Vai al contenuto

lingo

Rachmaninov Sinfonia N.2

Messaggi raccomandati

lingo

Mi consigliate un SACD od in alternativa un CD con la seconda sinfonia di Rachmaninov che ritenete eccellente sia sotto l'aspetto esecuzione che qualità audio.

Grazie
Pasquale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
iguanito

Credo che Ivan Fischer con la budapest festival orchestra possa soddisfare le tue richieste. E' un SACD etichetta Channel records

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo
6425.jpg
Per me, senza dubbio. E' un SACD LSO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Brento
6425.jpg
Per me, senza dubbio. E' un SACD LSO

 

Quoto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lingo

Vi ringrazio per le indicazioni.

Ciao
Pasquale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

Ma perché farsi del male?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Chissà magari perché i tuoi gusti non sono la verità oggettiva (inesistente poi in questi casi). Tipo ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lingo
Ma perché farsi del male?

 

In che senso ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

Che è quasi come ascoltare gigi d'Alessio. ...con le dovute proporzioni per la complessità

 

Con tutto quello che c'è da ascoltare. ..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lingo

Ti ringrazio del tuo personalissimo parere, anche se la mia richiesta era finalizzata ad ottenere altro genere d'informazioni.

Ciao

Pasquale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo
Vi ringrazio per le indicazioni.

Ciao
Pasquale
Figurati. Ho cercato di essere quanto più possibile aderente alla tua richiesta ;).
Che, poi, possa esistere musica di fattura migliore,é altrettanto indubbio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
TOLA
Che è quasi come ascoltare gigi d'Alessio. ...con le dovute proporzioni per la complessità Con tutto quello che c'è da ascoltare. ..

esagerato!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Non conosco la versione del buon Gergiev. Ma ho quella di Maazel con i Berliner e quella di Pletnev con la Russian National Orchestra. Devo riascoltarle per bene, ma in generale è un bell'ascoltare con entrambi.

Ed è bella musica. Certi paragoni sono proprio da snobbisti-fintocolti-che-ascoltano-solo-la-musica-figa-o-meglio-quella-secondo-loro-figa.
Bene che invece di ascoltare la centoventicinquesima interpretazione (cosa che a volte faccio anch'io beninteso) delle solite cose conosciute e normalmente battute dalle case discografiche ci si interessi anche ad altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Quella di Maazel è un integrale con l'aggiunta del poema sinfonico The Rock. 

Sempre con Maazel c'è una registrazione dell'Isola dei Morti di Rachmaninov (abbinata alla Scheherazade di Rimsky-Korsakov): la segnalo perchè quel poema sinfonico è una meraviglia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Brento
Non conosco la versione del buon Gergiev. Ma ho quella di Maazel con i Berliner e quella di Pletnev con la Russian National Orchestra. Devo riascoltarle per bene, ma in generale è un bell'ascoltare con entrambi.
Ed è bella musica. Certi paragoni sono proprio da snobbisti-fintocolti-che-ascoltano-solo-la-musica-figa-o-meglio-quella-secondo-loro-figa.
Bene che invece di ascoltare la centoventicinquesima interpretazione (cosa che a volte faccio anch'io beninteso) delle solite cose conosciute e normalmente battute dalle case discografiche ci si interessi anche ad altro.

 

Totalmente d'accordo. La II di Rachmaninov è una sinfonia da sempre nel repertorio, con uno degli adagi più belli mai composti.

E' sempre il solito discorso. Alcuni (per fortuna molto pochi) considerano Rachmaninov un autore minore/tardoromantico/manierista. Balle.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb
Che è quasi come ascoltare gigi d'Alessio. ...con le dovute proporzioni per la complessità Con tutto quello che c'è da ascoltare. ..

esagerato!Be ' ...qualche iperbole ogni tanto. ... :o)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb
Non conosco la versione del buon Gergiev. Ma ho quella di Maazel con i Berliner e quella di Pletnev con la Russian National Orchestra. Devo riascoltarle per bene, ma in generale è un bell'ascoltare con entrambi.
Ed è bella musica. Certi paragoni sono proprio da snobbisti-fintocolti-che-ascoltano-solo-la-musica-figa-o-meglio-quella-secondo-loro-figa.
Bene che invece di ascoltare la centoventicinquesima interpretazione (cosa che a volte faccio anch'io beninteso) delle solite cose conosciute e normalmente battute dalle case discografiche ci si interessi anche ad altro.

