Vai al contenuto

jakob1965

Musica sacra - periodo giusto

Messaggi raccomandati

jakob1965

Non la ascolto sempre - la musica sacra - ma ho piacere in questi giorni a fare una full immersion complice anche una pigrizia tipica mia pasquale -

Ho iniziato con la messa in Si minore (ora suonante) di Bach (Karl Richter) -- proseguirò sicuramente con la Passione secondo San Matteo (Tra Herreweghe e Klemperer) e poi (incombe sempre lo Stabat Mater di Pergolesi) voglio ri -ascoltare lo Stabat Mater di Rossini - ho il CD lì ma colpevolmente lo tralascio -- Wiener - Chung dgg - credo sia più bello dell'idea che ho

Voi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
rebeccariccobon
...grandi ascolti i tuoi.
Haendel - Messiah (Hogwood) 
Bach - Cantate (Richter/Fischer Dieskau) - Messa (Richter)
Pergolesi - Stabat Mater (Gracis/Freni/Berganza)
...e la notte un elettrostatico Requiem di Harnoncourt .)) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc

Oltre a quelli citati le cantata mariane di hAndel,le lecon de tenebres di couperin,le 7 ultime parole di Haydn,il repertorio sacro di vivaldi,il magnificat di Bach,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
garmax1

Secondo me il Messia per il periodo non è dei più indicati.

A me viene in mente Tenebrae Responsories di T. L. De Victoria e Officium Defunctorum di C. De Morales nell'interpretazione di J. Savall

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo
Secondo me il Messia per il periodo non è dei più indicati.

A me viene in mente Tenebrae Responsories di T. L. De Victoria e Officium Defunctorum di C. De Morales nell'interpretazione di J. Savall

 

Ti quoto in pieno però, se si tratta di un neofita, potrebbero essere impegnativi ( Morales/Savall è meraviglioso).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Non provocate con queste proposte dangerose... :D 

Arrivo qui ignaro proprio mentre ascolto 'sto vertice del "sacro" musicale più sublime e rarefatto, immateriale... inebriandomi di odor d'incenso e di cera.., e coi ricordi di "appartati" Oratori" come quello romano del Carovita..edit: Carvita... ;P ] (permettetemi di dire che non c'è città al mondo dove si respiri un'aria barocca così fine e così piena di remoti e segreti sospiri arcani... :D ) nel quale  diversi lustri fa ascoltai anche il brano di Desprez...

 (in realtà l'"impressionismo" nasce qui...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

E io intanto prendo nota ...

Di  De Victoria stiamo studiano Amicus Meus (anche questo contingente) che canteremo settimana prossima -- inizia a venire quasi bene 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Nel periodo di Pasqua, nei paesi, nelle città, nella dimenticate chiese.., nei conventi, ecc,  è possibile ascoltare anche tanta musica chiesastica popolare, semplice ma di  di grande suggestione.., cose anonime delle antichichissime tradizioni che risalgono dal Gregoriano, che si vanno inesorabilmente sempre più perdendo... Avrei delle cose registrate e/o filmate da me su campo.., ma non so usare i portentosi strumenti tecnologici della condivisione... Avrei proposto lo Stabat Mater e altri canti alla Vergine "desolata" che cantano le beghine il venerdì santo nella chiesetta di Sant'Angelo del paesello mio... Ma le nuove generazione mettono nel tubo solo le bimbominkiate ... Mi dovrò riscoprire nella prossima vita antropologo etno-musicologo...  :o)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09
E io intanto prendo nota ...

Di  De Victoria stiamo studiano Amicus Meus (anche questo contingente) che canteremo settimana prossima -- inizia a venire quasi bene 
Dove che ti vengo a sentire? E se serve.., un aiutino alla sezione di bassi potrei volentieri darlo, se ne fossi degno... ;) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Oster-Oratorium di Bach.., a Pasqua non può mancare. Dir. Herreweghe

(non dite di trovare qualche somiglianza con l'Oratorio di Natale... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc
http://www.fone.it/shop/shop.php?action=mostraScheda&cID=2&pID=26
quest'operina di salieri su testo di metastasio può essere un'altra buona idea per attizzare la nostra "passione" che è quella per la musica sacra,ed in questo periodo raggiunge il culmine.
Registrazione purtroppo molto riverberata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc
Oster-Oratorium di Bach.., a Pasqua non può mancare. Dir. Herreweghe

(non dite di trovare qualche somiglianza con l'Oratorio di Natale... :D
La marcetta iniziale (in altra esecuzione) è stata per lungo tempo in cima ai miei fischiettamenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

Amicus Meus lo proviamo nel coro della nostra Parrocchia (Montestella Milano) ---

L'Oster oratorium lo ho -- da ascoltare sicuramente ..

Verranno tempi migliori  -- ora è il momento dove gli uomini soli parlano troppo di maternità e vi è per me il rumoroso silenzio delle donne in merito -- passerà 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

Desprez, tutta la vita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

I polifonisti spagnoli del Siglo de Oro: De Morales, già suggerito da Gabri, e Tomas Luis De Victoria, sempre nel triplo straordinario disco di Savall, che comprende anche "Guerrero", stupende le Cantica Beatae Virginis ... una d'assaggio

 O Magnum Mysterium

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Una meraviglia di Haydn... Le Sette parole ... strumentale, ancora Savall con le immagini de la "Semana Santa" andalusa.., la magnifica Cadiz,  altri momenti di autentica, dionisiaca esaltazione musicale... Inenarrabile a parole... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc

Sì condivido ne ho una versione di savall in cui fa largo uso degli ottoni e legge egli stesso i passi evangelici correlati sembra di essere catapultati il venerdì nella chiesa di Cadice coi drappi neri alle finestre a simboleggiare il buio della passione e morte,è solo qualche cero ad illuminare gli orchestrali

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
imagewind

per quartetto, sempre di haydn le sette ultime parole, quali esecuzioni consigliate? e oltre a savall?

