Vai al contenuto

LeonardoP

Scatti d'involuzione

Messaggi raccomandati

bergat

Vedere parecchie donne senza velo, mentre oggi.... brrr... Certo fa impressione pensare all'involuzione che hanno subito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M

Oggi c'è chi difende "la libertà delle donne di portare il velo".

Che tristezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

L'Afghanistan ha dato il voto alle donne prima dell'Italia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
effe_erre
L'Afghanistan ha dato il voto alle donne prima dell'Italia

 

per fare cosa ? la condizione della donna era meglio in afghanistan ? spero tu stia scherzando...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gpb

Parliamo degli anni 20...quando in Afghanistan c'era il re

Non dimentichiamo che gli afgani non sono arabi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Panurge

Il grande gioco vede in quella nazione una location antichissima, l'islamizzazione estremista è la conseguenza degli investimenti usa nei talebani, in funzione antirussa, è storia. Quando giocavano inglesi, russi e francesi avevano gente sul campo che riusciva a prevedere le ricadute di ogni mossa, gli yankee, come al solito, no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jezzedelic

Il grande gioco vede in quella nazione una location antichissima, l'islamizzazione estremista è la conseguenza degli investimenti usa nei talebani, in funzione antirussa, è storia. Quando giocavano inglesi, russi e francesi avevano gente sul campo che riusciva a prevedere le ricadute di ogni mossa, gli yankee, come al solito, no.

in politica estara erano e rimangono dei dilettanti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Riflessioni altrettanto amare si potrebbero fare per l'Iran, la cui involuzione, per quanto avvenuta attraverso percorsi storici diversi, presenta molte analogie con l'Afghanistan. Anche in Iran, infatti, la condizione femminile era incomparabile rispetto a quella che si affermerà con gli ayatollah (e anche per l'Iran vi sono immagini che da sole dicono tutto).

Per commentare bisognerebbe conoscere quelle realtà, e confesso di saperne poco. Ma azzardo che all'origine di quella forme di emancipazione femminile vi fosse lo sviluppo di un ceto medio autoctono e soprattutto di un ceto medio acculturato nella sua componente femminile. 

A questa considerazione ne aggiungo un'altra, più provocatoria, che già senza successo avevo provato a proporre: Islam non è la stessa cosa di islamismo. L'involuzione è senza dubbio effetto dell'islamismo. Ma l'Islam, come qualsiasi altra religione, può essere malleabile e permettere le più svariate forme di vita. A fare la differenza sono i giochi di potere e le scelte delle élite dominanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jezzedelic
Riflessioni altrettanto amare si potrebbero fare per l'Iran, la cui involuzione, per quanto avvenuta attraverso percorsi storici diversi, presenta molte analogie con l'Afghanistan. Anche in Iran, infatti, la condizione femminile era incomparabile rispetto a quella che si affermerà con gli ayatollah (e anche per l'Iran vi sono immagini che da sole dicono tutto).

Per commentare bisognerebbe conoscere quelle realtà, e confesso di saperne poco. Ma azzardo che all'origine di quella forme di emancipazione femminile vi fosse lo sviluppo di un ceto medio autoctono e soprattutto di un ceto medio acculturato nella sua componente femminile. 

A questa considerazione ne aggiungo un'altra, più provocatoria, che già senza successo avevo provato a proporre: Islam non è la stessa cosa di islamismo. L'involuzione è senza dubbio effetto dell'islamismo. Ma l'Islam, come qualsiasi altra religione, può essere malleabile e permettere le più svariate forme di vita. A fare la differenza sono i giochi di potere e le scelte delle élite dominanti.
ho la sensazione che l'involuzione in quei paesi sia conseguenza del passaggio dalle dittature alla democrazia con la conseguenza che l'islamismo è sopratutto espressione delle classi più povere e meno scolarizzate ma anche più numerose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko
Riflessioni altrettanto amare si potrebbero fare per l'Iran, la cui involuzione, per quanto avvenuta attraverso percorsi storici diversi, presenta molte analogie con l'Afghanistan. Anche in Iran, infatti, la condizione femminile era incomparabile rispetto a quella che si affermerà con gli ayatollah (e anche per l'Iran vi sono immagini che da sole dicono tutto).

Per commentare bisognerebbe conoscere quelle realtà, e confesso di saperne poco. Ma azzardo che all'origine di quella forme di emancipazione femminile vi fosse lo sviluppo di un ceto medio autoctono e soprattutto di un ceto medio acculturato nella sua componente femminile. 

A questa considerazione ne aggiungo un'altra, più provocatoria, che già senza successo avevo provato a proporre: Islam non è la stessa cosa di islamismo. L'involuzione è senza dubbio effetto dell'islamismo. Ma l'Islam, come qualsiasi altra religione, può essere malleabile e permettere le più svariate forme di vita. A fare la differenza sono i giochi di potere e le scelte delle élite dominanti.
ho la sensazione che l'involuzione in quei paesi sia conseguenza del passaggio dalle dittature alla democrazia con la conseguenza che l'islamismo è sopratutto espressione delle classi più povere e meno scolarizzate ma anche più numerose.:-O

no sono il passaggio da una dittatura fondamentalmente atea a una fondamentalista teista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bergat
Riflessioni altrettanto amare si potrebbero fare per l'Iran, la cui involuzione, per quanto avvenuta attraverso percorsi storici diversi, presenta molte analogie con l'Afghanistan. Anche in Iran, infatti, la condizione femminile era incomparabile rispetto a quella che si affermerà con gli ayatollah (e anche per l'Iran vi sono immagini che da sole dicono tutto).

Per commentare bisognerebbe conoscere quelle realtà, e confesso di saperne poco. Ma azzardo che all'origine di quella forme di emancipazione femminile vi fosse lo sviluppo di un ceto medio autoctono e soprattutto di un ceto medio acculturato nella sua componente femminile. 

A questa considerazione ne aggiungo un'altra, più provocatoria, che già senza successo avevo provato a proporre: Islam non è la stessa cosa di islamismo. L'involuzione è senza dubbio effetto dell'islamismo. Ma l'Islam, come qualsiasi altra religione, può essere malleabile e permettere le più svariate forme di vita. A fare la differenza sono i giochi di potere e le scelte delle élite dominanti.
Il problema è che la religione dovrebbe rimanere tale e non avere ingerenze nella politica. Nell'Iran dello scià c'erano senz'altro disparità sociali ed economiche, ma l'involuzione che l'iran ha subito con lo scellerato avvento di komeini, ed è poi proseguito è senza fine. Le donne sono passate dalla minigonna al burka. In nessuno stato dovrebbe entrare la religione. La legge della Sciaria, è quanto di più stupido e orrendo ci possa essere. Se l'Islam abiurerà tale mentalità, e l'islamismo diventerà solo una religione come il buddismo e la religione cattolica, allora forse l'Islam avrà un futuro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko
Riflessioni altrettanto amare si potrebbero fare per l'Iran, la cui involuzione, per quanto avvenuta attraverso percorsi storici diversi, presenta molte analogie con l'Afghanistan. Anche in Iran, infatti, la condizione femminile era incomparabile rispetto a quella che si affermerà con gli ayatollah (e anche per l'Iran vi sono immagini che da sole dicono tutto).

Per commentare bisognerebbe conoscere quelle realtà, e confesso di saperne poco. Ma azzardo che all'origine di quella forme di emancipazione femminile vi fosse lo sviluppo di un ceto medio autoctono e soprattutto di un ceto medio acculturato nella sua componente femminile. 

A questa considerazione ne aggiungo un'altra, più provocatoria, che già senza successo avevo provato a proporre: Islam non è la stessa cosa di islamismo. L'involuzione è senza dubbio effetto dell'islamismo. Ma l'Islam, come qualsiasi altra religione, può essere malleabile e permettere le più svariate forme di vita. A fare la differenza sono i giochi di potere e le scelte delle élite dominanti.
Il problema è che la religione dovrebbe rimanere tale e non avere ingerenze nella politica. Nell'Iran dello scià c'erano senz'altro disparità sociali ed economiche, ma l'involuzione che l'iran ha subito con lo scellerato avvento di komeini, ed è poi proseguito è senza fine. Le donne sono passate dalla minigonna al burka. In nessuno stato dovrebbe entrare la religione. La legge della Sciaria, è quanto di più stupido e orrendo ci possa essere. Se l'Islam abiurerà tale mentalità, e l'islamismo diventerà solo una religione come il buddismo e la religione cattolica, allora forse l'Islam avrà un futuro.no burqa in iran.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jezzedelic
Riflessioni altrettanto amare si potrebbero fare per l'Iran, la cui involuzione, per quanto avvenuta attraverso percorsi storici diversi, presenta molte analogie con l'Afghanistan. Anche in Iran, infatti, la condizione femminile era incomparabile rispetto a quella che si affermerà con gli ayatollah (e anche per l'Iran vi sono immagini che da sole dicono tutto).

Per commentare bisognerebbe conoscere quelle realtà, e confesso di saperne poco. Ma azzardo che all'origine di quella forme di emancipazione femminile vi fosse lo sviluppo di un ceto medio autoctono e soprattutto di un ceto medio acculturato nella sua componente femminile. 