 

Totalmente d'accordo. La II di Rachmaninov è una sinfonia da sempre nel repertorio, con uno degli adagi più belli mai composti.

E' sempre il solito discorso. Alcuni (per fortuna molto pochi) considerano Rachmaninov un autore minore/tardoromantico/manierista. Balle.

 

Fortuna che Schiff mi tiene compagnia...e non è il solo....

 

Anche d'Alessio ha il suo repertorio e pubblico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo

Sembrava che Gergiev, con questo disco, volesse aprire un discorso esaustivo sul Rachmaninov sinfonico....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge
Non conosco la versione del buon Gergiev. Ma ho quella di Maazel con i Berliner e quella di Pletnev con la Russian National Orchestra. Devo riascoltarle per bene, ma in generale è un bell'ascoltare con entrambi.
Ed è bella musica. Certi paragoni sono proprio da snobbisti-fintocolti-che-ascoltano-solo-la-musica-figa-o-meglio-quella-secondo-loro-figa.
Bene che invece di ascoltare la centoventicinquesima interpretazione (cosa che a volte faccio anch'io beninteso) delle solite cose conosciute e normalmente battute dalle case discografiche ci si interessi anche ad altro.

 

Totalmente d'accordo. La II di Rachmaninov è una sinfonia da sempre nel repertorio, con uno degli adagi più belli mai composti.

E' sempre il solito discorso. Alcuni (per fortuna molto pochi) considerano Rachmaninov un autore minore/tardoromantico/manierista. Balle.

 

Fortuna che Schiff mi tiene compagnia...e non è il solo....

 

Anche d'Alessio ha il suo repertorio e pubblico

 

No comment

 

Anzi sì: il solito discorso, gusti personali che si elevano non si sa per quale necessità psicologica di farsi grandi (ottenendo l'effetto opposto di porlaoraggine ovviamente) a verità oggettiva. Con l'aggiunta di un velato insulto a chi ascolta questa robaccia ovviamente "anche d'alessio ha un suo pubblico" Ma porc... E poi ovviamente a sostegno della propria idea si citano fonti esterne come per dire "vedete io, anche il tale conosciuto la pensa come me". Esticassi, n'altro con un'idea del menga.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge
Non conosco la versione del buon Gergiev. Ma ho quella di Maazel con i Berliner e quella di Pletnev con la Russian National Orchestra. Devo riascoltarle per bene, ma in generale è un bell'ascoltare con entrambi.
Ed è bella musica. Certi paragoni sono proprio da snobbisti-fintocolti-che-ascoltano-solo-la-musica-figa-o-meglio-quella-secondo-loro-figa.
Bene che invece di ascoltare la centoventicinquesima interpretazione (cosa che a volte faccio anch'io beninteso) delle solite cose conosciute e normalmente battute dalle case discografiche ci si interessi anche ad altro.

 

Totalmente d'accordo. La II di Rachmaninov è una sinfonia da sempre nel repertorio, con uno degli adagi più belli mai composti.

E' sempre il solito discorso. Alcuni (per fortuna molto pochi) considerano Rachmaninov un autore minore/tardoromantico/manierista. Balle.

 

Ottimo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gabel

Mah, se mi dite che avendo ascoltato praticamente tutto o quasi si può provare anche il Rach "sinfonico" ok, ma da qui a considerare la sua seconda come un capolavoro ce ne passa IMHO. :-?

E' non è snobismo… [-X

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lingo
Quella di Maazel è un integrale con l'aggiunta del poema sinfonico The Rock. 
Sempre con Maazel c'è una registrazione dell'Isola dei Morti di Rachmaninov (abbinata alla Scheherazade di Rimsky-Korsakov): la segnalo perchè quel poema sinfonico è una meraviglia.