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo
per quartetto, sempre di haydn le sette ultime parole, quali esecuzioni consigliate? e oltre a savall?

 

Mosaique.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo

Musica sacra che affonda le radici nella tradizione orale. Dal minuto 30.58 i due brani a seguire (soprattutto lo Stabat Mater ) e il brano dal minuto 40.20 (un altro splendido Stabat Mater).

Musica non di facile approccio ma sicuramente suggestiva.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Gabrilupo
611CNmBk93L._SX355_.jpg
Un Liszt molto diverso dal solito, quello degli ultimi anni e della "conversione" religiosa.
Stazioni della Via Crucis rese, alternativamente, dal coro con il piano, da solisti vocali, dal solo piano.
Splendida esecuzione e bella registrazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc

 

ed oggi per celebrare il giovedì santo mi sono sentito questa in una vecchia  edizione Leppard su philips con voce di contralto.Aria mirabile stamane mi ha commosso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Questa notte a Sevilla la "Bella" ci sarà la celebre notte santa di passione, il culmine mistico del sacro rito e della fiesta dionisiaca: la "Madrugada" (Madruga' , in dialetto andaluso).

Si tirerà a lungo per tutta la notte fino a giorno inoltrato e sfileranno i migliori "pasos" processionari, le migliori confraternite, i migliori umori sacro-profano, i migliori colori, le luci più eccitanti, le ombre più inquietanti , gli stupefacenti profumi di incenso e zagara, di mazanilla y "pescaido frito" (con arte), i più eccitanti rumori e suoni e, naturalmente, le piu straordinarie e commoventi musiche sacre e misto erotiche suonate da bande formidabili (dimenticate i tattazzum!.. :D ) da trombette lanciate in spericolati sovracuti, cadenze e melodie esotiche dei sensuali "modi" ispanicorientali che profumano di gelsomino e cannella.., il mistico e il sensuale che diventano un tutt'uno... Nel brusio della folla inizia a nascere a sorpresa una "Saeta" che qualcuno/qualcuna improvvisa da un balcone' da una finestra pieni di fiori fendendo il brusio della folla ridotto infine in un profondo e assortoz, commosso silenzio pieno di voci antiche e presenze fantasmiche di ciò che pur tuttavia seguita a vivere.

Posterei qualche esempio di tutto questo, ma sono con l"aifone... a mala pena riesco a scrivere questo messaggio.. :D vi invito ad ascoltare il brano intitolato "Saeta" , in particolare (se qalvuno volesse podtare grazie) dall'album Schetches of Spain di Miles Davis il quale coglie lo spirito sublime e religioso ("religere") di tali musiche. Poi da casa magari posto qualcosa di più autoctono...

Mi chiedo che minchiazza ci sto a fare qui a scrivere coll'iPhone in un forum invece di essere li ancora una volta... :-? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
luckyjopc
eccoti accontentato.
Però questi canti misto erotici in settimana santa mica ci stanno tanto ;)
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

eccoti accontentato.
Però questi canti misto erotici in settimana santa mica ci stanno tanto ;)

 

Grazie per il postaggio.., lucky.., però ci sta, come la mistica sublime di Santa Tersa d'Avila sta all'eros penetrante dal dardo scagliato dall'Angelo del Signore nelle viscere della Santa, ne sapeva qualcosa anche il Bernini che scolpì la musica erotica che tracima la sua Estasi spirituale ed insieme profondamente carnale, sensuale. 
La Spagna, chiusa nel Mediterraneo rassicurante e placentare, aperto verso l'ignoto e il periglioso mistero del grande oceano, fu un ponte non solo ideale gettato tra l'Europa e quella che veniva chiamata la "fine del mondo".., è una terra po' speciale.., come lo straziante contrasto che abbacina con la sua ansia erotica il viaggiatore ("turisti" esclusi) che alla "terra dorata di Castiglia" si sposti verso i  "casti cipressi innevati di Granda"...
Ma poi, sempre parafrasando il poeta, l'eros non ha nulla a che fare col il "diavolo cattolico poco intelligente che si traveste da cagna per entrare nei conventi..." :D

Quanto c'è di erotico nella "danza" flamenca della Vergine che incarna il supremo stato della purezza?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Opera di straordinaria bellezza è la misconosciuta Passione Giovanni del grande Alessandro Scarlatti. Meraviglioso, già nell'intro di stupefacente lirismo mistico, l'impasto sonoro-melodico dell'orchestra d'archi, il rarefatto ordito dei violini e delle viole e del continuo che gementi accompagnano il canto desolato del "Testo".

Un alternarsi di recitativi e brevi cori, nessuna aria, ma non se ne sente la mancanza... 

Ottima esecuzione di Fritz Naf, insieme d'archi della Schola Cantorum Basiliensis, con Renè Jacobs evangelista, in grandissima forma. Disco DHM, strepitoso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Se parliamo di sacro, non può mancare Monteverdi del quale propongo questo Magnificat I a otto voci da Selva morale e spirituale, grande interpretazione di Alessandrini, come sempre, e ottimo video.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
analogico_09

Liturgia della Settimana Santa - "Leçons de ténèbres" di F. Couperin 

Troisieme Leçon per il Mercoledì Santo. Tratto dalla colonna sonora del film "Tutte le mattine del mondo" diAlain Corneau realizzata da Jordi Savall

Altro eccellente riferimento discografico : William Christie con S. Daeman e P. Petibon, straordinarie. 
CD Erato. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.520
    Discussioni Totali
    5.883.005
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×