Vai al contenuto

Rossano.Marche

Am audio.posso ?

Messaggi raccomandati

Rossano.Marche

Chiedo scusa anticipatamente. .già è stato detto tanto su questo brand..se la cosa infastidisce e il 3d viene chiuso..pazienza  :-(( 8->

Ogni volta che si parla di questo marchio succede il finimondo..stavolta spero di no.

Vengo al dunque..timbricamente  i finali di questo brand a chi si avvicinano o somigliano ?

Esempio..timbrica tipo mark levinson ?

Krell 
Bryston 
Accuphase
Audio analogue 
Parasound 
Simaudio moon
Plinius 
Insomma mi piacerebbe sapere più o meno il timbro di am audio.

Grazie...rossano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
BEST-GROOVE

:-\"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magomerlino69

hanno la timbrica degli AM audio...e poi perche' dovrebbero per forza assomigliare ad altro? e se assomigliassero a qualcosa ...perche' non a un Pioneer....o un Akai... o un Samsung? 

>:D<

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rossano.Marche

E mica potevo scrivere tutti i marchi di questo mondo no !!!

 

Ho fatto qualche esempio. .ne faccio un altro. .cose che ho provato,avuto..mark levinson 432..parasound jc1 mono.

Avvio che non sono edentici però timbricamente un pochino si somigliano.

Am audio..personalmente mai sentiti..ho chiesto per farmi un idea del suono che anno..tutto qui :(

 

 

Rossano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sureela

Ciao! Allora:medio alto molto trasparente e dettagliato,gran gamma bassa corposa ,tutte le.frequenze godono di un controllo notevolissimo(soprattutto considerando la polarizzazione in classe A). Tendenzialmente "scuri",caratteristica che deriva da quella che secondo me e' la qualita' migliore degli Am;una sensazione sempre presente di forza latente pronta ad esplodere ma con una presentazione sempre rilassata. Molto neutri(per molti evidentemente troppo) danno il meglio di loro con diffusori ed elettroniche non radiografanti,pena una gamma medioalta spietata. Ricordano un po' i Mark Levinson se proprio devo associargli un brand.

Difetti...se proprio vogliamo potrei dirti che la loro neutralita' puo' sconfinare in una.certa sensazione di "distacco emotivo",necessitano imho di diffusori molto comunicativi(l'accoppiata con le mie Snell Type A e' molto riuscita per esempio)

Pregi:oltre a quanto sopra scritto direi che non citare il prezzo sarebbe un delitto. Un Am usato con una decina d'anni(quindi ancora nel pieno delle sue potenzialita,sono costruiti come carri armati!) viene via a prezzi assolutamente "terrestri" e se si pone cura negli abbinamenti possono essere amplificazioni assolutamente definitive.

Questo in linea molto di massima...perche' il proliferare di modelli e',nelle intenzioni del Conti,un tentativo di soddisfare esigenze anche timbriche diverse;un A50 suona piuttosto differente da un A80...

Spero di esserti stato utile!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rossano.Marche

Grazie fratello..sei stato utilissimo ...Questo è lo spirito di un grande forum come questoAPPRENDERE... =D>

Rossano 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
silviomecca

io ho avuto una coppia di A80Ref. (mkII) per diversi anni: le mie impressioni pero' (CVD) sono diverse da quelle di sureela...

riferito alla mia esclusiva esperienza ,considerato anche che con gli AM ci ho pilotato diversi diffusori, ti posso dire che hanno una buona timbrica: piuttosto ambrata,acuti non frizzanti,(l'accostamento va ai PASS ?),imho non raffinatissimi quando confrontati con ampli top (Audia Flight o Pass o ICS)

andavano molto,molto bene con le Maggie 3.6

 il loro principale difetto,per il quale li ho venduti: una gamma bassa  sbrodolona,poco controllata con determinati diffusori (quasi tutti i dinamici passati a casa mia... ;)) )

ciao Rossano!

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0038

Due interventi praticamente l'opposto uno dell'altro...granitico, freddo, grande controllo del basso,,,,,ambrato, Non raffinatissimo, bassi sbrodolni.... ~X( :-? :-??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Rossano.Marche

Ciao Silvio

 

Grande racconto il tuo..sapevo che li avevi avuti...speravo in un tuo intervento

 

GRAZIE....buona giornata Silvio

 

 

Ps...ciao marcè

 

Rossano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
piergiorgio
Due interventi praticamente l'opposto uno dell'altro...granitico, freddo, grande controllo del basso,,,,,ambrato, Non raffinatissimo, bassi sbrodolni.... ~X( :-? :-??

 

guarda che le contraddizioni non ci sono solo quando si parla di AmAudio, ma anche di YBA, Electrocompaniet, ecc...

oltretutto poi come ha ben detto Sureela non tutti i modelli suonano allo stesso modo.
l'integrato che e' passato da casa mia, ad esempio, (non ricordo il modello) era decisamente ambrato, basso in evidenza e poco controllato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

i giudizi contrastanti fanno parte della vita, perchè suona l'intera catena (incluso ambiente  e sw) non il singolo componente.e conta molto anche l'interfacciamento dlele eletroniche

Io di am audio ne ho ascoltati diversi in differenti catene (zingali ad alta effciienza, sonus faber minima esignum, am audio rossini, infinity, ecc ecc) dall'integrato da 30 watt in classe a ai finali da 80 e 100 watt in classe ab, a finali in classe a, pilotati da pre differenti, am audio, audio research, copland

Costruzione eccellente e solida, buona alimentazione, suono tendente allo scuro e non al chiaro, grande possanza però non il massimo come risposta ai transienti, buono il controllo in basso (ci sono ovviamente ampli che hanno un maggior controllo, ma quelo di am audio è comunque di buon livello). Ovvio che c'è differneza tra il 200 watt in classe a e l'80 watt i classe ab, però, vuoo per peino, il family sound per me è questo

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
antoniocerbe

bisogna anche saper distinguere le varie filosofie.

un am audio è un finale senza controreazione in uscita

di solito con una impedenza di uscita piu elevata

naturalmente non possiamo paragonarli a un Norma o un burmester,per esempio.

perche?

usano un controreazione molto elevata. e quindi sono molto piu costanti come suono collegati a vari diffusori

se leggete le recensioni di Audioreview, i finali Am audio come fattore di smorzamento sono molto bassi,a livello di ampli a valvole,ma nella realta controllano molto bene e woofer.

e con estremo piacere leggo che anche una ditta italiana Unison,ha sfornato un bell'integrato a zero controreazione in uscita,il nuovo Audio analogue idem..

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sureela

Curiose le differenze in gamma bassa...eppure ne ho avuti 4(tre finali ed un integrato),gamme basse addirittura "sbrodolone" non ne ho mai sentite. Se non ricordo male in tutte le prove di AR veniva posto l'accento sull'alto fattore di smorzamento.Certo,hanno un GRAN basso profondo e d'impatto...e' stata citata AUDIA,beh' almeno cio' che posseduto io (i due integrati One e Two) non si puo' certo dire che la gamma bassa fosse il loro punto di forza :D .

Riguardo all'ambrato potrei essere d'accordo,ma e' piu un effetto psicoacustico dato dalla poderosa gamma bassa e dall'assenza di feedback. Quando si va' ad analizzare le freq. medio/alte non ho mai avvertito opacita' o mancanza di introspezione,ANZI...ma si,ponendo come paragone un Audia si puo' dire che che gli Am siano "ambrati" o come ho detto in precedenza "scuri". Per me e' un pregio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
antoniocerbe
Curiose le differenze in gamma bassa...eppure ne ho avuti 4(tre finali ed un integrato),gamme basse addirittura "sbrodolone" non ne ho mai sentite. Se non ricordo male in tutte le prove di AR veniva posto l'accento sull'alto fattore di smorzamento.Certo,hanno un GRAN basso profondo e d'impatto...e' stata citata AUDIA,beh' almeno cio' che posseduto io (i due integrati One e Two) non si puo' certo dire che la gamma bassa fosse il loro punto di forza :D .Riguardo all'ambrato potrei essere d'accordo,ma e' piu un effetto psicoacustico dato dalla poderosa gamma bassa e dall'assenza di feedback. Quando si va' ad analizzare le freq. medio/alte non ho mai avvertito opacita' o mancanza di introspezione,ANZI...ma si,ponendo come paragone un Audia si puo' dire che che gli Am siano "ambrati" o come ho detto in precedenza "scuri". Per me e' un pregio...
no è il contrario,,,basso fattore di smorzamento ma grande controllo di woofer..per gli am audio.

non per niente se vediamo i fattori di smorzamento di un classe D sono spaventosi..ma con fattori di controreazione anche di 80 db

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sureela

Ovviamente poi le preferenze e le diverse sensibilita' fanno la vera differenza...io la controreazione eccessiva la trovo insopportabile,infatti la mia catena totalmente e' in classe A e zero feedback a partire dagli stadi di uscita del cd player. Forse il paragone piu'

corretto e' proprio coi Pass...che pero' godono di una raffinatezza complessiva superiore agli Am Audio...ma a ben altri prezzi,ahime'...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
antoniocerbe
Ovviamente poi le preferenze e le diverse sensibilita' fanno la vera differenza...io la controreazione eccessiva la trovo insopportabile,infatti la mia catena totalmente e' in classe A e zero feedback a partire dagli stadi di uscita del cd player. Forse il paragone piu'corretto e' proprio coi Pass...che pero' godono di una raffinatezza complessiva superiore agli Am Audio...ma a ben altri prezzi,ahime'...
concordo..

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sureela
Curiose le differenze in gamma bassa...eppure ne ho avuti 4(tre finali ed un integrato),gamme basse addirittura "sbrodolone" non ne ho mai sentite. Se non ricordo male in tutte le prove di AR veniva posto l'accento sull'alto fattore di smorzamento.Certo,hanno un GRAN basso profondo e d'impatto...e' stata citata AUDIA,beh' almeno cio' che posseduto io (i due integrati One e Two) non si puo' certo dire che la gamma bassa fosse il loro punto di forza :D .Riguardo all'ambrato potrei essere d'accordo,ma e' piu un effetto psicoacustico dato dalla poderosa gamma bassa e dall'assenza di feedback. Quando si va' ad analizzare le freq. medio/alte non ho mai avvertito opacita' o mancanza di introspezione,ANZI...ma si,ponendo come paragone un Audia si puo' dire che che gli Am siano "ambrati" o come ho detto in precedenza "scuri". Per me e' un pregio...
no è il contrario,,,basso fattore di smorzamento ma grande controllo di woofer..per gli am audio.

non per niente se vediamo i fattori di smorzamento di un classe D sono spaventosi..ma con fattori di controreazione anche di 80 db

Certo,se paragonati ad un classe D non v'e' ombra di dubbio...gli Am non hanno e non possono avere fattori di smorzamento cosi' elevati. Ma nell'ambito delle amplificazioni "tradizionali" si,dovuto probabilmente alla configurazione "pushpull" dei dispositivi attivi. E si spiega anche la maggior raffinatezza dei Pass che adottano invece configurazioni single ended. In definitiva credo si possa dire che gli Am cerchino il giusto compromesso tra controllo e raffinatezza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

io direi il "lor compromesso", ogni ampli è un compromesso, non c'è il compromesso giusto e quelo sbagliato, dipende dal risultato che si vule raggoiungere, dal prezzo, dalla affidabilità e dala catena

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
aml961

L'unico AM Audio che ho potuto ascoltare bene è stato un finale A50 e con le dovute cautele per il fatto che ovviamente suonava tutto l'impianto e non solo il finale mi ritrovo nelle parole di cactus "Costruzione eccellente e solida, buona alimentazione, suono tendente allo scuro e non al chiaro, grande possanza però non il massimo come risposta ai transienti, buono il controllo in basso".

@sureela

Visto che hai avuto gli Audia One e Two mi sapresti dire cosa non ti convinceva nella gamma bassa?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sureela
L'unico AM Audio che ho potuto ascoltare bene è stato un finale A50 e con le dovute cautele per il fatto che ovviamente suonava tutto l'impianto e non solo il finale mi ritrovo nelle parole di cactus "Costruzione eccellente e solida, buona alimentazione, suono tendente allo scuro e non al chiaro, grande possanza però non il massimo come risposta ai transienti, buono il controllo in basso".

@sureela

Visto che hai avuto gli Audia One e Two mi sapresti dire cosa non ti convinceva nella gamma bassa?

Ciao! La gamma bassa degli Audia (almeno quelli che ho posseduto io) e' molto estesa,senza gradini(tra le gamme superiori),molto articolata,"educata" direi. Ma pecca in "punch,groove" e coinvolgimento emotivo. Direi che e' piu' "di testa" che di pancia...Ovvio che tutti gli aggettivi che uso sono riferiti al MIO modo di ascoltare. Amo molto la "coerenza" degli Audia,caratteristica che cerco di ricreare in tutti i miei setup. Ma imho la gamma bassa DEVE per essere coerente fino in fondo farti ANCHE saltare sulla sedia quando il programma musicale lo richiede.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sureela
io direi il "lor compromesso", ogni ampli è un compromesso, non c'è il compromesso giusto e quelo sbagliato, dipende dal risultato che si vule raggoiungere, dal prezzo, dalla affidabilità e dala catena

Certo Enrico...lo davo per scontato.Grazie della precisazione..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
tergeste70

Io ho posseduto l'A50, e ascoltato moltissime volte gli A80 e l'A70

I finali sono ottimi, non li trovo freddini anzi li trovo molto equilibrati, trasparenti e per me il basso è davvero ottimo, semmai è il Pass un po' ruffianone se messo al confronto con gli AM Audio.

Non mi piacciono i loro pre, che trovo comunque discretamente buoni ma non alla pari dei loro finali,

abbinati ai pre allora il suono tende a diventare un po' più freddino e grezzotto.

A mio avviso ai loro prezzi rappresentano un'acquisto non meno di ottimo.

Difetti ? Uno, grande e incolmabile, NON HANNO VALVOLE :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MmassimoM

Ma non potete descrivere in quale contesto e con quali altri componenti, sistema audio, li avete valutati?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sureela
Ma non potete descrivere in quale contesto e con quali altri componenti, sistema audio, li avete valutati?

Oddio...io gia' tendo ad essere prolisso,rischiamo di farci notte :D Per amore di brevita' ti posso dire con quali diffusori ho avuto ottimi risultati,oltre alle gia' citate Snell:Chario(Academy 3 e 2,Ursa major)Maggies (1.6 qr)Martin Logan Ascent (anche se in questo contesto andava meglio l'Audia).Quoto le non esaltanti esperienze coi pre Am..l'ho anche detto al Conti anni fa':risposta(testuale): te non capisci un casso! =)) Ho sempre apprezzato la sua schiettezza..certo devi avere le spalle larghe per confrontartici :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
antoniocerbe

anche i diffusori non è che siano il massimo..

:D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0038
Ma non potete descrivere in quale contesto e con quali altri componenti, sistema audio, li avete valutati?

Oddio...io gia' tendo ad essere prolisso,rischiamo di farci notte :D Per amore di brevita' ti posso dire con quali diffusori ho avuto ottimi risultati,oltre alle gia' citate Snell:Chario(Academy 3 e 2,Ursa major)Maggies (1.6 qr)Martin Logan Ascent (anche se in questo contesto andava meglio l'Audia).Quoto le non esaltanti esperienze coi pre Am..l'ho anche detto al Conti anni fa':risposta(testuale): te non capisci un casso! =)) Ho sempre apprezzato la sua schiettezza..certo devi avere le spalle larghe per confrontartici :D..sinceramente uno che risponde così, per me, non merita di essere preso nemmeno in considerazione...di SO TUTTO MI in questo amato HOBBY, ne ho le palle piene...!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
sureela
Ma non potete descrivere in quale contesto e con quali altri componenti, sistema audio, li avete valutati?