 

Grazie anche per questa ulteriore segnalazione.

Ciao
Pasquale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Non ho mai scritto che è il più grande capolavoro del sinfonismo di tutti i tempi. Ma descriverlo (si fa per dire) come una merdata con atteggiamento da superiorini boriosetti "perché farsi male è come dalessio" è davvero una cavolata ed è da disutili visto che il contributo al thread è pari a zero a meno del fastidio.

Mah, se mi dite che avendo ascoltato praticamente tutto o quasi si può provare anche il Rach "sinfonico" ok, ma da qui a considerare la sua seconda come un capolavoro ce ne passa IMHO. :-?

E' non è snobismo… [-X

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gabel

Ok, d'accordo, però - senza voler difendere nessuno, sia chiaro - anche definire "snobisti" e "boriosetti" mi sembra un pò eccessivo. :-S

Ti confesso che in passato la sinfonia l'ho sentita, anche alcune volte, perché pensavo di inserirla nella mia discoteca: sinceramente, a parte qualche passaggio dell'adagio, che mi sembrava il movimento più ispirato, per il resto non ha lasciato traccia nella mia memoria. Sarà anche colpa mia, per carità, che magari alcuni compositori sono più congeniali di altri (anche se adoro il Rach per piano solo, i suoi preludi sono - quelli si - dei capolavori).

Ad ogni modo, siccome si ritengo musicalmente di mentalità "aperta", proverò a riascoltare questa sinfonia, anche se ritengo (e non solo io a dir la verità) che si può vivere anche senza conoscere il Rach "sinfonico". ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge
Ok, d'accordo, però - senza voler difendere nessuno, sia chiaro - anche definire "snobisti" e "boriosetti" mi sembra un pò eccessivo. :-S

Ti confesso che in passato la sinfonia l'ho sentita, anche alcune volte, perché pensavo di inserirla nella mia discoteca: sinceramente, a parte qualche passaggio dell'adagio, che mi sembrava il movimento più ispirato, per il resto non ha lasciato traccia nella mia memoria. Sarà anche colpa mia, per carità, che magari alcuni compositori sono più congeniali di altri (anche se adoro il Rach per piano solo, i suoi preludi sono - quelli si - dei capolavori).

Ad ogni modo, siccome si ritengo musicalmente di mentalità "aperta", proverò a riascoltare questa sinfonia, anche se ritengo (e non solo io a dir la verità) che si può vivere anche senza conoscere il Rach "sinfonico". ;)
Questo è un altro e condivisibile discorso. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Brento

Notevolissimo, del Rachmaninov sinfonico, il poema L'Isola dei Morti, ispirato all'omonimo dipinto di Arnold Bocklin. Estremamente inconsueto il tempo in 5/8 utilizzato nel contesto di un tema inquietante e bellissimo. Sì, un vero capolavoro, anche questo eseguito e registrato da tutti i più grandi direttori e le più grandi compagini orchestrali del '900.

Rachmaninov sconta il fatto di essere rimasto sempre fedele a sè stesso ed alla propria ispirazione romantica, essendo vissuto a cavallo di due secoli, e di avere avuto una folgorante carriera di concertista. Questa ultima circostanza lo rende, in realtà, ancora più incredibile come personaggio, di fatto il più grande pianista del '900, "costretto" a dare non meno di cento concerti l'anno per sopravvivere nel suo esilio americano, ma al contempo autore di opere straordinarie, che avrebbero potuto essere ben di più, se non avesse avuto la vita non facilissima che ha avuto.....
Lo considero un gigante della musica classica. E sono in buonissima compagnia, altro che Schiff.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge

Sì quel poema sinfonico è davvero bellissimo. :) Ci sono rimasto di sasso la prima volta che l'ho sentito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
TOLA

me lo ascolterò stasera!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo

Idem! Abbado-Sony

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KnifeEdge
Idem! Abbado-Sony

 

C'è una versione della Isle Of Dead con Abbado? :o Non la trovo, avresti un link?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    286.899
    Discussioni Totali
    6.051.797
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy