Vai al contenuto

jakob1965

Caverie varie -- lato B nostri impianti

Messaggi raccomandati

jakob1965

Complice un raro giorno di ferie ecco qui il retro del mio impianto -- insomma vado quasi in confusione -- cavi a go go-- ma tutto funziona ..

e voi?

12417533_566906756816880_4174431446315556465_n.jpg?oh=7f87499f1a92370137c074abe51ef12c&oe=5789E93F

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax

ma quei cavetti di potenza,  bianchi distanziati..., mi sembrano quelli che si usavano per l'antenna dietro ai sintonizzatori negli anni '70...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
corrado
ma quei cavetti di potenza,  bianchi distanziati..., mi sembrano quelli che si usavano per l'antenna dietro ai sintonizzatori negli anni '70...
Hanno incuriosito pure a me.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

Sono i Vovox initio ...  stesso concetto per quello di segnale 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
corrado

Per una volta non si vede un boa da 10 cm di diametro.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goodmax
Per una volta non si vede un boa da 10 cm di diametro.

da un estremo all'altro...
(poi dipende dalla lunghezza ovviamente)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.
Complice un raro giorno di ferie ecco qui il retro del mio impianto -- insomma vado quasi in confusione -- cavi a go go-- ma tutto funziona ..

e voi?

12417533_566906756816880_4174431446315556465_n.jpg?oh=7f87499f1a92370137c074abe51ef12c&oe=5789E93F
Puoi fare molto di più (anzi devi fare di più, vista l'assenza di schermatura dei cavi Vovox) per migliorare le prestazioni elettriche del tuo impianto, oltretutto senza spendere soldi (a parte qualche centesimo per delle fascette da elettricista).Dalla foto intravedo (ma la visione attraverso lo smartphone potrebbe ingannarmi) una bella spira tra il cavo di potenza e il cavo di segnale rosso. Inoltre, tutti i cavi di rete elettrica devono essere raggruppati insieme e tenuti distanti da quelli di segnale e da quelli di potenza. Laddove ciò non fosse possibile, i cavi di "natura" diversa si devono incrociare tra di loro con un angolo di 90°.Allego un articolo tecnico tratto dalla rivista audioreview che a mio avviso rappresenta le fondamenta che ogni audiofilo dovrebbe conoscere... Puoi ben vedere, attraverso le foto esplicative, come si deve collegare un impianto audio.http://www.audioplay.it/teoria-dellinterazione-debole/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
corrado
Puoi fare molto di più (anzi devi fare di più, vista l'assenza di schermatura dei cavi Vovox) per migliorare le prestazioni elettriche del tuo impianto, oltretutto senza spendere soldi (a parte qualche centesimo per delle fascette da elettricista).Dalla foto intravedo (ma la visione attraverso lo smartphone potrebbe ingannarmi) una bella spira tra il cavo di potenza e il cavo di segnale rosso. Inoltre, tutti i cavi di rete elettrica devono essere raggruppati insieme e tenuti distanti da quelli di segnale e da quelli di potenza. Laddove ciò non fosse possibile, i cavi di "natura" diversa si devono incrociare tra di loro con un angolo di 90°.Allego un articolo tecnico tratto dalla rivista audioreview che a mio avviso rappresenta le fondamenta che ogni audiofilo dovrebbe conoscere... Puoi ben vedere, attraverso le foto esplicative, come si deve collegare un impianto audio.http://www.audioplay.it/teoria-dellinterazione-debole/
Meglio quelle in velcro, permettono una facile rimozione senza dover rompere le fascette.Certo costano decisamente di più.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.

Sì, le fascette in velcro sono decisamente da preferire: non solo perchè facili da aprire e richiudere, ma soprattutto perchè non lasciano il minimo segno sui cavi! Peccato che nei negozi siano una rarità... X(

Non so oggi, ma io una decina di anni fa le acquistai in rete con pezzatura minima di 500 pz...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
corrado
Sì, le fascette in velcro sono decisamente da preferire: non solo perchè facili da aprire e richiudere, ma soprattutto perchè non lasciano il minimo segno sui cavi! Peccato che nei negozi siano una rarità... X( Non so oggi, ma io una decina di anni fa le acquistai in rete con pezzatura minima di 500 pz...
Esatto.Comunque per queste cose la Cina ci è amica.

:Dhttp://www.ebay.it/itm/50x-Fascette-Velcro-Nylon-Cinghia-PC-Cable-Tie-Cavo-Filo-Guida-Organizzatore-/321797611755?hash=item4aeca1e0eb:g:vkYAAOSwA4dWNjdq

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Esprit

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.

In più di dieci anni (precisamente 12, ovvero dal 2004), ne sono cambiate di cose a livello commerciale...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

Ogni consiglio è ben accetto .. comunque (ho controllato - sono orbo) il cavo di potenza Kimber è fuori dalla semi spira del cavo rca rosso (VdH) - in merito ai vovox mi sono piaciuti subito molto e non fanno rimpiangere i Kimber -- anzi

Qualche foto vostra o di ne ha voglia?

A tra l'altro   Buona Pasqua

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fabio Cottatellucci
Sì, le fascette in velcro sono decisamente da preferire: non solo perchè facili da aprire e richiudere, ma soprattutto perchè non lasciano il minimo segno sui cavi! Peccato che nei negozi siano una rarità... X(

Non so oggi, ma io una decina di anni fa le acquistai in rete con pezzatura minima di 500 pz...

 


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pazu970

Immagino che voi riusciate a sentire differenze lampanti all'ascolto, confrontando tra loro un impianto con cavi disposti alla rinfusa e uno con cavi ordinati, invece, secondo precisi dettami scientifici...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ospite

 

Complice un raro giorno di ferie ecco qui il retro del mio impianto -- insomma vado quasi in confusione -- cavi a go go-- ma tutto funziona ..

e voi?

12417533_566906756816880_4174431446315556465_n.jpg?oh=7f87499f1a92370137c074abe51ef12c&oe=5789E93F
Vedo che alla fine sei diventanto anche tu un "credente" :D

 

Non riesco nemmeno a farla la foto, dovrei scostare il mobile ma poi mi ci vorrebbero ore per richiuderlo (tipo i giapponesi che spingono la gente per farli entrare nella metro).

Ho una quantità di cavi dietro messi rigorosamente secondo un principio fondante: ad mentula canis, che farebbero invidia a una centrale nucleare, altro che interazione debole io sto già all'interazione forte! :D

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.
Immagino che voi riusciate a sentire differenze lampanti all'ascolto, confrontando tra loro un impianto con cavi disposti alla rinfusa e uno con cavi ordinati, invece, secondo precisi dettami scientifici...

 

La corretta metodica di cablaggio di un impianto audio è una delle poche cose a cui credo fermamente! L'ho scritto e ciclicamente ripetuto ogni volta che mi è stato possibile da quando esiste questo forum. In uno dei miei thread allegai anche una gran quantità di documenti tecnici sull'argomento.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
max56
Immagino che voi riusciate a sentire differenze lampanti all'ascolto, confrontando tra loro un impianto con cavi disposti alla rinfusa e uno con cavi ordinati, invece, secondo precisi dettami scientifici...

 

+1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

Volevo solo dire che (anche se la foto ovviamente schiaccia la prospettiva) anche se in modalità casereccia una certa logica nella disposizione dei cavi l'ho seguita (magari sbagliando) ....

a) ho cercato di non creare semi-anelli o semi-spire (ma dopo l'intervento di Massimo ho ri-controllato)

b) dall'interno verso l'esterno in senso radiale -- prima i cavi di segnale - poi i cavi di potenza e poi quelli di alimentazione i quali essendo (quelli degli ampli) semirigidi (solid core) non sono molto gestibili

Poi concordo con Massimo che tra cavi conduttori (ovviamente nel caso siano attivi) si creano delle interazioni - probabilmente in un impianto di molti paper-dollari ci starei abbastanza attento ad una disposizione razionale dei cavi

Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pazu970
Immagino che voi riusciate a sentire differenze lampanti all'ascolto, confrontando tra loro un impianto con cavi disposti alla rinfusa e uno con cavi ordinati, invece, secondo precisi dettami scientifici...
La corretta metodica di cablaggio di un impianto audio è una delle poche cose a cui credo fermamente! L'ho scritto e ciclicamente ripetuto ogni volta che mi è stato possibile da quando esiste questo forum. In uno dei miei thread allegai anche una gran quantità di documenti tecnici sull'argomento.Massimo, io sono un maniaco dell'armonia visiva, quindi posso essere d'accordo con te e preferire cavi ben ordinati piuttosto che lasciati alla rinfusa-

La mia domanda però era un'altra...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.

Non è una questione di ordine visivo! E francamente mi spiace constatare che nonostante gli sforzi profusi nello spiegare e fornire documentazione tecnica (seria) al riguardo, c'è ancora chi sostiene che la tecnica di cablaggio di un impianto audio non abbia particolare importanza...

Comunque alla tua domanda rispondo in modo diretto senza sottrarmi: sì, la differenza tra un impianto mal cablato e lo stesso impianto cablato in modo corretto io la sento. Con alcuni impianti ciò e maggiormente avvertibile che in altri, ma in genere le differenze ci sono sempre. Cosa cambia nel suono? Principalmente il modo di riprodurre l'immagine virtuale, con i piani sonori che negli impianti ben cablati hanno una maggiore separazione. Sono chiaramente dei piccoli dettagli. Ma converrai con me che a certi livelli sono proprio questi dettagli a fare la differenza... Oltretutto sono interventi totalmente a costo zero, per cui non capisco la ritrosia.

 

Buona Pasqua

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
goldeye
Oltretutto sono interventi totalmente a costo zero, per cui non capisco la ritrosia.

 

Buona Pasqua

 

Per alcuni,non io, forse è proprio questo che non piace.... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MAXXI
Complice un raro giorno di ferie ecco qui il retro del mio impianto -- insomma vado quasi in confusione -- cavi a go go-- ma tutto funziona ..

e voi?

12417533_566906756816880_4174431446315556465_n.jpg?oh=7f87499f1a92370137c074abe51ef12c&oe=5789E93F

Non ho capito bene la funzione di quei blocchetti di legno a lato delle apparecchiature........ ;) Per non farle cadere ? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
densenpf
Non è una questione di ordine visivo! E francamente mi spiace constatare che nonostante gli sforzi profusi nello spiegare e fornire documentazione tecnica (seria) al riguardo, c'è ancora chi sostiene che la tecnica di cablaggio di un impianto audio non abbia particolare importanza...Comunque alla tua domanda rispondo in modo diretto senza sottrarmi: sì, la differenza tra un impianto mal cablato e lo stesso impianto cablato in modo corretto io la sento. 
  D'accorrdo con te Massimo sull'importanza della disposizione del cablaggio.
  Pero' fammi capire una cosa....come mai quando si apre una discussione sui cavi di alimentazione, si finisce
  immancabilmente nel ridicolo, o nell'essere considerati dei pazzi visionari, se qualcuno da' importanza alla
  sostituzione di questi nel proprio impianto?

  Voglio dire...se e' importante quanto tu dici, ( ed io ci credo) lo sara' ancor di pu' sostituendo un cordone di ac.
  Altrimenti si crea una inevitabile contraddizione.

  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
jakob1965

Per Maxxi -- i legnetti servono ad alzare il blocco (Koala + Sugden) e permettere il caricamento dei CD dall'alto per il Saturn che è collegato al Bc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
pazu970
Non è una questione di ordine visivo! E francamente mi spiace constatare che nonostante gli sforzi profusi nello spiegare e fornire documentazione tecnica (seria) al riguardo, c'è ancora chi sostiene che la tecnica di cablaggio di un impianto audio non abbia particolare importanza...

Comunque alla tua domanda rispondo in modo diretto senza sottrarmi: sì, la differenza tra un impianto mal cablato e lo stesso impianto cablato in modo corretto io la sento. Con alcuni impianti ciò e maggiormente avvertibile che in altri, ma in genere le differenze ci sono sempre. Cosa cambia nel suono? Principalmente il modo di riprodurre l'immagine virtuale, con i piani sonori che negli impianti ben cablati hanno una maggiore separazione. Sono chiaramente dei piccoli dettagli. Ma converrai con me che a certi livelli sono proprio questi dettagli a fare la differenza... Oltretutto sono interventi totalmente a costo zero, per cui non capisco la ritrosia.

 

Buona Pasqua

 

Ok, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
M.B.
Non è una questione di ordine visivo! E francamente mi spiace constatare che nonostante gli sforzi profusi nello spiegare e fornire documentazione tecnica (seria) al riguardo, c'è ancora chi sostiene che la tecnica di cablaggio di un impianto audio non abbia particolare importanza...Comunque alla tua domanda rispondo in modo diretto senza sottrarmi: sì, la differenza tra un impianto mal cablato e lo stesso impianto cablato in modo corretto io la sento. 
  D'accorrdo con te Massimo sull'importanza della disposizione del cablaggio.
  Pero' fammi capire una cosa....come mai quando si apre una discussione sui cavi di alimentazione, si finisce
  immancabilmente nel ridicolo, o nell'essere considerati dei pazzi visionari, se qualcuno da' importanza alla
  sostituzione di questi nel proprio impianto?

  Voglio dire...se e' importante quanto tu dici, ( ed io ci credo) lo sara' ancor di pu' sostituendo un cordone di ac.
  Altrimenti si crea una inevitabile contraddizione.

  
No, nessuna contraddizione. Leggi tutto l'articolo tecnico del link qui sotto (ma posso linkarne tanti altri se l'argomento interessa) e capirai che quello che sto cercando di far conprendere non ha nulla a che vedere con i cavi in quanto tali...http://www.audioplay.it/teoria-dellinterazione-debole/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
densenpf

Grazie Massimo, me lo sono scaricato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
corrado
Grazie Massimo, me lo sono scaricato.
Idem.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    282.570
    Discussioni Totali
    5.884.427
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club: la nuova casa di Videohifi.com
Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×