Jump to content
Melius Club

Guest The_Music

NAD S300 chi sa?

Recommended Posts

piergiorgio

trovami un cinese con quelle caratteristiche a 300 euro nuovo (/sul mercato europeo)

leggi bene quello che ho scritto, parlavo di prezzo di listino e di costruzione interna.

prendi un qualsiasi Vincent per esempio, sono costruiti se non uguale anche meglio, per fare un nome a caso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

Forse l'amico Piergiorgio ha preso un abbaglio....

Xindak intende...o Korsun...

Peccato che questo sia quasi identico al Gryphon Tabù.

vedi risposta a Cactus Atomo ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
pazu970
Mi ha sempre incuriosito parecchio l'S300, sopratutto per la costruzione.Ma per un motivo o per un altro poi ho sempre fatto scelte differenti.Vorrei chiedere, se c'e' qualcuno che lo sa, come si pone rispetto agli ampli Unison dual mono, ossia il 50 ed il 100.
Come costruzione li trovo piuttosto simili.

Per il resto, difficile confrontare un ampli a stato solido con uno ibrido.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

Si ma non se li fila nessuno. I Vincent...

Share this post


Link to post
Share on other sites
MAXXI
Si ma non se li fila nessuno. I Vincent...

 


 

+1 ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
piergiorgio

vabbe' visto che non capite (o fate finta di non capire, perche' non leggete i post...)

si stava commentando la foto dell'interno, non come suona o se qualcuno se li fila o che altro. capito mi hai ?

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana

Ragazzi quotare col tablet non so'..

Rispondo a Pazu: ti dico che come costruzione, pur sembrando simili ad un primo sguardo, gli Unison sembrano avere piu' roba all'interno. Ma questo potrebbe non significare nulla.

In secondo luogo, capisco che si parla di ibrido(Unison) e ss (Nad), ma cosi', a prodotto finito, quale sarebbe da preferire? E perche'?

Ovviamente mi rivolgo, almeno nelle intenzioni, a persone, se ve ne sono, che hanno saggiato le potenzialita' di questi amplificatori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
antoniocerbe

a occhio il nad monta componenti di qualita..solo partendo dai trasformatori Toroid

o sentito qualche unico che ronzava di trasformatori

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana

Confermo che i trasformatori dell'Unico50, come anche quello dell'Unico SE, ronzano non poco...

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana

Pero' suonano parecchio bene...

Share this post


Link to post
Share on other sites
antoniocerbe
Confermo che i trasformatori dell'Unico50, come anche quello dell'Unico SE, ronzano non poco...
purtroppo è un vizio italiano..

sono un bel gruppo di costruttori che piace far ronzare le proprie macchine

Norma/Lector/Unison

è una cosa che non capirò mai..perche anche il piu scrauso di integrato o finale cinese da 4 soldi non ronza..

booooo

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
antoniocerbe
Pero' suonano parecchio bene...
nessuno dice il contrario..ma io farei una attenzione particolare a quello che montano

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
samana

Scusa AntonioCerbe, ma m'hai messo una grossa pulce nell'orecchio!

... fai attenzione a quello che montano, insomma.. hai detto troppo, o troppo poco...

Share this post


Link to post
Share on other sites
pdmarko2

Gran amplificazione, posseduta qualche anno fa. Ci ho amplificato diffusori come Proac ma anche Heresy III, con risultati di grande soddisfazione. Per il costo che si trovava, un real bargain, grande affare.

 

Marco

Share this post


Link to post
Share on other sites
pazu970

Tempo fa chiesi in Unison come mai alcuni dei loro ampli ronzassero.

Fatte salve le problematiche relative alla rete elettrica di casa - di solito sono casi molto isolati -, mi spiegarono che, statisticamente, può accadere che qualche toroidale presenti il problema in questione, ma non sempre il costruttore è in grado di intervenire poiché la cosa non si verifica in fase di test, bensì solo successivamente.

Mi risulta comunque che, già da almeno un anno, la scelta dei toroidali venga operata con ancora maggiore attenzione e scrupolo che in passato, e ciò fa pensare che ormai il problema si verifichi in casi davvero rari.

Share this post


Link to post
Share on other sites
gsxf65

Io c'è l'ho da qualche mese, a parte il fatto che mi piace come suona, trovo sia costruito senza risparmi; forse dico una cazzata, ma non hanno risparmiato nemmeno sulla presa IEC, dato che è una Furutech...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Bebo

Cinese paragonabile? Ma andiamo: questo amplificatore prodotto da Gryphon per Nad è un caso lapalissiano di stupidità audiofila. Quando è uscito non se l'è filato nessuno, nonostante le ottime recensioni. Perché? Perchè si chiamava Nad... E non Esoteric Ultra Pampers. Adesso tutti lo cercano....

