Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
°Guru°

Luoghi fantasma

Messaggi raccomandati

°Guru°

http://paesi.paesifantasma.it/index.html

 

Mi hanno sempre incuriosito gli edufici abbandonati. Durante l'adolescenza ho visitato un sacco di case coloniche diroccate, stabilimenti chiusi, ville padronali, le famose corti... dopoil terremoto però, nelle mie zone non è più consigliabile.

 

Vicino a casa mia c'è l'ex salumificio Bellentani, vera e propria archeologia industriale, inaugurato nel 1936 e abbandonato nel 1980 con all'interno stupende macchine da scrivere Olivetti, finite un po' in tutte le case...

tumblr_n248zldRbZ1ttryero1_1280.jpg

 

Interno

maxresdefault.jpg

 

Dopo il terremoto

7471532960_c42e1f27b1.jpg

 

 

Conoscete luoghi o paesi fantasma?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
°Guru°

Dev'essere impressionante, la Las Vegas della Brianza.. E' citata anche nel sito che ho riportato.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bungalow bill

Ma solo macchine da scrivere ? Niente salami , prosciutti , mortadelle ?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
°Guru°

Quelli sono spariti prima, quando l'azienda era ancora in attività. La storia della Bellentani è molto triste, da dispensatrice di ricchezza in un paesino dove non c'era niente a teatro di durissime quanto miopi battaglie sindacali, scioperi, che hanno avuto come epilogo la chiusura. Se hai voglia di leggere un po' qui c'è la storia: http://www.cgilmodena.it/spi/memoria/wp-content/uploads/2013/06/Bellentani-Salumificio-libro-new.pdf

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
lufranz
Questo

Cementizia-Ph-A-Pagliai.jpg

si può vedere dall'A1 sulla sinistra subito prima di Prato andando in direzione sud. Credo che in passato fosse un cementificio.
Fa una certa impressione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bungalow bill

Peccato , sia finita così. Mi ricordo i suoi prodotti nei supermercati che frequentavo.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc

si vendevano alla standa anni 70,insieme ad altri prodotti similari come rondanini,negroni etc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
bungalow bill

Ecco dove li avevo visti i prodotti Bellentani.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
°Guru°

Sì, all'epoca qui non c'era famiglia che non avesse almeno un componente impiegato alla Bellentani. Lo stabilimento è enorme. Occupava 500 persone. Entravano maiali vivi e uscivano salumi. Dopo anni di totale abbandono e rimpalli il comune si prese carico della bonifica dell'amianto, ma poco dopo la vincita dell'appalto l'impresa che se l'aggiudicò fallì. Tutto è rimasto fermo fino al 2012, quando il crollo parziale (impressionante) causato dal terremoto obbligò alla rimozione delle macerie (ostruivano il canale antistante) e dell'eternit, che è avvenuta qualche mese fa.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tappodiferro

Consonno lo conosco, è a mezz'ora da me.

Impressiona la storia, il 'come' si è innescato il declino.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger

anche a me piace molto esplorare gli edifici abbandonati, specie quelli vecchi... qui dalle mie parti ce ne erano tanti, tra interi paesi abbandonati in montagna,  fabbriche, fornaci ecc...

un po' di anni fa' ero intenzionato ad andare ad esplorare i vecchi capannoni ormai fatiscenti della Lesa a Tradate che per me erano un luogo mitico essendo un grande estimatore del marchio, ma purtroppo non ho fatto in tempo... proprio quando mi e' venuta l'idea li hanno subito demoliti :-(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Frovalta
anche a me piace molto esplorare gli edifici abbandonati, specie quelli vecchi... qui dalle mie parti ce ne erano tanti, tra interi paesi abbandonati in montagna,  fabbriche, fornaci ecc...

un po' di anni fa' ero intenzionato ad andare ad esplorare i vecchi capannoni ormai fatiscenti della Lesa a Tradate che per me erano un luogo mitico essendo un grande estimatore del marchio, ma purtroppo non ho fatto in tempo... proprio quando mi e' venuta l'idea li hanno subito demoliti :-(

Pensa che fino alla demolizione avvenuta qualche anno fa, dalla stazione di Saronno di Trenord si vedevano i capannoni. E sul muro di cinta prospiciente la stazione tre loghi Lesa di grandi dimensioni (almeno tre metri per due, ma anche più), verniciati sul cemento. Ormai sbiaditi, ma ancora ben riconoscibili... :( Un saluto, Frovalta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giobatta
Questo

