenuto un elevato standard qualitativo, nonostante i frequenti cambi di formazione (sempre però con musicisti tecnicamente strepitosi). Forse quello che lamenti tu è un pò di "cerebralismo" nelle loro composizioni e in Towner in particolare, ma è solo la punta dell'iceberg. Ti assicuro che sotto c'è molto, molto di più!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
mauriziox60

Gruppo stupendo con all'attivo parecchi capolavori. "In concert" e "Oregon"su tutti e poi via via gli altri. Visti a Napoli eoni fa. Strumentisti dalla tecnica e dal gusto sopraffini. AMMA

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    286.976
    Discussioni Totali
    6.055.151
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy