Vai al contenuto
  • Annunci

    • K-Tribes Team

      Problemi di login?   31/12/2017

      Scrivici usando il tasto [Contatti] in alto sulla destra.
Mister66

Quanto è importante una sorgente se affiancata ad un dac di qualita?

Messaggi raccomandati

Mister66

Come da titolo sono curioso di leggere le vostre opinioni.

Quindi...  affiancando un dac di qualita' diciamo intorno ai 3000 euro le sorgenti quanto possono incidere sul risultato finale?

Esempio... con un lettore cd da 500 euro si avrebbe lo stesso risultato che con lettore da 2000?

Parlo della resa sonora.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magocinzio

Le meccaniche influiscono indubbiamente sulla resa finale, e si lasciano descrivere nelle caratteristiche con il noto ed in parte criptico vocabolario audiofilo... che i dac siano di qualità secondo me è secondario... l'estrazione dei bit è ad appannaggio di un altro apparecchio e questo lascia una sua impronta sul suono.

Pasq

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65

Secondo me contano entrambe con la differenza che un DAC si può valutare sufficientemente bene all'ascolto, più difficile farlo con un lettore integrato usato come meccanica, perché sono convinto che più della meccanica di lettura conti la qualità della realizzazione dell'uscita digitale e non è facilmente "giudicabile" all'ascolto, tra l'altro non è assolutamente detto che in un ottimo lettore integrato abbia realizzato un'uscita digitale all'altezza di quella analogica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

Mauro, ho due meccaniche separate utilizzanti entrambi la stessa Philips, suonano molto molto diversamente.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
Mauro, ho due meccaniche separate utilizzanti entrambi la stessa Philips, suonano molto molto diversamente.

Appunto, cambia la progettazione dell'uscita digitale quindi cambia la resa sonica, intendevo dire proprio quello.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

Ah! Capito solo ora, si, sicuramente e' cosi'

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Doc_Zero

probabilmente se le meccaniche avesserero una uscita i2s e il dac avesse il relativo ingresso le differenze delle meccaniche sarebbero meno evidenti.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

Eh, e' che la i2s mi pare sia relativamente nuova, magari in futuro sara' maggiormente utilizzata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
maurodg65
Eh, e' che la i2s mi pare sia relativamente nuova, magari in futuro sara' maggiormente utilizzata

 

La i2s dovrebbe essere il formato "interno standard" attraverso cui la meccanica trasmette il segnale al convertitore, ma credo non sia uno standard ed ogni produttore ne ha uno suo, quindi dubito diventerà mai una connessione universale anche se credo sia il modo migliore di trasmettere il segnale, (...ma a quanto dicono gli esperti dovrebbe essere utilizzato per distanze molto brevi, pochi centimetri come appunto accade all'interno di un lettore integrato...) alcuni produttori lo usano, penso a North Star o PS Audio, ma il collegamento funziona solo tra meccanica e DAC della stessa casa.

 

 


Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
emaspac

70-90%

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gefrusti

...più sensibile risulterà il DAC al jitter...e più conterà la meccanica collegata ad esso...

"Se" le uscite spdif fossero standardizzate affinchè il jitter si contenesse tra i 500ps e 1ns (max) i dac non avrebbero problemi e suonerebbero TUTTI identici indistintamente.

Il fatto è che alcune meccaniche (ci metto anche il collegamento via cavo con il relativo rispetto dell'impedenza caratteristica) oltrepassano perfino i 4ns e...in questo caso se il DAC non è in grado di recuperare questa alterazione temporale della quadra che trasporta il clock...allora il tutto si trasmette anche nel segnale analogico d'uscita con conseguente percezione del degrado.

Tom.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fausto11
Eh, e' che la i2s mi pare sia relativamente nuova, magari in futuro sara' maggiormente utilizzata

 

 la i2s ha il non piccolo problema della connessione che deve essere brevissima

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
zampex
la i2s ha il non piccolo problema della connessione che deve essere brevissima

 

In versione differenziale, l'i2s puo' essere usata senza problemi con cavi di lunghezza standard.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
fausto11

bisogna però differenziare e capire quale versione abbiamo : 

a me sembra un filo complicato in un settore come il computer audio che è già abbastanza scrauso di suo per i vecchi appassionati della dima 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

Veramente Fausto non e' questione di dima, basta leggere CA per vedere quanto e' complicato per tutti.

Non mettere assieme schede, far suonare bene.

Poi ogni tre per due esce un "coso" o algoritmo o non so che altro che pare essere stremiglissimo del precedente...per essere puntualmente superato.

Ammetterai che passa la voglia.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gefrusti
Veramente Fausto non e' questione di dima, basta leggere CA per vedere quanto e' complicato per tutti.

Non mettere assieme schede, far suonare bene.

Poi ogni tre per due esce un "coso" o algoritmo o non so che altro che pare essere stremiglissimo del precedente...per essere puntualmente superato.

Ammetterai che passa la voglia.

...meglio dire: quanto cercano di rendere le cose impossibili a tutti a fronte di una semplicità disarmante.

Tom.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
GianGastone

Puo' essere, non ne discuto.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
il Carletto

Nel mio caso, passare ad una sorgente molto semplice ma con collegamento diretto I2s differenziale (LVDS) ha significato un notevole miglioramento della qualitá, rispetto ad un Mac Mini ottimizzato e alimentato in lineare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Paky33

Nel caso di meccanica pura, associata ad un DAC e in un impianto tradizionale (Pre, Finale...) la qualità della meccanica si "sente". Eccome si sente!

In caso, invece, di utilizzo del PC per far andare il DAC, utilizzando ANCHE il computer come sorgente e, magari, la correzione acustica digitale, il sopracitato caso della meccanica, diventa meno influente. Anzi, non influenza per nulla il suono! Ma questo accade SOLO se si utilizza un player tipo JRiver che carica in memoria il CD. In questo caso basta la sola meccanica del PC...... A prova fatta, tra i 20 e passa Kg della mia vecchia meccanica Wadia20 ed i 100 gr scarsi della LG da PC, non si sentivano  differenze. Ma proprio nessuna........

Ergo: dipende da come e con cosa ascolti la musica. Se sei passato alla liquida ed utilizzi un player come JRiver per l'ascolto, allora ti basta il lettorino del PC

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
gefrusti
...... A prova fatta, tra i 20 e passa Kg della mia vecchia meccanica Wadia20 ed i 100 gr scarsi della LG da PC, non si sentivano  differenze. Ma proprio nessuna........

Ergo: dipende da come e con cosa ascolti la musica. Se sei passato alla liquida ed utilizzi un player come JRiver per l'ascolto, allora ti basta il lettorino del PC

...esattamente Pasquale...peraltro NON essendoci alcuna differenza se riprodotto dal "lettorino" oppure dall'Hard Disk...evita di andarsi a rippare tutti i CD (per quelli che non hanno tempo//voglia e necessità di farsi un archivio)

ciao, Tom.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
stanzani
probabilmente se le meccaniche avesserero una uscita i2s e il dac avesse il relativo ingresso le differenze delle meccaniche sarebbero meno evidenti.

tenendo conto che il CD corregge il 100% degli errori, se l'ingresso del DAC e' correttamento progettato (FIFO + clock in lettura ultrapreciso, non dovrebebro esserci differenze (nessuna perdita di dati in ingresso e base tempi di roccia in lettura)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
magocinzio

...Qualcuno mi sa spiegare ( mi piacerebbe sentire in particolar modo l'opinione di Tom Gefrusti), se la questione è riducibile esclusivamente ad una questione di jitter, perché si avvertono netti miglioramenti trattando i CD con liquidi opportuni ( tipo SeeSide o cose derivate dal mondo dell'ottica) ?

I circuiti, dopo il trattamento, sono maggiormente "jitter free"?

Pasq

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

  • Statistiche forum

    281.355
    Discussioni Totali
    5.848.869
    Messaggi Totali

Facebook

About Melius Club

Melius Club è il ritrovo dei cultori di tutte le passioni sospese tra arte e tecnica, appassionati sempre alla ricerca del miglioramento. Melius Club è l'esclusivo spazio web dove coltivare la propria passione, condividere informazioni, raccontare esperienze, valutare prodotti e soluzioni col supporto attivo della comunità degli appassionati.

Riproduzione audio e video, fotografia, musica, dischi, concerti, cinema, teatro, collezionismo e restauro di preziose apparecchiature vintage: qui su Melius hanno spazio tutte le passioni.

 

 

Il servizio web Melius.Club viene offerto al pubblico da Kunigoo S.R.L., start-up innovativa attiva nel settore Internet of content and knowledge, con sede legale e operativa nell’Incubatore certificato Campania NewSteel in Napoli via Coroglio 57/d e codice fiscale 07710391215.

Powered by K-Tribes.

Follow us

×