Cementizia-Ph-A-Pagliai.jpg

si può vedere dall'A1 sulla sinistra subito prima di Prato andando in direzione sud. Credo che in passato fosse un cementificio.
Fa una certa impressione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
giobatta

Ho sbagliato , volevo dire che è vicino a casa mia, è il cementificio Marchini, chiuso da 50 anni. Sopra il cementificio ci sono ancora le cave, con alcuni resti delle attrezzature.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tappodiferro

............................... Ma Pryp'jat' è la citta fantasma più conosciuta:

 

 

http://www.losapos.com/pics/13/chernobyl02.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Bellissima segnalazione il sito dedicato ai paesi fantasma. Non lo conoscevo e conto di farne oggetto di consultazione.

La prima cosa che mi viene in mente vicino a dove vivo è la valle delle cartiere, adiacente il Lago di Garda. Antichi insediamenti di strutture e officine in cui si produceva la carta, ora sono abbandonati ma formando una meravigliosa simbiosi con la natura. Fortunatamente in questo caso la percezione di un luogo abbandonato non trasmette una sensazione negativa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ferrocsm

Questo è un paese fantasma a 6km da dove abito

14c8nro.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Jimmyhaflinger
anche a me piace molto esplorare gli edifici abbandonati, specie quelli vecchi... qui dalle mie parti ce ne erano tanti, tra interi paesi abbandonati in montagna,  fabbriche, fornaci ecc...

un po' di anni fa' ero intenzionato ad andare ad esplorare i vecchi capannoni ormai fatiscenti della Lesa a Tradate che per me erano un luogo mitico essendo un grande estimatore del marchio, ma purtroppo non ho fatto in tempo... proprio quando mi e' venuta l'idea li hanno subito demoliti :-(

Pensa che fino alla demolizione avvenuta qualche anno fa, dalla stazione di Saronno di Trenord si vedevano i capannoni. E sul muro di cinta prospiciente la stazione tre loghi Lesa di grandi dimensioni (almeno tre metri per due, ma anche più), verniciati sul cemento. Ormai sbiaditi, ma ancora ben riconoscibili... :( Un saluto, Frovalta.

secondo me demolirli e' stato un'errore, e' andato perso un'importante pezzo di archeologia industriale ed un pezzo di storia dell'industria italiana...

la Lesa e' stata l'unica industria elettronica ed elettromeccanica Italiana in grado di competere a testa alta sui mercati internazionali... molti la ricordano per i prodotti low-fi come mangiadischi e le fonovaligie ma in realta' produceva anche giradischi HIFI di un certo pregio destinati principalmente agli USA come i CD3 e CD4 e PRF6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Velvet
La storia della Bellentani è molto triste, da dispensatrice di ricchezza in un paesino dove non c'era niente a teatro di durissime quanto miopi battaglie sindacali, scioperi, che hanno avuto come epilogo la chiusura.

Io non la sapevo proprio così. A me risulta che l'azienda fu oggetto di almeno due passaggi di proprietà disastrosi ben prima che si innescassero le battaglie sindacali per la difesa del posto di lavoro. 
 Un salumificio in mano alla Montedison non poteva che finire così... Il salame col vinavil non viene bene.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc

la triste storia di adriano bellentani

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KIKO

Quante anime perse sono passate in quei locali. Mette sgomento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
KIKO

Ovviamente mi riferisco alle foto relative ai manicomi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
enzo966
Ovviamente mi riferisco alle foto relative ai manicomi.
Quello di Pratozanino era un comprensorio enorme: più di dieci padiglioni e strutture autogestite in grado di renderlo una comunità quasi autonoma.
Fino a qualche anno fa erano attivi ancora 2 reparti in due strutture distinte (non so se siano ancora operativi).

Quello che permea quei luoghi e quelle strutture è inquietante: ero andato lì un po' di giorni ad aiutare una troupe che girava un film documentario.
Tornavo sempre a casa allucinato.

Nell'immagine sotto, tratta da Google Earth, ho delimitato con la funzione righello il comprensorio

pratoz10.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Velvet

Quello di S. Giovanni a Trieste (di manicomio) era anche più grande, un'intera collina in centro città cinta da mura  con due soli varchi di accesso. Uno dei due poli della rivoluzione basagliana assieme a quello di Gorizia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.686
    Discussioni Totali
    5.874.607
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×