A questa considerazione ne aggiungo un'altra, più provocatoria, che già senza successo avevo provato a proporre: Islam non è la stessa cosa di islamismo. L'involuzione è senza dubbio effetto dell'islamismo. Ma l'Islam, come qualsiasi altra religione, può essere malleabile e permettere le più svariate forme di vita. A fare la differenza sono i giochi di potere e le scelte delle élite dominanti.
ho la sensazione che l'involuzione in quei paesi sia conseguenza del passaggio dalle dittature alla democrazia con la conseguenza che l'islamismo è sopratutto espressione delle classi più povere e meno scolarizzate ma anche più numerose.:-O

no sono il passaggio da una dittatura fondamentalmente atea a una fondamentalista teista.
si, ma tra i due momenti c'è una fase democratica che poi consegna il potere ai fondamentalisti, appoggiati dalla popolazione più arretrata, vedi quello che sta avvenendo in Turchia o quello che stava accadendo in Egitto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Aurelio, il quadro offerto da Persepolis ti convince?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko
Aurelio, il quadro offerto da Persepolis ti convince?
a me si ma non sono un gran esperto.

mi sono ripromesso la lettura di Shah in shah per saperne di più, si tratta di un libro scritto da Kapuścińskiun giornalista che ha vissuto di prima persona quel periodo di passaggio (http://www.lafeltrinelli.it/libri/ryszard-kapuscinski/shahinshah/9788807883408).

per quella che è la mia esperienza di paesi di quell'area prendo i tre più 'rappresentativi', Iran, Yemen e Siria, la lettura è che si passa da una dittatura di stampo occidentale a quella di stampo religioso.

così è stato in iran, in yemen c'è una pseudo democrazia che impone il burqa e quando sono andato io in siria c'era una situazione che reputo analoga a quella dell'iran ante rivoluzione: pacifica convivenza tra le varie religioni e per uan dittatura anche una relativa libertà di costume e di movimento.

libertà che tutto sommato, al di là della propaganda, si intravede anche in iran, ovvio che non si parla di una libertà come noi la conosciamo e viviamo, ma maggiore di quella che ci si aspetterebbe prima di andare in quel magnifico paese.

di fatto, come i fatti di qualche anno fa e il recente film di panahi ci suggeriscono, l'iran è in gran fermento...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax
Parliamo degli anni 20...quando in Afghanistan c'era il reNon dimentichiamo che gli afgani non sono arabi...
esatto. anche la nostra penisola una volta era il centro del mondo con l'impero Romano.
oggi arranchiamo in fondo alle classifiche
involuzione progressiva

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
kauko
Parliamo degli anni 20...quando in Afghanistan c'era il reNon dimentichiamo che gli afgani non sono arabi...
esatto. anche la nostra penisola una volta era il centro del mondo con l'impero Romano.
oggi arranchiamo in fondo alle classifiche
involuzione progressiva

una è involuzione economica, l'altra è sociale e di costume.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax

le due cose sono normalmente legate tra loro.

solo in Arabia Saudita i soldi non producono evoluzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Roberto M
Riflessioni altrettanto amare si potrebbero fare per l'Iran, la cui involuzione, per quanto avvenuta attraverso percorsi storici diversi, presenta molte analogie con l'Afghanistan. Anche in Iran, infatti, la condizione femminile era incomparabile rispetto a quella che si affermerà con gli ayatollah (e anche per l'Iran vi sono immagini che da sole dicono tutto).

Per commentare bisognerebbe conoscere quelle realtà, e confesso di saperne poco. Ma azzardo che all'origine di quella forme di emancipazione femminile vi fosse lo sviluppo di un ceto medio autoctono e soprattutto di un ceto medio acculturato nella sua componente femminile. 

A questa considerazione ne aggiungo un'altra, più provocatoria, che già senza successo avevo provato a proporre: Islam non è la stessa cosa di islamismo. L'involuzione è senza dubbio effetto dell'islamismo. Ma l'Islam, come qualsiasi altra religione, può essere malleabile e permettere le più svariate forme di vita. A fare la differenza sono i giochi di potere e le scelte delle élite dominanti.
ho la sensazione che l'involuzione in quei paesi sia conseguenza del passaggio dalle dittature alla democrazia con la conseguenza che l'islamismo è sopratutto espressione delle classi più povere e meno scolarizzate ma anche più numerose.Esatto.Il popolo e' na' monnezzahttps://m.youtube.com/watch?v=gK3c4tNv3lk

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    286.957
    Discussioni Totali
    6.054.204
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×

Informazione Importante

Privacy Policy