Vai al contenuto

ieronimus

Woofer di grande diametro

Messaggi raccomandati

ieronimus

Buonasera a tutti, approfitto continuamente di questo spazio dato che qua dentro sono persone appassionate di grande esperienza, e dato che l'autocostruzione esercita in me un notevole fascino.. Ho abitudine di confrontare curve di risposta di molti altoarlanti, dei driver woofer in particolar modo, e la sensibilita' dei grandi diametri spesso e' assai piu' alta e completa di quelle dei piccoli. Eppure da risposte ed opinioni dei piu' e' quasi universale cognizione che piccole potenze ( valvolari monotriodi seppur di 25 e passa watt ) siano inadeguate nonostante sensibilita' alte. Vostre esperienze in tal senso? Saluti massimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

considera  la variabile dimensione ambiente (e distanza d'ascolto)

grande woofer > grande diffusore > di norma grande ambiente  

piccolo woofer > piccolo diffusore > di norma piccoli ambienti

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dufay

Piccole potenze, anche con sensibilità relativamente alte (certo se sono 110 db reali è un'altra cosa), possono essere messe in difficoltà da musica complessa (specie i monotriodi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

corretta osservazione. 95 db (una gran bella efficienza) non sono i 105 di un tromba serio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ieronimus

Mi sono piucchealtro basato sui grafici di frequenze da subwoofer praticamente, non oltre i 200 hertz, e altoparlanti da 46 cm o da 36 hanno sensibilita' altissime anche a frequenze di 20-30 hertz, in aria libera.. Qualche faital pro ha risposta praticamente piatta da 50 hertz in poi, e si tratta di 97-98 db. A 30 hertz ancora a 90. Se l'idea fosse di smorzare un po' fino a 92 93 db ( che nella mia esperienza nelle valvole sono piu' che sufficienti per 25 - 30 watt ) verrebbe davvero un gran lavoro. Quasi sempre pero' nei miei migliori ascolti la linea dei bassi di questi grandi driver era amplificata a parte, come se per tenere testa alla gamma piu' alta avesse bisogno di piu' forza. La mia curiosita' e': questi progetti partono gia' nell'idea di non allineare le curve dei bassi con il resto e quindi amplificazione piu' potente oppure nonostante le sensibilita' allineate occorre comunque piu' forza per tenere testa ai medio alti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino

non ho iodea i dati che citi come siano stati ottenuti

una misura a 30Hz in "standard box" non dice moltissimo ne dice molto in "aria libera" gia' che il cortocircuito acustico rende difficile interpretare i dati 

Riguardo la seconda parte della domanda

e' frequente che un grande woofer sia associato a medi e tweeter ad altissima efficienza (esempio trombe)
il gap di efficienza potrebbe esserci e giustificherebbe un po' piu' birra sul woofer

in basso le curve di impedenza sono tormentate (i minimi sono tipicamente in quella zona). Di norma ampli ben attrezzati hanno anche una maggiore possibilita' di erogare corrente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dufay

Se osservi bene (ad esempio il faital pro 18 xl 1800 mi pare di ricordare) le sensibilità dei woofer "da bassi" non è mai altissima.

Amplificare a parte sotto i 100 hz (magari a stato solido) è sempre una buona mossa...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ieronimus

Io mi ero incuriosito particolarmente dal 18 fh 500, a 100 hertz praticamente siamo a 100 db, scendendo di frequenza la curva della sensibilita' ovviamente diminuisce, ma a 30 hertz siamo sempre a 90. Pensavo che il crossover potesse compensare un po' questa risposta allineandola un po' verso sensibilita' di circa 92 93 db.. E con un solo woofer da 240 euro. Quanti woofer piu' piccoli si dovrebbero allineare per ottenere questo risultato? Io purtroppo per ora dati i costi non mi e' facile pensare in biamplificazioni...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ieronimus

E' mia opinione ma spero di non sbagliare che le curve di risposta fornite dalle case costruttrici siano sempre in aria libera per quanto riguarda i driver... Ma non ne sono sicuro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
dufay

Le misure sono su pannellone. In pratica come fossero messi in un buco nel muro comunicante con un'altra stanza.

Quel faital 18fh500 può stare in un reflex di oltre 180 litri accordato a 30 hz per 97/98 db medi 34 hz -3db

In cassa chiusa da 140 litri per un qtc di 0, 6 i 30 hz sono sotto di oltre 10 db.

Diciamo che in cassa chiusa i 34 hz sono a 88 db e a 94 in reflex.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stefanino
E' mia opinione ma spero di non sbagliare che le curve di risposta fornite dalle case costruttrici siano sempre in aria libera per quanto riguarda i driver... Ma non ne sono sicuro...
io ho visto tre modalita' per le curve

su baffle infinito (nessuna indicazione, come dice il nome pannello infinito quindi tale per cui a 20'Hz non si assista a un cortocircuito acustioco, queste curve hanno una pendenza in basso di 6db ottava)
in box chiuso (indicano volume) Queste curve hanno una pendenza in basso di 12 db ottava
in box  accordato (indicano volume e relativa frequenza di accordo) e la curva verso il basso decade di 18db / ottava 

comunque hai i parametri T&S quindi con due conti (o un simulatore free) ti fai le simulazioni del caso e sei a posto. In altre parole: le curve di risposta del costruttore sono valide per una e una sola condizione e il confronto relativo tra queste curve non ci dice moltissmo. Una ottima prestazione in baffle infinito (bassa Fs, Qt relativamente alto, Vas ininfluente) fa a cazzotti con molte delle appliazioni reali dove una bassa Vas fa comodo (volumi ridotti) e un Qt alto e' spesso penalizzante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.666
    Discussioni Totali
    5.886.982
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×