Jump to content

Gyrodec e Gyro SE (l’icona senza tempo, è ancora attuale?)


Recommended Posts

36 minuti fa, Salvo_1970 ha scritto:

con il feltrino inserito (a dir vero anche senza feltrino non cambia un tubo).

Se tieni il feltrino che solleva il disco senza il clamp è normale non aderisca al piatto. Con il feltrino il clamp è obbligatorio e deve essere ben schiacciato in alternativa devi togliere il feltrino.

Link to post
Share on other sites

@capodistelle senza feltrino e clamp è peggio. Però serrando bene il clamp e confrontandolo con il project c’è più spazio Ho notato che però dipende dal disco che non è perfettamente dritto. Solo che sul gyro si accentua lo spazio vuoto (seppur qualche decimo di mm).

Link to post
Share on other sites

la mia situazione senza clamp è come quella di @Salvo_1970 e @NlCO , però mettendo il clamp il disco non mi si schiaccia, resta sollevato come a @Salvo_1970  per cui alla fine il feltro non lo metto.

@NlCO il tuo clamp è quello del Gyro o hai fatto l'upgrade al perno dell'Orbe, con il clamp avvitato?

Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, cesare ha scritto:

il tuo clamp è quello del Gyro o hai fatto l'upgrade al perno dell'Orbe, con il clamp avvitato?

Nessun upgrade. È il classico a morsa. 

IMG_20210404_155711.jpg

Link to post
Share on other sites

ok, ma non so che dire, più che schiacciare per quanto possibile (senza andare a fondo corsa delle molle!) non saprei cosa fare, ma a me il disco non flette un bel niente! mistero 😀

Link to post
Share on other sites

Non conoscevo l'esistenza del feltrino in oggetto.

Devo dire però, che dopo varie prove, nel mio impianto, ho preferito non usare il clamp perchè, pur mostrandomi una pulizia del suono lo asciugava molto. In pratica mangiava un bel pò la gamma bassa.

Senza, il suono si presenta più corretto ed omogeneo.

P.S. il mio impianto è composto da pre e finale Copland cta 301-cta 504 collegati alle S.F. Minima Amator.

Sotto il Gyro però, ci ho messo 3 piedini Q-Damper della ART e li che mi si è aperta ulteriormente la scena unita alla maggiore profondità di scena.

Questo il mio contributo

 

ciao

Michele

Link to post
Share on other sites
Il 21/3/2021 at 15:48, cesare ha scritto:

Preso anch'io sotto Natale, riposto la sequenza del montaggio 😁


Cesare potresti dirmi di cos’è fatta la base sulla quale poggia il Gyro? 

Link to post
Share on other sites

Un mese fa ho sostituito le molle del mio gyro se ultimo modello con le sospensioni di corda cerata e ebano della Solidair Audio. 

Il risultato sonoro che ho potuto subito notare é stato una maggiore velocità, un maggiore controllo della gamma bassa con conseguente maggiore pulizia sui medi. Il tutto permette un beneficio generale in termini di tridimensionalità e soundstage. 

Dopo un mese di utilizzo ora vorrei tornare alle molle originali per vedere se le mie impressioni vengono confermate oppure no. 

Qualcuno di voi ha fatto il mio upgrade con queste sospensioni? Che impressioni avete potuto notare? 

AB66D0DF-4C28-4238-9D36-ED6E42F1D6FB.jpeg

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, prometheus ha scritto:

sul sito ci sono molti upgrades per i Michell... proverei volentieri anche il decoupling kit ma è caruccio

Ciao, tieni conto però che buona parte degli upgrade servono per aggiornare le versioni più vecchie del Gyro a quella attuale, per cui se hai una versione recente sono già presenti. Il decoupling kit sono gli attuali distanziatori in plastica, quindi elettricamente isolanti, per la basetta del braccio: se non sbaglio inizialmente erano metallici.

Se hai un attuale mk V, penso che gli unici upgrade siano perno dell’Orbe, piatto dell’Orbe e PSU esterna.

Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, cesare ha scritto:

Ciao, tieni conto però che buona parte degli upgrade servono per aggiornare le versioni più vecchie del Gyro a quella attuale, per cui se hai una versione recente sono già presenti. Il decoupling kit sono gli attuali distanziatori in plastica, quindi elettricamente isolanti, per la basetta del braccio: se non sbaglio inizialmente erano metallici.

Se hai un attuale mk V, penso che gli unici upgrade siano perno dell’Orbe, piatto dell’Orbe e PSU esterna.

Ciao Cesare, io ho l’Orbe SE... tuttavia questo decoupling kit in ebano mi stuzzica... anche perché recentemente ho spaccato un distanziatore in plastica mentre smontavo il gira per trasloco (la plastica con gli anni tende ad indurirsi.. e la parte filettata nel tentativo di svitarla si è rotta). Il decoupling kit Michell in Italia costa 38 euro, il Solidair molto molto di più...

Link to post
Share on other sites
20 ore fa, lofuoco ha scritto:

e appunto le sospensioni al posto delle molle 

È strana questa modifica... praticamente il telaio resta sospeso ma non flottante in senso verticale. Tuttavia resta libero di ondeggiare a destra e a manca, cosa che con le molle ben calibrate non avviene. 

 

Una curiosità: anche la tua base è di pietra serena?

Link to post
Share on other sites

@prometheus si, in pratica non esistono più le oscillazioni in verticale ma solo (poco) in orizzontale. Ne deriva un suono più veloce. Ma il motivo principale del cambiamento é un altro: si eliminano le risonanze delle molle nella gamma bassa. Per cui si pulisce di più la leggibilità della gamma media. 

Si, scelsi a suo tempo la pietra serena per un discorso di smorzamento, ma anche di estetica  😜 

 

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...

You seem to have activated a feature that alters the content of pages by obscuring advertisements. We are committed to containing advertising to the bare minimum, please consider the possibility of including Melius.Club in your white list.