Oddio...io gia' tendo ad essere prolisso,rischiamo di farci notte :D Per amore di brevita' ti posso dire con quali diffusori ho avuto ottimi risultati,oltre alle gia' citate Snell:Chario(Academy 3 e 2,Ursa major)Maggies (1.6 qr)Martin Logan Ascent (anche se in questo contesto andava meglio l'Audia).Quoto le non esaltanti esperienze coi pre Am..l'ho anche detto al Conti anni fa':risposta(testuale): te non capisci un casso! =)) Ho sempre apprezzato la sua schiettezza..certo devi avere le spalle larghe per confrontartici :D..sinceramente uno che risponde così, per me, non merita di essere preso nemmeno in considerazione...di SO TUTTO MI in questo amato HOBBY, ne ho le palle piene...!Ti capisco...ma Attilio e' anche un appassionato oltre che un tecnico...perdipiu' ha quel certo grado di rigidita' dato dall'essere un ingegnere. Bisogna prenderlo cosi' com'e'. Posso dirti che e' anche una persona MOLTO generosa,mi ha favorito in tutti i modi quando ero suo cliente...ed anche dopo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Member_0038

Ti capisco...ma Attilio e' anche un appassionato oltre che un tecnico...perdipiu' ha quel certo grado di rigidita' dato dall'essere un ingegnere. Bisogna prenderlo cosi' com'e'. Posso dirti che e' anche una persona MOLTO generosa,mi ha favorito in tutti i modi quando ero suo cliente...ed anche dopo.Io non ho mai ascoltato Enrico Rossi di Norma, Giovanni Nasta di UNison, Mario Bon di Opera, Mario Urbano di Musical Stones, Bartolomeo Alia, Ciro Marzio etc, rispondere in questa maniera...premetto che ho avuto a che fare direttamente con tutti quelli nominati...e non sono nemmeno un cagacaxxi da poco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
cactus_atomo

se, devo esserer sincero fino in fondo, quello che mi sconcerta è la vasttà dle catalogo am audio, attualmente prevede 20 modelli di finali, 12 di pre e 4 integrati (per tacere del resto), neppure ditte che vendono in tutto il mondo hanno cataloghi così vasti, penso a pass, levinson, mcintosh,  audio research, cj, trhesholdl, plinius, vitus ecc ecc ecc. Troppi prodotti, troppo ricambio, per un marchio che vende solo direttamente, qualche incertezza su chi sta lontano e non può ascoltare il prodotto che interessa la crea. E' vero che si possono andare a sentire gli am audio prressoi i possessori disponibili, ma la vastità del cataloog rende non proprio facile matchare il prodotto desiderato con quello ascoltabile E, pur esendoci un certo family souund, l'integrato da 30 watt il finale in classe ab da 80 e i reference mono da 200 watt in classe a non sono sovrapponibili all'ascolto

Ma giustamente ognuno fa la politica commerciale che ritiene più opportuna

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
michelemezza

io ho un A50. concordo con tergeste70 "i finali li trovo molto equilibrati, trasparenti e per me il basso è davvero ottimo".

 

 

>risposta(testuale): te non capisci un casso! Ho sempre apprezzato la sua schiettezza..

 

d'accordo anche su questo. è un po' "burbero", ma schietto e comunque sono stato trattato sempre bene sia in termini di disponibilità di ascolti che di sconti.

un paio di anni fa gli ho portato il mio finale da revisionare perchè aveva preso dell'acqua da mio figlio. me l'ha sistemato senza volere un centesimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.645
    Discussioni Totali
    5.886.582
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×