Chi non lo conosce, non sa com'è fatto, eviti di parlarne. Mica c'è sempre bisogno di aprire bocca e dare fiato. Non si rende un gran favore agli appassionati fornendogli notizie fasulle, o per sentito dire

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
Cinese paragonabile? Ma andiamo: questo amplificatore prodotto da Gryphon per Nad è un caso lapalissiano di stupidità audiofila. Quando è uscito non se l'è filato nessuno, nonostante le ottime recensioni. Perché? Perchè si chiamava Nad... E non Esoteric Ultra Pampers. Adesso tutti lo cercano....
Chi non lo conosce, non sa com'è fatto, eviti di parlarne. Mica c'è sempre bisogno di aprire bocca e dare fiato. Non si rende un gran favore agli appassionati fornendogli notizie fasulle, o per sentito dire

 


^:)^

Share this post


Link to post
Share on other sites
pazu970

Ecco, ora che hai avuto anche la benedizione del nostro Herr direktor, puoi andare a nanna e fare sogni felici.

O:-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

Ah si, ora gli ho dato anche una sistemata alla polarizzazione che era bassina e l'ho ripristinata come da service manual, 30-35 mV, quindi circa 30-35 mA di corrente di bias sui punti di misurazione.

Certo che nella scheda di guadagno ha dei componenti che lavorano a temperature altissime, ci credo che annerisca il PCB e le resistenze dopo un po' siano da cambiare.

Share this post


Link to post
Share on other sites
dral71

Lo ascolto in ufficio con delle piccole jbl 4430! Per me è veramente un grande integrato e quanto prima voglio provarlo con le Maggies per saggiarlo con diffusori che conosco meglio. Quello che per ora mi ha colpito è l' autorevolezza con cui, anche a basso volume, fa suonare i 38 delle gibiellone!

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciprino
Ah si, ora gli ho dato anche una sistemata alla polarizzazione che era bassina e l'ho ripristinata come da service manual, 30-35 mV, quindi circa 30-35 mA di corrente di bias sui punti di misurazione.

Certo che nella scheda di guadagno ha dei componenti che lavorano a temperature altissime, ci credo che annerisca il PCB e le resistenze dopo un po' siano da cambiare.

 

 

Nella Mia ignoranza technica ero convinto Che il bias andasse regolato solo negli ampli a Valvole...

Che le resistenze dopo un po' siano da cambiare... Scelta tecnica o errore di progettazione? Che tu sappia altri ampli cuociono i componenti?

>:P

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
Ah si, ora gli ho dato anche una sistemata alla polarizzazione che era bassina e l'ho ripristinata come da service manual, 30-35 mV, quindi circa 30-35 mA di corrente di bias sui punti di misurazione.

Certo che nella scheda di guadagno ha dei componenti che lavorano a temperature altissime, ci credo che annerisca il PCB e le resistenze dopo un po' siano da cambiare.

 

 

Nella Mia ignoranza technica ero convinto Che il bias andasse regolato solo negli ampli a Valvole...

Che le resistenze dopo un po' siano da cambiare... Scelta tecnica o errore di progettazione? Che tu sappia altri ampli cuociono i componenti?

>:P

 

La corrente a riposo (idle) o bias va tarata su tutti gli amplificatori. Transistor o valvole che siano.

Le resistenze in questione sono montate troppo attaccate al PCB e di potenza ridotta, con quelle da 1 - 2 watt si risolve, pochi centesimi di spesa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Jazzlover

Macchina fantastica, chi ne parla male, o non l' ha mai ascoltato come si deve, o non lo conosce affatto. Controllo dei bassi formidabile, suono materico, corretto e neutro come dovrebbero essere tutte le amplificazioni. Necessita di un lungo rodaggio e da il meglio di se dopo svariate decine di ore di utilizzo. 

Sono tra i fortunati che lo acquistarono dieci anni fa, quando fu messo in svendita da alcuni negozi tedeschi, ed è ancora al suo posto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest

ATTENZIONE, come da Service Bulletin NAD, ci sono da cambiare R311-R313 e R312-R314 con altre da 180 Ohm al posto di quelle da 93.

Inoltre se successivamente il BIAS diventa impossibile da regolare vanno cambiate R501 e R502 con altre del valore di 4.7 Kohm.

All'accensione Usare un variac monitorando la corrente di idle onde evitare danni ai transistor finali.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
skunk

Anche io lo acquistai in Germania ad un prezzo molto vantaggioso, comprai anche il dvd della stessa linea, con le mie ProAc Response One andava benissimo, hai avuto rassicurazioni da tutti e si è scomodato persino Bebo, quindi sprimaccia il cuscino e dormi tranquilla. Aggiungo che per quanto ne so i connettori sono Wbt, si vede anche a occhio che il pannello posteriore è molto curato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
Anche io lo acquistai in Germania ad un prezzo molto vantaggioso, comprai anche il dvd della stessa linea, con le mie ProAc Response One andava benissimo, hai avuto rassicurazioni da tutti e si è scomodato persino Bebo, quindi sprimaccia il cuscino e dormi tranquilla. Aggiungo che per quanto ne so i connettori sono Wbt, si vede anche a occhio che il pannello posteriore è molto curato.

 


Si ok, ma occhio, ripeto:

ATTENZIONE, come da Service Bulletin NAD, ci sono da cambiare R311-R313 e R312-R314 con altre da 180 Ohm al posto di quelle da 93.

Inoltre se successivamente il BIAS diventa impossibile da regolare vanno cambiate R501 e R502 con altre del valore di 4.7 Kohm.

All'accensione Usare un variac monitorando la corrente di idle onde evitare danni ai transistor finali.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
dadox

Comunque, per quotare Pazu,...ma che caspita di scusa è, "il toroidale che ronza a posteriori"? E che "non è possibile saperlo a meno che non si verifichi successivamente"?

Ecco, io da questi signori non acquisterei mai, nemmeno se i loro ampli fossero i migliori suonatori del pianeta, semplicemente perchè...a priori non potrebbero esserlo!

Se sono consapevoli di componentistica rumorosa, e lo sono, dovrebbero prendere provvedimenti nei confronti dei loro fornitori, ed eventualmente successivamente servirsi presso aziende maggiormente affidabili. E procedere alla sostituzione immediata del componente incriminato, o dell'intero apparecchio. Eh, già, perchè il ronzio è da ritenersi difetto ineccepibile, e non una cosa su cui l'acquirente debba far spallucce o accettarlo come eventualitá consolidata. Stiamo scherzando? A parte il fatto che tra Nad o qualsivoglia altro marchio, è dai primi anni 80 che ho avuto per le mani elettroniche, incluse le più economiche, ma mai, dico mai, ampli costruiti in quegli anni portavano in dote i "rumori molesti" che i progettisti odierni cercano farci passare come quisquilie e pinzillacchere (come diceva il gufo Anacleto).

Ci sono audiofili che investono fior di quattrini per trarre il massimo delle soddisfazioni dagli ascolti, alterando, modificando, studiando il modo migliore per adibire i propri ambienti ad ineccepibili esecutori musicali naturali. Un isolamento da e per il mondo esterno è per un audiofilo quanto di meglio possa desiderare per la propria stanza di ascolto. Tali ottimizzazioni ambientali permettono tra l'altro, performance di eccellenti riproduzioni audio a basso volume, contando sulla soppressione dei rumori esterni. Ma se ci si ritrova nella sala d'ascolto un amplificatore (o più amplificatori) che soffrono di tale problema? Esser costretti ad alzare il volume per nascondere un ronzio "nativo" di una macchina che dovrebbe riprodurre un suono eccelso? Non esiste! Costretti a convivere prigionieri di un fastidioso rumoraccio che a basso volume sovrasta la musica, oltretutto dopo parecchio denaro speso per raggiungere uno scopo? Non esiste! Prendere l'elettronica incriminata, riportarla da dove è venuta e se il costruttore si inventa scuse progettuali che non stanno in piedi manco con le stampelle e rompergli l'ampli sulla zucca? Certo che esiste. Dopodichè orientarsi subito verso aziende serie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pazu970

Ma guarda, secondo me sono eventualità che non dovrebbero succedere, d'accordo, ma possono succedere e nel qual caso non sarei così drastico. Se l'azienda è seria - e quelle incriminate secondo me lo sono - si telefona e si vede come risolvere il problema.

Poi non è che lo stesso NAD sia una macchina perfetta, eh. Già il fatto che richieda una sostituzione periodica dei suoi componenti potrebbe essere considerato da molti un problema. E non per questo credo che, chi lo possiede, intenda portare i progettisti in tribunale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Statistiche Forum

    294901
    Total Topics
    6439504
    Total Posts

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con codice fiscale 07710391215.
Powered by K-Tribes.

Follow us

×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy